Lavanda O.E.

Lavanda (Lavandula officinalis)

Parti utilizzate: fiori e OE ottenuto dalla distillazione della pianta.

Lavanda, Farfalla, Natura, Impianto, Fiore, Estate

L’olio essenziale di Lavandula angustifolia (Labiatae) contiene soprattutto monoterpeni tra cui il più importante è l’acetato di linalile; poi abbiamo linalolo, ocimene, cineolo e canfora.

É un naturale antibiotico, antisettico, antidepressivo, sedativo e depurante. Inoltre agevola la guarigione e previene la formazione di cicatrici, stimola il sistema immunitario e contribuisce al processo di guarigione favorendo la rigenerazione cellulare in caso di ferite.

Fiori Di Lavanda, Lavanda, Viola, Campo Di Lavanda

Esercita attività sedativa e ansiolitica, per cui è utilizzata nel trattamento sintomatico degli stati ansiosi degli adulti e dei bambini e nei disturbi del sonno.

Recenti studi elettroencefalografici hanno dimostrato una sua attività neurosedativa e rilassante quando utilizzata per via inalato­ria, e ciò indica che anche piccole dosi di questa pianta hanno una notevole influenza sull’attività cerebrale.

Lavanda, Ape, Estate, Viola, Giardino, Nettare

Agisce sul sistema nervoso normalizzando la depressione e la sovreccitazione, ed eliminando la stanchezza.

Modo d’uso: un cucchiaino da tè di fiori essiccati per una tazza d’acqua bollente, coprire, lasciare a riposo per 10 minuti, dose massima 3 tazze al giorno. In commercio si trova sotto forma di TM (20-40 gocce in poca acqua 2-3 volte al giorno), oppure come OE (2-5 gocce su una zolletta di zucchero 2-3 volte al giorno) o MicroDose.

Olio, Rose, Aroma, Aromaterapia, Essenziale, Fiore, Spa

Per la cura dei reumatismi, scrofolosi,ipertensione (nervosa) affezioni dell’apparato respiratorio, per evitare l’irritazione della mucosa intestinale, si consiglia di diluire l’essenza con poche gocce d’olio d’iperico o di mandorle ed eseguire i massaggi sulla parte da trattare.

Gli oli essenziali, non avendo barriere cellulari, penetrano velocemente nel corpo direttamente, evitando così il transito intestinale.

Ragazza, Lavanda, Fiori, Bellezza, Natura, Donna

Diverse scuole applicano 2-3 gocce di OE – meglio essenza spagyrica e MicroDose, 2-3 volte al giorno sull’ombelico.

Infuso forte di lavanda si usa per compresse nel trattamento di piaghe, ulcere, fistole anali, alopecia, lavande intime.

I vapori – suffumigi di lavanda distruggono il pneumococco e lo streptococco emolitico in 12-14 ore. Lavanda è una delle rare erbe che agiscono in modo positivo sulla milza (nel caso di ingrossamento della milza e dei linfonodi vicini).

I bagni serali nella lavanda (fare un infuso forte, un pugno per 2 litri di acqua bollente, riposo e quindi aggiungere all’acqua del bagno) inducono il sonno, si consiglia contemporaneamente illuminare il locale da bagno con luce blu intenso (cromoterapia).

In commercio si trovano pronti oli da bagno KNEPP colorati di blu, che non tingono la biancheria e il corpo e si possono usare anche per l’idromassaggio nel dosaggio indicato. Vedere la voce idroterapia.

Olio Da Bagno, Olio, Lavanda, Olio Profumato, Etereo

Si consiglia inoltre per malattie infettive, malinconia e nevrastenia, asma, tosse convulsa, TBC, reumatismi, atonia gastrica, emicranie, vertigini, enterite, scrofolosi, ipertensione, nervosismo, cefalea muscolo-tensiva, insonnia, colibacillosi, cistiti recidivanti, dispepsia.

Antisettica, battericida nelle malattie infettive ed influenza.

Antalgica contro le emicranie, sciatica, reumatismi, gotta.

Lavanda, Fiori, Viola, Piante Selvatiche

Regola tutti i problemi femminili: mestruo insufficiente, dolorosi, leucorrea, nausea, ansia e cisti al seno (uso anche locale, più volte al giorno) Si consiglia nell’irritabilità, calmante dell’eccitabilità cerebrale, modifica la secrezione bronchiale, pertosse, bronchite, cardiotonico – calma i nervi del cuore, nelle emicranie e nevralgie e disturbi nervosi.

Nella paralisi aiuta a liberare dalle contrazione le membra arrestate, digestione lenta, meteorismo.

In abbinamento con Oligranuli di litio (Li) come anti-depressivo.

Enula campana

Parti utilizzate: radice (Inula helenium) 

La radice contiene: inulina, mucillagine che calma e allevia la tosse.

Felicità, Gioia, Aria Pura, Libertà, Entusiasmo

Modalità d’uso: decotto: fare bollire a fuoco lento 1-2 cucchiaini da tè di radice sminuzzata in tre tazze d’acqua per 30 minuti. Coprire e lasciare in infusione fino al raffreddamento.

Dose: massimo 2 tazze al giorno.(prima dei pasti). Nelle erboristerie si trova anche sottoforma di TM 20-25 gocce in poca acqua, 2 volte al giorno.

Si sconsiglia: l’uso della pianta in gravidanza, come anche con anamnesi di diabete.

Risultati immagini per enula campana

Ha proprietà: antisettico calmante, essicante delle vie respiratorie, espettorante, favorisce il deflusso della bile, stimolante dell’appetito, sedativa, per uso esterno compresse sulle dermatosi e ulcere atone.

Si consiglia: per affezioni delle prime vie aeree (si può usare anche in aerosol TM), ipertensione arteriosa, iperazotemia, calcoli biliari, amenorrea, leucorrea, reumatismo dismetabolico, herpes labiale (interno e topico).

Bambino, Bolle Di Sapone, Divertimento, Bambini

Pianta piuttosto rara, probabile relitto di antiche coltivazioni ed oggi in via di scomparsa nella nostra regione. Specie perenne, erbacea, con radice carnosa, grossa ed aromatica.

Ha foglie inferiori ovato – spatolate assai grandi, le cauline dentellate, acute, lanose di sotto.

Bolla, Bolla Di Sapone, Palla, Frost, Inverno, Bello

La parte utilizzata è la radice, rimedio conosciuto fin dall’antichità come tonico, diuretico, utile contro le affezioni delle vie respiratorie, la tosse asinina ed esternamente come detersiva e cicatrizzante delle ferite e delle piaghe.

I lattoni sesquiterpeni sono responsabili delle proprietà secretolitiche ed espettoranti, coleretiche e diuretiche dell’Enula.

Cajeput olio essenziale

Parti utilizzate: essenza ottenuta dalla distillazione a vapore delle foglie e dei germogli della pianta

Terapia Di Massaggio, Oli Essenziali, Skincare, Spa

L’olio essenziale di  Cajeput (Melaleuca e leucadendra)

E’ un potente antisettico generale (polmonare, intestinale, urinario).

Come antisettico intestinale viene utilizzato nelle dissenterie, nelle enteriti, nelle amebiasi; come antisettico urinario nelle cistiti, uretriti e coli bacillosi; come antisettico polmonare nelle bronchiti, nelle influenze e nelle tubercolosi.

Oli Essenziali, Aromaterapia, Spa, Olio, Essenziale

Svolge attività vermifuga e antispasmodica. Ha proprietà antisettica, antinfiammatoria, spasmolitica.

Uso esterno: Frizioni nel trattamento delle affezioni cutanee (psoriasi, pitiriasi) e delle piaghe.

Da utilizzarsi tal quale o diluito in olio di oliva o di mandorle dolci.

Olio In Acqua, Sospensione, Liquido, Astratto, Macro

Modalità d’uso: O.E. 2-5 gocce su una zolletta di zucchero 3 volte al giorno o MicroDose.

Oppure applicazione sulla parte da trattare.

Sconsigliato in gravidanza Cajeput è antisettico generale (intestinale, urinario, polmonare), antinevralgico.

L’OE e MicroDose si usa per: tamponare le vesciche erpetiche, dirada la recidività. Abbinato al Bismuto per il trattamento delle infezioni O.R.L. e al Ravintsare (Cineolo 1.8)

– potente Antisettico generale (polmonare, intestinale, urinario) – Antinevralgico – Stimolante e tonificante – Espettorante, anticatarrale – Vermifugo – Antispasmodico – Decongestionando venosa

Indicazioni :

Respiratorio: affezioni dell’apparecchio polmonare (bronchite, faringite, tubercolosi…) e l’asma – Escretore: assolve alla funzione dell’escrezione infezioni urinarie (cistite, uretrite) – Dolori: reumatismi, indolenzimenti, dolori articolari, gotta, sciatica

Testa: nevralgia dentaria e dell’orecchio, laringite, sinusite – Pelle: dermatosi (psoriasi, acne) e ferite – Herpes genitale, displasie cervicale: formazione di cellule anomale, in questo caso sulla cervice, causata dal virus HPV.

Olio Essenziale, Spa, Trattamento, Aromaterapia

Se le anomalie sono lievi, in genere scompaiono senza il bisogno di terapie. Alcuni rari casi però non guariscono spontaneamente. A questo stadio, le cellule sono considerate “precancerose”. In altri termini, se esse non sono individuate e trattate, potrebbero evolvere in un cancro cervicale.

– Varici, emorroidi.