L’Arte di Vivere

Normalmente il Giudice ci trova colpevoli e pensiamo di doverci punire: la parte della mente che riceve il giudizio sente il bisogno della punizione somatizzandolo nel corpo, divenendo la Vittima.

Malattie croniche

“la sofferenza è il sintomo dell’allontanamento dalla realtà.

Ci si è separati dalla nostra Sorgente, dal nostre Sé Consapevole.

Se state soffrendo siete addormentati; o vivete paure rilegate al passato, non coscienti del qui e ora, la stessa cosa come quando si scelgono vie per automatismo.

Ragazza, Triste, Pianto, Piove, Gocce Di Pioggia

Volete un segno evidente del fatto che siete addormentati … o rilegati al passato di storie non superate? Eccolo: state soffrendo.

Nella mente creiamo il Giudice, una parte di noi che giudica costantemente tutto ciò che facciamo, o non facciamo, tutte le emozioni che proviamo o non proviamo.

Normalmente il Giudice ci trova colpevoli e pensiamo di doverci punire:

la parte della mente che riceve il giudizio sente il bisogno della punizione somatizzandolo nel corpo, divenendo la Vittima.

Trauma, Feriti, Violento, Lacrima, Traumatizzati

La Vittima è quella parte di noi che dice “Povero me, non sono abbastanza bravo, forte, intelligente, capace, ricco ecc . Come faro? Come posso anche solo provare?

Il Giudice e la Vittima reggono la loro esistenza sul nostro sistema di credenze, cioè su ciò che crediamo e su ciò non crediamo, un sistema che è stato instillato nella nostra mente fin da bambini, quando credevamo a tutto quello che gli adulti ci dicevano …

Panorama, Tempesta, Raggi, Nuvole, Sky, Clima, Strada

Tu sei già completo, hai un’occasione di comprendere per differenza che sei Altro, Tu sei l’Unione, la Vita .. Tu sei Vita.

Il fatto che una persona ti odi o ti ami, non dovrebbe fare alcuna differenza per te, se sei equilibrato interiormente. Se non lo sei, vieni immediatamente alterato.

Fiori Selvatici, Fiori, Pianta, Macro, Natura, Rosa

Chiunque può spingerti, tirarti e colpire i tuoi punti deboli, ferirti nell’orgoglio e, quindi, modificare il tuo aspetto energetico.

In quel caso sei uno “schiavo” permetti che ognuno ti usi dal suo spropositato Ego, ma anche no😜

Inizi ad essere libero e padrone di te stesso solo quando tutto ciò che ti accade non ti coinvolge emotivamente, lo osservi con la giusta consapevolezza e integrazione emisferica di ciò che sei da sempre senza, quindi, modificare il tuo interiore equilibrio energetico.

“AnimA” (Francesco Ciani)

Leave a Reply