Asse Intestino Cervello

Alta pressione, vitamina C, vitamina D, disbiosi, glutine e foglie d’ulivo

Joy, Campo, Estate, Sorriso, Ragazza, Natura, Prato

L’articolo Ascorbic acid and atherosclerotic cardiovascular disease [1] ci informa che n alcuni modelli animali la vitamina C rallenta la progressione dell’aterosclerosi, e che ci sono anche evidenze epidemiologiche che mostrano come succeda anche nell’uomo, sebbene non tutti gli studi concordino.

ci informa che n alcuni modelli animali la vitamina C rallenta la progressione dell’aterosclerosi, e che ci sono anche evidenze epidemiologiche che mostrano come succeda anche nell’uomo, sebbene non tutti gli studi concordino.

Arance, Orange, Orange Tree, Agrumi, Frutta, Vitamine

Gli autori affermano che uno dei possibili meccanismi implicate è l’azione della vitamina C sull’integrità delle pareti dei vasi sanguigni, mediata dalla sintesi del collagene (notoriamente dipendente dall’assunzione di vitamina C); un altro è la prevenzione dell’ossidazione del colesterolo LDL.

L’articolo Vitamin C status and blood pressure[2] afferma che una copiosa assunzione di vitamina C tramite l’alimentazione protegge dalla pressione alta e da ictus.

Colorato, Frutta, Gustoso, Sano, Vitamina C, Bio

L’articolo A randomized controlled trial of high dose ascorbic acid for reduction of blood pressure, cortisol, and subjective responses to psychological stress[3] mostra che in uno studio randomizzato, 3 grammi di vitamina C al giorno hanno ridotto la pressione sanguigna, ridotto il colesterolo e la risposta allo stress.

L’articolo Effects of vitamin C on high-density lipoprotein cholesterol and blood pressure[4] mostra infine che la pressione sanguigna diminuisce all’aumentare dei livelli di vitamina C nel sangue.

Insalata, Piatto Di Insalata, Insalata Mista, Piastra

L’articolo Effects of vitamin C supplementation on blood pressure: a meta-analysis of randomized controlled trials pubblicato su American Journal of Clinical Nutrition 2012 May; 95(5): 1079–1088, Stephen P Juraschek, Eliseo Guallar, Lawrence J Appel, and Edgar R Miller;https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3325833/ riferisce di una meta-analisi di studi randomizzati col gruppo di controllo (e quindi si basa su un’ottima statistica) e il risultato è che l’integrazione della vitamina C, a breve termine, riduce la pressione.

Giovane Donna, Prato, Preoccupazioni, Relax, Riposo

Anche bassi livelli di vitamina D nel sangue pare siano associati alla pressione alta, come si evince dai primi studi [5]

uno dei quali randomizzato con gruppo di controllo e con placebo[6]. Interessante è scoprire che anche il consumo di tre kiwi al giorno riduce la pressione sanguigna[7]. Anche il peperoncino può ridurre la pressione, sebbene in certe circostanze può avere l’effetto opposto[8].

Pillola, Giallo, Isolato, Medicina Di Erbe

L’aglio è notoriamente un alimento che riequilibra la pressione, e in effetti si è mostrato efficace sia sotto forma di estratto di aglio invecchiato (mostrando di influire positivamente anche su altri fattori di rischio cardiovascolare)[9] che sotto altra forma di integratori, mostrando un’efficacia pari a quella dei farmaci[10].

Secondo alcuni autori l’effetto curativo dell’aglio dipende anche dal suo contenuto in zolfo organico, e la carenza di zolfo (di cui abbiamo discusso abbondantemente nel volume precedente) potrebbe essere una delle cause dell’ipertensione.

Aglio, Spezie, Ingrediente, Aromatico, Sfondo

La taurina, un aminoacido, sembra anch’essa utile contro la pressione alta e preventiva nei confronti delle malattie coronariche, sebbene anche qui servano maggiori studi epidemiologici[11].

L’articolo Antihypertensive Effects of Probiotics[12] afferma che l’ipertensione è tipicamente associate ad un microbiota intestinale con minore diversità e minore abbondanza con un aumento del rapporto tra Firmicutes e Bacteroidetes, con una diminuzione dei batteri che producono acetato e butirrato e un aumento dei batteri che producono.

Verdure, Carote, Aglio, Sedano, Cibo, Salute, Vitamine

Inoltre gli autori scrivono che una meta-analisi degli studi su esseri umani mostra che l’integrazione con probiotici riduce la pressione sanguigna

Secondo l’articolo Effect of probiotics on blood pressure: a systematic review and meta-analysis of randomized, controlled trials[13] l’effetto è modesto. Un altro articolo afferma che un meccanismo che portano i probiotici a ridurre la pressione e la diminuzione della resistenza all’insulina[14].

Sonno, Dormire, Resto, Siesta, Pan, Bianco E Nero

Un articolo di rassegna sui possibili interventi naturali per l’alta pressione menziona come validi l’integrazione e di magnesio, vitamina C e melatonina, il succo di barbabietola, la meditazione e il qigong (o “chi-kung”, disciplina orientale)[15].

Come già detto nel volume 1 del libro, l’estratto/decotto di foglie di ulivo è un ottimo rimedio naturale per ridurre la pressione alta[16].

Sale, Pane, Le Erbe, Olio, Cucchiaio, Farina, Spezia

Anche il glutine, carboidrati insulinici e legumi possono essere correlati all’ipertensione, quanto meno siamo certi che la celiachia possa indurre alta pressione

In particolare segnalo l’articolo Reversible hypertension following coeliac disease treatment: the role of moderate hyperhomocysteinaemia and vascular endothelial dysfunction[17] il quale spiega che l’intolleranza al glutine causa difficoltà nell’assorbimento di alcuni nutrienti come la vitamina B-12 e i folati, mancando i quali l’omocisteina raggiunge livelli eccessivi , con pericolosi ricadute sulla salute dell’apparato cardio-circolatorio.

Pane, Pane Del Contadino, Croccante, Al Forno

Un cambio di dieta e l’integrazione di B-12 e folati ha risolto il problema associato ad una alimentazione senza carboidrati insulinici o pseudo cereali e legumi.

[1] Pubblicato su Sub-cellular Biochemistry 1996;25:331-67, autori Lynch SM, Gaziano JM, Frei B; https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/8821982.
[2] Pubblicato su Journal of Hypertension 1996 Apr;14(4):503-8, autori Ness AR, Khaw KT, Bingham S, Day NE;https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/8761901.
[3] Pubblicato su Psychopharmacology (Berl). 2002 Jan;159(3):319-24, autori Brody S, Preut R, Schommer K, Schürmeyer TH;https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/11862365.
[4] Pubblicato su Journal of the American Coll ege of Nutrition 1992 Apr;11(2):139-44, autore Jacques PF;https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/1578088.
[5] Vedi per esempio 1,25-dihydroxyvitamin D3 reduces systolic blood pressure in hypertensive adults: a pilot feasibility study pubblicato su Journal of Steroid Biochemistry and Molecular Biology 2010 Jul;121(1-2):445-7, autori Judd SE, Raiser SN, Kumari M, Tangpricha V;https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20420907.
[6] Effect of Cholecalciferol Supplementation During Winter Months in Patients With Hypertension: A Randomized, Placebo-Controlled Trial pubblicato su American Journal of Hypertension, Volume 25, Issue 11, 1 November 2012, Pages 1215–1222, autori Thomas Larsen, Frank H. Mose, Jesper N, https://academic.oup.com/ajh/article/25/11/1215/116022.
[7] Vedi l’articolo The effect of kiwifruit consumption on blood pressure in subjects with moderately elevated blood pressure: a randomized, controlled study, pubblicato su Blood Pressure 2015 Feb;24(1):48-54, autori Svendsen M, Tonstad S, et al.; https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25483553.
[8] Review – Capsaicin may have important potential for promoting vascular and metabolic health, Pubblicato su Open Heart, 2015; 2(1): e000262 autori Mark F McCarty, James J DiNicolantonio, James H O’Keefe;https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4477151/.
[9] Vedi l’articolo The effect of aged garlic extract on blood pressure and other cardiovascular risk factors in uncontrolled hypertensives: the AGE at Heart trial pubblicato su Integrated Blood Pressure Control 2016 Jan 27;9:9-21, autori Ried K, Travica N, Sali A;https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26869811.
[10] Vedi l’articolo Potential of garlic (Allium sativum) in lowering high blood pressure: mechanisms of action and clinical relevance pubblicato su Integrated Blood Pressure Control,2014; 7: 71–82, autori Karin Rie, Peter Fakler; https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4266250/.
[11] Vedi l’articolo The potential protective effects of taurine on coronary heart disease, pubblicato su Atherosclerosis, 2010 Jan;208(1):19-25, autori Wójcik OP1, Koenig KL, Zeleniuch-Jacquotte A, Costa M, Chen Y;https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19592001.
[12] Pubblicato su Current Hypertension Reperts 2017 Apr;19(4):26, autori Robles-Vera I, Toral M, et al.;https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28315049.
[13] Pubblicato su Hypertension 2014 Oct;64(4):897-903, autori Khalesi S, Sun J, Buys N, Jayasinghe R;https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25047574.
[14] Vedi The Improvement of Hypertension by Probiotics: Effects on Cholesterol, Diabetes, Renin, and Phytoestrogens, pubblicato su International Journal of Molecular Sciences 2009 Sep; 10(9): 3755–3775, autori Huey-Shi Lye, Chiu-Yin Kuan, et al.;https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2769158/.
[15] Review: Beyond conventional therapies: Complementary and alternative medicine in the management of hypertension: An evidence-based review, pubblicato su Pakistan Journal of Pharmaceutical Sciences 2018 Jan;31(1):237-244, autori Wong AP, Kassab YW, et al.;https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29348109.
[16] Vedi anche Impact of phenolic-rich olive leaf extract on blood pressure, plasma lipids and inflammatory markers: a randomised controlled trial, pubblicato su European Journal of Nutrition 2017; 56(4): 1421–1432, autori Lockyer S, Rowland I, et al.;https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5486627/.
[17] Pubblicato su Journal of Human Hypertension 2002 Jun;16(6):411-5, autori Lim PO, Tzemos N, et al.;https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12037696.