L’ Amore

Nell’amore non siamo così unici come ci piacerebbe credere. Pare che la gente abbia stili amorosi molto simili.

Dicendo stili amorosi, mi richiamo ai modelli usati nelle ricerche sull’amore.

Il concetto generale di «amore» viene distribuito in vari contenitori, come cura altruistica responsabile (agape), solidarietà pratica (pragma), intimità erotica (eros), e così via.

l'Amore, unione, completezza,

C’è anche l’aspetto di «mania», il sentimento ossessivo, tormentato che è tipico dell’amore romantico. Dobbiamo assolutamente indagare sul perché di questa eccezione. Nella mania amorosa, e solo in essa, sembra darsi come un’indipendenza del cuore. Questo amore è qualcos’altro!

La «mappa amorosa» è uno degli espedienti con i quali la psicologia cerca di dare conto dei misteri dell’invasamento amoroso.

Ciascuno di noi cresce in un ambiente familiare in cui determinati tratti danno piacere, soddisfano bisogni, accentuano la vitalità. Tali tratti formano uno schema, una mappa, ed è di questa che ci innamoriamo quando una persona che sembra possederne gli attributi attraversa la nostra strada.

amore, completezza, unione, sessualità, integrazione, conoscenza

«Crescendo, questa mappa inconscia prende forma e ne emerge a poco a poco una proto-immagine dell’innamorato o innamorata ideali pertanto, molto prima che il nostro vero amore ci passi accanto a scuola, al supermercato o in ufficio, noi ci siamo già costruiti alcuni elementi base del nostro innamorato o innamorata ideale».

Per gli junghiani, la mappa amorosa possiede tratti fortemente individualizzati, perché a provocare l’innamoramento e la sensazione che si tratti di una chiamata del destino è una complessa immagine che portiamo nel cuore. Quanto più l’immagine è ossessiva e irresistibile, più ci innamoriamo pazzamente, il che intensifica la convinzione che sia il destino a volerlo.

L'immagine può contenere: una o più persone e testo

Gli junghiani chiamano questo fattore archetipico, che distorce la mappa in direzione di una particolare persona, con il nome di Anima e Animus, cioè una parte di Te ci si riconosce a specchio.

Anima e Animus sono le parole latine che indicano l’AnimA (lato femminile del Sé) e lo Spirito (lato maschile del Sé);

pertanto, anche ammesso che il nostro cuore si innamori di un’immagine infantile composita, a strutturare la nostra mappa, permeandola con l’esperienza del miracolo e del mistero, c’è sempre una configurazione ignota.

fondersi, ritrovarsi, Anima, coscienza, orgasmo spirituale,

Ecco perché, direbbero gli junghiani, l’amore è così travolgente.

Ti stende al tappeto mentre ti solleva al settimo cielo, fuori da questo mondo. L’esperienza dell’amore romantico trascende ogni condizionamento, pretende devozione al di là di ogni vincolo.

Per Platone, la «mania» era possessione da parte degli dèi, nella fattispecie di Afrodite e di Eros romantico. L’amore romantico ha un sapore di fatalità, di destino, di karma. «Sei quella/o che aspettavo», «Gli altri/le altre non contano», «Sei l’unica/o», «Ho cercato tanto, e finalmente eccoti qua…», «Sei la mia buona stella».

Romanticismo, Amanti, Felice, Uomo, Donna, Amore

Questa attrazione fatale, detta impersonalmente reazione biochimica e attribuita a feromoni subliminali, possiede una sua forza autonoma che trascende genetica e ambiente. Tale sensazione, non importa se sia o non sia delirante, conferma in maniera convincente l’interpretazione junghiana dell’amore romantico.

C’è attorno al fenomeno un qualcos’altro che ha un fine e un senso e un alone di avventura e di mistero.

Per gli junghiani, mamma e papà sono proiezioni di AnimA e Animus. Se anche li imitiamo e imitiamo il loro stile amoroso, non siamo fotocopie. Le fantasie abbelliscono la mappa, anzi diciamo pure che la disegnano. «L’amore romantico è inesorabilmente legato alle fantasie»: sono gli studi empirici sull’amore a sostenerlo.

Cuore, Amore, Romanticismo, San Valentino, Armonia

Essenziale per l’amore romantico è l’idealizzazione, non l’imitazione; non la replicazione del noto, bensì l’aspettativa dell’ignoto.

Nello specchio della somiglianza vediamo soltanto la faccia del nostro gemello “l’altra parte di me” separata dentro ma riflessa nell’altro nello specchio della mania amorosa, vediamo qualcosa che è radicalmente altro, la faccia che non riusciamo a trovare, che non conosciamo e che sembra richiedere gli spasmi dell’amore romantico.

Margherita, Cuore, Fiori, Cuore Di Fiore, Primavera

La mappa amorosa può spiegare le cose visibili, come i fianchi morbidi, le automobili e i cammelli, di potere ecc, ma l’amore si innamora anche di «qualcos’altro», che è invisibile. Diciamo: «Lui/lei ha un non so che»; «Il mondo intero cambia, quando c’è lui/lei». Come pare abbia detto Flaubert: «Lei era il punto di luce sul quale convergeva la totalità delle cose». Questo sulla mappa non c’è.

Se mai volessimo la prova lampante dell’esistenza del daimon che chiama, basta che ci innamoriamo una volta. Le fonti razionali dell’ereditarietà e dell’ambiente non sono abbastanza ricche da far scaturire il fiume in piena dello spasimo romantico.

Cuore, Herzchen, Amore, Romanticismo, Fortuna

Lì ci sei tutto intero, in nessun’altra occasione ti senti altrettanto sopraffatto dall’importanza del tuo essere e dal destino; in nessun’altra occasione ogni tuo gesto si rivela più chiaramente ispirato da un demone.

l’amore romantico potrebbe essere «concepito come una forza o un espediente per aiutare a creare o a potenziare il sé e l’individualità nel ritornare Uno». Le teorie psicodinamiche devono situare la chiamata dell’amore dentro il «sé» personale.

Palloncino, Cuore, Amore, Romanticismo, Cielo

Ecco perché lo stile della mania amorosa rimane escluso dalle altre mappe dell’amore. La chiamata si cristallizza in quella persona la cui faccia ci chiama a ciò che ci sembra il nostro destino.

Quella persona diventa una divinità esteriorizzata, padrona del mio fato, signora della mia AnimA, come dicono i romantici, demoniaca e angelica insieme, alla quale devo aggrapparmi, dalla quale non posso separarmi, non perché io sia troppo debole e fragile, ma perché lei, la chiamata, è troppo forte. È ovvio allora che sono tormentato, possessivo, dipendente, sofferente. Il daimon sta facendo a pezzi la mia mappa amorosa.

Giorno Di San Valentino, San Valentino, Amore, Caffè

Noi, però, possiamo leggere le ricerche più aggiornate come prove a conferma dell’autonomia del daimon.

Il suo fuoco illumina precisamente il compagno o la compagna che ci vogliono per me, nel bene o nel male, a breve o a lungo termine, convincendomi che questa altra persona è l’unica e la sola e che questo evento è unico e irripetibile per acquisire Consapevolezza di Me e tornare ad essere completo da dentro, al di là che l’esperienza finisca. L’AnimA ha percorsi che la mente potrebbe non accettare.

Rose, Fiori, Red, San Valentino

Gli altri stili amorosi tracciati nelle ricerche (condivisione, cura, solidarietà, intimità libidica) sono meno selettivi, meno personali. Non si ostinano su questa particolare persona che incarna l’immagine che mi porto nel cuore. La mania amorosa vede ciò che è già contenuto nell’AnimA prima di venire al mondo.

Il filosofo spagnolo Ortega y Gasset dice che gli innamoramenti sono rari, se pensiamo a come è lunga la vita.

L’innamoramento è un evento raro e fortuito, che colpisce a una profondità incredibile. Quando accade, accade esclusivamente per la singolarità dell’oggetto:

Rose, Blu, Fiore, Bloom, Romanticismo, Floreali, Fresco

quella persona, non un’altra. Non gli attributi e le virtù, non la voce o i fianchi o il conto in banca, non proiezioni residue di precedenti fiamme o modelli familiari trasmessi da una generazione all’altra: semplicemente, l’unicità di questa persona che l’occhio del cuore ha veduto fra tante. Se manca quel senso di scelta fatale, il romanticismo non scatta.

Perché questo tipo di amore non è un rapporto personale o una epistasi genica, ma più probabilmente un’eredità demonica, insieme dono e maledizione degli antenati invisibili. Un analogo senso del destino, anche se meno improvviso e meno ardente, e un’analoga devozione possono caratterizzare l’innamoramento per un luogo e addirittura per un lavoro, oltre che per una persona.

Coppia, Baciare, Mentire, Relax, Insieme, Felicità

Non riusciamo a lasciarlo, dobbiamo rimanerci finché l’esperienza non è chiusa, e celebriamo riti devozionali per tenerlo vivo. Si crea lo stesso incantesimo, mi viene la stessa sensazione di poter vivere con te per tutta la vita, e il mio «te» può essere una persona, un luogo, un lavoro. E c’è la stessa sensazione che qui sia chiamata in gioco non solo la mia vita o la mia morte.

Morte è una parola troppo pesante e incompatibile per associarla alle intense vibrazioni dell’amore romantico; ma l’amore romantico più di tutti riverbera del senso dell’eterno e insieme della brevità e fragilità della vita, come se sulla passione romantica fossero sempre sospesi l’ombra e il respiro della morte, con il suo richiamo a un altrove che è «oltre» e senza confini.

Spiaggia, Sabbia, Paesaggio, Marine, Natura, Ambientale

Si affrontano rischi pazzeschi.

E quando la letteratura unisce gli amanti romantici, unisce anche il loro amore con la morte. L’occhio del cuore che «vede» è anche l’occhio della morte che vede al di là dell’apparenza visibile fino a un invisibile cuore. E la autentica rivelazione si ha quando cadiamo in preda all’amore, perché allora siamo aperti a mostrare chi più autenticamente siamo, lasciando intravedere il genio della nostra AnimA.

Strada, Foresta, Stagione, Autunno, Caduta, Panorama

Dice la gente: «Sembra un altro: deve essere innamorato». «È innamorata: non sembra più lei». Quando l’amore smuove il cuore, si percepisce un qualcos’altro, nell’oggetto idoleggiato, che la lingua della poesia cerca di catturare. L’incontro tra amante ed essere amato avviene da cuore a cuore, come l’incontro tra scultore e modello, tra mano e pietra. E un incontro di immagini, uno scambio di immaginazioni.

Quando ci innamoriamo, incominciamo a immaginare al modo romantico, veementemente, sfrenatamente, follemente, gelosamente, con intensità possessiva, paranoide.

Coppia, Facendo Fuori, Giovane, Persone, Donna, Uomo

E quando immaginiamo intensamente, incominciamo a innamorarci delle immagini evocate davanti all’occhio del cuore: come quando iniziamo un progetto di
lavoro, organizziamo una vacanza, prepariamo una nuova casa in un’altra città, portiamo avanti una gravidanza…

Le nostre immagini ci attirano sempre più totalmente dentro l’impresa avventata. Non riusciamo a venir via dal laboratorio, non smettiamo più di comperare altro equipaggiamento, di farci dare dépliant, di immaginare nomi. Siamo innamorati perché c’è l’immaginazione.

Mani, Amore, Coppia, Insieme, Dita, Persone, Umano

Liberando l’immaginazione, perfino i gemelli identici si liberano della loro identicità per comprendere sé stessi e ritrovarsi , comprendersi e unirsi di nuovo da dentro, per ricordare poi che eravamo già completi cosi come il Sole e la Luna erano già presenti in noi da sempre.

L’Amore è sovrapposizione di Coscienza.

James Hillman “Il Codice dell’Anima” modificato Francesco Ciani

Il sistema circolatorio

Il sistema circolatorio è responsabile della circolazione sanguigna in tutto il corpo.

Grazie ad esso quel prezioso liquido che è il sangue può circolare e fornire ossigeno e sostanze nutritive alla più piccola parte del corpo.

Ma è sempre questa circolazione che gli permette di svolgere il suo ruolo di purificazione, in quanto trasporta le tossine espulse dalle cellule ed espelle l’anidride carbonica in cambio dell’ossigeno.

Mani, Parole, Significato, Dita, Colorato, Marcatori

Pertanto è una funzione di ripartizione della vita in tutto il corpo, una funzione che consiste nel diffondere dappertutto ciò che dona la vita e, per estensione, la gioia di vivere Il sistema circolatorio si compone del cuore, del sistema venoso e del sistema arterioso e percorre l’organismo descrivendo una sorta di otto.

Le malattie del sistema circolatorio

Lion, Ruggito, Africa, Animale, Gatto Selvatico

I problemi circolatori segnalano che abbiamo difficoltà a lasciare che la vita circoli liberamente dentro di noi e che la nostra gioia di vivere, il nostro amore per la vita faticano ad esprimersi, se non addirittura ad esistere in noi.

Quale parte di noi stessi non amiamo al punto da non permettere più che la vita la nutra?

Quale parte della nostra vita rifiutiamo?

Ragazza, Teddy Bear, Coccole, Carino, Kids, Giovani

Quale trauma emotivo ha fatto in modo che in noi non vi sia più posto per la gioia o l’amore, oppure, perché ne abbiamo paura? Sono tutte domande che il nostro «Maestro Interiore» può inviarci attraverso le tensioni, oserei dire, del sistema circolatorio.

Il cuore

Risultati immagini per sistema circolatorio

Il cuore è l’organo principale, il pezzo forte della circolazione sanguigna.

Una pompa intelligente e autonoma dalla straordinaria e sofisticata capacità di reazione. Per mezzo del suo ritmo è in grado di rispondere istantaneamente alla minima sollecitazione, sia fisiologica (sforzo) che psicologica (emozione).

Animali, Gatto, Ragazza, Felicità, Emozioni, Abbraccio

In stretto collegamento con il cervello, è capace di regolare con estrema precisione le pressioni e i ritmi circolatori di cui le sollecitazioni ambientali necessitano. Comanda e dirige la nostra capacità di adattare le reazioni interiori alle esigenze esterne.

Il cuore è un muscolo cosiddetto «involontario», ossia che funziona al di fuori della nostra volontà conscia.

Cat, Donna, Blu, Gli Occhi, Ritratto, Baffi

La sua relazione con il nostro inconscio è forte e spiega l’importante influenza delle nostre emozioni coscienti e incoscienti sul ritmo cardiaco.

Sede tradizionale dell’amore e delle emozioni, la sua relazione privilegiata con il cervello, che da esso dipende sul piano energetico, ci mostra come un vero amore non può accontentarsi di essere passionale, ma ha il dovere di essere anche «intelligente». In caso contrario, rischia l’accecamento.

Le malattie del cuore

Risultati immagini per sistema circolatorio

Le malattie del cuore ci parlano delle nostre difficoltà a vivere l’amore e a gestire le nostre emozioni che hanno la tendenza a prendere il sopravvento su tutto il resto nella nostra vita.

Possono anche significare che lasciamo troppo spazio al risentimento, all’odio, alla violenza, che rimuoviamo o scarichiamo per vie traverse (sport, giochi, ferite). In questo caso, il posto dell’amore per la vita, per noi stessi, per gli altri e per ciò che facciamo diminuisce di giorno in giorno.

Tic Tac Toe, Amore, Cuore, Ascolta

Ora, ricordiamo che il cuore distribuisce il sangue dentro di noi. Se coltiviamo stati emozionali negativi, questi saranno distribuiti dentro di noi allo stesso modo.

Nel campo dell’energetica si ritiene che lo stato del Cuore e dello Shen (la sua rappresentazione spirituale) siano riscontrabili dal colorito della persona e dalla vivacità dei suoi occhi, del suo sguardo.

Impegno, Coppia, Romanticismo, Bici, Felicità, Insieme

Palpitazioni, tachicardie, infarti e altri problemi cardiaci rivelano tutta la nostra fatica a gestire gli stati emotivi o, al contrario, a dar loro la possibilità di esprimersi, di vivere in noi.

Prendere troppo sul serio la vita e tutto ciò che accade, l’assenza di piacere in ciò che facciamo o sentiamo, i pochi spazi dati alla libertà e al rilassamento, indeboliscono le energie del cuore e possono tradursi in tensioni cardiache.

Ma anche l’eccesso di piaceri o di passione indeboliscono le energie del Cuore e possono procurare i medesimi effetti.

Michel Odoul

Il tuo Cuore lo sà

Il tuo Cuore lo sa, perché vede con la coscienza dell’Anima.

Sa che sia la tua reazione del momento sia la situazione in sé sono semplicemente quello che sono, qualcosa al di là del bene e del male, al di là del giudizio.

Cuore, Herzchen, Amore, Romanticismo, Fortuna

La reazione non è davvero tua, è della macchina biologica che ti ospita, la situazione che ti coinvolge è esattamente quella che tu stesso stai creando.

La percezione avviene dentro te.
La reazione avviene dentro te.
 
Autunno, Sfera Di Vetro, Palla, Fall Foliage
 
Tutto accade dentro te, e quando ne diventi cosciente ti assumi il 100% di potere di modificare proprio ciò che accade dentro te.»

Ps. non Separarti mai più da TE Stessa/o, da ciò che Sei da sempre, non è necessario permettere di separarsi per comprendere per differenza che Sei già Completa/o.

 
Avrah Ka Dabra modificato Francesco Ciani

Consulenze e Benessere

Sono presente  in diversi Centri Benessere di varia natura,
come Erboristerie, Studi Associati Olistici, Centri Estetici ecc..:

Occhio, Iris, Cerca, Focus, Verde, Da Vicino, Macro

Dove è possibile offrire Consulenze Mirate al Proprio Benessere, cercando di comprendere le dinamiche interiori e meglio correggere tutte quelle manifestazioni esterne che chiedono e richiedono aiuto ogni giorno di varia natura;
22089016_1476466355768109_2480023391532215841_n.jpg
partendo da un’osservazione Iridologica, Psicosomatica, sino a sciogliere memorie che persistono o resistono ad ogni cambiamento e informazione esterna, registrate nelle spinomidollari della colonna vertebrale, ai test su i meridiani o meglio “placche cutanee” come specificherebbe il prof. Giuseppe Calligaris neuro scienziato,

Pancia, Cuore, Amore, Ragazza, Relax, Rilassarsi

Per comprendere quale miglior Rimedio Fitoterapico della Farmacopea Officinale Spagyrico Alchemico come aiuto, promuovendo l’autoguarigione legata alla Consapevolezza del Sé che è la Comprensione e Integrazione di Se stessi.
Benessere, Massaggio, Relax, Rilassante, Donna, Spa
Per i Centri e Studi interessati alla promozione di servizi olistici mirati al Benessere e Consapevolezza
contattatemi 
Tel0721-824500 WathzApp  +39 3492246570
FB: https://www.facebook.com/FrancescoCianiNaturopata/
(Francesco Ciani)

Liberati dal giudizio colpa e odio

L’Arte di Vivere

Liberarsi dall’abitudine a colpevolizzare, odiare e giudicare.
Credo che la mia situazione attuale dipenda dal fatto che mi sono in gran parte liberato di queste tre abitudini distruttive. Fino a quando sono state presenti nella mia vita, esse interferivano con il principio del perdono, impedendomi di vivere naturalmente e senza impacci.

Goccia D'Acqua, Gocciolamento, Filo D'Erba, Fiore

Ora che me ne sono liberato, anche il perdono è sparito dalla mia vita, tranne come argomento che affronto con chi ancora soffre acutamente perché desidera rimanere attaccato a certi atteggiamenti e abitudini mentali.

Fino a che continueremo a pensare in questo modo, dovremo sforzarci di perdonare. Quando avremo superato del tutto tale mentalità, anche l’esigenza del perdono cesserà di presentarsi.

Dare la colpa

Goccia D'Acqua, Iniettare, Acqua, Gocciolamento

Se non riusciamo a perdonare chi riteniamo ci abbia fatto torto in passato, dobbiamo prendere in esame la decisione di attribuire ad altri la colpa della nostra infelicità. È un atteggiamento diffusissimo nella nostra cultura, ed è probabilmente presente anche nella tua vita.

Il recente incremento di cause legali testimonia il fatto che moltissime persone non sono disposte a prendersi la responsabilità della propria vita; invece intentano causa a quanti più possono, non prendendo in considerazione la propria negligenza, e finendo per far pagare a qualcun altro l’incidente o la disavventura che li ha colpiti.

Risultati immagini per giudicare
Le pubblicità dei servizi legali proclamano:

«Indipendentemente dalle circostanze, non è colpa tua! Intenta subito causa per danni». Questa mentalità che tende a attribuire agli altri la responsabilità delle calamità che ci colpiscono è il prodotto di un atteggiamento mentale teso a colpevolizzare. Più l’hai praticato nella vita, più ti sarà difficile perdonare.

Se ti vuoi liberare del tutto da questo atteggiamento devi essere completamente onesto con te stesso. Per cominciare devi assumerti la totale responsabilità per come sei ora.

Bambini, Fiume, Acqua, Il Bagno, Splash, Ragazzi

Proprio così! Dì a te stesso: «Sono la somma totale delle scelte che ho compiuto fino a questo momento». La mentalità creata dalla cultura in cui vivi può rendere difficile accettare una tale asserzione.

Forse ti viene da dire:

«Non potevo evitarlo», o «È stata colpa di un altro», o «Ero nel luogo sbagliato al momento sbagliato», «Sono nato sfortunato», «A causare l’infelicità è stata la mia situazione familiare» o qualsiasi altra scusa abbia escogitato per assolverti dalla tua responsabilità.

Aerospaziale, Aria, Aeromobili, Ascendere, Aviazione

Liberati da questa zavorra e guarda la vita da una prospettiva differente. Tutto ciò che ti è successo costituisce una lezione della quale puoi essere grato. Tutte le persone con cui hai avuto a che fare, anche se scegli di odiarle o di colpevolizzarle, sono state per te dei maestri.

Non esistono in realtà avvenimenti fortuiti.

Risultati immagini per colpevolizzare
L’universo funziona in modo perfetto, comprese tutte le particelle subatomiche che ti costituiscono, e le persone che incolpi. Tutto è come deve essere. Non c’è una virgola in più o in meno!

Tutte le situazioni, comprese quelle da te vissute quando eri bambino, contengono lezioni di enorme valore di cui approfittare, lezioni che rimangono bloccate dai sentimenti di odio e colpevolizzazione.

Il Fuoco E L'Acqua, Lotta, Mani, Fuoco, Calore

Cerca di valutare il tuo grado di resistenza all’idea di assumerti la totale responsabilità della tua vita e a quella che non vi possano essere avvenimenti fortuiti in un universo perfetto. Segui questa logica. Una persona ti ha fatto del male in passato. Ti senti ferito e pieno di rancore, e la rabbia si trasforma in odio.

Quest’odio è tuo. Lo porti con te dovunque vada. Lo possiedi. Tu sei l’odio e l’odio è te; è pensiero, ed è con te dovunque tu sia. Hai permesso a quella persona non solo di farti del male una volta, ma di continuare a controllare la tua vita interiore.

Freccette, Occhio Di Bue, Gioco, Giocando, Destinazione

L’odio ti contamina, mentre l’altra persona va per la sua strada, facendo ciò che sa fare, indipendentemente dalla tua attuale condizione di infelicità.

L’assurdità del dare la colpa ad altri consiste nel fatto che si permette loro di controllarci nel momento stesso in cui ci fanno del male, e si continua poi a lasciare che controllino i nostri rapporti con gli altri.

Diventiamo prigionieri, senza speranza di poterci risvegliare spiritualmente e di attingere alla felicità.

Freddo, Neve, Moda, Donna, Ragazza, Inverno, Modello

Sono questi i risultati che produce nel nostro animo la colpevolizzazione degli altri, e per questa ragione si tratta di un’attività futile e distruttiva. Fino a quando diamo la colpa agli altri per come ci sentiamo oggi, dobbiamo aspettare che cambino prima di poter uscire dal nostro stato attuale di immobilità.

Il perdono è uno strumento che ci permette di superare gli effetti negativi della tendenza a dare la colpa agli altri. Una volta che abbiamo perdonato una persona, non abbiamo più bisogno di incolparla.

Bolla Di Sapone, Colorato, Acqua E Sapone, Galleggiante

Quando riusciremo a perdonare tutti, non sarà rimasto nessuno da incolpare di niente. Paradossalmente, allora non avremo più bisogno di perdonare: ed è la vera lezione di questo capitolo.

Perdonare significa modificare le proprie impressioni errate.

Quando perdoniamo una persona per qualcosa che ci ha fatto, in realtà stiamo dicendo: «Non ti dò più il potere di controllare chi sono, ciò che penso e come mi comporterò in futuro. Ora mi assumo io la responsabilità di tutto».

Bolla Di Sapone, Frost, Neve, Bolla, Eiskristalle

Dunque in realtà non abbiamo motivo di perdonare, dal momento che siamo noi a creare la nostra realtà scegliendo in quale modo consideriamo il comportamento degli altri.

Quando attribuiamo loro delle colpe lo interpretiamo in modo che ci nuoce.

Possiamo invece scegliere di non serbare odio e di lasciar perdere. Una volta che modifichiamo il nostro modo di considerare i mali della vita e comprendiamo che siamo noi a creare tutto ciò di cui abbiamo bisogno in questo sogno, compresi i nostri nemici, non abbiamo più bisogno di incolpare nessuno di nulla. In questo stadio sperimentiamo una grandissima, inimmaginabile libertà interiore.

Risultati immagini per colpa giudizio
Essere completamente liberi dalla colpa e prendersi completa responsabilità della propria vita richiede molta disciplina. E una disciplina d’amore, invece che di disprezzo di sé. Quando amiamo noi stessi, ci rifiutiamo di lasciare che altri influenzino a distanza le nostre emozioni.

Il mezzo per raggiungere quel fine è il perdono.

Quando scegliamo questa strada, il perdono diventa una reazione automatica verso chi ci tratta con disprezzo. Perdonare è un atto di amore di sé, più che un comportamento disinteressatamente altruistico. Ci dà il controllo della nostra vita interiore e dei nostri pensieri.

Bolla Di Sapone, Cristalli, Eiskristalle, Congelare

La consapevolezza che il caso non esiste e che ogni cosa nella vita ha uno scopo, anche le persone che ci sembrano così negativamente differenti da noi, ci permette di accettare gli «incidenti» e i «nemici» come fatti dotati di significato.

Ti posso assicurare che quando non avrai più bisogno della lezione di queste esperienze spiacevoli, smetterai di riceverle. Se invece hai ancora bisogno di esercitarti nel perdono, continuerai ad attirartene la possibilità.

Bambino, Bolle Di Sapone, Divertimento, Bambini

Se reagisci con rabbia, odio e protervia, allora «questa razza di gente» e «questi strani colpi di sfortuna» continueranno a visitarti. Raramente mi capita di incontrarli nella mia vita di oggi. Cerco quello che c’è di buono in ogni persona, e mi prendo la responsabilità di ciò che mi succede, proprio di tutto!

Di conseguenza vedo le cose in cui credo, ogni volta. Anche tu vedi ciò che credi, e se hai la tendenza a incolpare gli altri e sei pieno di odio e rancore, sarà questo ciò che crederai e naturalmente che vedrai.

(Dott. Wayne W.)

Meridiano Metallo

Cos’è che connette tutte le parti del corpo tra di loro

innanzitutto (organi e parti del corpo come braccia o gambe), come pure con i piani
psicologici e spirituali.

Cielo, Nuvole, Luce Del Sole, Buio, Cloudscape

Con la teoria dei meridiani e la legge dei Cinque Principi, disponiamo di un primo livello
interpretativo che ci fornisce le potenziali relazioni tra gli organi e le differenti parti del
corpo, ma anche con la psicologia.

Ciò si attua attraverso il supporto dell’energia Chi che circola in questi meridiani e grazie alle corrispondenze stabilite con ciascuno dei Cinque Principi.

Palloncino, Aria Calda, Panorama, Pallone Ad Aria Calda

Le relazioni tra tutte le parti del nostro corpo con il mondo esterno appaiono chiaramente e questo ci consente di comprendere meglio molti nostri atteggiamenti o reazioni.

Procederemo quindi con lo studio dei dodici meridiani del corpo umano rispetto a ciò che ci interessa, procedendo di Principio in Principio.

Palloncino, Cuore, Amore, Romanticismo, Cielo

Il Principio del Metallo è il Principio che coordina tutto ciò che riguarda il nostro rapporto con il mondo esterno.

La capacità che abbiamo di proteggerci da esso, la capacità di gestire le aggressioni provenienti da tale mondo esterno dipendono da questo Principio.

È quindi il Principio della nostra armatura. Il suo livello di protezione è istintivo, pronto, irriflessivo e può condurci alla reattività, se non alla primarietà.

Pallone Ad Aria Calda, Lago, Palloncino, Tramonto, Blu

Il suo livello di percezione è quello delle sensazioni fisiche. È sempre lui che gestisce la nostra capacità di eliminare, scaricare rapidamente le «aggressioni».

Il Metallo concerne la capacità di recidere (spada) le cose, di scegliere. È la decisione
«giudiziaria», quindi presa con un intento di giustezza e di giustizia. Le scelte forti, necessarie,che richiedono un taglio netto, dipendono dal Metallo.

Palloncino, Cuore, Amore, Red, Romantico, Felice, Carta

Talvolta abbiamo infatti bisogno di non funzionare più unicamente sul piano della riflessione raziocinante (Terra) che si sclerotizza quando è eccessiva. È a questo punto che facciamo leva sul nostro «Metallo» per scegliere, troncare.

Infine, rappresenta il mondo di ciò che io chiamo la volontà volontaria, il volontarismo. Le cose che vengono fatte con la forza e la rigidità, come la lama che taglia di forza perché è più dura di ciò che taglia o di ciò in cui penetra.

Lupo, Lupi, Forest, Invernale, Solitudine, Solitario

Due sono i meridiani associati al Principio del Metallo, il meridiano dei Polmoni e
dell’Intestino Crasso.

IL MERIDIANO DEI POLMONI (segno astrologico cinese della Tigre)

Il Polmone è associato all’Autunno. Esso permette di assorbire l’energia chiamata «Chi», da cui dipende l’attività vitale. Tale energia proviene dall’esterno in particolare sotto forma di ossigeno (ma non solo) e viene trasformata nel corpo umano in energia essenziale e poi vitale.

Natura, Mondo Animale, Tigre Di Bengala Bianca, Tigre

Il suo ruolo è quello di infondere la forza e la capacità di resistenza alle aggressioni
provenienti dal mondo esterno.

Il Polmone regola l’equilibrio tra l’esterno e l’interno. Esso ha il compito di proteggere dal mondo esterno (pelle). Si occupa dell’energia fisica e assiste il Cuore controllando l’energia proveniente dall’aria. Questa, insieme al sangue, alimenta gli organi e i «visceri».

Ragazza, Tristezza, Solitudine, Triste, Depressione

Inoltre partecipa attivamente alla qualità dell’energia grazie alle trasformazioni che dirige. Infatti, per poter circolare e alimentare correttamente tutto il corpo, l’energia della Terra (quindi degli alimenti) deve combinarsi con l’energia del Cielo (quindi dell’aria) per formare l’energia «essenziale».

È evidente che se questa associazione viene mal diretta, l’organismo sarà mal «nutrito».
Sul piano fisiologico questo meridiano corrisponde all’apparato respiratorio, ma anche alla pelle, al naso, al sistema pilifero.

Ragazza, A Piedi, Teddy Bear, Bambino, Femminile

Il Polmone regola l’equilibrio termico di queste zone e permette loro di proteggersi, in particolare dalle aggressioni climatiche.

A livello psicologico esso è associato alla capacità di difendersi dal «mondo esterno», da ciò che chiamo «la volontà volontaria» (volontarismo), il rigore, l’azione sulle cose, ma anche e soprattutto dall’interiorizzazione, intesa nel senso di una mancanza di manifestazione, di un mascheramento (armatura).

Ocean, Ragazza, A Piedi, Mare, Estate, Acqua, Vacanza

La sua ora solare di maggiore intensità si colloca tra le 3 e le 5 del mattino e il suo
percorso termina sulla punta del pollice di entrambe le mani.

IL MERIDIANO DELL’INTESTINO CRASSO (segno astrologico cinese della Lepre)

Coniglio, Lepre, Animale, Carino, Adorabile, Prato

Il meridiano dell’Intestino Crasso è complementare a quello dei Polmoni che assiste. Come quest’ultimo è associato all’Autunno. Ha una funzione di trasporto e di eliminazione delle scorie e impedisce altresì il ristagno dell’energia Chi.

Per questo esercita un influsso su tutte le escrezioni che dall’interno vanno verso l’esterno. Adempie a questa funzione per quanto concerne le materie organiche, mentre la vescica svolge lo stesso ruolo per i liquidi organici.

Farfalla, Insetto, Macro, Animale, Natura, Primavera

Serve ad evacuare quello che abbiamo mangiato, ingerito, e che non abbiamo assimilato, accettato. Svolge tale ruolo per gli alimenti, ma anche per tutto ciò che riguarda le nostre esperienze psicologiche.

Se funziona male, si evidenzieranno problemi di evacuazione in tutto il corpo (polmoni, intestino, reni, vescica) o nella psicologia dell’individuo.

Rana, Farfalla, Stagno, Mirroring, Natura, Acqua

L’Intestino Crasso è associato agli stessi piani fisici e psicologici del Polmone, dal momento che è il suo meridiano complementare.

La sua ora solare di maggior intensità si situa tra le 5 e le 7 del mattino e il suo percorso
prende avvio sulla punta dell’indice di entrambi le mani.

(Michel Odoul)

L’Arte di Vivere

Un’amicizia preziosa è come un filo sottile di energia solare

Cuore, Herzchen, Amore, Romanticismo, Fortuna

che entra e fluisce nella nostra anima unendo le memorie passate e future … co-presenti nelle nostre vite un’amicizia preziosa è come il vento … a volte ti accarezza …

altre volte ti avvolge come un turbine e ti sospinge verso la tua meta.

Altre volte ti schiaffeggia … o ti graffia il Cuore

Fratelli, Fratello, Sorella, Bambini, Ragazza, Ragazzo

semplicemente ti fa prendere Consapevolezza che stavi imbarcando acqua ..

ogni problema che nasce tra due Amici si nutre e sviluppa grazie ad una inconsapevole incomprensione di Sè riflesso nell’altro Te.

Se desideri un ‘Amico/a o più Amici …

Bambini, Fratelli, Fratello, Sorella, Amore, Bambino

diventa prima di tutto l’Amico più intimo personale vero e presente di Te Stesso, così i tuoi Amici si riconosceranno in Te …

E una grande “ Luce “ è entra nel profondo della nostra caverna e ne ha rischiarato le pareti rocciose …

Ora il nostro sguardo si perde nell’infinito presente

Uomini, Donne, Abbigliamento, Coppia, Persone, Felice

Amicizia il suo significato si perde … la capacità di sentire lo sguardo oltre il corpo, riflesso di te stesso, presente e immerso in infinite esperienze che la Vita è, che l’Amore Manifesta …

(Francesco Ciani personal experience)

L’Arte di Vivere

La nostra coscienza pensa ai ricordi il nostro corpo li vive

quando si pensa di averli cancellati..

eccoli che si presentano ancora i sintomi nel corpo..

Ragazza, Triste, Ritratto, Viso, Donna, Bellezza, Bella

La memoria è nel cuore e nelle cellule 

Ogni sofferenza, ogni disagio nasce da un rifiuto,

Tutto ciò a cui si resiste, persiste!!! (base di tutte le malattie croniche e di tutte le dipendenze).

Donna, Ragazza, Femminile, Giovane, Bellezza, Modello

Non esiste nell’organismo un qualcosa che possa essere negativo e contro la Vita, sappiatelo!

L’organismo non crea realtà negative alla nostra realtà esistenziale, queste cose succedono quando la Consapevolezza è dissociata dalla Mente, dallo Spirito e dall’AnimA, non si trovano, non comunicano fra di loro!

Ragazzo, Pensiero, Pensoso, Riflessivo, Bambino

(Francesco Ciani Naturopata)

L’arte di Vivere

Ma qual è lo scopo delle lacrime? Sono necessarie! Sono un linguaggio dal significato profondissimo

Ci sono momenti in cui non si riesce a dire nulla, ma le lacrime possono farlo.

Occhio, Lacrima, Piangere, Tristezza, Dolore, Emozione

Puoi essere talmente felice che ti vengono le lacrime agli occhi

Le lacrime sono il simbolo di un’ esperienza travolgente: puoi essere talmente triste che le parole non possono contenere quella tristezza, le lacrime invece possono aiutare.

Ragazza, Donna, Tristezza, Ritratto, Mi Dispiace Per

E’ uno dei motivi per cui le donne impazziscono meno degli uomini, perché possono piangere e disperarsi, sfogarsi lanciando oggetti, possono concedersi un pizzico di follia tutti i giorni.

L’uomo continua ad accumulare, e infine un giorno esplode: tutto di botto!”

(Osho)

Rosa, Sfondo, Mi Scusi, Rosa Rossa, Chiedo Scusa

Le lacrime non solcano lentamente un viso affranto dal dramma o di un peso sul cuore..uscendo portano con se anche la causa del loro dolore …

(Francesco Ciani)

L’Arte d Vivere

L’infezione: un conflitto divenuto materiale

Chi tende alle infezioni e alle infiammazioni, è una persona che cerca di evitare i conflitti. Quando si è colpiti da una malattia infettiva, bisognerebbe porsi queste domande:

Paura, Dominio, Bullo, Vittima, Aggressione, Abuso

1. Quale conflitto non vedo nella mia vita?

2. Quale conflitto cerco di sfuggire?

3. Quale conflitto non confesso a me stesso?

Per individuare il tema del conflitto, bisognerebbe considerare attentamente il simbolismo dell’organo o della parte colpita del corpo.

Quando..un’interpretazione colpisce nel segno…sgomenta..

1. La Coscienza umana è Una ma si manifesta in una dualità polare. Questo da un lato ci consente di conoscere, dall’altro ci rende malati e imperfetti se non comprendiamo .

2. L’uomo non è malato, ma inconsapevole. La malattia è espressione della sua Imperfezione e inevitabile nell’ambito della polarità.

3. La malattia dell’uomo si manifesta nei sintomi. I sintomi sono componenti d’ombra della coscienza precipitate nella materia.

Little Boy, Nascondere, Triste, Bambino, Paura, Cuscini

4. L’uomo come microcosmo contiene nella sua coscienza allo stato latente tutti i principi del macrocosmo. Dato che l’uomo sulla base della sua capacità decisionale si identifica sempre soltanto con la metà di tutti i principi, l’altra metà finisce in ombra e non è quindi consapevole per l’uomo.

5. Un principio non vissuto a livello di coscienza cerca in tutti i modi di vivere e realizzarsi attraverso il giro vizioso del sintomo.

Nascondere, Ragazzo, Ragazza, Bambino, Giovane, Scatola

Nel sintomo l’uomo deve vivere e concretizzare ciò che in realtà non voleva vivere

In questo modo i sintomi compensano tutti gli aspetti unilaterali.

6. Il sintomo rende l’uomo onesto!

7. Nel sintomo l’uomo ha ciò che gli manca nella coscienza.

Consulenza, Cartello Stradale, Punto Interrogativo

8. La guarigione è possibile solo se l’uomo prende coscienza della zona d’ombra che si cela nel sintomo e la integra. Una volta che l’uomo ha trovato quello che gli manca, il sintomo diviene superfluo. Spostandosi lui stesso in un piano dove la malattia non esiste.

9. La guarigione tende all’unità e alla completezza. L’uomo è sano una volta che ha trovato il suo vero Sé ed è diventato una cosa sola con tutto quello che è.

10. La malattia costringe l’uomo a non abbandonare la via che porta all’unità, per questo la malattia è una via che conduce alla perfezione.

(Francesco Ciani)