L’articolazione del bacino

Malattia Espressione dell’AnimA

Le articolazioni del bacino ci consentono di camminare e pertanto rappresentano la sede dei nostri passi e dei nostri progressi: grazie ad esse avanziamo tanto nelle piccole cose che in quelle grandi, sia nel bene che nel male, (è facendo questa esperienza che si comprende che la dualità non esiste affatto).

Massaggio, Bordo Muscolare, Anca, Tessuto Connettivo

Ogni viaggio inizia con un primo passo e così ogni nostro eccesso.

I dolori nell’articolazione del bacino, che principalmente sono dovuti all’artrosi, impediscono movimenti ampi e informano i soggetti colpiti che non sarà più possibile fare grandi progressi.
 
Procederanno con sofferenza (nella vita). I problemi reumatici fanno parte dei disturbi dovuti a logoramento di parti dell’organismo.

Risultati immagini per cura del bacino sintomi
Sarebbe opportuno imporsi un riposo forzato, riconoscere quanto sia faticoso progredire e muoversi, compiere un passo interiore invece di uno esteriore. Accettando che la capacità di articolazione su questo piano è ormai persa, le mete esteriori si allontanano.
 
Eros, Statua, Piccadilly Circus, Anteros, Monumento
 
Tuttavia questa situazione può spingere i soggetti a riflettere sul fatto che, con il riposo forzato, è possibile conseguire scopi interiori.
 
L’articolazione logora segnala nel suo movimento tenace quanto faticoso che le vie esteriori vanno limitate.
 
Immagine correlata
 
 
La situazione è piuttosto grave e raccomanda quel riposo che, se sarà abbastanza profondo, porterà a un movimento interiore ed ad una nuova comprensione del Sé e Consapevolezza.

La soluzione oggi proposta consiste nell’adozione di un’articolazione artificiale, un trucco tanto geniale quanto nemico dell’evoluzione, perché consente al soggetto di continuare a vivere come se niente fosse accaduto.
 
 
Biancheria Intima, Reggiseno, Sexy, Femminile, Donna
 
 
Anche di fronte a una proposta di questo tipo, si ha ancora una possibilità di essere sinceri, nella misura in cui si ammette che i progressi che d’ora in poi verranno compiuti sono artificiali: non sono più le vere gambe che reggono il peso del corpo.
 
È allora necessario appoggiarsi d’ora in avanti ad aiuti per le cose esteriori e diventare più indipendenti nelle cose interiori. Se ne può dedurre che il progresso esteriore può essere ottenuto artificialmente, solo nella misura in cui quello autentico si realizza a un altro livello.
 
Donna, Biondo, Ritratto, Ragazza, Colore, Abito
 
Domande
1. In che modo ho compiuto i miei progressi nella vita?
2. Come sono andato avanti?
3. Sono stato attento solo alle mete esteriori? Le ho raggiunte?
4. I miei scopi sono raggiungibili solo su vie esteriori?
5. Dove mi sono incagliato o ancorato?
6. Quale ruolo svolgono per me il riposo e il raccoglimento interiore?
7. Dove sono atterrato interiormente, dove voglio ancora andare?
8. Ho imparato a reagire di fronte agli aiuti esterni, a utilizzarli per le mie esigenze interiori?
 
(Dott. Rudiger Dahlke)
Via Piave, 22, 61032 Fano PU, Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *