Lavanda O.E.

Lavanda (Lavandula officinalis)

Parti utilizzate: fiori e OE ottenuto dalla distillazione della pianta.

L’olio essenziale di Lavandula angustifolia (Labiatae) contiene soprattutto monoterpeni tra cui il più importante è l’acetato di linalile; poi abbiamo linalolo, ocimene, cineolo e canfora.

É un naturale antibiotico, antisettico, antidepressivo, sedativo e depurante. Inoltre agevola la guarigione e previene la formazione di cicatrici, stimola il sistema immunitario e contribuisce al processo di guarigione favorendo la rigenerazione cellulare in caso di ferite. Esercita attività sedativa e ansiolitica, per cui è utilizzata nel trattamento sintomatico degli stati ansiosi degli adulti e dei bambini e nei disturbi del sonno.

Recenti studi elettroencefalografici hanno dimostrato una sua attività neurosedativa e rilassante quando utilizzata per via inalato­ria, e ciò indica che anche piccole dosi di questa pianta hanno una notevole influenza sull’attività cerebrale.

Agisce sul sistema nervoso normalizzando la depressione e la sovreccitazione, ed eliminando la stanchezza.

Modo d’uso: un cucchiaino da tè di fiori essiccati per una tazza d’acqua bollente, coprire, lasciare a riposo per 10 minuti, dose massima 3 tazze al giorno. In commercio si trova sotto forma di TM (20-40 gocce in poca acqua 2-3 volte al giorno), oppure come OE (2-5 gocce su una zolletta di zucchero 2-3 volte al giorno) o MicroDose.

Per la cura dei reumatismi, scrofolosi,ipertensione (nervosa) affezioni dell’apparato respiratorio, per evitare l’irritazione della mucosa intestinale, si consiglia di diluire l’essenza con poche gocce d’olio d’iperico o di mandorle ed eseguire i massaggi sulla parte da trattare.

Gli oli essenziali, non avendo barriere cellulari, penetrano velocemente nel corpo direttamente, evitando così il transito intestinale.

Diverse scuole applicano 2-3 gocce di OE – meglio essenza spagyrica e MicroDose, 2-3 volte al giorno sull’ombelico.

Infuso forte di lavanda si usa per compresse nel trattamento di piaghe, ulcere, fistole anali, alopecia, lavande intime.

I vapori – suffumigi di lavanda distruggono il pneumococco e lo streptococco emolitico in 12-14 ore. Lavanda è una delle rare erbe che agiscono in modo positivo sulla milza (nel caso di ingrossamento della milza e dei linfonodi vicini).

I bagni serali nella lavanda (fare un infuso forte, un pugno per 2 litri di acqua bollente, riposo e quindi aggiungere all’acqua del bagno) inducono il sonno, si consiglia contemporaneamente illuminare il locale da bagno con luce blu intenso (cromoterapia).

In commercio si trovano pronti oli da bagno KNEPP colorati di blu, che non tingono la biancheria e il corpo e si possono usare anche per l’idromassaggio nel dosaggio indicato. Vedere la voce idroterapia.

Si consiglia inoltre per malattie infettive, malinconia e nevrastenia, asma, tosse convulsa, TBC, reumatismi, atonia gastrica, emicranie, vertigini, enterite, scrofolosi, ipertensione, nervosismo, cefalea muscolo-tensiva, insonnia, colibacillosi, cistiti recidivanti, dispepsia.

Antisettica, battericida nelle malattie infettive ed influenza.

Antalgica contro le emicranie, sciatica, reumatismi, gotta.

Regola tutti i problemi femminili: mestruo insufficiente, dolorosi, leucorrea, nausea, ansia e cisti al seno (uso anche locale, più volte al giorno) Si consiglia nell’irritabilità, calmante dell’eccitabilità cerebrale, modifica la secrezione bronchiale, pertosse, bronchite, cardiotonico – calma i nervi del cuore, nelle emicranie e nevralgie e disturbi nervosi.

Nella paralisi aiuta a liberare dalle contrazione le membra arrestate, digestione lenta, meteorismo.

In abbinamento con Oligranuli di litio (Li) come anti-depressivo.

Via Piave, 22, 61032 Fano PU, Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *