In offerta!

Vitamina K

15,00 13,00

Conf. da 60 cps una al dì

Descrizione

Integratore alimentare di vitamine K e D

Dalla nutrigenomica la soluzione personalizzata per il tuo benessere

Indicazioni

Ascorbil palmitato, fillochinone, menachinone, colecalciferolo. Antiagglomeranti: Cellulosa microcristallina, maltodestrine, lecitina di soia, magnesio stearato vegetale, biossido di silicio. Agenti di rivestimento: etilcellulosa, sodio carbossimetil cellulosa, idrossipropil-metilcellulosa, talco, polidestrosio, ammonio idrossido, trigliceridi a media catena, acido oleico.

Colorante naturale:
riboflavina. Integrazione alimentare di vitamine K e D

Modo d’uso* Adulti:
1 compressa 1 volta al giorno da deglutire con acqua 60 somministrazioni per flacone (60 giorni) *Dosaggio consigliato per soggetti normopeso.

Tabella degli ingredienti vegetali
Tenore per dose giornaliera pari a 500 mg
Somministrazione giornaliera totale: 1 compressa
Ascorbil palmitato 50 mg; Vitamina K1 55 mcg;
Vitamina K2 50 mcg (Apporto toale Vitamina K 105
mcg pari al 100% RDA); Vitamina D3 10 mcg (100%
RDA).

Keywords Coagulazione, Calcificazione,  Calcio, Fosforo,
Ipocalcemia, Osteomalacia, Osteoporosi

Vitamina K
Con il termine generico vitamina K sono indicati diversi composti liposolubili raggruppati sotto il nome di naftochinoni. Particolarmente interessanti da un punto di vista nutrizionale sono la vitamina K1 (o fillochinone, di origine vegetale) e la vitamina K2 (o menachinone, di origine batterica, sintetizzata dalla flora batterica intestinale).

La vitamina K (da Koagulation vitamin) svolge un ruolo chiave nel corretto processo di coagulazione, poiché da un lato controlla la sintesi epatica di diversi fattori di coagulazione (II o protrombina, VII o proconvertina IX o fattore Christmas, X o fattore Stuart), dall’altro agisce sulle proteine plasmatiche C, M, S, Z, anch’esse coinvolte nella coagulazione.

Oltre a salvaguardare la salute del sistema cardiovascolare, la vitamina K è anche un cofattore per il fissaggio del calcio nelle cellule; è infatti coinvolta nella sintesi di osteocalcina, proteina con funzioni endocrine prodotta principalmente dagli osteoblasti; ne deriva che la vitamina K agisce anche sul metabolismo osseo e promuove l’omeostasi ossea:

interviene da regolatore trascrizionale di marker genetici ossei e di geni correlati alla matrice extracellulare. Secondo recenti ricerche, bassi livelli ematici di vitamina K potrebbero essere correlati ad artrosi, fratture ossee e osteoporosi.

DNA K – D GENOM

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Vitamina K”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare…