L’Arte di Vivere

Ti sei mai fermato a guardare lo sguardo riflesso di te stesso negli occhi del’altro Te?

Quante volte mai … ti sei riconosciuto. E quante volte hai pianto perché non lo sei stato.. o non ti sei riconosciuto sentendoti “tradito”

Occhio, Coppia, Amore, Tradimento, Desiderio, Vista

La scintilla della Vita parte e si manifesta anche dal gioco riflesso dell’Anima nello sguardo infinito che c’è … non fermarti mai nei sui riflessi …

Mi emoziono ogni volta che vedo negli altri la sua vera Natura dell’Essere Superiore imbrigliato nei confini della pelle e limiti di un corpo sofferente, chiuso lì …

Ragazza, Donna, Sentimenti, Il Tradimento, Tristezza

Dove l’AnimA si manifesta con tutte le sue Emozioni sorde alla Mente.. che non vuol cedere il posto, che vuol organizzarti la Vita …

Non è un vedere fisico ma un Sentire che viene dalla nostra Coscienza … è un rompere e far precipitare tutti i modelli mentali ricostruiti nella mente da una Verità obsoleta e dualista, un Sapere che viene da dentro

Amore, Rage, Lutto, Odio, Fuga, Bolla Di Sapone, Albero

Un ascoltarsi su chi siamo e dove siamo veramente manifesti, è un battere che non conosce distanze, confini, limiti, è Amore manifesto e accetto che genera e scrive con Te dentro e fuori di Te la Vita che hai già scelto di Vivere.

Acquisizione di una consapevolezza integrata

La civiltà occidentale è largamente votata al culto dell’illusione. Manca una diffusa informa sulla natura dell’Anima e del Sé, di chi è l’Uomo e cosa È!

Gli scrittori e gli intellettuali non ne parlano mai, i filosofi vi alludono e la maggior parte degli scienziati la negano.

Amore, Coppia, Romanticismo, San Valentino

Non ha alcun ruolo nella cultura popolare, non c’è una canzone che ne parli in modo incisivo dove la Musica ne è la forma, non viene messa in scena a teatro, né trasmessa alla televisione.

L’educazione ci condiziona a credere che non vi sia nulla al di là della percezione sensoriale….rilegato ai 5 sensi, di ciò che la Maya ci presenta una realtà duale fuori di noi, creata dalla nostra stessa mente inconsapevole.

(Francesco Ciani “Personal Experience”)

Allergia, intolleranza da me, da chi, da cosa?

Le allergie sono reazioni eccessive di difesa da parte dell’organismo nei confronti di un «agente» esterno

Taraxacum, Fiore, Impianto, Natura, Estate, Soffione

Normalmente insignificante, senza particolari rischi, ma che viene percepito come un aggressore, un nemico.

Le polveri, polline, acari, profumi, frutta sono alcuni di questi avversari «immaginari», contro i quali l’organismo reagisce con violenza per distruggerli, sradicarli, evacuarli od espellerli. Ma realmente cosa ci disturba, infiamma, ci prude ecc..

Immagine correlata

Il raffreddori da fieno, riniti, eczemi, allergie cutanee, digestive o respiratorie ci parlano della nostra difficoltà a gestire il mondo esterno che viene percepito come pericoloso o aggressivo

Quale valore intrinseco a ciò che stiamo deglutendo, respirando, toccando ?

Questa è una fase di difesa, di aggressione, di vittimismo. Siamo reattivi nei confronti degli altri e il nostro primo riflesso, qualunque cosa accada, è una reazione di difesa forte e talvolta persino violenta.

Siamo attivi e ben decisi a difenderci ad ogni costo da qualcosa che abbiamo etichettato con dei nomi; dermatite allergia da acari ecc.

Ogni parte del corpo corrisponde in modo preciso ad una manifestazione di non consapevolezza

Che si stà drenando, in un allergia per esempio … non ho un allergia perchè mi si è infettato il sangue con delle istamine, ma ho in realtà un rifiuto forte verso qualcosa che mi circonda, e quindi cerco di buttare fuori tutto, liquidi , gas, solidi, sottoforma a volte di starnuti, come rifiuto diceva Hammer, come reazione che ho, manifestandolo nel mondo esterno.

Immagine correlata

Invece saturarmi con l’antistaminico, cerca di comprendere dentro di te, in quell’istante, e non in un altro momento, perché si è manifestato questa cosa; dal raffreddore allergico, ad una vescia nel piede, ad una malattia degenerativa, ad un schiacciamento di un dito..

Goccia D'Acqua, Raccogli Gocce, Fiore, Impianto

Non c’è malattia che non dipenda da te, tu sei il creatore della vita che hai scelto di vivere e fare l’esperienza, e tu ti sei ammalato, perché hai voluto fare l’esperienza della malattia e sei TE che devi guarire.

Che significato intrinseco di al cibo che introduco, alle cose che tocca la mia pelle o confine di me, quanto desidero isolarmi da me stesso riflesso negli altri?

Fiore, Natura, Impianto, Deco, Fresco, Terapia

(Ciani Francesco)