Tag Selenio

Selenio Oligoterapia

Senescenza, prima cosa che viene in mente del Selenio, previene l’invecchiamento cellulare, e migliora la funzionalità respiratoria, il suo impiego acne seborroica, micosi, frigidità impotenza, riniti faringiti croniche, uremie, uricemie e gotta.

Albicocche

La sua polpa contrasta la produzione di ammoniaca, un gas distruttivo che può filtrare nelle pareti dell’intestino e causare disturbi in tutto il corpo, da confusione mentale a problemi ai denti (questa patologia è chiamata permeabilità all’ammoniaca, ma è ancora stata ben approfondita dalla scienza dandogli il giusto valore).

Le banane

Se la buccia è ancora verde, gli enzimi impediscono di assimilare le sostanze nutritive racchiuse nel frutto, mentre se la banana è troppo matura e ha la buccia marrone o annerita, il frutto è fermentato.

Frutti di bosco

Non solo potenziano la vitamina B12, ma hanno anche il potere di invertire il corso delle anomalie lì presenti: lesioni, aree grigie, calcificazioni, depositi di metalli pesanti, macchie bianche, cicatrici, cristallizzazioni e aderenze create da vasi sanguigni danneggiati e dilatati.

Cancro e alimentazione 

Vedi anche l’articolo Il selenio riduce il rischio di cancro al colon, pubblicato sul sito italiasalute nel quale possiamo leggere che secondo un recentissio studio “il selenio favorirebbe il processo di apoptosi, un meccanismo secondo cui le cellule malate si autoeliminano dal nostro organismo”.

Miele grezzo

Lo zucchero facilmente assimilabile e i coenzimi della B12 rendono il miele uno dei cibi più potenti per il cervello; in più, il miele grezzo ripara il DNA ed è molto ricco di minerali come calcio, potassio, zinco, selenio, fosforo, cromo, molibdeno e manganese.

Germogli e microverdure

I germogli e le microverdure contengono fitoestrogeni e dunque svolgono una funzione importante nel riequilibrare e ripristinare i livelli di progesterone, estrogeni e testosterone e per riattivare la produzione di ormoni da parte delle ghiandole surrenali, della tiroide e dell’intero sistema endocrino dopo il parto.

Cipolle

Alitosi, bruciore allo stomaco, afta, carenza di ferro, infiammazione alle articolazioni e ai tendini (in particolare il tendine d’Achille), problemi agli occhi, mani e piedi freddi, cicatrici, roncopatia, dolori alle articolazioni, sofferenza alle articolazioni, fiato corto, tutti i sintomi neurologici

× Sono qui per aiutarti