Miracoli

Ho fatto direttamente esperienza di molti eventi «sincronici»

che sembrano miracoli a chi non riesce a comprendere come tutto «si tenga» e sia collegato. Per conto mio li giudico semplicemente il risultato del credere nell’intelligenza universale che sostiene ogni forma, e del permetterle così di funzionare in perfetta armonia.

Betulla, Incinta, Famiglia, Pance, Gravidanza, Stand-By

Così quando una persona mi dice: «Avanti, Wayne, sii più realistico!» rispondo istantaneamente: «Sono realistico, credo nei miracoli». Ci credo e me li aspetto veramente.

Quando ho cominciato a capire che pensiero e forma sono una sola cosa, e a vedermi in qualche modo divinamente collegato con il pensiero mi sono reso conto che potevo servirmi di tale connessione.

Grotta, Gola, Piccola Cascata, Bach, Acqua, Natura

La cosa mi si è fatta sempre più evidente quando ho cominciato a dedicarmi alla meditazione, abbandonando in apparenza il corpo per lunghi periodi. Sperimentavo il mondo del pensiero libero dalla forma. A quel punto cominciai a rendermi conto dell’immenso potere insito nel pensiero.

Ben presto vidi che i pensieri sono qualcosa di più di misteriosi oggetti senza forma localizzati nel cervello.

Grotta, Provenza, Miracolo

Compresi che il pensiero è la sostanza stessa dell’universo: è energia, come ogni cosa nell’universo; ha peculiari qualità vibratorie come gli altri tipi di energia, anche se non è percepibile con i cinque sensi. Sono diventato cosciente dell’esistenza di un sesto senso.

Che cosa significa tutto ciò? Ci troviamo di fronte a una serie incredibile di coincidenze? Oppure a un universo che funziona perfettamente, e che ci dà l’opportunità di fare delle scelte all’interno di una realtà perfettamente formata, già completa?

Bolla Di Sapone, Cristalli, Eiskristalle, Congelare

L’episodio è servito a confermarmi l’affermazione paradossale di Jung, a proposito del fatto che siamo protagonisti della nostra vita e contemporaneamente comparse in uno spettacolo più vasto.

Scelgo di credere che concatenazioni di eventi come queste siano manifestazioni del principio universale che chiamo sincronicità: una collaborazione con il fato, nella quale ognuno di noi opera delle scelte all’interno di un contesto più vasto nel quale tutto è già perfetto. Non vi è al momento alcuna spiegazione scientifica di questi fenomeni.

Cristallo Di Ghiaccio, Ghiaccio, Modulo, Frost, Tessuto

Eppure non vi è lettore che non possa raccontare di aver vissuto una simile esperienza «misteriosa»; accade continuamente. Si tratta veramente di fenomeni in cui pensiero incontra pensiero e si estrinseca nella forma.

Tutte le mie esitazioni e i miei tentativi di evitare il programma radiofonico si possono considerare a posteriori insignificanti.

Era già stato fatto, e la prova è che sia avvenuto. Una volontà libera all’interno di un universo compiuto.

Congelamento, Gelo, Congelati, Ghiaccio, Freddo, Natura

Naturalmente è un paradosso assolutamente sconcertante, ma del resto che cosa non è paradossale, quando si cominciano a considerare tali questioni?

Risultati immagini per guarigione
Come possiamo sapere quale avvenimento, apparentemente insignificante, sta per cambiare il corso della nostra vita?

E quale ruolo giochiamo noi? La sincronicità è la base che permette a queste forze di incontrarsi e di operare a nostro vantaggio, a patto però che diciamo sì alla vita. Un «no» a qualsiasi stadio del percorso arresta il flusso di energia.

Galassia Di Andromeda, Via Lattea, Collisione, Spazio

Ecco perché credo così fermamente nel concetto di positività. Ogni risposta positiva che diamo alla vita permette a quella successiva di fluire, non in un rapporto di causa ed effetto, ma come prosecuzione dell’energia che è in ciascuno di noi e in ogni altra cosa dell’universo.

Tu, con la mente, che è la fonte del pensiero

che è a sua volta la fonte di energia, cioè la sorgente della vita, puoi esercitare un’influenza decisiva.

Via Lattea, Universo, Persona, Stelle, Cerca, Cielo

Una risposta negativa alla consapevolezza intuitiva che è dentro di te, blocca tutto, e ti fa rimanere in una condizione di immobilità; un «sì», il riconoscimento che scegli di lasciarti portare dal flusso di energia, e tutto continua in modo perfetta mente miracoloso.

In quanto esseri umani siamo la fonte del pensiero, quell’eterno legame alla divina intelligenza che si trova all’interno di noi, davanti e dietro, in alto e in basso, a sinistra e destra e in ogni forma.

Via Lattea, Stelle, Notte, Cielo, Panorama, Deserto

La nostra disponibilità a dare una risposta affermativa, a essere positivi, a non avere paura di fare il passo successivo, a fidarci dell’intuito (che è pensiero) ci dà la facoltà di partecipare alla creazione con quella divina intelligenza che è l’essenza della nostra umanità.

Possiamo fare scelte in un universo completo e la nostra disponibilità a dire sì alla vita permette a questa di fluire
.
Immagine correlata
Alcuni mesi fa ho letto un romanzo affascinante di Mark Helprin, intitolato Winter’s Tale (Racconto d’inverno). Verso la fine l’autore inserisce un breve capitolo, completamente separato dalla storia che racconta, intitolato:

«Niente è casuale». Devo averlo letto almeno cinquanta volte, eppure continuavo ad avere difficoltà ad accettarlo. Oggi so che è vero per me, e rappresenta il modo in cui vedo attualmente «l’unica canzone». Lo riproduco qui, con il permesso dell’autore e dell’editore:

Natale, Decorazione, Holiday, Celebrazione, Design

Non vi è, né vi sarà mai nulla di casuale, che sia una lunga sequenza di giorni perfettamente blu che cominciano e finiscono in un crepuscolo dorato, l’attività politica apparentemente più caotica, la nascita di una grande città, la struttura cristallina di una gemma che non ha mai visto la luce, la distribuzione delle ricchezze, l’ora in cui il lattaio si alza, la posizione dell’elettrone, il succedersi di due inverni eccezionalmente rigidi.

Persino gli elettroni, in teoria paradigmi di imprevedibilità, sono docili e ossequiose creaturine che saettano alla velocità della luce, andando precisamente dove devono.

Risultati immagini per guarigione

Emettono un debole sibilo che percepito in combinazioni variate è piacevole come il vento che soffia nella foresta, e fanno esattamente ciò che si ordina loro. Di questo si può essere sicuri.

Eppure regna una meravigliosa anarchia, perché il lattaio sceglie quando alzarsi, il ratto decide in quale tunnel infilarsi quando la metropolitana arriva rombando sui binari e il fiocco di neve cade a suo capriccio.

Come può essere?

Se niente è casuale e tutto è predeterminato, come può esserci una volontà libera?

Jungle, Sentiero, Passi, Modo, Luce Del Sole

La risposta in questo caso è semplice. Non vi è nulla di predeterminato; tutto è determinato, o lo è stato o lo sarà.

Tutto è successo improvvisamente, in meno di un istante, e il tempo è stato inventato perché noi non possiamo comprendere in un solo sguardo la tela enorme e complicata che ci è stata data; perciò la ricostituiamo in modo lineare, pezzo per pezzo.

Natura, Acque, Volante, Avventura, Adler, Fantasia

Ma il tempo può essere facilmente superato; non inseguendo la luce, ma arretrando di alcuni passi in modo da vedere in un sol colpo d’occhio il quadro d’insieme.

L’universo è immobile e compiuto. Ogni cosa che fu è; ogni cosa che sarà è; e così via, in ogni possibile combinazione.

Leone Africano, Leone, Maschio, Criniera, Pigro, Cat

Anche se nella nostra percezione ce lo immaginiamo in movimento e non finito, è finito e di stupefacente bellezza. Alla fine o, per meglio dire, in realtà, ogni evento, per quanto insignificante, è legato intimamente e razionalmente a tutti gli altri.

Ogni fiume scorre fino al mare; coloro che sono stati separati vengono riuniti; chi si è perso viene redento; i morti tornano in vita; i giorni perfettamente blu che sono cominciati e finiti in un crepuscolo dorato continuano, immobili e accessibili; e quando tutto viene percepito senza far ricorso alla categoria del tempo, diventa evidente che la giustizia non sarà, ma già è.

Risultati immagini per guarigione
Probabilmente questo punto di vista è radicalmente differente da quello che hai tenuto per tutta la tua vita. Come può essere tutto sincronizzato quando all’occhio nudo appare che ogni cosa avvenga in modo casuale? Se vuoi cominciare a intravedere questa possibilità ti invito ad avvicinarti allo studio affascinante della realtà quantica leggendo

La danza dei maestri Wu Li di Gary Zukav e Il Tao della fisica di Fritijof Capra. Entrambi i libri offrono un panorama della nuova fisica e mostrano come i «dati della scienza più rigorosa» si accordino con la metafisica che ho qui esposto. Ecco un breve assaggio da La danza dei maestri Wu Li:

Porte, Scelte, Scegliere, Aperto, Decisione

La scoperta straordinaria che aspetta chi si accosta per la prima volta alla fisica è che le prove raccolte nel corso dello sviluppo della meccanica quantistica indicano che le «particelle» subatomiche sembrano prendere costantemente decisioni!

Inoltre, le decisioni che prendono sembrano basate su altre decisioni prese altrove.

Le particelle subatomiche sembrano sapere istantaneamente quali decisioni vengono prese altrove e l’altrove può comprendere persino un’altra galassia …

Immagine correlata

Le implicazioni filosofiche della meccanica quantistica portano alla conclusione che tutto nell’universo (noi compresi), pur sembrando esistere indipendentemente, è in realtà parte di un unico modello organico che abbraccia tutto, e che nessuna parte del modello è mai veramente separata dall’insieme o dalle altre.

A me sembra che il mondo scientifico si metta in questo modo finalmente al passo con quanto i grandi maestri di spiritualità ci hanno insegnato da secoli. Le particelle subatomiche sono così piccole che sfidano la comprensione razionale.

Scelta, Selezionare, Decidere, Decisione, Votazione

Esse (tu compreso) sono la materia prima dell’universo e non si comportano nel modo teorizzato da Newton e dagli altri scienziati dei secoli scorsi.

Non hanno bisogno della variabile tempo come ponte tra un punto e l’altro. Sono nello stesso istante in entrambi i punti. Come sottolinea La danza dei maestri Wu Li:

Grotta, Provenza, Miracolo

Una particella che si trova qui può comunicare con una particella che si trova là (gridando, mandandole un’immagine televisiva, ondeggiando, ecc.) ma la cosa prende tempo, seppure solo una frazione di millesimo di secondo.

Se le due particelle sono in galassie differenti ci potrebbero volere dei secoli. Perché una particella qui sappia che cosa succede là nel momento stesso in cui avviene, deve essere là.

Ma se è là, non può essere qui.

Prato, Via, Panorama, Escursioni In Montagna, Elenco

Se è in tutti e due i luoghi allo stesso tempo allora non è più una particella. Ciò significa che le particelle sono collegate con le altre in modo sistematico e profondo, che coincide con la nostra definizione di organico.

Le particelle subatomiche sono in due luoghi allo stesso tempo! Ciò rovescia tutto quello che credevamo sulla natura della nostra esistenza e su quella dell’universo! Dopo aver letto di queste recenti scoperte della fisica ed esserci posti in rapporto a esse nuove domande, diventa evidente che le idee del passato non sono più valide.

Risultati immagini per guarigione

Il fatto che non riusciamo a vedere come avvenga il collegamento non significa che questo non esista.

Tutto quello che pensiamo di sapere sul funzionamento della vita è in realtà una sorta di illusione che ci siamo noi stessi creati a causa della limitatezza della nostra visione.

Cose che ci sembrano inanimate, le pietre per esempio, si rivelano non soltanto vive quanto noi, ma anche influenzate variamente da stimoli, per quanto in misura infinitesimale, proprio come gli esseri umani.

Ponte, D'Oro, Luce, Mistica, Drammatico, Boschi

Quando si entra nel mondo della meccanica quantistica e si cerca di scoprire come le particelle subatomiche, delle quali tu, io e ogni altra cosa dell’universo siamo composti, siano tutte legate insieme, la distinzione tra animato e inanimato non vale più.

In realtà la fisica e la metafisica mostrano che vi è un ordine dell’universo che supera la nostra capacità di comprensione razionale. Proprio il fatto che, nell’osservazione, applichiamo il pensiero a un oggetto influenza ciò che stiamo esaminando, per quanto ci sembri di rimanere imparziali e distaccati.

Ecco come tutto si tiene inestricabilmente.

Lightbulb, Lampadina, Luce, Idea, Energia, Potere

In questa sommaria escursione nel mondo della nuova fisica scopriamo che le supposte particelle subatomiche sono così microscopiche che in rapporto a un atomo rappresentato da un edificio di quattordici piani una di loro avrebbe le dimensioni di un granello di sale.

E non dimentichiamo che il microscopio più potente di cui disponiamo attualmente rivela milioni di milioni di tali edifici di quattordici piani, all’interno di ogni oggetto da noi osservabile, per quanto minuscolo. Armato di questo sapere, puoi cominciare a credere nel concetto di sincronicità? E come non potresti?

Immagine correlata
L’essenza dell’universo a partire dalle particelle più microscopiche a livello subatomico fino all’infinità dello spazio sembra costituire un modello sistematico, sincronizzato, di cui anche noi siamo parte.

Ognuno di noi è una particella subatomica, che esiste qui e altrove allo stesso tempo, collegata al modello generale ispiratore; ognuno si comporta come un essere unico, eppure è allo stesso tempo collegato a tutti gli altri, proprio come le particelle subatomiche all’interno dell’atomo, della molecola, della cellula, dell’organismo, dell’universo.

Cascata, Arcobaleno, Spruzzo, Acqua, Flusso, Persona

Tutto è perfetto e in sincronia; non esistono avvenimenti fortuiti. Lo studio della fisica quantistica rivela che le più minute particelle si comportano tutte individualmente con una misteriosa perfezione, e contemporaneamente agiscono in concerto con le altre particelle dell’universo. Il tempo non è necessario.

Non sembra difficile allora vedere che siamo anche noi soggetti allo stesso ordine, parte di questa danza sincronizzata apparentemente impossibile, e che mentre crediamo di prendere molte decisioni nel condurre la nostra vita quotidiana, allo stesso tempo, e intendo proprio allo stesso tempo, siamo parte di un insieme più vasto, che è già completo e perfetto. Incidenti e avvenimenti fortuiti sono assolutamente fuori questione.

(Wayne W.)

Uscire dalla gabbia

Buckminster Fuller ha detto che il 99 per cento di noi è invisibile e intangibile.

La Fisica conferma che non vediamo che all’incirca il 7% di ciò che è materiale che ha uno spettro elettromagnetico, E la facoltà di pensare e di andare al di là della forma a determinare la qualità della vita. Essere capace di esprimere e sperimentare l’affermazione:

Gabbiano, Volo, Volano, Lago, Lago Di Costanza, Uccello

« lo sono la mia facoltà di pensare e sentire, non sono soltanto forma», è la differenza fondamentale, il fattore che ha trasformato la mia esistenza.

Quando coinvolgo quell’invisibile, intangibile parte di me, il mio Sè, allora posso riconoscere che la forma, il mio essere fisico, non esaurisce ciò che sono.
Gabbiani, Beach, Uccelli, Ali, Natura, Mare, Estate
Quando porto nelle mie azioni fisiche pensieri e sentimenti, provo un senso di equilibrio, di interezza, per così dire di « meità ». La facoltà di essere pensiero è il vero miracolo di cui sono parte.
(Wayne W. Dyne modificato)

Meditazione sull’autoguarigione

Meditazione sull’autoguarigione

1. Analizzate il vostro corpo con il metodo che vi è più congeniale (visione interiore, intuizione, sensazione). Identificate (con l’aiuto della vostra Consapevolezza Interiore o AnimA se volete) la parte del corpo che più vi preoccupa.

Donna, Giovane, Pioggia, Stagno, Cambogia, Ragazza

Se non vi sono problemi particolari localizzati in un dato punto, concentratevi su qualcosa che sta accadendo ora nella vostra vita e che richiede la vostra attenzione o vi crea problemi.

2. Se volete, attribuite al malessere fisico una forma, un colore, una sostanza, una consistenza. È acuto o sordo? Se si tratta di un dolore particolare, è persistente? Oppure va e viene? Se si tratta di un problema nella vostra vita, domandatevi se è una situazione nuova o vecchia.

Monaco, Mani, Zen, Fede, Persona, Maschio, Pregare

Come vi sentite quando vi trovate ad affrontarla? E qual è la vostra reazione abituale o cronica? Cercate di capire in termini specifici il vostro atteggiamento interiore.

Per esempio: nel caso di un malessere o di un dolore fisico, che cosa accade nella vostra mente quando lo avvertite? Forse lo interpretate e gli applicate un’etichetta terribile?


Quando avvertite quel malessere/dolore o si verifica quella data situazione, provate rabbia o paura? Ciò che avviene nel vostro corpo vi suscita timore? Qual è, in tal caso, la vostra reazione? Qual è la reazione abituale che, in un certo senso, lascia il tempo che trova?

Sapete che questa reazione non funziona, perché il disturbo non è scomparso. Se si tratta di un disturbo cronico, è particolarmente evidente che la reazione abituale non è efficace: il messaggio non vi è arrivato (o, se volete, la lezione non è stata imparata).

Loto, Fiore, Estate, Zen, Natura, Rosa, Stagno

Perciò arriverei a dire, mia cara, che qualunque sia la reazione, è completamente sbagliata perché non risolve la situazione.

Guardate la vostra vita e il vostro corpo: ne avete fatto una scuola in cui imparare e ogni dolore o malattia è un messaggio che ha lo scopo di insegnarvi qualcosa. 

La Malattia legata all’esperienza che avete scelto di fare, è uno stato di separazione da voi stessi.. più tempo passa e più sarà lesiva e manifesta …

Monaco, A Piedi, Petali Di Rosa, Buddhismo, Thailandia

3. La prossima domanda, perciò, è questa: per quale ragione avete prodotto nel vostro corpo quel dolore? Per quale ragione avete creato quella data situazione nella vostra vita? Che cosa dovete imparare da questa esperienza?

La situazione o il malessere fisico vanno ripetendovi la stessa cosa finché non l’avete capita; di che cosa si tratta? Che cosa avete bisogno di comprendere? O di ottenere?

Finché non lo avrete appreso continuerete a riproporre le stesse circostanze, poiché voi siete i migliori maestri di voi stessi: avete predisposto abilmente le lezioni da imparare e i non vi “promuoverete” finché non avrete “passato quell’esame”.

Buddista, Rituale, Acqua, Buddhismo, Meditazione

Se avete individuato una zona critica nel vostro corpo, vi consiglio di mettervi sopra la mano o le mani. Consentite alla vostra coscienza superiore di pervadere quella parte e nello stesso tempo identificate, se non lo avete già fatto, la natura della vostra paura.

Quando avrete intuito l’essenza di quella paura, vi consiglio di sentirla con amore.

Quale tipo di amore si adatta meglio a quel timore? Fate questo nei confronti di ogni aspetto della vostra vita e di ogni parte del vostro corpo.

Gocce D'Acqua, Acqua, Liquido, Fresco, Splash, Blu

Qualsiasi forma di malattia o esperienza negativa è la diretta conseguenza del fatto che non vi siete amati pienamente, non avete del tutto seguito le vostre inclinazioni.

In quale senso non vi siete risvegliati al suono della voce interiore? In che termini non vi siete permessi di essere pienamente ciò che siete?

Ogni malattia è un messaggio diretto che vi dice in che modo non avete amato ciò che siete, come non vi siete occupati di voi stessi al fine di essere la persona che siete. Questo principio è alla base di ogni forma di guarigione.

4. Un’altra indicazione: il contenuto del messaggio non è mai che avete fatto qualcosa di male o che c’è qualcosa in voi che è male.

5. Una volta trovata la risposta riscontrerete, con ogni probabilità, che la paura e il dolore derivano dall’impedire a voi stessi di fare ciò che veramente desiderate.

A quel punto, la scelta che vi si presenta è di affrontare la paura, di provarla fino infondo e di lavorare su di essa. Poiché ogni volta che provate paura provate anche l’assenza dell’amore; infatti, la paura è l’opposto dell’amore.

Acqua, Gocce, Blu, Liquido, Chiaro, Macro, Bagnato

Perciò, ogni volta che provate paura potete esser certi che non siete nella verità e probabilmente la cosa che temete non è reale, ma è una vostra proiezione. Quando il timore vi domina non siete centrati, non vi trovate nella pienezza del vostro essere.

Trovando il coraggio di entrare nella vostra paura inizierete un processo di guarigione a un nuovo livello.

Prima di addormentarvi:

Goccia D'Acqua, Raccogli Gocce, Fiore, Impianto

1. Elencate le vostre paure. Che cosa temete? Il vostro timore si incentra sul fisico? O su una situazione? Oppure si tratta di timori generici?

2. Collegate le vostre paure a determinate circostanze della vostra vita. La paura deriva sempre dal non fare ciò che si vuole; essa ci blocca, trattenendoci al di qua della nostra grandezza, e nello stesso tempo è la porta d’accesso a quella grandezza. Stendete un elenco di questo tipo:

Che cos’ha a che fare tutto questo con la tua energia Vitale o la tua Coscienza? Ebbene, queste cose hanno una loro sostanza e si possono vedere nell’energia che emaniamo nel fare le cose, nelle scelte, esperienze, nel camminare, dal tono di voce, dalla velocità della parola ecc…

Quando avrete sviluppato maggiormente la vostra percezione, potrete guardare le persone e vedere in che modo non si vogliono bene: in quanto terapeuti di sè stessi, saranno o sarete l’anello della catena che aiuta gli altri a ricordare chi sono e ad amare se stessi.

La Persona Consapevole di Sè in una modalità integrata diventa terapeuta e diviene amore.

Meditazione per dissolvere i limiti che imponiamo a noi stessi

Questa forma di meditazione può essere utile a coloro che si vedono confinati in determinati settori della loro vita e sono insoddisfatti di questi limiti.

Serve per esplorare se stessi e per sviluppare la capacità di guarirsi, poiché la malattia non è che la conseguenza del rinchiudersi in definizioni limitate dell’io.

Luci Di Tè, Candele, Luce, Preghiera, Lume Di Candela

Per individuare questa dinamica negli altri e aiutarli a guarire, è necessario anzitutto saperla rintracciare in se stessi; allora, come terapeuti, potrete aiutare altre persone a comprendere in quale senso si limitano e a dissolvere quei limiti.

Tutte queste cose hanno una loro forma nel campo energetico; sono energia e coscienza che vi limita. Così, operando sulla propria Anima durante la terapia, potete intervenire direttamente sulla forma energetica che costituisce la sostanza dei limiti da dissolvere.

Yoga, Outdoor, Donna, Posa, Giovane, Persone, Femminile

1. Elevatevi a uno stato espanso.

2. Domandatevi: chi sono?

3. Trovata la risposta, cercate i limiti che con quella semplice definizione di voi stessi vi imponete. Quando avrete individuato i limiti, prendete coscienza del fatto che si tratta di un confine che vi siete tracciati da soli.

4. Gettate il limite al di là del confine; in questo modo il confine si estenderà.

Pietra, Cliff, Alta, Tableau, Montagna, Estremo, Natura

5. Domandatevi di nuovo chi siete. Qualunque sia la risposta, si tratterà ancora una volta di una definizione dell’io.

6. Estrapolate l’Essenza dalla definizione limitata.

7. Gettate il limite al di là del confine, espandetevi ulteriormente.

8. Ripetete la domanda, e così via.

Donna, Meditando, Buddhismo, Zen, Vacanza, Ispirazione

Praticate questa forma di meditazione con regolarità durante la settimana prossima. L’Essenza – sarete voi a trovarla durante l’esercizio. Se volete diventare terapeuti o persone Consapevoli , è possibile.

Il vostro primo compito è di guarire voi stessi; concentratevi su questo e in un secondo tempo cercate di capire con quali sistemi potete aiutare gli altri a guarirsi.

Bella Donna, Giovane, Femminile, Stile Di Vita, Sano

Questa sarà la base della vostra formazione come persone equilibrate e capaci di interfacciare con altri Sè nella vita che avete scelto di comprendere, gustare, condividere ecc.

Barbara Ann Brennan modificato by Francesco Ciani

L’arte di Vivere

Nel momento in cui si sceglie di lasciar cadere gli ormeggi

che ci legano alle false emozioni duali e alla fisicità del dolore delle malattie … ad esse collegate, perchè divenute esperienze intelligenti .. comprese

chiudiamo le “porte” del dolore, rabbia risentimento..e paura

Web, Rugiada, Tenere, Legato, Fissaggio, Nodo

L’Anima inizia ad espandersi nella coscienza e consapevolezza dell’Essere

dove tutto risuona, vibra e si colora … di vivide intensità armoniche … dove il male precipita nel suo oblio, non più alimentato dalla mente errante, ma divenuto Consapevolezza del Sè,

Fiore, Macro, Dimenticare, Gocciolamento, Acqua

dallo stesso punto dove si può veramente fare esperienze lucide, si acquistano conoscenze e consapevolezza come:

• Maggiore rispetto per la vita

• Maggiore autostima che va oltre la realtà fisica

• Maggiore collegamento spirituale

Primavera, Albero, Fiori, Prato, Tronco D'Albero

 Minore ostilità e violenza

• Maggiore consapevolezza della realtà (osservando 3 punti di vista) come Uno.

• Maggiore interesse in una ricerca personale di conoscenza e saggezza

Margherita, Cuore, Fiori, Cuore Di Fiore, Primavera

Maggiore rispetto per se stessi e senso di responsabilità

• Verifica personale dell’immortalità

• Maggiore consapevolezza della propria interconnessione con gli altri

(Francesco Ciani Naturopata)

L’Arte di Vivere

Alta Coerenza:

Nelle antiche culture il cuore è sempre stato inteso come il ricettacolo della memoria emozionale dell’individuo;

che il cuore sia il ricettacolo della forza e del coraggio erano in molti nei tempi passati a crederlo.

San Valentino, Amore, Romantico, Innamorato, Sfondo

Emozioni Positive generano una frequenza di 0,10 Hz

Meditando sul Cuore per 3 minuti di gratificazione si ottengono risultati sorprendenti e stabili per 6 ore successive:

– Facilita le funzioni corticali

– Scambi biochimici positivi

– Squilibrio ormonale (“doccia” DHEA)

– Coerenza del battito cardiaco

– Chiarezza mentale

– Produttività

– Più di 1300 scambi chimici

Sentiero, Percorso, Tulipani Rosa, Tulipani, Primavera

L’ormone DHAE aumenta i livelli oltre il 100% in soli 3 minuti di coerenza cuore mente.

– Si Innesca l’autoguarigione,
– Attraverso l’apprezzamento e attenzione, cura attraverso gli altri, gratitudine x la propria vita, x le persone care,

– Concentrarsi sul Cuore, spostare la consapevolezza e coscienza sul Cuore,

“la parte + difficile” focalizzarsi sul cuore e respirare.

– Respirazione lenta … inspirando … trattenendo e lentamente … sempre più lentamente … ad ogni battito del cuore si lasci andare l’aria ormai bruciata …

 Viene rafforzato il sistema immunitario e l’effetto dura 6 ore di soli 3 minuti.

Imparare ad ascoltarisi, significa saper riconoscersi,

Ascoltarsi nell’esperinza significa Manifestarsi,

divenire l’esperienza significa essere presenti e consapevoli di Sè

significa far precipitare la dualità esterna

in un punto dove l’osservato e l’osservatore sono Uno.

Offriti  un’esperienza … di Consapevolezza Integrata

Sentieri Di Stelle, Star, Notte, Luce, Cielo

(Modificato by Francesco Ciani)

L’Arte di Vivere

Vediamo solo le percezioni della nostra mente attraverso le lenti della inconsapevolezza

o peggio nello stato di inconsapevolezza in cui ci identifichiamo e in modo deciso e persistente.

Madre, Figlio, Ocean, Beach, Sabbia, Onde, Bambino

Basta fissare un punto nel momento presente …

e il muro non si muove più, il problema precipita, mentre si scorge il falso gioco della dualità e del paradigma…

oppure farsi travolgere dal fiume degli eventi che permettiamo che accadino …

Ritratto, Donne, Vintage, Fotografia, Ispirazione, Moda

Quando si compie qualcosa usando gli occhi dell’Anima e il sentire del Cuore

in ogni Opera, ogni Azione , Pensiero ed Emozione sboccia come un Germoglio,

con tutta la potenza che è in te che sei Tu, l’energia arriva salendo al suo più grande Compimento, ridiscende Sempre, Moltiplicata come Grazia, Consapevolezza, Amore e gratitudine.

Still Life, Ancora, Vita, Pere, Fiori, Caduta, Autunno

(Francesco Ciani)

L’Arte d Vivere

L’infezione: un conflitto divenuto materiale

Chi tende alle infezioni e alle infiammazioni, è una persona che cerca di evitare i conflitti. Quando si è colpiti da una malattia infettiva, bisognerebbe porsi queste domande:

Paura, Dominio, Bullo, Vittima, Aggressione, Abuso

1. Quale conflitto non vedo nella mia vita?

2. Quale conflitto cerco di sfuggire?

3. Quale conflitto non confesso a me stesso?

Per individuare il tema del conflitto, bisognerebbe considerare attentamente il simbolismo dell’organo o della parte colpita del corpo.

Quando..un’interpretazione colpisce nel segno…sgomenta..

1. La Coscienza umana è Una ma si manifesta in una dualità polare. Questo da un lato ci consente di conoscere, dall’altro ci rende malati e imperfetti se non comprendiamo .

2. L’uomo non è malato, ma inconsapevole. La malattia è espressione della sua Imperfezione e inevitabile nell’ambito della polarità.

3. La malattia dell’uomo si manifesta nei sintomi. I sintomi sono componenti d’ombra della coscienza precipitate nella materia.

Little Boy, Nascondere, Triste, Bambino, Paura, Cuscini

4. L’uomo come microcosmo contiene nella sua coscienza allo stato latente tutti i principi del macrocosmo. Dato che l’uomo sulla base della sua capacità decisionale si identifica sempre soltanto con la metà di tutti i principi, l’altra metà finisce in ombra e non è quindi consapevole per l’uomo.

5. Un principio non vissuto a livello di coscienza cerca in tutti i modi di vivere e realizzarsi attraverso il giro vizioso del sintomo.

Nascondere, Ragazzo, Ragazza, Bambino, Giovane, Scatola

Nel sintomo l’uomo deve vivere e concretizzare ciò che in realtà non voleva vivere

In questo modo i sintomi compensano tutti gli aspetti unilaterali.

6. Il sintomo rende l’uomo onesto!

7. Nel sintomo l’uomo ha ciò che gli manca nella coscienza.

Consulenza, Cartello Stradale, Punto Interrogativo

8. La guarigione è possibile solo se l’uomo prende coscienza della zona d’ombra che si cela nel sintomo e la integra. Una volta che l’uomo ha trovato quello che gli manca, il sintomo diviene superfluo. Spostandosi lui stesso in un piano dove la malattia non esiste.

9. La guarigione tende all’unità e alla completezza. L’uomo è sano una volta che ha trovato il suo vero Sé ed è diventato una cosa sola con tutto quello che è.

10. La malattia costringe l’uomo a non abbandonare la via che porta all’unità, per questo la malattia è una via che conduce alla perfezione.

(Francesco Ciani)