Le manifestazioni del sistema immunitario

I reumatismi cronici sono l’espressione densa di rabbia, amarezza, frustrazione, vittimismo, vecchie carenze affettive. Le ossa : mancanza di supporto dagli altri e verso gli altri, sistema organizzativo in cui si vive.

Le malattie autoimmuni

come per esempio la poliartrite reumatoide, o malattie che finiscono con il suffisso (ite) sono manifestazioni nelle quali l’organismo attiva più processi, con conseguente limitazioni, dolori, febbre, infiammazioni, allergie ecc.

Sono manifestazioni di difesa nelle quali l’organismo non riconosce più il suo processo di equilibrio attaccando le sue stesse cellule, le combatte e inizia a distruggerle come se fossero agenti estranei e pericolosi.

Tristezza, Africa, Malattia, Viso, Povertà, Malato

Queste manifestazioni ripetute e non risolte dalle loro cause scatenanti, cadono in una cronicità, dove l’individuo entra in una situazione di “bilancia” a volte si sente benissimo e altri accusa fastidi, febbre, dolori come fugaci influenze.. nel senso che non vengono più rispettate le leggi naturali di riconoscimento organico.

Queste malattie ci parlano della nostra incapacità a riconoscerci, vederci e accettarci per quello che siamo

Medico, Medicina, Salute, Stetoscope

I reumatismi cronici sono l’espressione densa di rabbia, amarezza, frustrazione, vittimismo, vecchie carenze affettive. Le ossa : mancanza di supporto dagli altri e verso gli altri, sistema organizzativo in cui si vive.

Nell’osteoporosi scoraggiamento e svalutazione sopportata a lungo, mancanza di flessibilità, svalutazione personale. Tale difficoltà a riconoscere ciò che siamo è sovente aggravata dalla ricerca di responsabilità esterne.

Ecg, Elettrocardiogramma, Stetoscopio, Battito Cardiaco

Siamo in lotta con il mondo che non ci comprende, non ci riconosce e non ci ama, mentre il problema è il tipo di modalità di come costruiamo il nostro mondo fuori, come estensione del nostro Sé.

Creiamo visioni maniacali della vita e le cose non possono essere che buone o cattive, duali, accese o spente, sfigati o fortunati … qualsiasi esperienza viene vissuta e registrata in termini di torto o ragione.

Questa ripetizione conflittuale e di difesa compulsiva ci porta a distruggerci, o meglio a separarci da noi stessi, mentre crediamo di distruggere il mondo o qualcun altro, altro non è che un riflesso duale di noi stessi.

(Francesco Ciani)

Newsletter Updates

Inserisci la tua email se desideri iscriverti alla newsletter

Leave a Reply

× Sono qui per aiutarti