L’unione Alchemica

Falla avvenire dentro di TE per poterla materializzare fuori come estensione di ciò che sei veramente

Tutto quello che è possibile percepire, tutto ciò che chiamiamo Vita, Esistenza, Realtà, Manifestazione, tutto quello a cui possiamo dare un nome, è iniziato da un singolo evento.

Farfalla, Blu, Black, Insetto, Grande, Primavera

Abbiamo quello che possiamo chiamare l’Infinito

a cui diamo un’accezione femminile – anche se non esiste accezione femminile o maschile Oltre, ma esiste solo qui – e che in Arajat ha come codice Kharel, che contiene ogni cosa.

Lei è sempre esistita “AnimA, ma il suo Respiro era sempre uguale.
Si dice che a un certo punto, il suo desiderio di non sentirsi più sola fu sentito da Lui.

Eagle, Aquila In Volo, Librarsi, Uccello, Natura, Calvo

Lui è Him, a cui diamo un’accezione maschile, “Spirito”

sempre con la precisazione già ricordata, che come ogni altra cosa è contenuto in Lei. Ma non la guardava. Lui ha sentito questo desiderio, ed è come se in un momento senza tempo avesse aperto gli occhi, guardandola. In quel momento, ogni cosa ha preso vita.

Se vogliamo dare una sequenza temporale, a ciò che in realtà non ce l’ha, potremmo dire che Lei, quando Lui l’ha guardata, ha iniziato a Scaldarsi, a provare Calore, a Vivere veramente. È stato il primo cambio di stato, in assoluto, dell’Infinito. Si dice allora che Lei abbia espresso a Lui il desiderio di vederlo; gli ha chiesto di mostrarsi.

Via Lattea, Universo, Persona, Stelle, Cerca, Cielo

E poi, gli ha chiesto: “E come sono io?”

Come avviene per l’AnimA, infatti, puoi vedere tutto tranne te stesso, e questa è anche la ragione per cui essa è qui in Viaggio. Se potete osservare qualcosa dall’esterno, quello non siete voi, poiché ai siete ciò che guarda, e ciò che guarda vede tutto, tranne se stesso.

Him, allora, amandola, entrando in un rapporto di totale appartenenza “Ermafrodito”, come entrare uno dentro l’altra e sentendo questo suo desiderio, ha creato uno spazio nel quale potesse manifestare Lei e darle una forma rappresentata, attraverso cui Loro due potessero entrare in relazione, in infiniti modi di amarsi.

Fratelli, Fratello, Sorella, Bambini, Ragazza, Ragazzo

Stiamo parlando di qualcosa di infinitamente profondo, talmente tale che e inimmaginabile partendo dal parametro dei corpi fisici.

(Fabio Ghioni modificato)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *