Argento

Oligoelemento Argento: (Ag, Ag+) “è abbinato sovente alla Seconda Diatesi”

Livello Fisico: 
Associato riesce a potenziare e accelera con il Rame “Manganese – Rame”, è un forte antisettico, aiuto nei casi di Stati febbrili, Infezioni (gola – vie urinarie), Infezioni puerperali, (dopo la nascita).

Alimentare:

Il Fuoco E L'Acqua, Lotta, Mani, Fuoco, Calore

L’argento agisce raffreddando e riduce l’effetto del dolore e del calore; una sua tipica indicazione, per esempio, è l’insofferenza al caldo. Esso stimola il sistema nervoso vegetativo, armonizzando le funzioni degli organi interni, ed aumentando la fertilità della donna.

L’equilibrio indotto nel funzionamento degli organi elimina le condizioni che spesso sono alla base di fastidiose emicranie. L’argento favorisce l’attività dei fluidi dell’organismo migliora la resistenza della pelle alla luce, oltre a rafforzare vista e senso dell’equilibrio e ad alleviare i capogiri.
“L’Oligoelemento” tutti i giorni al risveglio”.

Psiche/mente: 


Smiley, Emoticon, Rabbia, Arrabbiato, Ansia, Emozioni

l’argento libera le emozioni, favorisce l’espressione dei sentimenti, la socievolezza e la capacità di immedesimarsi nelle situazioni altrui. Aiuta ad essere mentalmente flessibili e ad affrontarsi da influenze o dipendenze esterne, particolarmente quelle a cui è associato un sentimento d’impotenza. 
Impiegando l’argento, fantasia e immaginazione ricevono un grosso impulso; la tendenza al sonnambulismo viene attenuata, l’equilibrio psicologico diventa più stabile.

Spirito: 


Leone, Safari, Africa, Paesaggio, Steppa, Tramonto

L’argento stimola nell’individuo sia gli aspetti più nascosti e sensibili della sua natura, che lo spirito di solidarietà e di interesse nei confronti dei valori tramandati dalla tradizione. 
Esso, inoltre, rende il soggetto più sensibile alla luce e lo aiuta a sintonizzare i propri ritmi interni con i cicli della natura.

Ortica

Anche se non ci sarà nessun’altra fonte a dirtelo, l’ortica è un’erba estremamente adattogena ed è l’ideale per supportare il corpo nei momenti di stress.

Tè, Tisana, Bere, Drink, Caldo, Utile, Ortica, Пиала

L’ortica ha oltre settecento composti fitochimici non ancora approfonditi dalle scoperte scientifiche, è un’erba vivificante che promuove la longevità e svolge una straordinaria azione antinfiammatoria sugli organi esausti, inoltre contiene alcaloidi curativi su cui la ricerca scientifica non ha ancora indagato.

Nella salute della donna le ovaie ricevono molta attenzione perché producono gli ormoni sessuali, ciò significa che quando le analisi dimostrano che i livelli ormonali di una donna sono scarsi, i professionisti della salute tendono a incolpare l’apparato riproduttivo e a volte prescrivono integratori che in realtà non servono.

Tè, Limone, Bevande, Limonata, Still Life, Teiera

La verità è che nel corpo femminile la produzione di estrogeni, progesterone e testosterone è egualmente distribuita tra le ovaie e le ghiandole surrenali.

Se i livelli ormonali sono bassi spesso è perché le ghiandole surrenali sono iperattive (e l’effetto corrosivo dell’adrenalina in eccesso interferisce con un’accurata lettura dei valori) o ipoattive (quindi non riescono a produrre un’adeguata quantità di ormoni sessuali).

Tè, Ora Del Tè, Persona, Estate, Tea Party, Tè Freddo

L’unico modo per ottenere una lettura accurata dei test ormonali e capire davvero come stanno funzionando gli organi riproduttivi è mantenere le ghiandole surrenali perfettamente sane ed equilibrate.

Troppe donne fra i venti e i trent’anni si sentono dire che sono in premenopausa quando la vera ragione della loro sofferenza è l’affaticamento surrenale. Sono moltissimi i casi in cui il problema è attribuito all’apparato riproduttivo quando invece sono le ghiandole surrenali ad aver bisogno di cure.

Ed è qui che entra in gioco l’ortica.

Ortica Morti, Viola, Primavera, Limitare Dei Boschi

Questo cibo antiradiazioni è eccezionale per lenire le surrenali e altre ghiandole del sistema endocrino che sono sovraccariche, logorate e affaticate. E siccome le ovaie fanno parte del sistema endocrino, l’ortica prende due piccioni con una fava: aiuta entrambe le fonti di squilibrio ormonale in un colpo solo.

L’ortica è l’erba più efficace in assoluto per l’apparato riproduttivo, specialmente quello femminile insieme al Lampone, Ribes, Erica, Salvia, Agnocasto ecc.

Primavera, Albero, Fiori, Prato, Tronco D'Albero

Favorisce la produzione degli ovuli supportando l’ormone che stimola i follicoli e che ha un ruolo decisivo nella produzione dell’ovulo; inoltre libera l’organismo dagli estrogeni tossici provenienti da fonti esterne, come materiali plastici e pesticidi.

Ricca di sostanze che rafforzano e proteggono le ossa come il silicio, l’ortica contiene anche oltre quaranta oligoelementi nella loro forma più bioattiva, biodisponibile e facile da assimilare. Per di più è un potente antidolorifico che aumenta la nostra capacità di prosperare.

MALATTIE
Se hai una delle seguenti malattie, prova a introdurre l’ortica nella tua vita.

Ortica, Impianto, Erbaccia, Urtica, Pianta Di Ortica

Infezioni alle vie urinarie (comprese quelle alla vescica e ai reni), cistite interstiziale, cancro agli organi dell’apparato riproduttivo (ovaie, utero, cervice), virus di Epstein-Barr/ mononucleosi, artrite reumatoide, herpes zoster, disturbo da stress post-traumatico, laringite, batterie scariche dell’apparato riproduttivo, acne, eczema, psoriasi, infertilità, tutte le malattie e i disturbi autoimmuni, alopecia, anemia, anoressia, ansia, depressione, prolasso della vescica, edema, disturbi del sistema endocrino, sindrome dell’ovaio policistico, infezioni vaginali da streptococco.

SINTOMI
Se hai uno dei seguenti sintomi, prova a introdurre l’ortica nella tua vita.

Tè, Bere, Tisana, A Base Di Erbe, Ortica, Caldo, Mug

Ghiandole surrenali ipoattive o iperattive, squilibri ormonali delle ghiandole surrenali, ansia, infiammazioni, squilibri ormonali dell’apparato riproduttivo, secrezioni, prurito e/o bruciore vaginale, dolori mestruali, crampi mestruali, sindrome premestruale, eruzioni cutanee, mal di testa, allergie alimentari, sintomi della menopausa, crampi addominali, invecchiamento accelerato, tessuti cicatriziali, gonfiore, mani e piedi freddi, incontinenza, mestruazioni irregolari, cortisolo basso, sbalzi d’umore, tristezza.

SUPPORTO EMOTIVO
L’ortica è un ottimo rimedio per dare equilibrio a chi si distrae e si disperde facilmente.

INSEGNAMENTO SPIRITUALE
Moda, Bella Donna, Donna, Cappello, Copertura

Quando l’ortica inizia a germogliare in primavera sembra una delle tante erbacce che spuntano in giardino o nei campi; apprezziamo quel tocco di verde ma senza dargli molta importanza. Poi, all’improvviso, l’ortica si schiude, si riempie e rivela la sua presenza. Se non le prestiamo attenzione, si annuncia con piccole punture quando la sfioriamo.

Chi ha avuto incontri dolorosi con l’ortica è portato a considerarla un’erba infestante e, appena avvista le prime piante della stagione, prova un pizzico di apprensione.

Bella, Ragazza, Donna, Giovane, Ritratto, Femminile

Ma chi ha imparato ad avvicinarsi all’ortica con rispetto, chi è entrato in sintonia con i suoi molti benefici, quando vede crescere una nuova pianta ha un fremito.

L’ortica c’insegna a tenere gli occhi aperti e a saper cogliere ovunque queste scintille di gratitudine. C’è qualcos’altro nella tua vita che tratti con noncuranza quando invece dovresti imparare ad aprirti per avvicinarlo e apprezzare la sua vera natura?

SUGGERIMENTI
Immagine correlata

Anche in forma essiccata, l’ortica sprigiona tutta la sua potenza. Bevi una tisana di foglie d’ortica nel pomeriggio perché è l’orario in cui i suoi effetti sono più portentosi.
Perfetta raccolta fresca e fatta passare dall’estrattore, è molto buona dolce.

Per curare punture d’insetto, escoriazioni e ustioni lievi, imbevi un panno nella tisana d’ortica e applicalo sull’area da trattare. Prima di una meditazione, bevi una tisana di foglie d’ortica per aumentare la tua concentrazione.

TISANA D’ORTICA ALLO ZENZERO
Per tre/sei tazze

Risultati immagini per tisana ortica e zenzero

La capacità di adattamento dell’ortica ci aiuta a entrare in contatto con il nostro intuito. Quando sorseggi questa bevanda rinvigorente, rifletti sulle tue capacità intuitive: pensa a quanto ti sono state utili in passato e chiediti cosa ti stanno comunicando adesso.

2 cucchiai di foglie d’ortica
2 cucchiai di menta fresca tritata
2 cucchiaini di zenzero grattugiato
Mescola tutti gli ingredienti in una ciotola. Fai bollire quattro tazze d’acqua e metti un cucchiaino di miscela per ogni tazza.
Lascia in infusione per almeno cinque minuti.

by (Anthony William cibi che ti cambiano la vita) modificato

Erica

(Erica cinerea e calluna vulgaris)

Parti usate: sommità fiorite

I componenti principali sono; flavonoidi come iperoside e quercitina, tannini, glucosidi fenolici come arbutina e metilarbutina

Erica, Erika, Fiore, Fioritura, Impianto, Giardino

Modalità d’uso: decotto una manciata per un litro d’acqua, bollire per 3 minuti e tenere in infusione per 10 minuti. Bere durante la giornata

Si usa: anche per bagni ( 500 g di pianta in alcuni litri d’acqua, bollire e aggiungere al bagno per reumatismi e gotta)

Mamon Erika

Altrettanto si usa per cataplasmi caldi, poltiglia dei fiori applicata sulle articolazioni dolenti (per reumatismi e geloni)

Per uso orale: si consiglia per cistiti con prurito (prostatici), colibacillosi, albuminuria, pielonefrite, oliguria, litiasi urinaria, leucorrea, reumatismi, uretriti, cistiti recidivanti, cistopielite

Mamon Erika

Sotto forma di TM 30-40 gocce 2-3 volte al giorno con poca acqua, prima dei pasti.

L’erica è fortemente diuretica ed antisettica e disinfetta quindi tutto il tratto urinario.

Mamon Erika

Efficace contro calcoli renali e renella, pielite, (Infiammazione, acuta o cronica, localizzata al bacinetto (o pelvi) renale, vale a dire alla porzione delle vie urinarie che è a immediato contatto con il rene e che lo mette in relazione con l’uretere), colibatteri nell’urina nonché antinfiammatoria per la prostata.

É dall’idrolisi di questi glucosidi che si liberano sostanze ad azione antisettica sulle vie urinarie.

Nel linguaggio dei fiori e delle piante

Mamon Erika

l’erica ha assunto nel corso dei secoli significati diversi a seconda il colore dei suoi fiori, infatti: l’erica dai fiori di colore bianco, che riesce a crescere nei luoghi più impervi ed aridi, ha simboleggiato per tutto l’ottocento e, continua ancora oggi a simboleggiare il sentimento della solitudine

infatti il fiore ideale da regalare quando si vuole esprimere la una richiesta di affetto e compagnia; l’erica di colore rosa

Mamon Erika

invece, nella tradizione romantica è associata alle persone malinconiche, tale associazione la si deve al fatto che numerosi poeti e artisti si recavano nelle brughiera, dove l’erica fiorisce prosperosa, per riacquistare la speranza, da questa associazione si trae l’antico significato simbolico dell’erica di colore rosa, ovvero quello della speranza che i sogni e i desideri si avverino

L’erica può rappresentare ammirazione, bellezza e buona sorte, ma può anche essere associata alla solitudine e alla protezione.

Erika
Mamon Erika

L’erica è un fiore invernale dalle proprietà magiche: la sera di Halloween fate entrare le fate in casa vostra!

In autunno e per tutto l’inverno i fiori lillà dell’erica sbocciano dai balconi e nei boschi: dietro questo fiore si nascondo però storie e leggende dal sapore magico.

Erika
Mamon Erika

Nota sin dall’antichità, i suoi rami venivano utilizzati per creare delle scope utilizzate per uno scopo più che nobile: i templi i luoghi sacri venivano infatti spazzati solo con i ramoscelli di erica.

All’erica viene infatti attribuito il potere di scacciare la negatività e gli spiritelli dispettosi come i folletti: portatene un sacchetto con voi per avere la fortuna dalla vostra parte.

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta e scarpe
Erika Mamon

L’erica è infine considerata la pianta delle fate: tra i suoi rami si dice che vivano proprio le fate.

Attenzione però a non addormentarvi tra delle piante di erica o le fate vi rapiranno e vi terranno con loro!

L’erica bianca (Calluna Vulgaris) è uno dei simboli porta fortuna più famosi della Scozia. Questa pianta, molto diffusa in tutto il Paese, nelle sue varie tonalità, viene donata alle persone care, sopratutto come augurio di felice matrimonio, se raccolta ancora fresca e stretta in un nastro in tartan.

Erika Mamon

La leggenda racconta che la figlia del bardo Ossian, Malvina, era una ragazza molto dolce e di indubbio fascino.

La giovane donna era promessa sposa ad un valoroso e nobile guerriero di nome Oscar che fu costretto però a partire, in cerca di fortuna. In un giorno d’autunno, Malvina era intenta ad ascoltare il padre cantare, pensando all’amato partito per una battaglia, quando all’orizzonte vide una figura avvicinarsi tra l’erica.

L'immagine può contenere: 1 persona
Erika Mamon

Era il messaggero di Oscar, ferito e sanguinante, venuto a portare notizie dell’amato a Malvina.

Oscar, durante un combattimento, era stato ferito a morte e non sarebbe mai più tornato a casa. Prima di morire, però, aveva raccolto un mazzetto di fiori da donare alla sua amata come segno di amore eterno.

Erika Mamon

All’udire quelle parole, Malvina fuggì verso la collina scoppiando in un doloroso pianto.

Una lacrima della giovane, scivolando sui petali dei fiori viola, li fece diventare improvvisamente bianchi. Malvina guardando i fiori allora esclamò “Che l’erica bianca, simbolo del mio dolore, porti fortuna a chiunque la trovi”.

Crespino (Berberis vulgaris)

É un arbusto spinoso, alto sino a tre metri, con foglie piccole e lucide bordate da ciglia spinose.

Parti impiegate: scorza della radice.

Note Bibliografiche:

Crespino, Frutti Rossi, Autunno, Rosso, Natura

Le sostanze chimiche contenute sono le seguenti: berbamina, berberina, berberubina, columbamina, idrastina, jatrorrizina, ossicantina, palmatina.

Agisce come vasodilatatore, diminuisce la frequenza cardiaca, stimola le funzioni intestinali, riduce la vasocostrizione bronchiale, uccide i batteri della pelle.

Crespino, Autunno, Berry, Arbusto

Modalità d’uso: decotto di un cucchiaino da tè di scorza polverizzata per una tazza d’acqua

Bollire per 15-30 minuti, filtrare e lasciare raffreddare.

La tisana va bevuta fredda. Dose: una tazza al giorno.

Proprietà antibatterica

(stafilococco, streptococco, salmonella, vibrio cholerae, giardia lamblia, escherichia coli – vie urinarie, candida albicans infezione vaginale da lieviti), immunostimolante, abbassa l’ipertensione arteriosa, si fanno delle ricerche sull’inibizione d’alcuni tipi di tumori, agisce sul fegato con azione coleretica.

Berberis, Crespino, Arbusto, Flora, Fiore, Macro

Non assumere in gravidanza e nei disturbi cronici del tratto gastrointestinale, come ulcera duodenale o gastrica, reflusso esofageo, coliti ulcerose, diverticolite.

Si sconsiglia: di non superare la dose.  Può causare la caduta di pressione, vomito, depressione del ritmo cardiaco.

Sconsigliata ai cardiopatici, con problemi respiratori cronici (asma, enfisema), non in gravidanza e nel periodo dell’allattamento.