Naso Olfatto

Il naso è il nostro organo più prominente ed è certamente anche il più sincero.

In una situazione di dubbio, è sicuramente sulla sua punta che possiamo leggere la verità.

Adulto, Bellezza, Viso, Femminile, Fiore, Fresco

Trovandosi in una posizione particolarmente esposta, è diventato un terreno eloquente e carico di significato. Il detto ci suggerisce di seguire sempre il nostro naso, però dobbiamo ricordare che un naso storto potrebbe condurre su una strada storta.

Una naso a uncino indica un carattere «ostinato», uno elegantemente ricurvo designa una corrispondente eleganza, il naso aquilino sta a significare audacia, un naso grosso e sproporzionato è simbolo di goffaggine.

Dente Di Leone, Semi, Fiore Ha, Prato, Natura, Vicino

Il naso gocciolante rivela incuria, e quindi una tristezza che avanza lentamente, mentre i nasi deformati dai porri ricordano le streghe e la loro pericolosità, quelli all’insù sottintendono un’infantilità sveglia e curiosa, spesso in anticipo sugli altri.

Questo «naso alla francese» rientra nello schema infantile profondamente impresso nella nostra mente e determina il nostro comportamento in misura maggiore di quanto possa piacere alla ragione e all’intelletto. Proverbialmente inoltre il naso lungo e a punta si infila indiscretamente ovunque, mentre il naso rotondo, rosso e luminoso dei clown è simbolo della loro impertinenza.

Dente Di Leone, Semi, Fiore Ha, Impianto, Fiore, Natura

Mentre tutti cercano di truccarsi il naso in modo accorto, di eliminare la sua lucentezza con la cipria o con il fondotinta e di moderare la rigidità della sua struttura, i clown e i pagliacci ne fanno particolarmente mostra:

infatti, è portando prepotentemente alla luce le cose più nascoste ed equivoche che si rendono divertenti. A questo punto entra decisamente in gioco il rapporto tra la sessualità e il naso, che si riflette nel detto tedesco:

«Come è il naso dell’uomo, così è il suo Giovanni?».

Inverno, Redhead, Femminile, Ritratto, Freddo, Ragazza

Ancora una volta la saggezza popolare rivela molto intuito perché di fatto, nelle mucose del naso si trovano le zone di riflesso degli organi sessuali. Così ogni narice diventa una zona di riflesso attraverso la quale è possibile entrare in contatto con quello scabroso settore.

Per questo motivo le narici sono considerate zone delicate e difficili da tenere a freno: comunicano apertamente il desiderio. Soltanto quando il desiderio si trasferisce gradualmente verso il basso e raggiunge gli organi genitali, la «pressione delle narici» sparisce.

Fuça, Muso, Cane, Documentalista Dorato, Animale, Gara

Nell’odierna scala di valori, olfatto e gusto sono molto meno valutati dell’udito. Paragonato al cervello, che è abbastanza giovane, l’olfatto è antichissimo e, insieme al naso, forma un organo sensoriale relativamente locale.

Il naso che fiuta i temporali e la preda è un elemento tipico degli animali; noi ci limitiamo ad arricciare il naso.

Ci siamo orgogliosamente sollevati da terra, abbiamo alzato in alto il naso, col passare del tempo abbiamo perso il nostro buon olfatto; solo le narici restano rivolte verso il basso, verso le profondità del regno materno e del mondo materiale.

Amici, Cane E Gatto, Cani E Gatti, Animale Domestico

Riusciamo a percepire qualcosa soltanto se ce la mettono sotto al naso o ce la legano al naso. Mentre l’occhio ha la stessa struttura di una macchina fotografica e l’orecchio quella di uno strumento musicale, il naso necessita di contatti fisici di diverso tipo e si basa sul semplice principio della chiave e della serratura.

La mucosa del naso, nella parte superiore del naso, è formata da cinque milioni di cellule olfattive fornite di peli recettori che vengono stimolati attraverso il contatto.

Persone, Signora, Donna, Gli Occhi, Brown, Allievo

Essi fungono da serratura, le corrispondenti sostanze odorose da chiave. Per poter sentire il profumo di una rosa, alcune molecole-chiave del «profumo della rosa» devono trovarsi nella serratura del naso.

È lì che nel senso più autentico dell’espressione, noi ci apriamo al profumo.

Anche una grande parte della percezione dei sapori segue questa strada: di fatto percepiamo l’aroma dei cibi appunto attraverso la mucosa olfattiva. La conferma pratica ci viene data dal raffreddore, che ci fa sembrare tutto uguale e senza sapore.

Donna, Ragazza, Capelli Biondi, Donna Bionda

Mentre la vista si serve di onde elettromagnetiche, l’udito di quelle sonore, l’olfatto richiede un contatto fisico diretto tra mittente e destinatario.

Se l’udito e la vista possono essere paragonati a scritture alfabetiche, l’olfatto e il gusto corrispondono a quelle pittografiche, che sono ancora più antiche e in cui ogni concetto corrisponde a un simbolo. L’olfatto è perciò un senso che consente di percepire la realtà in modo più diretto e primitivo: penetra infatti non solo nel corpo, ma anche nella psiche.

Bambino, Maniglia, Piccolo, Padre, Famiglia, Tenerezza

La capacità di sentire gli odori corrisponde al grado di intensità delle nostre esperienze psicologiche. Il primo contatto avviene tramite gli occhi; attraverso il suono della voce impariamo a conoscerci, con l’olfatto percepiamo per la prima volta i corpi.

In un circolo in cui nessuno si conosce, i soci all’inizio sono guardinghi finché non impareranno a fidarsi gli uni degli altri, come hanno fatto i nostri antenati per migliaia di anni. Se prendiamo le distanze da qualcuno, significa che non lo vogliamo più vedere, ma se non vogliamo più sentire il suo odore, significa che lo disprezziamo profondamente.

Bambino, Ragazzo, Sorridente, Infante, Felice, Carino

Agli inizi della storia umana, l’olfatto raggiungeva il livello dell’intuizione; ancor oggi esistono persone in grado di fiutare il pericolo: hanno fiuto per le situazioni che sanno di bruciato. Il nostro fiuto si è notevolmente indebolito a confronto di quello degli animali: questi ultimi infatti non solo riescono a fiutare i pericoli, ma annusano il cibo e i loro compagni.

I cosiddetti primitivi sono ancor oggi capaci di avvertire per esempio con il naso la presenza di acqua nel deserto. Per noi moderni, metaforicamente parlando, tutto puzza, ma dobbiamo ricordare che il naso svolge anche per noi un ruolo maggiore di quanto vogliamo ammettere.

Rosa, Fiore, Rugiada, Rosa Rosa, Vicino, English Rose

Quanto sia importante l’odore del partner, lo rivela l’enorme volume di affari dell’industria dei profumi, che lavora quasi esclusivamente con i fiori, elementi naturali in grado di trasportarci lontano dalla ragione, nei luoghi arcaici dell’inconscio. Riaffiorano sentimenti primaverili e immagini paradisiache e non è un caso che in molte culture il paradiso sia concepito come un giardino. 

Noi cerchiamo di nascondere all’altro sesso il nostro odore primitivo:

Rose, Fiore, Rosa Rosa, Fiore Rosa, Rosa Fiori, Cesto

l’odore tipico del corpo umano ci appare gradevole solo in rare occasioni: è troppo sincero.

E quando il nostro odore naturale, già in partenza sgradevole, degenera fino a trasformarsi in lezzo, ecco arrivare in nostro aiuto l’industria dei profumi con le sue fragranze. Non possiamo più sopportare il nostro odore e per questo siamo sempre più obbligati a coprirlo con prodotti «artificiali».

Con il passare del tempo, non solo le donne, che in generale hanno un naso più sensibile, ma anche gli uomini hanno cominciato a servirsi di questi prodotti. Ognuno ha il proprio profumo, che sembra dargli un tocco di unicità.

Ragazza, Persona, Bambino, Abito Estivo, Estate

È tuttavia chiaro che ci troviamo di fronte a merce prodotta in serie che, con nomi attraenti e prezzi alti, viene spacciata per personale ed esclusiva. Per far sì che non ci si renda conto della mancanza di originalità sia della mercanzia che del cliente, ricorrendo ad abili trucchi pubblicitari, si ricorre alla presentazione fatta da personaggi particolari. Tuttavia, un profumo già di per sé caro, può costare a qualcuno ancora di più se non serve a coprire il proprio odore, ma a rafforzarlo. 


Abbiamo ghiandole odorifere sotto le ascelle e attorno ai genitali.

Bambino, Ragazzo, Ritratto, Bambini, Persone, Carino

Molti sono i motivi che ci spingono a non dare più importanza al nostro odore, che costituisce una caratteristica autentica e personale. In primo luogo, è perché abbiamo smesso di trovar piacere nell’annusare. In India si dice che un corpo è puro e privo di colpa se profuma del frutto appena gustato.

L’odore piacevole dei neonati richiama alla mente una condizione ancora vicina a quella paradisiaca. A questo proposito, noi abbiamo perso la nostra innocenza edenica, ad eccezione dell’aglio.

Ritratto, Bambino, Le Mani, Nascondi

Gli indiani hanno descritto i primi bianchi come facce pallide, che emanano cattivo odore dalla bocca. Il nostro modo di vita e, soprattutto, la nostra alimentazione hanno influenzato negativamente la nostra sudorazione. Abbiamo quindi reagito alla maniera funzionale che ci caratterizza.

Con deodoranti di diverso tipo e acque di colonia per tutte le occasioni copriamo ogni cattivo odore. Una pulizia dall’interno o dal profondo ci sembra troppo faticosa. Chi osa affrontarla, magari attraverso un digiuno, potrà verificare quale collezione di rifiuti, con relativi odori, scaturisce dalle profondità del proprio corpo.

Alkoghol, Narkomaniia, Paghubnaia Privychka, Spirt

Del resto nel nostro mondo industrializzato ci troviamo di fronte a un flusso di odori talmente forti e innaturali da indebolire la nostra sensibilità e la nostra capacità di distinguere. In conclusione la nostra individualità non ci piace più, perché di fatto siamo diventati uomini-massa. Invece di avere il nostro odore caratteristico preferiamo legarci a dei modelli di cui facciamo nostri i presunti contrassegni odorifici.

Non riusciremo però ad uniformarci del tutto dal punto di vista dell’odore, dato che la componente personale è così forte che lo stesso articolo prodotto su scala industriale ha un diverso odore su ogni tipo di pelle.

Nucleo Striato, Farfalle, Farfalla, Marrone, Insetto

Le farfalle trovano i loro partner esclusivamente attraverso l’olfatto, e anche nella ricerca del nostro partner il profumo ha un ruolo decisivo. Le ricerche hanno dimostrato che gli odori hanno un effetto più erotizzante delle impressioni ottiche; l’irresistibilità della persona amata e la comunicazione amorosa possono trovare qui un’ulteriore spiegazione.

L’irradiazione è essenziale quanto l’effusione e potremmo avere una capacità olfattiva molto più sviluppata se la prendessimo sul serio e smettessimo di combatterla e di reprimerla. Se sentiamo un cattivo odore, ci sentiamo male e, di conseguenza, puzziamo.

Pavone, Edelfalter, Farfalla, Farfalle, Vicino, Natura

Se non sopportiamo l’odore di una certa persona, significa che questa non va bene per noi. Se il nostro sudore è sgradevole, vuol dire che il nostro corpo sta cercando di liberarsi di qualcosa di nocivo, si disintossica attraverso la pelle.

I medici di un tempo davano grande importanza agli odori al momento di formulare la diagnosi:

non solo annusavano gli escrementi ma addirittura l’intera persona. In tal modo il naso poteva individuare delle tracce e spesso indicare la strada più corretta. 
li fatto che oggi ci affidiamo soprattutto al senso della vista, che di fatto resta ancorato alla superficie, dimostra quanto siamo diventati superficiali.

Farfalla, Blu, Insetto, Morphofalter Blu

Anche l’odorato opera esclusivamente dentro di noi, ma soddisfa meglio le esigenze di una vera percezione. Il metodo della serratura e della chiave ha origini più antiche ed è meno fallace del complicato sistema elettromagnetico visivo. Di conseguenza «poter sopportare l’odore di qualcuno» vale più che trovarlo gradevole. È un’attrazione sperimentata a un livello più profondo. Qui ci si adatta reciprocamente come la chiave e la serratura.

Vista dall’esterno, la diminuzione della nostra capacità olfattiva può non essere un problema e oggi potremmo addirittura rinunciarvi del tutto, ma alcune migliaia di anni fa per i nostri progenitori aveva un’importanza vitale.

Incinta, Madre, Corpo, Gestante, Gravidanza, Donna

D’altro canto la forza inconsapevole, che il naso continua ad avere su di noi e sulle nostre decisioni, dimostra quanto profondamente siamo radicati nel passato. Il sintomo dell’aumento della sensibilità agli odori, che caratterizza l’epilessia, gli attacchi isterici e la gravidanza, rivela un ritorno ai tempi arcaici, quando un naso sensibile era ancora importante.

Se noi moderni ricominciassimo a vivere affidandoci alle percezioni del nostro naso e dessimo valore all’olfatto, molte cose sarebbero più facili e più semplici. Formeremmo un altro «mondo» diverso da quello attuale che è «ottico».

Madre, Bambino, Felice, Sorridente, Estate, Persone

L’allontanamento dal naso si riflette in un mondo che puzza in molti campi e che quindi ci appare puzzolente. Avere naso per qualcosa significa avere intuizioni sicure: sarebbe auspicabile per noi e per il nostro mondo se imparassimo di nuovo a fidarci del naso.

Verificheremmo allora che l’aria che respiriamo, spesso non solo è un’offesa per l’olfatto, ma anche per gli organi della respirazione: il naso altro non è che l’inizio delle vie respiratorie.

Fratelli, Ragazzi, Bambini, Bambino, Neonato, Amore

Suo compito è provvedere alla purificazione dell’aria, facendo in modo che le particelle sporche siano bloccate da peli sottili. Deve poi riscaldare l’aria che entra nelle vie più profonde della respirazione, per cui ha a disposizione un ampio sistema di cavità. 


(Rudiger Dahlke)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *