Ascorbato di sodio a tolleranza intestinale

Ascorbato di Sodio

Il significato dell’assunzione di grandi dosi giornaliere di acido ascorbico in medicina preventiva Parte 1°

Frederick Robert Klenner, M.D., F.C.C.P., A.A.F.P.,

Private practice, Reidsville, N. C.

Frederick Robert Klenner, B.S., M.S., M.D., F.C.C.P., A.A.F.P., dopo essersi laureato presso la Duke University School of Medicine, nel marzo del 1936, si addestrò per tre anni all’ospedale e quindi inziò la pratica di medico privato a Reidsville, N.C.

Acidi grassi a corta catena
Acidi grassi a corta catena

Sebbene specialista di malattie toraciche, il Dott. Klenner è impegnato in una limitata pratica generale che gli ha permesso di fare osservazioni sull’uso di grandi dosi di acido ascorbico in malattie virali come pure in altre sindromi patologiche.

Ha pubblicato 28 articoli scientifici su queste osservazioni ed ha tenuto numerose conferenze a svariati gruppi di cittadini. Il Dott. Klenner è un membro della American Association for Advancement of Science, membro e diplomato del The International College of Applied Nutrition, membro della The Royal Society of Health, London, England, membro onorario della The International Academy of Preventive Medicine e membro di molte altre organizzazioni mediche e scientifiche. 
Introduzione.

Risultati immagini per vitamina C
Vitamina C

La American Medical Association, nella introduzione al Nostrums, Quackery and Pseudo- Medicine, dichiara: ”Nell’80-90% di tutti i casi di malanni umani, è probabile che l’individuo starà meglio sia che faccia qualcosa per la sua indisposizione, sia che non faccia nulla. Il potere guaritivo della natura, fortunatamente per la perpetuità biologica, funziona in questo modo.”

Vitamina C da frutta e verdura
Vitamina C

Queste percentuali sono relative. L’aumentata popolazione e più grandi concentrazioni in termini di modelli di vita, come pure altri tipi di insulti al corpo, cambieranno frequentemente questo indice.

Come medici abbiamo il dovere di fare tornare in salute il paziente, a prescindere dalla sua fortuna nell’auto-guarigione con diete o erbe. Ippocrate una volta dichiarò: “dei vari rimedi, i medici dovrebbero scegliere i meno sensazionali.” La vitamina C sembrerebbe soddisfare questa esigenza.

La storia dei virus

Risultati immagini per vitamina C

Il comune raffreddore ha ricevuto un rinnovato interesse fin dalla pubblicazione del libro di Pauling. . [1] Brody, [2], nel 1953, dopo avere studiato la vitamina C ed i suoi effetti sui raffreddori degli studenti di college, consigliò che fosse dato acido ascorbico presto, frequentemente ed in quantità sufficienti.

Ciò confermò quanto venivamo sperimentando e riportando lungo un periodo di parecchi anni. La risposta che avevamo osservato, con massicce e frequenti dosi di acido ascorbico, nel trattare il comune raffreddore, richiamò la nostra attenzione sul reale significato di questo trattamento in medicina preventiva.

Risultati immagini per vitamina C

Nel febbraio del 1948, [3] ho pubblicato il mio primo articolo sull’uso di dosi massicce di vitamina C nel trattare patologie virali. Nel febbraio del 1960, [4] dopo circa 25 articoli scientifici, mi sono reso conto che il raffreddore doveva essere considerato come una probabile sorgente di una patologia cerebrale.

Parecchie persone sono morte, specialmente bambini, in seguito all’improvviso sviluppo di manifestazioni cerebrali secondarie ad un raffreddore comune e/o ad una bronchite. Tali avvenimenti cerebrali insidiosi sono responsabili delle cosiddette morti in culla attribuite a soffocazione.

Risultati immagini per vitamina C

Muoiono per soffocazione, ma a causa di una sindrome simile a quella che si trova nella tossemia tetanica cefalica, che culmina in uno spasmo diaframmatico, con dispnea ed infine asfissia. Questi infanti e bambini che sono stati messi a letto apparentemente in salute, a parte una insignificante congestione nasale, all’autopsia presenteranno una infiammazione polmonare bilaterale.

L’assunzione giornaliera di adeguata vitamina C eliminerà questa sindrome. Una patologia similare, detta Sindrome della Culla, è meno acuta, ma, a meno che non sia riconosciuta e trattata eroicamente, farà morire l’infante.

Risultati immagini per vitamina C

Tale condizione è probabilmente dovuta ad un grave trauma cerebrale subito al tempo del parto. In tale condizione sarà presente il Laryngismus stridulous ed il ragazzo sembrerà come se avesse un raffreddore. Il gluconato di calcio e massicce, frequenti iniezioni di vitamina C invertiranno questa patologia. Il trattamento riconosciuto è l’assunzione orale giornaliera di diidrotachisterolo.

Acido ascorbico adeguato, assunto durante il periodo di gestazione, impedirà il presentarsi di questa sindrome. 

degenerazione tissutale

L’informazione relativa alla sindrome della morte in culla è supportata dalle cartelle cliniche presso lo Annie Penn Memorial Hospital, Reidsville, N. C.. Ho visto bimbi morire in meno di due ore dopo l’ammissione in ospedale, senza avere avuto trattamento, semplicemente perché i dottori addetti non erano stati impressionati dalla loro malattia.

Pochi grammi di vitamina C, via ago, mentre i bimbi attendevano che le procedure o gli esami di laboratorio fossero sistemati nella lista d’attesa, avrebbero potuto salvare la loro vita.

Risultati immagini per vitamina C

So che questo fatto è assodato perché mi sono trovato in situazioni simili e, con l’uso di routine dell’acido ascorbico, ho visto la morte andare in vacanza. In un articolo intitolato “Un virus insidioso” [5] ho ragionato che dovrebbe essere una “massima” della medicina dare grandi dosi di vitamina C in tutte le condizioni patologiche mentre il dottore riflette sulla sua diagnosi.

La saggezza di questa massima è supportata da parecchie centinaia di casi avvenuti sotto la nostra supervisione.

Immagine correlata

Ho visto pazienti malati critici di torace stare abbastanza bene da tornare a casa dopo iniezioni endovena di 1 o 2 litri di destrosio al 5% in acqua, ciascuno contenente 50 g (grammi) di acido ascorbico. Questa procedura dava luogo ad una impressionante transizione dalla malattia alla salute.

Riferimenti
1. Pauling, L.: Vitamin C and the Common Cold. San Francisco: W. F. Freeman & Co., 1970.
2. Brody, H. D.: J. Amer. Diet. Ass., 29:588, 1953.
3. Klenner, F. R.: Virus pneumonia and its treatment with vitamin C. Southern Med. Surg., Feb. 1948.
4. Klenner, F. R.: Encephalitis as a sequelae of the pneumonias. Tri-State Med. J., Feb. 1960.
5. Klenner, F. R.: An insidious virus. Tri-State Med. J., June 1957.
6. Lerner, M. et al: Detecting herpes encephalitis earlier. Med. World News, May 26, 1972.
7. Stephens, J. C. and Cook, M. Cases of the hidden herpes virus. Med. World News, Feb. 25, 1972.
8. Goodpasture, E. W.: Case of the hidden herpes virus. Med. World News, Feb. 25, 1972.
9. Roizman, B. et al: Tracing herpes viruses. Med. World News, Oct. 1, 1971.
10. Klenner, F. R.: A new office procedure for the determination of plasma levels for ascorbic acid. Tri-State Med. J., 5, 1956.

http://www.seanet.com/…/klenner-fr-j_int_assn_prev_med-1974…

Rosa canina 

Ci ricordiamo della vitamina C solo quando abbiamo il raffreddore.

Anche se nei libri di storia abbiamo letto che i marinai si ammalavano di scorbuto perché nelle lunghe traversate non potevano mangiare frutta fresca – quindi sappiamo bene cosa comporta la carenza di vitamina C – queste notizie si depositano in quei cassetti della mente dove teniamo le informazioni sul DDT, sul mercurio e sugli altri pericoli che vogliamo credere superati.

Rosa Canina, Canina, Frutta, Rosso, Rosa Selvatica

La verità è che la carenza di vitamina C è un problema ancora oggi e può contribuire allo sviluppo di ogni genere di malattia. La vitamina C è fondamentale per la nostra sopravvivenza, ed è per questo che farai bene a introdurre la rosa canina nella tua vita, perché essa contiene la forma di vitamina C più bioidentica e biodisponibile che esista.

Per il nostro organismo è la più facile da utilizzare;

inoltre essa ha il potere di ottimizzare le forme di questa vitamina provenienti da altri cibi. La vitamina C è antinfiammatoria (e quella della rosa canina è la più antinfiammatoria in assoluto), aiuta ad aumentare i globuli bianchi rafforzando i neutrofili, gli eosinofili, i basofili e i macrofagi e rinsaldando le difese immunitarie contro virus, batteri, lieviti, muffe e altri funghi indesiderati.

Fiore, Natura, Rosa Canina, White, Pianta, Primavera

La rosa canina è un catalizzatore efficace per combattere ogni tipo d’infezione. Quando un virus come l’Epstein-Barr entra in attività, spesso rilascia nell’organismo neurotossine e dermatossine, e le scorie del virus formano una sostanza gelatinosa chiamata biopellicola. Questa biopellicola non solo è un ricco banchetto per microrganismi nocivi come i batteri, ma può compromettere il funzionamento di organi importanti.

Rosa Canina, Canina, Frutta, Rosso, Bush, Autunno

Il fegato agisce da spugna e assorbe la biopellicola nel tentativo di proteggere il corpo, ma la biopellicola può comunque confluire nel sangue; e siccome gran parte del sangue che raggiunge il cuore arriva dal fegato, il residuo gelatinoso può restare intrappolato nelle valvole cardiache, per esempio nella valvola mitralica. Questa può essere la causa nascosta di misteriose palpitazioni, tachicardia, fibrillazioni atriali e aritmia.

La vitamina C della rosa canina è in grado di prevenire questi problemi, perché riesce a dissolvere la biopellicola e aiuta a scomporne i depositi, dando sollievo a chi ha un battito irregolare. La rosa canina è eccezionale per alleviare le infezioni alle vie urinarie – è molto più potente dei mirtilli rossi – e per curare le malattie della pelle.

Sapone, Cuore, Rosso, Arancione, Frutta, Autunno

Oltre alla vitamina C, ha anche un contenuto di antiossidanti più elevato di una varietà più ampia rispetto ad altri cibi terapeutici.

Le radici della rosa canina affondano più in profondità rispetto a quelle di altri arbusti, perciò riescono a raggiungere gli strati del suolo più grassi e argillosi da cui traggono quasi tutti i minerali, compreso il silicio, che ha un’importanza fondamentale. Anche in vivaio, la rosa canina rimane un cibo selvatico: innesti, ibridazioni e coltivazione non intaccano minimamente la sua natura e i suoi poteri.

MALATTIE

Frutti Di Bosco, Fresco, Frutta, Bio, Autunno, Maturo

Se hai una delle seguenti malattie, prova a introdurre la rosa canina nella tua vita.
Infezioni alle orecchie, problemi dentali, malattie e/o ascessi alle gengive, infezioni alle vie urinarie (comprese quelle alla vescica e ai reni), diverticolite, diverticolosi, sindrome da proliferazione batterica nell’intestino tenue, laringite, tachicardia, fibrillazione atriale, raffreddore, influenza, infezioni ai seni nasali, acne,

vitiligine, infezioni alla pelle, infezioni da stafilococco, infezioni da streptococco alla gola, orzaiolo, infezioni agli occhi, MRSA (stafilococco aureo resistente alla meticillina), micosi alle unghie delle mani e dei piedi, affaticamento surrenale, herpes simplex 2 (HSV-2), tutte le malattie e i disturbi autoimmuni, bronchite cronica, sindrome da stanchezza cronica, emorroidi, artrite psoriasica, infezioni batteriche interne, convulsioni, diabete.

SINTOMI

Rosa Canina, Rosa Selvatica, Rosa, Sfondo, Bush

Se hai uno dei seguenti sintomi, prova a introdurre la rosa canina nella tua vita.
Mal di gola, afta, palpitazioni, fegato stagnante e intestino pigro, costipazione, eruzioni cutanee, eccesso di muco, febbre, tutti i sintomi neurologici (anche formicolio, intorpidimento, spasmi, contrazioni involontarie, neuropatia e oppressione al torace), vista appannata, spalla congelata, vampate, vesciche, dolori diffusi, prurito alla pelle, apatia, lesioni al cervello, carenza di minerali, tosse, capogiri, fischio o ronzio all’orecchio (acufene), pelle secca, secchezza agli occhi, malessere, dolore al collo, nervosismo, dolore alla spalla.

SUPPORTO EMOTIVO


Immagine correlata
Hai mai la sensazione che qualcuno ti abbia preso di mira? Le opinioni negative degli altri incidono sul tuo stato d’animo? La rosa canina è fondamentale per proteggerti da questo tipo di malanimo.

Se gli altri sono contrariati perché scegli degli approcci naturali (per esempio il parto naturale o l’allattamento prolungato), detti le delle regole sul lavoro o segui la tua coscienza invece di scendere a compromessi, porta la rosa canina nella tua vita per bloccare le energie di chi ti attacca e proseguire per la tua strada.

INSEGNAMENTO SPIRITUALE


Viso, Ragazza, Close Up, Gli Occhi, Labbra, Sorriso

La bellezza fugace delle rose è da sempre al centro dell’attenzione. Ma cosa succede quando i petali cadono? È un momento che non dovrebbe suscitare malinconia o riflessioni sulla caducità della vita: dovrebbe essere celebrato.

Quell’appariscente bocciolo profumato era solo un invito: la festa comincia quando la rosa sfiorisce e la bacca del fiore, il cinorrodo, inizia a maturare. Lo stesso vale per le persone.

Risultati immagini per rosa canina

La vecchiaia non è un momento da compiangere: la gioventù è solo l’inizio; man mano che invecchiamo e accumuliamo esperienza, mettiamo a frutto il nostro vero valore, una saggezza feconda che possiamo condividere con gli altri per arricchirli interiormente. C’è qualcos’altro nella tua vita che consideri la fine quando in realtà è solo un inizio?

SUGGERIMENTI
La bacca è l’AnimA della rosa canina.

Prima di preparare una tisana, esponi al sole per cinque minuti (o più) le bacche essiccate che vuoi utilizzare: il sole attiverà i ricordi più potenti della bacca
– quando oscillava nel vento e si crogiolava al sole in una bella giornata d’agosto
– rafforzandone l’AnimA, in modo che possa trasmetterti tutta la sua potenza.
Quando hai preparato la tisana, aggiungi una spruzzata di limone e del miele grezzo per rendere ancora più efficace il suo contenuto di vitamina C.

TISANA FREDDA DI ROSA CANINA ALL’ARANCIA
Per due tazze

Ragazza, Erba, Tramonto, Luce, Natura, Serata, Bellezza

Non appena hai un momento libero per staccare la spina, ricordati della rosa canina e preparati un’abbondante scorta di questa tisana dolce, leggera e tonificante da gustare fredda.

Quando trovi il tempo di sorseggiarla da solo o in compagnia, crogiolati al pensiero dei suoi benefici e goditi il semplice piacere di nutrirti.
2 cucchiaini di bacche essiccate di rosa canina
½ tazza di succo d’arancia.

Fai bollire due tazze d’acqua. Immergi la rosa canina e lascia in infusione per almeno cinque minuti.

Metti la tisana in frigorifero e lasciala raffreddare. Quando la estrai, aggiungi il succo d’arancia. Servi la tisana con ghiaccio e gustala!

by (Anthony William cibi che ti cambiano la vita) modificato

Miele grezzo

Se hai perso familiarità con i miracoli, riacquistala con il miele.

Il miele grezzo non trattato non è altro che un miracolo della Terra, ha salvato il genere umano dalle carestie e in futuro sarà ancora cruciale per la nostra sopravvivenza. Ma non è necessario trovarsi in un momento difficile per trarre beneficio dal miele.

Miele, Sweet, Sciroppo, Organici, D'Oro

Pensa a cos’è in realtà questo alimento: nettare. È oro liquido in grado di trasformare la tua vita. Se temi che il miele sia semplicemente puro zucchero e che perciò vada evitato, metti da parte questa preoccupazione altrimenti rischi di perdere i suoi straordinari benefici per la salute.

Lo zucchero contenuto nel miele non è neanche lontanamente paragonabile agli zuccheri raffinati.

Miele, Vasetti, Vendemmia, Api, Telaio, Giardino

Siccome le api succhiano il nettare di molte piante diverse coprendo lunghe distanze, il fruttosio e il glucosio del miele contengono più di duecentomila agenti e composti fitochimici non ancora scoperti, tra cui sostanze che uccidono gli agenti patogeni, che proteggono il corpo dai danni delle radiazioni e che contrastano le formazioni cancerogene.

I composti fitochimici di quest’ultima categoria, quando entrano in contatto con tumori cancerosi e cisti, bloccano il processo di crescita delle cellule, il che significa che il miele può fermare il cancro sul nascere.

Miele, Pane, Cucchiaio, Bio, Natura, Sano, Vitamine

Lo zucchero facilmente assimilabile e i coenzimi della B12 rendono il miele uno dei cibi più potenti per il cervello; in più, il miele grezzo ripara il DNA ed è molto ricco di minerali come calcio, potassio, zinco, selenio, fosforo, cromo, molibdeno e manganese.

Il nostro sistema immunitario cerca sempre di adattarsi ai microrganismi che incontriamo, e questo è uno dei motivi per cui il miele grezzo – prodotto dalle api, cioè tra le creature più adattabili del Pianeta – è così importante per combattere le malattie infettive e rafforzare le nostre difese immunitarie contro raffreddori, influenze, intossicazioni alimentari e gastroenteriti.

Api, Impollinazione, Insetto, Macro, Polline, Miele

Il miele grezzo aiuta il corpo a mantenere alte le difese rafforzando i neutrofili e i macrofagi che combattono gli agenti patogeni. (La scienza non ha ancora dimostrato che questi e altri globuli bianchi si nutrono di sostanze fitochimiche immunostimolanti.)

Queste proprietà rendono il miele grezzo anche un potente antinfiammatorio, perché inibisce la proliferazione degli agenti patogeni, impedendogli così di rilasciare tossine che acuiscono le infiammazioni. Il miele è una vera medicina per il Pianeta e per l’AnimA.

MALATTIE
Non Mi Dimenticate, Episyrphus Balteatus, Volare, Bloom

Se hai una delle seguenti malattie, prova a introdurre il miele grezzo nella tua vita.
Infezioni ai seni nasali, infezioni alle orecchie, diabete, ipoglicemia, disturbo da stress post-traumatico, allergie, orzaiolo, infezioni agli occhi, MRSA (stafilococco aureo resistente alla meticillina), infezioni da stafilococco, infertilità misteriosa, sindrome da proliferazione batterica nell’intestino tenue, batterie scariche dell’apparato riproduttivo, insonnia, affaticamento surrenale, raffreddore, influenza, norovirus, ogni genere di cancro, disturbo bipolare, disturbo da deficit di attenzione e iperattività, morbo di Alzheimer, demenza, tutte le malattie e i disturbi autoimmuni, parassiti, intossicazioni alimentari, infezioni alle vie respiratorie, bronchite, laringite, mughetto.

SINTOMI
Honey Bee, Ape, Miele, Fiori, Primavera, Insetto

Se hai uno dei seguenti sintomi, prova a introdurre il miele grezzo nella tua vita.
Mal di gola, scolo retronasale, infiammazioni, afta, disturbi del sonno, infezioni batteriche all’intestino, tutti i sintomi neurologici (compreso formicolio, intorpidimento, spasmi, contrazioni involontarie, neuropatia e oppressione al torace), cattivo odore, pelle secca, cisti, secchezza agli occhi, capogiri, dolori all’orecchio, mosche volanti agli occhi, febbre, mal di testa, vampate, dolori alle articolazioni, calo di energia, calo della libido, spossatezza, problemi di memoria, perdita della memoria, problemi ai seni nasali, fiato corto, mal di stomaco.

SUPPORTO EMOTIVO

Miele, Pannolino, Cibo, Cellule, Dolce, Nettare, Api

La consistenza appiccicosa del miele non è soltanto una caratteristica fisica, ha anche dei risvolti emotivi. Se il miele fa parte della tua vita, quando vivi un’esperienza positiva che nutre l’AnimA, il ricordo ti resta attaccato e non si disperde tra gli eventi negativi che rischiano di distrarti.

INSEGNAMENTO SPIRITUALE
Se potessi ricostruire l’albero genealogico della tua famiglia risalendo fino alle origini, scopriresti che alcuni tuoi antenati sopravvivevano proprio grazie al miele, che offriva (e offre) uno straordinario nutrimento terapeutico.

Miele, A Nido D'Ape, Dolce, Effetti Distribuzionali

In un certo senso la nostra essenza – la nostra AnimA, il nostro DNA – deriva dal miele. Ciò significa che, se lo evitiamo, tagliamo fuori quella parte di noi in grado di riconnetterci con le origini della vita umana e con noi stessi. Allo stesso modo, dobbiamo chiederci se abbiamo voltato le spalle a qualcos’altro che ci ha reso la persona che siamo oggi.

C’è qualcos’altro nella tua vita che merita di essere rivalutato?

SUGGERIMENTI

Dalia, Fiore, Ape, Honey Bee, Polline, Insetto, Nettare

Aggiungi del miele grezzo ad acqua e limone per potenziare i bioflavonoidi del miele e rendere la bevanda più stimolante per il sistema immunitario.
Se senti che ti stai ammalando, prendi un cucchiaino di miele grezzo prima di andare a dormire. È un buon rimedio anche per favorire il sonno.

Per dolcificare le bevande, usa il miele grezzo al posto dello zucchero raffinato o dei dolcificanti che utilizzi di solito. Se possibile, scegli il miele di fiori selvatici.
Per uso esterno, il miele è ottimo per curare piccole ferite e rivitalizzare la pelle. Provalo sulle cicatrici se vuoi accelerarne la guarigione. Consumare miele prima della meditazione rafforza la mente e porta sensazioni piacevoli in tutto il corpo.

GELATO AL MIELE E COCCO

Per due/quattro porzioni

Risultati immagini per GELATO AL MIELE E COCCO
Avvertenza: questo gelato è pericolosamente buono. Richiede solo pochi minuti di preparazione, una gelatiera, e in meno di un’ora avrai un gelato più sano e molto più gustoso di qualunque altro confezionato.

Come bonus, ti avanzerà del latte di mandorla, che potrai usare nei frullati o gustare come bevanda fresca.

1 tazza di mandorle
2 datteri denocciolati
0,5 cm di stecca di vaniglia tagliata a metà in senso longitudinale
1 tazza e ½ di crema di cocco (2 confezioni da 380 g di latte di cocco freddo)
⅛ di tazza di sale marino
⅛ di tazza di miele grezzo
¼ di tazza di mandorle tritate (facoltativo)

Frittella, Miele, Frutta, Albicocche, Ribes

Per prima cosa, prepara il latte di mandorle miscelando le mandorle, i datteri e i semi che hai raschiato dalla stecca di vaniglia con due tazze d’acqua fino a ottenere un composto omogeneo. Filtra e mettilo da parte.

Poi apri le confezioni di latte di cocco, stando attento a non scuoterle, e preleva la crema densa dalla superficie del latte. In una ciotola mescola la crema di cocco con il latte di mandorle, il sale e il miele.

Versa il tutto nella gelatiera e lavoralo in base alle istruzioni. Servi il gelato cosparso di mandorle tritate e una spruzzata di miele grezzo.

by (Anthony William cibi che ti cambiano la vita)

Vitamina C da Rosa Canina e Acerola

Rosa Canina

La rosa canina è un arbusto appartenente alla famiglia delle Rosacee assai comune nel sottobosco e nei luoghi ruderali; cresce sino ai 1900 metri d’altitudine e predilige aree limitatamente aride con terreno limoso e profondo. La pianta legnosa non supera generalmente i tre metri d’altezza.

Acerola, Frutta, Rosso, Natura

I suoi fusti sono glabri, pendenti, arcuati e vestiti da foglie caduche. I rami sono costituiti da spine acute e robuste, a base piuttosto allargata. I fiori sbocciano in primavera; i frutti di rosa canina sono carnosi, avvolti da sepali pelosi, tinti di rosso scarlatto: più precisamente stiamo parlando di falsi frutti, la cui piena maturazione è raggiunta nel tardo autunno.

I frutti contengono tannini, acido nicotinico, carotenoidi, vitamina C e P, riboflavina, acido malico e citrico, flavonoidi, pectine e carboidrati. Più in dettaglio, i frutti sono miniera di tannini e di acido ascorbico. Basti pensare che un’arancia ideale di 100 grammi fornisce all’incirca 50 mg di vitamina C:

Acerola, Frutta, Rosso

a pari quantità, la rosa canina ne assicura oltre 1000 mg. Per la presenza di tannini, la rosa canina rappresenta un buon rimedio naturale contro la diarrea; inoltre, è consigliata in caso di debilitazione e infiammazioni; è considerata anche un discreto vaso-protettore.

Le tisane, i decotti e gli infusi ottenuti con foglie, fiori o radici di rosa canina sono consigliati in caso di raffreddore e infezioni grazie al loro effetto decongestionante e tonificante. Alla rosa canina sono ascritte proprietà immunostimolanti e antiallergiche. È anche un buon diuretico: stimolando l’eliminazione delle tossine tramite l’urina, contrasta le infiammazioni a carico di vescica o reni.

Frutas, Acerola, Verde, Brasil, Frutta, Ciliegia

Può essere d’aiuto in caso di mestruazioni abbondanti, catarri intestinali, iperidrosi, congiuntiviti e fragilità tissutale.

I semi della pianta sono impiegati per la realizzazione di antiparassitari. Anche in cosmesi la rosa canina è ampliamente adoperata per la formulazione di acque profumate, creme anti-aging e antirughe, pomate lenitive contro gli eritemi solari, maschere per il viso ad azione tonificante, levigante e astringente.
Acerola

L’acerola è una pianta arbustiva, rampicante originaria delle aree tropicali e subtropicali dell’America, che può raggiungere anche i 5 metri di altezza. I frutti, drupe del diametro di uno-due centimetri, somigliano molto alle ciliegie e per questo l’acerola è nota anche come ciliegia delle Barbados o del Brasile. Al suo interno il frutto è però suddiviso in spicchi.

Frullati, Succo, Frutta, Maturo, Bio, Sano, Colorato

Il frutto ha un contenuto elevatissimo di vitamina C, circa quindici volte superiore a quello del kiwi e 20 volte a quello del succo d’arancia.

Oltre all’elevatissimo tenore di vitamina C, circa 1600 milligrammi per etto, contiene anche buoni quantitativi di provitamina A (all’incirca quanto le carote), di vitamine del gruppo B (in particolare acido pantotenico) e di bioflavonoidi e tannini. Tra i sali minerali sono ben rappresentati calcio, ferro e magnesio. Grazie alla sua composizione stimola le difese immunitarie, aumentando l’attività di fagocitosi dei globuli bianchi e favorendone la maturazione.

Frutta, Melone, Peach, Uva, Albicocche, Sano, Cibo

Sviluppa inoltre un’azione antiossidante inattivando i radicali liberi.

Ha effetti antianemici grazie alla stimolazione della flora batterica intestinale a produrre acido folico, che favorisce a sua volta l’assorbimento del ferro. Svolge un’azione protettiva sui capillari.

È particolarmente indicata per prevenire e combattere le sindromi influenzali, il raffreddore e le riniti, ma anche in tutti i casi di astenia, carenze vitaminiche, convalescenza. Per le sue proprietà astringenti è utile in caso di diarrea. Combatte il sanguinamento gengivale.

Zinco

Frutta, Melone, Peach, Uva, Albicocche, Sano, Cibo

Lo zinco oltre ad essere importante per la sua funzione antiossidante, è importantissimo per la vista, l’olfatto, il gusto, il sistema immunitario ed entra nella composizione di tantissimi enzimi, nella sintesi di proteine e nella crescita cellulare.
Lo zinco è coinvolto nello sviluppo fetale, ha un effetto benefico sull’acne, favorisce la cicatrizzazione delle ferite e la sua influenza positiva riguarda anche le smagliature.

I frutti sono ricchi di vitamina C naturale

Sfondo, Frutti Di Bosco, Bacca, More, Blackberry

inoltre contiene ancora la vitamina A, le vitamine del gruppo B, ferro, calcio, fosforo. La vitamina C contenuta ha delle proprietà antinfettive ed è importante per l’assorbimento del ferro.

La vitamina C è importante per la sintesi d’ormoni corticosurrenalici, per l’eliminazione dei farmaci, la sintesi di noradrenalina e di sostanze intercellulari, come collagene, matrice ossea, e risposta immunitaria allo stress e alle infezioni batteriche e virali.

Lamponi, Frutta, Rosso, Dolce, Bacca, Delizioso, Sano

L’acerola è utilizzata dove serve una buona fonte della vitamina C, come nell’astenia fisica, in convalescenza, alcolismo, nelle malattie infettive, per rafforzare le difese immunitarie.

I fumatori abbisognano di quantità di vitamina C 2-3 volte superiore a soggetti non fumatori (Int J. Vitam Nutr Res 1996:66:19-30 – Vitamin C and human health: a review of recent date relevant to human requirements)

Still Life, Fine Art, Pittura, Frutta, Frutti, Fruttato

La carenza di vitamina C può presentare un fattore di rischio per la cardiopatia ischemica (Nyssonen K., Parviainen MT, Salonen R., Tuomilehto J, Solonen JT, Vitamin C deficiency and risk of myocardial infarction: prospective population study of men from eastern Finland. BMJ 1997;314;634-8).

Anche lo sviluppo della cataratta sembra influenzata dall’attività antiossidante dell’organismo, e l’uso regolare di vitamina C può contribuire a prevenire questo comune problema (Heseker H. Antioxidantive vitamins and cataracts in the elderly. Z Ernahrungswiss 1995; 34;167.76). 

Frutti Di Bosco, Lamponi, Frutta, Misti

La vitamina C può essere utile nel ridurre il danno del DNA e dei lipidi di membrana da parte dei radicali liberi.(Am J. Clin Nutr 996;63;985S.990S),

Può risultare utile nell’artrite reumatoide giovanile, nell’anemia falciforme, gastrite atrofica, in gravidanza, nelle persone immunodepresse, persone affette da demenza senile (Alzheimer), nel trattamento a lungo termine con i farmaci antiepilettici e cortisonici.

Larrea (Larrea divaricata)

Larrea (Larrea divaricata)

Parti utilizzate: ramoscelli e foglioline, frutti.

Modo d’uso per collutorio: infuso un cucchiaino da tè d’erba per un litro d’acqua bollente, coprire, lasciare a riposo per un’ora.

Cervello, Infiammazione, Corsa, Medico

Si usa per gargarismi oppure come tisana in dose massimo 3 tazze al giorno.

Le cavie alimentate con Larrea per lunghi periodi e in dose elevata hanno sviluppato problemi renali e linfatici. Questi problemi non sono stati riscontrati nell’uomo, ma per prudenza si sconsiglia l’uso se non per brevi periodi e basso dosaggio.

Pere, Volti, Grimassen, Umorismo, Dente, Occhi, Comico

Nelle cure si usa per mal di denti (risciacqui riducono la comparsa della carie dentale del 75%) , piorrea alveolare, disturbi bronco-polmonari.

Gli Apache la usano tutt’oggi per curare il raffreddore, bronchite, ferite purulenti, varicella melanomi (oltre alle cure tradizionali), artritismo, rallenta il processo d’invecchiamento (agendo sul processo d’ossidazione),

Immagine correlata

Larrea contiene: un acido nordiidroguaiaretico e siglato come NDGA, che risulta la principale sostanza attiva della droga.

NGDA è un potente antiossidante, ciò significa che previene e ritarda il naturale processo distruttivo delle cellule, il che significa l’invecchiamento fisiologico dei tessuti, degli organi e del corpo.

Posologia: come collutorio un cucchiaio colmo della droga in ¼ di litro d’acqua bollente, riposo un’ora, per fare gargarismi.

Tè, Coppa, Drink, Caldo, Tisana, Stile Di Vita

Per uso interno tre tazze da tè al giorno.

Si sconsiglia l’uso della droga nei bambini sotto i 2 anni e nelle persona anziane sopra 65 anni.(o dimezzare la dose per uso interno).

L’estratto standardizzato in NGDA è più efficace e deve essere preso alla dose di 200-250 mg al giorno.

Tè, Ora Del Tè, Persona, Estate, Tea Party, Tè Freddo

Si sconsiglia l’uso ai sofferenti di nefrite e malattie linfatiche.

Ultime notizie: Gli esperti avvisano di evitare questa pianta.

Contiene sostanze che possono danneggiare il fegato e provocare epatiti acute o croniche.

Cedro dell’Atlante olio essenziale

Utile per il naturale benessere del sistema linfatico e dei grassi

Cedro dell’Atlante (Cedrus atlantica), Olio Essenziale dal legno.

Proprietà dell’olio essenziale e MicroDosi

Persone, Donna, Esercizio, Fitness, Fare Jogging

  • Linfotonico, drenante potente diuretico, potente (brucia grassi) lipolitico AZIONE ELETTIVA (Con Finocchio di mare). Rigenerativa del Sangue
  • Che induce la guarigione tissutale, astringente. Tonico. Antimicotico
  • Anti-zanzare e anti-tarme. Decongestionante e antisettico delle vie respiratorie. Rilassante e confortevole.

Indicazioni applicazioni:

Donna, Persone, Caffè, Ritratto, Ristorante, Tavolo

  • Ritenzione cellulite idrolipidica. Aterosclerosi
  • Depura i capelli grassi, forfora, e contrasta la caduta dei capelli
  • Le malattie fungine della pelle, infezioni parassitarie, eczema
  • Tosse, raffreddore, influenza
  • Tristezza, tensione nervoso

Immagine correlata

Uso esterno :

  • Nel massaggio in circolazione e drenaggio, diluito in olio vegetale e in sinergia con altri oli. Oltre a maschere o uno shampoo per la cura dei capelli e del cuoio capelluto
  • Applicato localmente come una miscela con altri oli sulle micosi è curativo
  • Diffusione atmosferica. Aiuta lo smalti mento dei grassi.
  • Facilita il drenaggio.
  • È un importante anticellulite.
  • È anti capelli grassi.
  • È antimacchie di vecchiaia sulla pelle.

Indicazioni :

Vietato durante tutta la gravidanza

Perfetto come formula «anticellulite».

Sinergismi frequenti:

Finocchio di mare, Cipresso.

Cipolla (Allium cepa)

É nota la sua azione sull’infiammazione acuta catarrale delle mucose

quando sia presente un’aumentata secrezione, bruciore delle palpebre, starnuti, corizza con scolo profuso, febbre da fieno e respiro affannoso.

Lampadina, Cipolle, Dieta, Sapore, Cibo, Aglio, Erbe

In una recente ricerca presentata da ricercatori dell’università di Monaco si è confermata la sua azione peculiare quando questi sintomi siano legati ad una reazione istaminica.

Le proprietà che maggiormente ci interessano sono quelle antiflogistica, antiallergica, antiasmatica attivate per mezzo dei seguenti meccanismi biochimici: inibizione della chemiotassi, inibizione delle ciclo e lipo-ossigenasi, inibizione della liberazione di istamina, inibizione delle PAF, attività antinfiammatoria.

I principali costituenti chimici isolati dalla cipolla sono composti organici solforati

che comprendono tiosulfinati, tiosulfonati, cepaeni, monosolfuri, disolfuri, trisolfuri, tutti derivati dalla degradazione dei solfossidi della cisterna.

Contiene zucchero: vitamine A, C, B, sali minerali, sodio, potassio, fosforo, nitrato calcarei, ferro, zolfo, iodio, acidi fosforico e acetico, disolfuro e di propine, olio volatile, glucochinino, gli esiti di una cicatrice, i monconi di una frattura, la muscolatura

Funghi, Cipolle, Affettato, Tagliate A Dadini, Organici

È utilizzata per il trattamento delle distonie, superlavoro fisico ed intellettuale

crescita, oliguria, ritenzione dei liquidi, ascite, pleurite, edemi, pericarditi, reumatismi, artritismo, idropisia, azotemia, cloruremia, affezioni respiratorie, come raffreddore, bronchite, asma, laringite, litiasi renale e biliare, fermentazioni intestinali, atonia digestiva, squilibri ghiandolari, obesità, arteriosclerosi, prevenzione delle trombosi, nella prevenzione d’invecchiamento precoce, prostatismo, impotenza, diabete, adeniti, linfatismo e rachitismo, come anche per parassiti intestinali.

Cipolla, Fetta, Coltello, Cibo, Ingrediente, Crudo

Brodo di pollo: la ricetta perfetta

Come molti miei pazienti sanno, il brodo di ossa di pollo, oltre a quello di manzo e di pesce, è un importante alimento per la salute dell’intestino, ma non solo.

Ha un alto contenuto di minerali e come le nostre nonne ci insegnavano, è un rimedio casalingo a molti mali. Volete sapere come fare un buonissimo? Ecco una ricetta semplice, ma completa che vi farà preparare uno dei migliori brodi di pollo che mai avete assaggiato!

Brodo, Zuppa Di Manzo, Zuppa Di Spaghetti

Ingredienti:

  • 1 pollo intero ruspante o 1kg o 1,5 kg circa di ossi di pollo come colli, dorsi, costole e ali *
  • ventriglio di un pollo (opzionale)
  • 2-4 zampe di pollo (opzionale)
  • acqua fredda filtrata 4 litri
  • 2 cucchiai di aceto
  • 1 grossa cipolla, tritata grossolanamente
  • 2 carote, pelate e tritate grossolanamente
  • 3 gambi di sedano, tritati grossolanamente
  • Salvia Officinale, Alloro, Origano, Timo e 1 mazzetto di prezzemolo alla fine.

Zuppa, Pomodoro, Sano, Fatto In Casa, Vegetariano

* Nota: I polli ruspanti danno i migliori risultati. Molti polli allevati in batteria non produrranno un brodo di ossa di pollo capace di fare gelatina.

Procedimento:

Se si utilizza un pollo intero, tagliare via le ali e rimuovere il collo, le ghiandole di grasso e il ventriglio dalla cavità. Tagliare le parti del pollo in vari pezzi. (Se si sta usando un pollo intero, rimuovere il collo e le ali e tagliarli in vari pezzi).

Zuppa Di Verdure, Brodo, Cucchiaio, Mangiare, Cibo

Mettere i pezzi di pollo o il pollo in una grande pentola di acciaio inox con acqua, aceto e tutte le verdure, tranne il prezzemolo. Lasciare riposare tra 30 minuti a 1 ora. Portare a ebollizione e rimuovere la schiuma che sale verso l’alto.

Abbassare il fuoco, coprire e cuocere per almeno 6 a 8 ore. Più a lungo si cucina il brodo, il più ricco e saporito sarà. Circa 10 minuti prima di spegnere il fuoco, aggiungere il prezzemolo. Questo impartirà ioni minerali supplementari al brodo.

Cuoco, Pentola, Verdure, Gemüsetop, Brodo Vegetale

Rimuovere il pollo intero o i pezzi con un mestolo forato. Se si utilizza un pollo intero, lasciare raffreddare e togliere la carne di pollo dalla carcassa. Questa può essere mantenuta per altri usi, come insalate di pollo, enchiladas, panini o curry.

Filtrare il brodo di ossa di pollo in una grande ciotola e mantenerlo in frigorifero fino a quando il grasso sale verso l’alto e si rapprende. Togliere questo grasso e mantenere il brodo in contenitori coperti in frigorifero o nel congelatore.

Cavolo (Brassica oleracea)

Non occorre vergognarsi di trarre dall’uso popolare ciò che può essere utile all’arte del guarire, diceva Ippocrate ai suoi tempi

Dai tempi si usano gli impacchi di foglie di cavolo per il trattamento delle ferite profonde, della cancrena arteritica, asciti, come anche per uso interno: sia come succo di cavolo fresco sia succo del cavolo fermentato – crauti.

Il potere curativo del cavolo era noto già fin dall’Antichità

Persino Dr. H. Leclerc che anche dopo la sua morte rimane incontrastato maestro in materia, scriveva che l’uso del cavolo, come topico, non è una fantasia.

Lo lodava: Ippocrate, Crisippo, Plinio, Galeno, Catone il Vecchio, nemico feroce dei medicastri. Eppure proprio lui lo usava per ogni malattia, senza distinzione.

Risultati immagini per ulcere cavolo

La letteratura porta:

il succo di cavolo ammorbidisce il ventre e fa andare di corpo, pulisce e guarisce le vecchio ulcerazioni.

Il succo di cavolo mescolato al miele guarisce la raucedine e la tosse. Le foglie cotte ed applicate sulle ulcerazioni erose le modificano e le guariscono.

Le foglie verdi triturate a lungo e applicate sulle piaghe e necrosi è di aiuto nella guarigione, esplica un’azione benefica sui tremori nervosi delle membra

Vista Dall'Alto, Closeup, Vegetarismo, Mangiare Sano

Le foglie cotte nel vino bianco ed applicate si consigliano contro la gotta

Il cavolo rosso, indicato nella tisi e nelle pleuriti, il succo si somministra nei casi d’asma, il cavolo era il migliore nutrimento sulle navi per sconfiggere lo scorbuto.

Modo di preparazione degli impacchi: si prendono le foglie verdi, carnose, si lavano sotto l’acqua corrente, alcuni consigliano di lasciarle per qualche minuto nell’acqua addizionata con succo di limone.

Risultati immagini per ulcere cavolo

Quindi si asciugano togliere la grossa costa centrale, se devono essere applicate su piaghe o ulcere, si tolgono anche le nervature secondarie.

Occorre schiacciarle una ad una con un mattarello o bottiglia, fino a che diventano umide del proprio succo, ora sono pronte per l’applicazione:

Immagine correlata

Contro il raffreddore, catarro laringeo si consiglia:

una libbra di succo chiarificato di cavolo rosso, 3 gr di zafferano, mezza libbra di miele e zucchero, bollire fino ad ottenere uno sciroppo. Si prende un cucchiaio da minestra in una tazza da tè come espettorale, 3-4 volte al giorno. Il cavolo è il medico dei poveri, un medico provvidenziale.

Immagine correlata

Si applicano in due o tre spessori, si ricopre con un tessuto di cotone spesso e si benda. L’applicazione deve essere tenuta diverse ore, anche tutta la notte.

Le foglie si possono scaldare anche su un coperchio della pentola oppure immergendole per due secondi nell’acqua bollente.

Succo Verde, Cavolo, Apple, Verde, Sedano, Prezzemolo

In caso d’ulcerazioni: dai bordi edematizzati, sclerotizzati, screpolati, è opportuno lasciare macerare le foglie di cavolo da mezz’ora ad un’ora in bagno d’olio d’oliva. Oltre al suo potere ammorbidente l’olio d’oliva possiede virtù considerevoli e ben note, antisettiche e cicatrizzanti, dovute ai suoi componenti.

Su una piaga infetta:

Verdure, Stagione, Porro, Apple, Utile, Salute, Zucca

o un’ulcera, su eczema umido si consiglia di tagliare le foglie a piccole strisce ed applicarle come delle tegole. In questo modo la sierosità può scorrere facilmente tra le strisce. Dopo aver tolto l’impacco spesso le foglie sono disseccate oppure sembrano umide, coperte di sierosità o sanguinolente, odoranti sgradevolmente, spesso con un odore nauseabondo.

Con le lombaggine:

Cavolo Rosa, Fiore, Impianto, Natura, Botanica, Flora

nevralgie reumatiche le foglie portano un rapido sollievo. In questo caso le foglie si possono cuocere al vapore per 20 minuti, 3-4 foglie e due cipolle, tutto tritato, uniti con una manciata di crusca e poca acqua.

Appena raffreddato a temperatura sopportabile, si stende su una garza e si applica caldo. Si copre con un telo di lino e dopo con un telo di lana e si fascia stretto. Si tiene 2-3 ore, anche tutta la notte.

Immagine correlata

Si consiglia di non applicare fasciature calde sull’addome

Per uso interno, come succo, si usa per affezioni respiratorie, gastriche, colite ulcerosa, debolezza generale, anemia, scorbuto, anemia, per le cure dell’alcolismo, ulcera peptica, colite ulcerosa, equilibrio nervoso, metabolismi dei glucidi.