Il sistema urinario

pipì a letto

Il sistema urinario è quello che ci permette di controllare i liquidi organici e di eliminare le tossine dal corpo. Si compone di reni e vescica. Filtra, immagazzina ed elimina le «acque utilizzate» dal nostro organismo, proprio come l’intestino crasso elimina le nostre materie organiche. L’uno elimina i solidi, laddove l’altro elimina i liquidi.

Questo ruolo è fondamentale perché l’acqua del corpo è un vettore essenziale della memoria profonda dell’individuo. Il Principio energetico dell’Acqua è d’altronde intimamente legato alle «memorie ancestrali». Siamo in presenza dell’attività più occulta e più potente del corpo umano, quella della gestione delle «acque sotterranee» e della fertilità (fecondità).

Risultati immagini per paura pipi

Le malattie del sistema urinario

Le malattie del sistema urinario significano che viviamo delle tensioni in merito alle nostre convinzioni profonde, quelle sulle quali edifichiamo la nostra vita e che rappresentano le nostre «fondamenta».

Indicano che abbiamo paure e resistenze di fronte agli eventuali cambiamenti della nostra vita, che abbiamo paura di essere destabilizzati da obblighi che ci costringono a cambiare. Ci parlano inoltre delle nostre paure profonde, fondamentali, come la paura della morte, della malattia grave o della violenza.

Risultati immagini per i reni

I reni

I reni sono due organi essenziali al processo di gestione e di filtraggio dei liquidi organici e dei sali nell’organismo. Filtrando oltre 1.500 litri di sangue al giorno, i reni smistano, estraggono le tossine dal sangue e le trasformano in urina. Regolano il livello di acqua e di sali minerali estraendoli dal sangue e restituendoli in funzione dei bisogni.

In tal modo facilitano la capacità di resistenza e di recupero nello sforzo. Vediamo come ciò si ricollega al loro ruolo «energetico». Fanno leva sulla vescica per eliminare l’urina dal corpo.

Risultati immagini per pipì a letto

Infine, giocano un ruolo molto importante nello stress, nelle paure e nel loro controllo.

Per il tramite delle ghiandole surrenali (medullosurrenali e cortico-surrenali), i reni secernono infatti degli ormoni che determinano il nostro comportamento di fronte a stress e paure. Le medullo-surrenali secernono adrenalina e noradrenalina che stanno alla base delle nostre reazioni di fuga e di lotta. Quanto alle cortico-surrenali, secernono dei corticoidi naturali che controllano il livello «infiammatorio» della nostra reazione, vale a dire la sua intensità emozionale e passionale a livello cellulare.

Risultati immagini per i reni

Le malattie dei reni

I problemi renali ci parlano delle nostre paure, profonde ed essenziali (la vita, la morte, la sopravvivenza) oppure riferite al cambiamento. I problemi renali possono significare che abbiamo difficoltà ad abbandonare abitudini o vecchi schemi di pensiero o di credenza.

Tale resistenza al cambiamento può essere dovuta a paure, a un’insicurezza o a un rifiuto di muoversi, a un ostinato attaccamento a convinzioni profonde che rifiutiamo di abbandonare, benché tutto sembri condurci, per non dire costringerci, in quella direzione. La cristallizzazione su questi vecchi schemi può spingersi sino a trasformarsi in un’analoga cristallizzazione a livello dei reni (calcoli).

Risultati immagini per allergie

Queste malattie si accompagnano spesso a disturbi oppure a dolori a livello lombare.

Le sofferenze renali significano anche che abbiamo vissuto una situazione

ne di paura violenta e viscerale (incidente, attentato, eccetera) nel quale siamo stati consapevoli di sfiorare la morte, di averla vista da vicino. Talvolta accade persino che in certe situazioni i capelli (che sul piano energetico dipendono dai reni) divengano improvvisamente bianchi.

Risultati immagini per allergie

Le malattie dei reni possono infine esprimere la nostra difficoltà a mettere o trovare stabilità nella nostra vita, a trovare il giusto equilibrio tra l’attività,

l’aggressività e la difesa che appartengono al rene sinistro e la passività, l’ascolto e la fuga che appartengono al rene destro. Per questo, le tensioni renali ci indicano talvolta la nostra difficoltà a decidere nella nostra vita e a fare in modo che quanto abbiamo deciso si produca.

(Michel Odoul)

Incidenti stradali

Malattia e Destino

Un ” incidente stradale ” è un concetto astratto al punto che è impossibile interpretarlo. Bisogna sapere esattamente che cosa avviene in un determinato incidente per poter dire che cosa esso in realtà significhi.
 
Aeromobili, Volano, Cielo, Nuvola, Natura, Tempesta
 
Un’interpretazione generale è difficile se non impossibile, mentre l’interpretazione del caso concreto è in genere facile. Basta ascoltare attentamente la descrizione del fatto. L’ambiguità della nostra lingua rivela tutto.

Purtroppo si constata continuamente che molti non hanno orecchio per i rapporti linguistici.

Espressioni come uscire di strada – sbandare – perdere il controllo – uscire di pista – investire qualcuno, ecc., valgono sia nella vita che nel traffico stradale.
 
Palloncino, Cuore, Amore, Romanticismo, Cielo
 
Che altro c’è da interpretare? Basta stare in ascolto. Uno accelera tanto che non riesce più a frenar(si), così che arriva troppo vicino alla persona che ha davanti (si tratta di una donna?) e la investe, e stabilisce quindi un contatto molto intimo.
 
Il fatto di non riuscire più a frenare in tempo, mostra che una persona ha tanto accelerato nella sua vita una situazione (per esempio di lavoro), che la situazione stessa è in pericolo.
 
Autunno, Montagne, Capricorno, Paesaggio, Incidente
 
Dovrebbe quindi utilizzare l’incidente per capire che è il caso di riesaminare la sua vita e regolare i tempi finché è possibile. Se un automobilista ” non ha visto ” l’altro, significa che questa persona trascura nella sua vita qualcosa di importante.
 
Se il tentativo di superare un altro finisce in un incidente, è il caso di controllare tutte le manovre di superamento della propria vita.
 
Errore, Versare, Slip-Up, Incidente, Incurante
 
Chi si addormenta al volante, dovrebbe svegliarsi al più presto anche nella vita, prima di venire svegliato bruscamente. Gli incidenti stradali portano quasi sempre a un contatto molto intenso con’altre persone, ma l’avvicinamento è sempre troppo aggressivo.
 
Descriviamo ora un caso concreto di incidente, per renderci meglio conto di quello che abbiamo fin qui detto. L’incidente non è inventato ed è di tipo molto frequente.
 
Scivolare, Pericolo, Incurante, Scivoloso, Incidente
 
A un incrocio con precedenza per chi viene da destra due automobili si scontrano con tanta violenza che una delle due finisce sul marciapiede e li resta completamente rovesciata.
 
Parecchie persone restano bloccate nell’auto e gridano aiuto. La musica continua a uscire dalla radio. I passanti riescono a liberare i prigionieri, che hanno riportato ferite di media entità e vengono quindi ricoverati in ospedale.
 
Vino Rosso, Caduta, Spot, Vetro, Rosso, Liquore, Alcol
 
Questo incidente ci porta a fare queste considerazioni: tutte le persone coinvolte si trovavano in una situazione in cui volevano continuare la direzione assunta dalla loro vita.

Il che corrisponde al desiderio e al tentativo di andare diritti e veloci per le rispettive strade.

Però gli incroci esistono non soltanto sulle strade, ma anche nella vita. La strada diritta è la norma nella vita, è quella che si segue per abitudine.
 
Incidente, Mordi E Fuggi, Polizia, Crimine, Traffico
 
Il fatto che l’incidente costringe tutte le persone coinvolte a interrompere il proprio cammino diritto, mostra che tutti avevano trascurato la necessità di modificare qualcosa nella loro vita.
 
Così la necessità di cambiamenti si era imposta da sola. Tutto ciò che è giusto diventa col tempo sbagliato. Le persone difendono le proprie abitudini adducendo come motivazione la necessità di rimanere coerenti col passato.
 
Sedia A Rotelle, Disabilità, Feriti, Disabili
 
Ma questo non è un argomento valido. Per un neonato è normale farsi pipi addosso, ma un bambino che a cinque anni bagna ancora il letto non è più normale.

Fa parte delle difficoltà della vita umana capire in tempo la necessità di un cambiamento.

Le persone coinvolte nell’incidente certamente questa necessità non l’avevano capita. Cercavano di continuare la strada seguita fino a quel momento e reprimevano l’esigenza di abbandonare le vecchie abitudini, di modificare certe situazioni.
 
Scarpe Di Sicurezza, Osh, Vite, Rischio Di Incidenti

L’impulso a farlo è però presente, anche se a livello inconscio.

Manca spesso il coraggio di porsi domande consapevoli e di affrontare a fronte alta i problemi. I cambiamenti spaventano.

inci 1

Si vorrebbe – ma non si osa.

Questo può riferirsi a una convivenza che si è usurata, a un lavoro o anche a un modo di ragionare.  Comune a tutti è il desiderio represso di evadere dalle abitudini. Questo desiderio non vissuto cerca di realizzarsi attraverso vie traverse:
 
si viene ” buttati fuori di strada ” – nel nostro esempio grazie a un incidente stradale.
 
Rotto, Vetro, Scuola, Danneggiato, Finestra
 
Chi è onesto con se stesso, constata dopo un fatto del genere che nel profondo di se stesso già da tempo non era più contento del corso della propria vita, che avrebbe volentieri cambiato senza però averne il coraggio.
 
A una persona capita sempre soltanto quello che in realtà vuole. Le soluzioni inconsce hanno successo, però hanno lo svantaggio di non risolvere completamente i problemi.
 
Natura, Paesaggio, Strada, Raggio Di Sole, Sera Sole
 
Questo dipende semplicemente dal fatto che un problema può essere risolto davvero soltanto con un gesto consapevole, mentre la soluzione inconscia rappresenta sempre soltanto qualcosa di materiale, che tuttavia può fornire l’impulso ad agire, può informare.

Non risolve però il problema.

Nel nostro esempio l’incidente automobilistico porta a una liberazione dal corso abituale di vita, però produce una più grande e nuova mancanza di libertà, cioè il blocco dentro la macchina.
 
Piangere, Male, Un Incidente Dolore, Sofferenza
 
Questa nuova situazione è espressione dell’inconsapevolezza del fatto, ma può anche essere intesa come avvertimento, nel senso che l’abbandono della vita finora condotta potrebbe portare non la desiderata libertà, ma una nuova mancanza di libertà.
 
Le grida di aiuto dei feriti erano quasi soverchiate dalla musica che si sprigionava dall’interno della macchina.
 
Ragazza, Triste, Pianto, Piove, Gocce Di Pioggia
 
Chi è abituato a vivere tutti gli eventi e le manifestazioni come simboli visibili, vede anche in questo dettaglio un’espressione del tentativo di liberarsi dai propri conflitti con elementi esterni.
 
La musica radiofonica copre la propria voce che grida aiuto e che la coscienza vorrebbe rendere ancora più alta. Però il superconscio si ritira, non vuole ascoltare, e così questo conflitto, questo desiderio di libertà dell’anima resta chiuso nell’inconscio.
 
Ragazza, A Piedi, Teddy Bear, Bambino, Femminile
 
Non può liberarsi, deve aspettare finché i fatti vengono messi a posto da fuori. L’incidente è qui il ” fatto esterno ” che apre ai problemi inconsci un canale che consente loro di articolarsi.
 
Le grida di aiuto dell’anima giungono alle orecchie di qualcuno – e la persona diventa sincera.
 
(Thorwald Dethlefsen Rudiger Dahlke)