La sindrome premestruale

Donna, Piuttosto, Ragazza, Capelli, Bello, Donne

Per gran parte dei secoli passati, le donne hanno visto la menopausa sotto una luce positiva. Anche se segnalava l’invecchiamento ma non la malattia, bensì la menopausa metteva fine in modo naturale e indolore alle difficoltà e agli inconvenienti della sindrome premestruale e delle mestruazioni, spesso comportando un aumento della libido e consentendo loro di avere rapporti sessuali senza preoccuparsi di gravidanze accidentali.

Un tempo le donne non si rivolgevano ai medici per affrontare la menopausa perché questa condizione non causava loro particolari problemi fisici o sintomi.

Donna, Bionda, Bella, Ragazza, All'Aperto, Persona

Durante la perimenopausa, la menopausa o la post menopausa quasi sempre le donne stavano meglio di prima; era una normale fase della vita e non richiedeva nient’altro che l’accettazione. La letteratura medica prodotta nel corso dell’Ottocento non tratta quasi mai la menopausa come una condizione sintomatica o come una difficoltà tale da richiedere cure. Le vampate e le palpitazioni erano praticamente inesistenti.

Tutto cambia nell’era contemporanea, intorno al 1950

Donna, Bionda, Modello, Femminile, Attraente, Adulto

Le donne nate agli inizi del Novecento furono le prime a sperimentare sudorazione notturna, vampate, affaticamento, attacchi di panico, ansia, diradamento dei capelli e dolori articolari una volta arrivate a una certa età.

Alla metà del Novecento una marea di donne tra i quaranta e i cinquantacinque anni si rivolgeva al medico lamentando questi sintomi, e il medico non sapeva cosa pensare. Fu così che nacquero gli equivoci sulle malattie autoimmuni e la malattia del mistero. I professionisti della medicina non erano mai stati così disorientati.

Bella, Ragazza, Donna, Giovane, Ritratto, Femminile

I medici riferirono di quest’epidemia alle case farmaceutiche e inizialmente molti ritennero che il problema fosse tutto nella testa delle donne: era un’assurda sindrome femminile. Quei sintomi dovevano essere immaginari, altrimenti non si capiva come mai fossero insorti; erano solo richieste d’attenzione escogitate da donne annoiate.

A quelle donne i medici suggerivano di andare in psicoterapia

Adulto, Corpo, Reggiseno, Donna, Biancheria Intima

Tuttavia, nel corso degli anni Cinquanta, l’ondata di donne con problemi di memoria, difficoltà di concentrazione, sbalzi d’umore, accumulo di peso e vertigini aumentò ulteriormente.

I medici si consultarono di nuovo con le case farmaceutiche e stabilirono che l’unica cosa in comune tra queste donne era la fascia d’età. La medicina ufficiale decretò che la causa dovevano essere gli ormoni, sebbene in quegli anni ci fossero anche degli uomini che lamentavano gli stessi sintomi.

Ragazza, Donna, Carattere, Corpo, Viso, Giovane

Molti uomini avevano vampate di calore, ma venivano etichettate come “sudore da lavoro”, anche se non sopraggiungevano mentre stavano lavorando, o come “sudore nervoso”.

Molti uomini avevano anche altri sintomi della “menopausa”, come depressione, aumento del girovita e lacune della memoria

Biancheria Intima, Reggiseno, Sexy, Femminile, Donna

Tali sofferenze non venivano divulgate perché a quell’epoca l’uomo doveva essere stoico, così come gli era stato insegnato; la responsabilità di essere il solo a portare a casa il pane pesava fortemente così, per paura di perdere il lavoro, gli uomini nascondevano i loro problemi di salute.

In breve tempo, tra le case farmaceutiche si sviluppò la tendenza a sfruttare economicamente la falsa scoperta dei problemi ormonali che causavano il malessere delle donne.

Donna, Ragazza, Femminile, Giovane, Bellezza, Modello

Entro la fine degli anni Cinquanta, l’idea che le donne soffrissero di carenze ormonali si diffuse nell’opinione pubblica. E mentre si diffondeva quest’idea dei “problemi femminili”, gli uomini si sentivano più che mai costretti a nascondere i propri sintomi.

Le donne avevano affrontato enormi difficoltà fino a quella data

Ragazza, Occhi Azzurri, Seducente, Fiori, Bionda

Erano state oppresse ed erano state istruite a reprimere le proprie emozioni, solo nella storia recente avevano conquistato il diritto di voto ed erano considerate esseri umani. Alla metà del secolo dovevano ancora combattere per far sentire la propria voce, era quindi facile approfittarsi di loro facendole sentire ascoltate.

Di fronte ai misteriosi sintomi femminili, i medici erano perplessi, ma almeno alla fine cominciarono a crederci

Occhio, Blu, Ciglia, Visione, Make Up

Così, anche se la medicina aveva cercato le risposte nella direzione sbagliata, le teorie venivano celebrate perché davano un nome ai problemi di salute delle donne – in tal senso, l’impegno dei medici era animato da buone intenzioni. Ancora oggi i medici operano sulla base di questa disinformazione.

Innumerevoli donne si sentono dire che i loro disturbi sono causati dalla menopausa o da squilibri ormonali

Occhi Azzurri, Donna, Femminile, Trucco, Modello

Non è vero. La menopausa in realtà agisce in tuo favore. Che tu ci creda o no, dopo la menopausa il processo di invecchiamento rallenta, ma in genere viene comunicato il messaggio contrario.

Le donne pensano che la menopausa segni l’inizio dell’invecchiamento e dei problemi di salute legati all’età che avanza, mentre è vero l’opposto. L’invecchiamento più rapido nel corpo di una donna avviene tra la pubertà e la menopausa.

Pensa a quant’è veloce lo sviluppo di una ragazzina dopo il primo ciclo mestruale

Inverni, Donna, Cerca, Biondo, Bella Donna, Bellezza

è perché gli ormoni della riproduzione e i composti steroidei accelerano il processo di invecchiamento. Riducendo i livelli di estrogeni e progesterone, la menopausa aiuta anche a proteggere dal cancro, dai virus e dai batteri, che si nutrono degli ormoni della riproduzione.

Ed ecco la verità sull’osteoporosi: nella post menopausa le donne non sono più vulnerabili alla friabilità delle ossa. L’osteoporosi impiega decenni per svilupparsi, perciò si dà il caso che si manifesti solo quando una donna arriva a una certa età.

Jeans, Moda, Si È Rotto, Moderno, Stile, Ginocchio

Le comunità mediche scambiano questa coincidenza per un rapporto di causa-effetto, ritenendo che i ridotti livelli di estrogeni nel corpo femminile contribuiscono a indebolire la massa ossea.

In verità sono gli ormoni della riproduzione a generare l’osteoporosi, perché sono steroidi, e gli steroidi esercitano un effetto di sfaldamento delle ossa. Combinati a infezioni di agenti patogeni come il virus di Epstein-Barr, le carenze nutritive e la mancanza di un’adeguata attività fisica, gli estrogeni e il progesterone possono essere i fattori scatenanti dell’osteoporosi molto prima della menopausa.

Ciò non significa che gli ormoni della riproduzione siano nocivi

Ragazza, Abito Corto, Bella, Modello, Bellezza, Donna

È grazie a loro se le donne sono in grado di avere figli; senza di loro la vita non potrebbe continuare. Tuttavia il corpo conosce i suoi limiti, è disposto a pagare un prezzo per la sua capacità di generare la vita, pertanto limita la fertilità al periodo che va dalla pubertà alla menopausa, e lo fa perché vuole proteggerti.

Le donne si sentono dire che questi ormoni sono la fonte della giovinezza. L’ironia è che la giovinezza non coincide con i venti, i trenta o i quarant’anni di età. La vera giovinezza precede la pubertà: raggiungere la menopausa significa ricollegarsi a quell’epoca.

Bella, Viso, Donna, Ragazza, Femminile, Ritratto

La menopausa mette fine al ciclo dell’apparato riproduttivo (e al drenaggio di energie dal corpo) e riduce i livelli di ormoni. È il modo naturale con cui il corpo rallenta l’invecchiamento affinché tu possa vivere una vita lunga e sana. Non c’è motivo di temere la menopausa o la vita degli anni a venire.

Di per sé la menopausa non è un processo problematico, e le numerose donne più giovani che cominciano a sperimentare sintomi definiti di origine ormonale in realtà non stanno andando incontro a una menopausa precoce.

Ragazze, Sessuale, Sensuale, Sexy, Asiatici, Donna

Sono in gioco fattori completamente diversi ed esistono metodi molto efficaci per curarli. Puoi tornare a vivere una vita sana e goderti ogni fase della tua esistenza.

Cosa ha causato davvero la prima ondata di “sintomi della menopausa”
Ecco come sono andate le cose. Quando negli anni Cinquanta le donne cominciarono a presentare i sintomi, i medici e le case farmaceutiche li attribuirono all’età, trascurando altri tre elementi che accomunavano quelle donne. Il primo era virale.

Adulto, Letto, Sfocatura, Close Up, Femminile, Focus

Tutte queste donne erano nate agli inizi del Novecento, proprio quando il virus di Epstein-Barr (EBV) e altri virus cominciarono a diffondersi nella popolazione.

Di solito l’EBV entra nell’organismo di una donna quando è in giovane età, poi si nasconde per decenni e continua a rafforzarsi finché è pronto a manifestarsi con una malattia infiammatoria.

Luce Del Sole, Foresta, Modo, Percorso, Serata

Così, le donne affette da forme non aggressive del virus avevano tra i quaranta e i cinquant’anni quando il periodo di incubazione del virus era terminato e affiorarono i sintomi. (Nello stesso periodo, molte donne cominciarono a soffrire di infiammazioni alla tiroide.

Quindi, se fossi una donna nata nel 1905 e avessi contratto il nuovo virus di Epstein-Barr da bambina, nel 1950 avresti avuto quarantacinque anni e avresti fatto parte della prima generazione di persone che sperimentava i sintomi di questa epidemia virale.

Strada, Foresta, Stagione, Autunno, Caduta, Panorama

Il fatto che tali sintomi fossero affiorati intorno all’età della perimenopausa o della menopausa era solo una coincidenza, ma probabilmente ti avrebbero detto che le tue vampate, la sudorazione notturna e la stanchezza erano causate dagli ormoni. Se l’infiammazione virale si fosse manifestata qualche anno prima o qualche anno dopo ti avrebbero detto che eri in perimenopausa o in post menopausa.

Il secondo elemento in comune tra le donne che lamentavano i sintomi negli anni Cinquanta era l’esposizione alle radiazioni

Ragazza, Letto, Capelli, Camera Da Letto, Relax

A causa di un colossale abbaglio chiamato “fluoroscopio misura-scarpe” – un errore di cui si è parlato poco – le donne di quell’epoca furono esposte al livello più alto di radiazioni della storia. Lo sarebbero state meno se fossero vissute ai confini dell’area di evacuazione di Chernobyl nel 1986!

Dopo l’invenzione del fluoroscopio, a partire dagli anni Venti fino agli anni Cinquanta, quando si entrava in un negozio di scarpe era pratica comune nel mondo anglosassone infilare le gambe e i piedi in questa scatola ai raggi X.

Bello, Donna, Ragazza, Gli Occhi, Chiuso, Skincare

L’idea era che la radiografia avrebbe aiutato i commessi a comprendere la struttura ossea dei piedi delle clienti per trovare la calzatura più adatta, ma il dosaggio delle radiazioni non era controllato né regolato e non c’erano medici nel negozio, solo commessi che premevano un pulsante letale a loro piacimento.

Capitava di continuo, ogni volta che si entrava in un negozio di scarpe

Mattina, Ragazza, Bella, Femminilità, Tenerezza

Molte donne andavano a provarsi delle scarpe per distrarsi ed entravano in questi negozi ogni due settimane circa, ciò significa che nell’arco della loro vita si erano esposte alle radiazioni ottocento volte. Col risultato che milioni di donne svilupparono un grave avvelenamento da radiazioni.

Sul finire degli anni Cinquanta il fluoroscopio veniva rimosso dai negozi di scarpe tacitamente, come se non fosse mai esistito

Bella, Ragazza, Ritratto, Campagna, Abito, Femminile

La medicina moderna cominciava a comprendere che le radiazioni erano pericolose e sono sicuro che qualcuno, dietro le quinte, avrà colto il legame tra gli inediti problemi di salute delle donne e la loro lunga e ripetuta esposizione alle radiazioni, perché il dato di fatto era che decine di migliaia di donne subivano amputazioni ai piedi e alle gambe a causa del cancro.

Ma invece di puntare il dito contro le radiazioni, la medicina ufficiale scelse di imputare i problemi alla menopausa, anche se per le madri, le nonne e le bisnonne di queste signore la menopausa era stata un’agevole fase di transizione.

Donna, Bella, Ragazza, Mentire, Foglie, Autunno

Nello stesso periodo era subentrato un terzo fattore assai nocivo per la salute: la massiccia esposizione al DDT. Negli anni Quaranta il DDT era usato ovunque. Veniva spruzzato sui raccolti, nei parchi, e i bambini facevano docce di DDT per gioco, mettendosi sotto il getto del camion che passava per le strade dei quartieri a spruzzare l’insetticida.

I venditori andavano porta a porta e vendevano alle donne latte di insetticida da spruzzare sui fiori e nei loro giardini; per dimostrare che era innocuo, lo spruzzavano addirittura su una mela, dicendo che era benefico.

Pelle, Donna, Ragazze, Giovane, Biancheria Intima

Negli anni Cinquanta l’utilizzo del DDT era al culmine e innumerevoli donne avevano il sistema nervoso centrale e il fegato sovraccarichi di tossine.

Sorprende pensare che i rischi siano stati sottovalutati così a lungo. Se non fosse stato per Primavera silenziosa di Rachel Carson, un libro pubblicato nel 1962 che ammoniva contro i pericoli dei pesticidi chimici, generando un’inversione di tendenza che portò alla messa al bando del DDT e alla fondazione della Environmental Protection Agency (l’ente americano per la tutela dell’ambiente)

Primavera, Tulipani, Bella Donna, Giovane Donna, Fiori

il mondo avrebbe continuato a ignorare i danni che quei pesticidi stavano causando. Sta di fatto che alcuni detrattori attaccarono Rachel Carson definendola un’isterica, lo stesso termine usato a quel tempo per descrivere i misteriosi sintomi delle donne.

Alla fine, però, la storia l’ha vendicata

Alberi Di Ciliegio Giapponese, Fiori, Primavera

Tutto ciò che dovette subire per portare alla luce la verità è stato ripagato dalle vite umane che la sua battaglia ha salvato. (A proposito, non è un caso che, quando gli interessi dell’industria chimica subirono un duro colpo poiché l’opinione pubblica era ormai informata sui danni del DDT, una nuova industria cominciò a emergere e ad affermarsi: quella delle terapie ormonali.)

Nel frattempo, la menopausa era diventata il capro espiatorio per decine di sintomi che in realtà erano dovuti a cause del tutto diverse

Tulipano, Giallo, Luminoso, Primavera, Floreali, Fiore

Tra i sintomi erroneamente imputati alla menopausa c’erano sudorazioni notturne, vampate, affaticamento, vertigini, accumulo di peso, problemi digestivi, gonfiore addominale, incontinenza, cefalea, sbalzi d’umore, irritabilità, depressione, ansia, attacchi di panico, palpitazioni, difficoltà di concentrazione, lacune della memoria, insonnia e altri disturbi del sonno, secchezza vaginale, sensibilità al seno, dolori articolari, formicolio, caduta o indebolimento dei capelli, pelle secca o screpolata e unghie fragili.

Donna, Meditando, Buddhismo, Zen, Vacanza, Ispirazione

Nessuno avrebbe dovuto credere che un sano e naturale processo della vita potesse causare questi problemi, specialmente considerando che in passato non li aveva mai provocati. Ma del resto, perché scomodarsi a riflettere su trent’anni di intensa e incontrollata esposizione alle radiazioni, al DDT e ai virus patogeni?

Bella Donna, Giovane, Femminile, Stile Di Vita, Sano

Quando le donne cominciarono a sperimentare patologie autoimmuni o virali, come sindrome da stanchezza cronica, affaticamento surrenale, ipotiroidismo, altre manifestazioni del virus di Epstein-Barr, lupus, intossicazione da metalli pesanti, disfunzioni del fegato e carenze nutrizionali – tutte scatenate dall’esposizione ai virus, alle radiazioni e alle tossine del DDT nell’era moderna – le comunità mediche non riuscivano a comprendere le vere cause (di solito, non considerano questi fattori neanche ai giorni nostri).

Donna, Giovani, Piuttosto, Femmina, Faccia, Bellezza

Nasceva così la tendenza a dire “dev’essere tutto nella tua testa”, e quando le donne cominciarono a rifiutare questa “non diagnosi”, perché a quel punto i loro diritti si erano consolidati, i problemi ormonali diventarono la spiegazione perfetta per tranquillizzarle.

Per i medici era molto più facile dire “il problema sono gli ormoni” che ammettere “Non ho idea di cosa stia succedendo dentro di te

” Prima del 1950, l’opinione di un medico non era ritenuta inoppugnabile. Ma dal 1950 la medicina moderna acquistò autorevolezza agli occhi della società. Per la prima volta nella storia, il medico era considerato Dio.

Anthony William

L’ Amore

Nell’amore non siamo così unici come ci piacerebbe credere. Pare che la gente abbia stili amorosi molto simili.

Dicendo stili amorosi, mi richiamo ai modelli usati nelle ricerche sull’amore.

Il concetto generale di «amore» viene distribuito in vari contenitori, come cura altruistica responsabile (agape), solidarietà pratica (pragma), intimità erotica (eros), e così via.

l'Amore, unione, completezza,

C’è anche l’aspetto di «mania», il sentimento ossessivo, tormentato che è tipico dell’amore romantico. Dobbiamo assolutamente indagare sul perché di questa eccezione. Nella mania amorosa, e solo in essa, sembra darsi come un’indipendenza del cuore. Questo amore è qualcos’altro!

La «mappa amorosa» è uno degli espedienti con i quali la psicologia cerca di dare conto dei misteri dell’invasamento amoroso.

Ciascuno di noi cresce in un ambiente familiare in cui determinati tratti danno piacere, soddisfano bisogni, accentuano la vitalità. Tali tratti formano uno schema, una mappa, ed è di questa che ci innamoriamo quando una persona che sembra possederne gli attributi attraversa la nostra strada.

amore, completezza, unione, sessualità, integrazione, conoscenza

«Crescendo, questa mappa inconscia prende forma e ne emerge a poco a poco una proto-immagine dell’innamorato o innamorata ideali pertanto, molto prima che il nostro vero amore ci passi accanto a scuola, al supermercato o in ufficio, noi ci siamo già costruiti alcuni elementi base del nostro innamorato o innamorata ideale».

Per gli junghiani, la mappa amorosa possiede tratti fortemente individualizzati, perché a provocare l’innamoramento e la sensazione che si tratti di una chiamata del destino è una complessa immagine che portiamo nel cuore. Quanto più l’immagine è ossessiva e irresistibile, più ci innamoriamo pazzamente, il che intensifica la convinzione che sia il destino a volerlo.

L'immagine può contenere: una o più persone e testo

Gli junghiani chiamano questo fattore archetipico, che distorce la mappa in direzione di una particolare persona, con il nome di Anima e Animus, cioè una parte di Te ci si riconosce a specchio.

Anima e Animus sono le parole latine che indicano l’AnimA (lato femminile del Sé) e lo Spirito (lato maschile del Sé);

pertanto, anche ammesso che il nostro cuore si innamori di un’immagine infantile composita, a strutturare la nostra mappa, permeandola con l’esperienza del miracolo e del mistero, c’è sempre una configurazione ignota.

fondersi, ritrovarsi, Anima, coscienza, orgasmo spirituale,

Ecco perché, direbbero gli junghiani, l’amore è così travolgente.

Ti stende al tappeto mentre ti solleva al settimo cielo, fuori da questo mondo. L’esperienza dell’amore romantico trascende ogni condizionamento, pretende devozione al di là di ogni vincolo.

Per Platone, la «mania» era possessione da parte degli dèi, nella fattispecie di Afrodite e di Eros romantico. L’amore romantico ha un sapore di fatalità, di destino, di karma. «Sei quella/o che aspettavo», «Gli altri/le altre non contano», «Sei l’unica/o», «Ho cercato tanto, e finalmente eccoti qua…», «Sei la mia buona stella».

Romanticismo, Amanti, Felice, Uomo, Donna, Amore

Questa attrazione fatale, detta impersonalmente reazione biochimica e attribuita a feromoni subliminali, possiede una sua forza autonoma che trascende genetica e ambiente. Tale sensazione, non importa se sia o non sia delirante, conferma in maniera convincente l’interpretazione junghiana dell’amore romantico.

C’è attorno al fenomeno un qualcos’altro che ha un fine e un senso e un alone di avventura e di mistero.

Per gli junghiani, mamma e papà sono proiezioni di AnimA e Animus. Se anche li imitiamo e imitiamo il loro stile amoroso, non siamo fotocopie. Le fantasie abbelliscono la mappa, anzi diciamo pure che la disegnano. «L’amore romantico è inesorabilmente legato alle fantasie»: sono gli studi empirici sull’amore a sostenerlo.

Cuore, Amore, Romanticismo, San Valentino, Armonia

Essenziale per l’amore romantico è l’idealizzazione, non l’imitazione; non la replicazione del noto, bensì l’aspettativa dell’ignoto.

Nello specchio della somiglianza vediamo soltanto la faccia del nostro gemello “l’altra parte di me” separata dentro ma riflessa nell’altro nello specchio della mania amorosa, vediamo qualcosa che è radicalmente altro, la faccia che non riusciamo a trovare, che non conosciamo e che sembra richiedere gli spasmi dell’amore romantico.

Margherita, Cuore, Fiori, Cuore Di Fiore, Primavera

La mappa amorosa può spiegare le cose visibili, come i fianchi morbidi, le automobili e i cammelli, di potere ecc, ma l’amore si innamora anche di «qualcos’altro», che è invisibile. Diciamo: «Lui/lei ha un non so che»; «Il mondo intero cambia, quando c’è lui/lei». Come pare abbia detto Flaubert: «Lei era il punto di luce sul quale convergeva la totalità delle cose». Questo sulla mappa non c’è.

Se mai volessimo la prova lampante dell’esistenza del daimon che chiama, basta che ci innamoriamo una volta. Le fonti razionali dell’ereditarietà e dell’ambiente non sono abbastanza ricche da far scaturire il fiume in piena dello spasimo romantico.

Cuore, Herzchen, Amore, Romanticismo, Fortuna

Lì ci sei tutto intero, in nessun’altra occasione ti senti altrettanto sopraffatto dall’importanza del tuo essere e dal destino; in nessun’altra occasione ogni tuo gesto si rivela più chiaramente ispirato da un demone.

l’amore romantico potrebbe essere «concepito come una forza o un espediente per aiutare a creare o a potenziare il sé e l’individualità nel ritornare Uno». Le teorie psicodinamiche devono situare la chiamata dell’amore dentro il «sé» personale.

Palloncino, Cuore, Amore, Romanticismo, Cielo

Ecco perché lo stile della mania amorosa rimane escluso dalle altre mappe dell’amore. La chiamata si cristallizza in quella persona la cui faccia ci chiama a ciò che ci sembra il nostro destino.

Quella persona diventa una divinità esteriorizzata, padrona del mio fato, signora della mia AnimA, come dicono i romantici, demoniaca e angelica insieme, alla quale devo aggrapparmi, dalla quale non posso separarmi, non perché io sia troppo debole e fragile, ma perché lei, la chiamata, è troppo forte. È ovvio allora che sono tormentato, possessivo, dipendente, sofferente. Il daimon sta facendo a pezzi la mia mappa amorosa.

Giorno Di San Valentino, San Valentino, Amore, Caffè

Noi, però, possiamo leggere le ricerche più aggiornate come prove a conferma dell’autonomia del daimon.

Il suo fuoco illumina precisamente il compagno o la compagna che ci vogliono per me, nel bene o nel male, a breve o a lungo termine, convincendomi che questa altra persona è l’unica e la sola e che questo evento è unico e irripetibile per acquisire Consapevolezza di Me e tornare ad essere completo da dentro, al di là che l’esperienza finisca. L’AnimA ha percorsi che la mente potrebbe non accettare.

Rose, Fiori, Red, San Valentino

Gli altri stili amorosi tracciati nelle ricerche (condivisione, cura, solidarietà, intimità libidica) sono meno selettivi, meno personali. Non si ostinano su questa particolare persona che incarna l’immagine che mi porto nel cuore. La mania amorosa vede ciò che è già contenuto nell’AnimA prima di venire al mondo.

Il filosofo spagnolo Ortega y Gasset dice che gli innamoramenti sono rari, se pensiamo a come è lunga la vita.

L’innamoramento è un evento raro e fortuito, che colpisce a una profondità incredibile. Quando accade, accade esclusivamente per la singolarità dell’oggetto:

Rose, Blu, Fiore, Bloom, Romanticismo, Floreali, Fresco

quella persona, non un’altra. Non gli attributi e le virtù, non la voce o i fianchi o il conto in banca, non proiezioni residue di precedenti fiamme o modelli familiari trasmessi da una generazione all’altra: semplicemente, l’unicità di questa persona che l’occhio del cuore ha veduto fra tante. Se manca quel senso di scelta fatale, il romanticismo non scatta.

Perché questo tipo di amore non è un rapporto personale o una epistasi genica, ma più probabilmente un’eredità demonica, insieme dono e maledizione degli antenati invisibili. Un analogo senso del destino, anche se meno improvviso e meno ardente, e un’analoga devozione possono caratterizzare l’innamoramento per un luogo e addirittura per un lavoro, oltre che per una persona.

Coppia, Baciare, Mentire, Relax, Insieme, Felicità

Non riusciamo a lasciarlo, dobbiamo rimanerci finché l’esperienza non è chiusa, e celebriamo riti devozionali per tenerlo vivo. Si crea lo stesso incantesimo, mi viene la stessa sensazione di poter vivere con te per tutta la vita, e il mio «te» può essere una persona, un luogo, un lavoro. E c’è la stessa sensazione che qui sia chiamata in gioco non solo la mia vita o la mia morte.

Morte è una parola troppo pesante e incompatibile per associarla alle intense vibrazioni dell’amore romantico; ma l’amore romantico più di tutti riverbera del senso dell’eterno e insieme della brevità e fragilità della vita, come se sulla passione romantica fossero sempre sospesi l’ombra e il respiro della morte, con il suo richiamo a un altrove che è «oltre» e senza confini.

Spiaggia, Sabbia, Paesaggio, Marine, Natura, Ambientale

Si affrontano rischi pazzeschi.

E quando la letteratura unisce gli amanti romantici, unisce anche il loro amore con la morte. L’occhio del cuore che «vede» è anche l’occhio della morte che vede al di là dell’apparenza visibile fino a un invisibile cuore. E la autentica rivelazione si ha quando cadiamo in preda all’amore, perché allora siamo aperti a mostrare chi più autenticamente siamo, lasciando intravedere il genio della nostra AnimA.

Strada, Foresta, Stagione, Autunno, Caduta, Panorama

Dice la gente: «Sembra un altro: deve essere innamorato». «È innamorata: non sembra più lei». Quando l’amore smuove il cuore, si percepisce un qualcos’altro, nell’oggetto idoleggiato, che la lingua della poesia cerca di catturare. L’incontro tra amante ed essere amato avviene da cuore a cuore, come l’incontro tra scultore e modello, tra mano e pietra. E un incontro di immagini, uno scambio di immaginazioni.

Quando ci innamoriamo, incominciamo a immaginare al modo romantico, veementemente, sfrenatamente, follemente, gelosamente, con intensità possessiva, paranoide.

Coppia, Facendo Fuori, Giovane, Persone, Donna, Uomo

E quando immaginiamo intensamente, incominciamo a innamorarci delle immagini evocate davanti all’occhio del cuore: come quando iniziamo un progetto di
lavoro, organizziamo una vacanza, prepariamo una nuova casa in un’altra città, portiamo avanti una gravidanza…

Le nostre immagini ci attirano sempre più totalmente dentro l’impresa avventata. Non riusciamo a venir via dal laboratorio, non smettiamo più di comperare altro equipaggiamento, di farci dare dépliant, di immaginare nomi. Siamo innamorati perché c’è l’immaginazione.

Mani, Amore, Coppia, Insieme, Dita, Persone, Umano

Liberando l’immaginazione, perfino i gemelli identici si liberano della loro identicità per comprendere sé stessi e ritrovarsi , comprendersi e unirsi di nuovo da dentro, per ricordare poi che eravamo già completi cosi come il Sole e la Luna erano già presenti in noi da sempre.

L’Amore è sovrapposizione di Coscienza.

James Hillman “Il Codice dell’Anima” modificato Francesco Ciani

Il sistema circolatorio

Il sistema circolatorio è responsabile della circolazione sanguigna in tutto il corpo. Grazie ad esso quel prezioso liquido che è il sangue può circolare e fornire ossigeno e sostanze nutritive alla più piccola parte del corpo.

Ma è sempre questa circolazione che gli permette di svolgere il suo ruolo di purificazione, in quanto trasporta le tossine espulse dalle cellule ed espelle l’anidride carbonica in cambio dell’ossigeno.

Mani, Parole, Significato, Dita, Colorato, Marcatori

Pertanto è una funzione di ripartizione della vita in tutto il corpo, una funzione che consiste nel diffondere dappertutto ciò che dona la vita e, per estensione, la gioia di vivere Il sistema circolatorio si compone del cuore, del sistema venoso e del sistema arterioso e percorre l’organismo descrivendo una sorta di otto.

Le malattie del sistema circolatorio

I problemi circolatori segnalano che abbiamo difficoltà a lasciare che la vita circoli liberamente dentro di noi e che la nostra gioia di vivere, il nostro amore per la vita faticano ad esprimersi, se non addirittura ad esistere in noi. Quale parte di noi stessi non amiamo al punto da non permettere più che la vita la nutra?

Quale parte della nostra vita rifiutiamo? Quale trauma emotivo ha fatto in modo che in noi non vi sia più posto per la gioia o l’amore, oppure, perché ne abbiamo paura? Sono tutte domande che il nostro «Maestro Interiore» può inviarci attraverso le tensioni, oserei dire, del sistema circolatorio.

Il cuore

Risultati immagini per sistema circolatorio

Il cuore è l’organo principale, il pezzo forte della circolazione sanguigna. Una pompa intelligente e autonoma dalla straordinaria e sofisticata capacità di reazione. Per mezzo del suo ritmo è in grado di rispondere istantaneamente alla minima sollecitazione, sia fisiologica (sforzo) che psicologica (emozione). In stretto collegamento con il cervello, è capace di regolare con estrema precisione le pressioni e i ritmi circolatori di cui le sollecitazioni ambientali necessitano. Comanda e dirige la nostra capacità di adattare le reazioni interiori alle esigenze esterne.

Il cuore è un muscolo cosiddetto «involontario», ossia che funziona al di fuori della nostra volontà conscia. La sua relazione con il nostro inconscio è forte e spiega l’importante influenza delle nostre emozioni coscienti e incoscienti sul ritmo cardiaco. Sede tradizionale dell’amore e delle emozioni, la sua relazione privilegiata con il cervello, che da esso dipende sul piano energetico, ci mostra come un vero amore non può accontentarsi di essere passionale, ma ha il dovere di essere anche «intelligente». In caso contrario, rischia l’accecamento.

Le malattie del cuore

Risultati immagini per sistema circolatorio

Le malattie del cuore ci parlano delle nostre difficoltà a vivere l’amore e a gestire le nostre emozioni che hanno la tendenza a prendere il sopravvento su tutto il resto nella nostra vita. Possono anche significare che lasciamo troppo spazio al risentimento, all’odio, alla violenza, che rimuoviamo o scarichiamo per vie traverse (sport, giochi, ferite). In questo caso, il posto dell’amore per la vita, per noi stessi, per gli altri e per ciò che facciamo diminuisce di giorno in giorno.

Tic Tac Toe, Amore, Cuore, Ascolta

Ora, ricordiamo che il cuore distribuisce il sangue dentro di noi. Se coltiviamo stati emozionali negativi, questi saranno distribuiti dentro di noi allo stesso modo. Nel campo dell’energetica si ritiene che lo stato del Cuore e dello Shen (la sua rappresentazione spirituale) siano riscontrabili dal colorito della persona e dalla vivacità dei suoi occhi, del suo sguardo.

Palpitazioni, tachicardie, infarti e altri problemi cardiaci rivelano tutta la nostra fatica a gestire gli stati emotivi o, al contrario, a dar loro la possibilità di esprimersi, di vivere in noi. Prendere troppo sul serio la vita e tutto ciò che accade, l’assenza di piacere in ciò che facciamo o sentiamo, i pochi spazi dati alla libertà e al rilassamento, indeboliscono le energie del cuore e possono tradursi in tensioni cardiache. Ma anche l’eccesso di piaceri o di passione indeboliscono le energie del Cuore e possono procurare i medesimi effetti.

Michel Odoul

KlamaCor

Eccesso di ferro

I sintomi di un eccesso di ferro di solito si manifestano quando i suoi livelli sono già alti, per questo è importante fare le analisi del sangue regolarmente. Inoltre i medici e i terapeuti che ti seguono potrebbero non comprendere a fondo i risultati degli esami, quindi è meglio che ti rivolga ad altri professionisti che hanno competenze specifiche in quest’ambito.

Lampadina, Corrente, Luce, Splendore, troppo ferro

I sintomi dell’eccesso di ferro
Livelli di ferro abbastanza elevati da compromettere la salute non causano sintomi immediati (come la pressione alta o la carenza di vitamina D). Ma se rimangono molto alti per periodi prolungati, possono causare i seguenti sintomi: 26,27

– dolori articolari; 
– pelle di colore bronzeo o grigiastro (diabete bronzino);
– battito cardiaco irregolare;
– spossatezza;
– dolori addominali;
– palpitazioni;
– appannamento mentale.

L’IMPORTANZA DI ANALISI ACCURATE

Lampone, Mirtillo, Frullati, Succo, Pressato, Fresco

Come mostra la tabella, i medici usano diversi test per misurare i livelli di ferro. Il problema è che la maggior parte di loro non ha studiato a fondo questa materia, perciò non è in grado di valutare l’importanza dei test più preziosi per misurare i livelli di ferritina nel corpo.

L’esame più importante è quello della ferritina sierica, che misura la quantità di ferritina presente nel sangue. Mi raccomando: non lasciare che il tuo medico ti dissuada dal fare questo esame scegliendone un altro che a suo avviso è più importante.

Fuoco, Fiamma, Di Calore, Caldo, Log, Bruciare, Marca

I due esami successivi servono a calcolare la saturazione della transferrina: l’analisi del ferro sierico misura la quantità di ferro in circolo e quella della capacità totale di legare il ferro (TIBC) rileva la facoltà delle molecole di transferrina di trasportare il ferro.29 Come puoi vedere dalla tabella, la finestra dei valori considerati accettabili è molto ampia, ma i valori che attualmente vengono ritenuti “salutari” non corrispondono ai livelli ottimali.

È un po’ come quello che è accaduto con i livelli di vitamina D: per gran parte del Novecento si credeva che solo i livelli inferiori ai 20 nanogrammi per millilitro indicassero una carenza di vitamina D, ma le ricerche più recenti hanno dimostrato che servono almeno 40 nanogrammi per millilitro affinché i livelli di vitamina D siano salutari. Nel caso della ferritina, il divario tra i livelli accettabili e i livelli ottimali è ancora più ampio.

Donna, Biondo, Ritratto, Ragazza, Colore, Abito

Diversi studi epidemiologici hanno riscontrato un legame tra l’aumento della longevità e livelli di ferritina sierica inferiori agli 80-90 nanogrammi per millilitro, che è il livello su cui solitamente tendono a stabilizzarsi le donne in postmenopausa.30 I parametri salutari della ferritina sierica vanno dai 20 agli 80 nanogrammi per millilitro. Sotto i 20 c’è una carenza di ferro; oltre gli 80 c’è un eccesso di ferro.

Nelle donne in età fertile, i livelli di ferritina sono in media di 35 nanogrammi per millilitro, mentre negli uomini della stessa fascia d’età sono in media di 150 nanogrammi per millilitro.31 I livelli di ferritina possono aumentare parecchio. Ho visto livelli superiori ai 1.000 ng/ml, ma qualunque cifra sopra gli 80 ng/ml è problematica. I livelli ideali sono tra i 40 e i 60 nanogrammi per millilitro.

GLI ESAMI DEL FERRO HANNO SALVATO LA VITA DI MIO PADRE

Frutta, Prugne, Mercato Della Frutta

Cominciai ad accorgermi dei pericoli dell’eccesso di ferro una ventina di anni fa. A quell’epoca feci misurare i livelli di ferritina di mio padre e quando scoprii che erano vicini ai 1.000 ng/ml rimasi scioccato.

Quell’eccesso era dovuto in parte alla sua età (sessantacinque anni), ma per lo più era una conseguenza della beta talassemia, una malattia ereditaria del sangue che causa un rapido ricambio dei globuli rossi e porta a un accumulo di ferro. Con regolari prelievi del sangue, i suoi livelli di ferro si normalizzarono, ma gli alti livelli precedenti avevano già danneggiato le cellule degli isolotti pancreatici.

Piatto, Pasto, Frutti Di Bosco, More, Fragole, Frutti

Ora mio padre ha quello che viene definito “diabete bronzino”, che gl’impone di usare l’insulina. Se non avessimo individuato per tempo la malattia, sono certo che sarebbe morto dieci o quindici anni fa. Mentre scrivo questo libro, si sta avvicinando ai novant’anni. Io ho ereditato la beta talassemia da lui. Per fortuna ho imparato che dovevo controllare attentamente i miei livelli di ferro da giovane e la malattia non mi aveva ancora danneggiato, quindi sono riuscito ad aggirare i problemi associati a questa patologia genetica.

Io miro a tenere i miei livelli di ferritina serica sotto i 60 ng/ml facendomi prelevare circa 120 millilitri di sangue ogni sei settimane.

COME PUOI TENERE SOTTO CONTROLLO I LIVELLI DI FERRO

Frittelle, Sciroppo D'Acero, Sweet, Cibo

Non c’è una pillola magica per rimuovere il ferro dal corpo. Il metodo più sicuro, più efficace e generalmente più economico per eliminare il ferro in eccesso è semplicemente farsi prelevare il sangue, perché i globuli rossi sono carichi di emoglobina, che contiene grandi riserve di ferro. Se ritieni che i tuoi livelli di ferro siano troppo alti, potresti programmare delle donazioni di sangue per abbassare la ferritina sierica.

Donare il sangue è una maniera semplice e vivificante per trattare il sovraccarico di ferro e al tempo stesso aiutare altre persone. Una donazione riduce la ferritina di 30-50 ng/ml.32 Ecco i miei consigli su quante volte donare in base ai tuoi livelli di ferretina:

Se per qualche ragione non vuoi o non riesci a fare l’esame della ferritina, prendi in considerazione le raccomandazioni generali basate sui livelli medi della tua età e del tuo sesso. Se sei una donna in

Prima Colazione, Succo D'Arancia, Pane, Grano Intero

postmenopausa o un maschio adulto, l’ideale sarebbe donare il sangue due o tre volte l’anno per ridurre le riserve di ferro. Se hai ancora il ciclo mestruale, fai l’esame della ferritina e segui la tabella qui sopra.

Se non puoi donare il sangue per via dell’età, perché sei sottopeso o per altre controindicazioni, fatti prescrivere una flebotomia terapeutica: un prelievo del sangue che ha lo scopo di curare una malattia. Inoltre, dovresti stare attento a non assumere livelli troppo alti di ferro con l’alimentazione e di non assorbire quantità eccessive di ferro dai cibi che consumi. Puoi farlo in due modi.Riduci al minimo i fattori che favoriscono l’assimilazione del ferro, tra cui:

Mirtilli, Estate, Frutta, Fresco, Sano, Sweet, Organici

cucinare in pentole o padelle di ferro, perché questi recipienti fanno penetrare parte del ferro che contengono nei cibi che prepari. Se cucini cibi acidi – come la salsa di pomodoro – in una pentola o padella di ferro, la quantità di ferro che penetra nel cibo è ancora maggiore;

mangiare cibi trattati come i cereali e i pani bianchi “arricchiti” di ferro. Il ferro che usano in questi prodotti è inorganico e di bassa qualità, simile alla ruggine, ed è molto più pericoloso del naturale ferro eminico (che significa “ferro del sangue”) contenuto nella carne; abbassare al minimo i livelli di ferro nell’acqua che bevi utilizzando un deferrizzatore e/o un depuratore a osmosi inversa;

Prima Colazione, Cibo, Piatto, Colazione Inglese

assumere complessi multivitaminici e integratori di minerali che contengono ferro, per questo motivo controlla attentamente gli ingredienti dei tuoi integratori se ne stai assumendo; prendere integratori di vitamina C o bere succhi di frutta arricchiti, perché aumentano l’assimilazione del ferro.

Anche dei semplici pomodori consumati insieme alla carne rossa aumentano l’assimilazione; eccedere nel consumo di proteine animali. Le proteine in eccesso vengono convertite in glucosio e accumulate sotto forma di grasso. Inoltre la carne rossa contiene alte concentrazioni di ferro eminico. Anche se questo tipo di ferro è meno nocivo di quello inorganico contenuto nei cibi arricchiti, il corpo non ha un meccanismo per arrestare l’assimilazione di ferro eminico quando ne ha già a disposizione grandi quantità.

Uova Marrone, Prima Colazione, Nutrizione, Cibo, Uova

L’apporto proteico ottimale è di 1 grammo di proteine per ogni chilo di massa magra del peso corporeo; bere superalcolici, perché aumenta l’assimilazione del ferro contenuto nei cibi. Per esempio, se bevi un martini insieme alla bistecca, probabilmente assimili quantità di ferro superiori a quelle salutari.

Ridurre – con cautela – l’assimilazione del ferro nei seguenti modi: bere tè nero, perché riduce del 95 per cento l’assimilazione del ferro (i tè verdi, i tè bianchi e le tisane d’erbe non hanno lo stesso effetto); assumere calcio, perché inibisce l’assimilazione del ferro. Se prendi un integratore di calcio, faresti meglio a prenderlo durante i pasti che hanno l’apporto di ferro più alto; bere vino rosso, che riduce del 65 per cento l’assimilazione del ferro; bere caffè, che ha un effetto simile a quello del tè nero e inibisce fortemente l’assimilazione del ferro contenuto nei cibi;33

Frutta, Lamponi, Dieta, Sano, Dessert, Alimentari

astenersi dal consumo di cibo per alcuni periodi, per esempio praticando il Peak Fasting – il digiuno per fasce orarie – che io consiglio caldamente. Questa pratica favorisce l’incremento dell’epcidina, un ormone che riduce l’assimilazione del ferro contenuto nei cibi;34 svolgere regolarmente attività fisica, perché il movimento altera le modalità di assorbimento del ferro riducendone l’assimilazione complessiva, il che può spiegare perché gli atleti sono più inclini alla carenza di ferro.35

26 “Hemochromatosis,” National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Disease (2016), http://www.niddk.nih.gov/…/liver-disease/h…/Pages/facts.aspx consultato il 9 maggio 2016.
27 “Welcome,” Iron Disorders Institute (2016) http://www.hemochromatosis.org/#symptoms consultato il 9 maggio 2016.
28 “Serum Iron Test,” MedlinePlus Medical Encyclopedia (2016),
https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003488.htm consultato il 9 maggio 2016.
29 “TIBC, UIBC, and Transferrin Test: Iron Binding Capacity; IBC; Serum Iron-Binding Capacity; Siderophilin; Total Iron Binding Capacity; Unsaturated Iron Binding Capacity,” Lab Tests Online (2016),
https://labtestsonline.org/understan…/…/tibc/tab/test/consul ato il 9 maggio 2016.
30 L. Zacharski, “Ferrotoxic Disease: The Next Great Public Health Challenge,” Clinical Chemistry, 60, n. 11 (novembre 2014): 1362–4, DOI:
10.1373/clinchem.2014.231266.
31 P. Mangan, Dumping Iron: How to Ditch This Secret Killer and Reclaim Your
Health, Phalanx Press, 2016, ubic. 308–12.
32 Ibid., ubic. 1353–56.
33 Ibid., ubic. 1609–12.
34 Ibid., ubic. 416–18.
35 Ibid., ubic. 428–31.
36 Ibid., ubic. 582–95.

Dr. Joseph Mercola “Trasforma il grasso in energia”

Gentian “Guaritore”

Floriterapia: “L’apprendimento della lezione, rende inutile il dolore” Edwar Bach. 

Fiore della Sfiducia/Pessimismo genziana “il Fiore della Fede”.

Sintomo dello squilibrio: Depressione per un fatto sconosciuto, mancanza di Fede, delusione per fatti imprevisti, ricadute repentine.
 
Primavera Genziana, Genziana, Fiore, Blu
 
È il fiore del pessimista, si fasciano la testa prima di rompersela, la delusione che nasce proprio da un dispiacere, tipico fiore dei bambini, sono scettico , sono deluso, evitano certe situazioni, dubitano del successo di quell’impresa, i bambini Gentian sono delusi, hanno 1 brutto voto e da li nasce il profilo Gentian, o perché un amico gli ha traditi, e si chiudono in se stessi, è molto utile per gli adolescenti, e bimbi, ragazzine, amori spezzati giovanili.
 
Genziana, Fiore, Blu, Fiori Alpini, Impianto
 
Sono quelle persone che dicono non ce la farò mai! Scettico, dubbioso, pessimista, leggermente scoraggiato dopo un imprevisto, continuamente alla ricerca del negativo, pessimismo, scetticismo, ipocondria, malumore, tristezza, svogliatezza, scoraggiamento, depressione di lieve entità. (grigio dentro). Si scoraggia al primo ostacolo, pensa di non farcela, perennemente insoddisfatto.

Favorisce: L’ottimismo, la fiducia, la concentrazione, di una vita costruttiva.
Sintomi Fisici: Depressione, Ipocondria, perdita di appetito, calo del toni fisico, palpitazioni. ricadute da fatti negativi.
 
Prive Di Gambo Di Genziana, Fiore, Red, Bella
 
È la persona che viene considerata tra virgolette “sfigata”. Di aiuto con il Mimulus. Rimugina sempre su un fatto che è accaduto, non si riprende. Oppure che non hanno abbastanza fiducia su quello che noi stiamo facendo. Tanto le ho provate tutte. “le cure”.
 
Isomorfismo di Gentian: Fragilità si utilizza quando, senza motivo apparente, cessa il miglioramento durante la cura.
 
Genziana, Alpino, Fiori Di Montagna, Campana
 
Si utilizza: per la fragilità si applica alla pelle, ai sistemi vascolari, linfatici, agli occhi, all’apparato respiratorio, ai capelli, alle unghie, ai denti, alle mucose, al morale.
Nel paziente si osserva che: mostra poca collaborazione, non riesce a riprendersi da un fatto spiacevole, pensa che la cura non andrà bene per lui.
 
Le Risposte Di Gentian
Non riesco proprio a vedere le cose in modo positivo
Sono deluso dalla vita
Sono scoraggiato e dubito che finisca bene
Lo sapevo che non avrebbe funzionato
Nella vita non c’è nulla di buono
 
Genziana, Fiore, Estate, Alpine
 
Non confondere con : Larch la cui sfiducia riguarda solo se stessi e nelle sue potenzialità, Mustard la cui depressione non ha ragione, Wild Rose, la cui sfiducia e apatia non è circostanziale come Gentian.

La depressione

autismo

Malattia Espressione dell’AnimA

La depressione è un concetto generale che indica una serie di sintomi che va dal senso di abbattimento e mancanza di voglia di fare fino alla cosiddetta depressione endogena con apatia totale.

Oltre al blocco totale di ogni attività e all’umore depresso, troviamo in questo quadro soprattutto una serie intera di sintomi fisici collaterali come stanchezza, disturbi del sonno, mancanza di appetito, stitichezza, mal di testa, palpitazioni, mestruazioni irregolari nelle donne e calo generale del tono corporeo.

Da Solo, Triste, Depressione, Solitudine, Giovane

Il depresso è tormentato da forti sensi di colpa, si rimprovera costantemente qualcosa e cerca di continuo di rimettere a posto le cose. La parola depressione deriva dal latino deprimo, che significa “abbattere”, “reprimere”.

Il che porta a chiedersi da che cosa il depresso si senta represso e che cosa egli in realtà reprima. In risposta troviamo tre alternative possibili:


Risultati immagini per depressione
1. Aggressività: 

Abbiamo già avuto occasione di dire che l’aggressività non rivolta verso l’esterno si trasforma in dolore fisico. Questa constatazione porta a concludere che l’aggressività repressa porta a livello psichico alla depressione.

L’aggressività, bloccata nella sua manifestazione esteriore, si rivolta verso l’interno e fa sì che l’aggressore diventi vittima. Non soltanto i molti sensi di colpa sono dovuti all’aggressività, ma anche i sintomi somatici coi loro diffusi dolori.

Leone, Aggressività, Natura, Zoo, Pericolose, Selvatici

L’aggressività è soltanto una forma particolare di energia vitale e di attività.

Chi reprime ansiosamente la propria aggressività, reprime al tempo stesso la propria energia e la propria attività.

La psichiatria cerca con tutti i mezzi di coinvolgere il depresso in una qualunque attività, però lui vive questa situazione come pericolosa.

Uomo, Donna, Persone, Coppia, Amore, Insieme

Cerca di evitare tutto ciò che non ha l’approvazione generale e vuole a tutti i costi nascondere i propri impulsi aggressivi e distruttivi attraverso un’impeccabile condotta di vita.

L’aggressività rivolta verso se stessi trova la sua espressione più evidente nel suicidio. Se una persona ha intenzioni suicide, bisognerebbe sempre chiedersi a chi in realtà sono rivolte le intenzioni omicide.

Immagine correlata
2. Responsabilità: 

La depressione – se si prescinde dal suicidio – è la forma ultima per evitare le responsabilità. Il depresso non agisce più, vegeta, ed è più morto che vivo.

Però nonostante il rifiuto di confrontarsi attivamente con la vita, il depresso viene continuamente confrontato col tema “responsabilità” dai suoi sensi di colpa.

La paura di assumersi delle responsabilità è primaria nei depressi, e si manifesta in particolare quando il paziente dovrebbe affrontare una nuova fase della propria vita; per esempio si consideri la depressione del puerperio.

Risultati immagini per depressione
3. Rinuncia – Solitudine – Vecchiaia – Morte:

Questi quattro concetti strettamente collegati fra di loro costituiscono a nostro avviso il campo più importante. Nella depressione il paziente viene costretto con la forza a confrontarsi col polo della morte.

Tutto ciò che vive, si muove, cambia, comunica viene da lui evitato, mentre si manifesta il polo opposto, cioè apatia, fissità, solitudine, pensieri di morte.
La morte, che nella depressione diventa il pensiero dominante, è l’ombra di questo paziente.

Dark Hedges, Armoy, Irlanda, Strada, Viale, Forest

Il conflitto consiste nell’uguale paura che il depresso ha della vita e della morte. La vita attiva porta colpe e responsa/bilità – proprio quello che si vuole evitare. Assumersi delle responsabilità significa però anche rinunciare alle proiezioni e accettare la propria solitudine.

La personalità depressa ha paura di questo e ha quindi bisogno di persone a cui aggrapparsi. La separazione da una di queste persone, o la sua morte, è spesso la causa esteriore di una profonda depressione.

Via Lattea, Universo, Persona, Stelle, Cerca, Cielo

Si è tanto soli – e non si vuole esser soli e assumersi delle responsabilità.

Si teme la morte e non si capiscono quindi le condizioni della vita. La depressione rende sinceri: rende evidente l’incapacità di vivere e di morire.

(Dott.ri Thorwald Dethlefsen Rudiger Dahlke)

Rimedi consigliati : Personale Percorso Terapeutico mirato alla Comprensione di Sè, che miri a reintegrare la Persona in ogni sua manifestazione interiore.


Cardiaca (Leonurus cardiaca)

Contribuisce inoltre a sedare l’eccitazione nervosa che consegue

Altro nome: cada di leone

Immagine correlata

La cardiaca agisce sul sistema cardiovascolare determinando vasodilatazione, abbassamento della pressione, diminuzione della frequenza delle pulsazioni cardiache.

Ad esempio, ad un superlavoro della tiroide, a turbe del climaterio ed a stati ansiosi.

Nei tempi passati se ne è fatto uso nelle crisi epilettiche

Quasi tutti i moderni ricercatori sono d’accordo su queste proprietà, ma indicano che infusi e tinture ottenute con alcool di bassa gradazione hanno una blanda attività.

Tra i costituenti sono importanti la leonurina, un alcaloide con proprietà uterotoniche ed una spiccata azione sulle cellule del miocardio, di terpeni con proprietà antinfiammatorie, iridoide e polifenoli.

Ragazza, Bellezza, Donna, Ritratto, Emozione, Bella

Parti usate: parti aeree. Ricca d’alcaloidi ( L-stachidrina), un iridoide (leonurina), diterpeni, flavonoidi, acido caffeico e tannini.

Modalità d’uso: 1-2 cucchiaini d’erba secca per una tazza d’acqua bollente, coprire, lasciare in infusione per 10 minuti, dose massima 2 tazze al giorno, a cucchiai da tavola alla volta. In commercio si trova anche sotto forma di TM 20-40 gocce 2-3 volte al giorno con poca acqua, prima dei pasti.

Tristezza, Mentale, Triste, Depressione, Depresso

Un eventuale effetto anticoagulante (ricerche in corso) la esclude nei pazienti con problemi di coagulazione del sangue. Altrettanto si sconsiglia l’uso con l’assunzione di sedativi, farmaci per il cuore e ipertensione arteriosa.

cardiaca pianta

Si usa per

neurastenie, stati ansiosi e panico, insonnia, eretismo cardiacopalpitazioni, cuore affaticato, ipertensione arteriosa, vampate della menopausa, stimola la muscolatura uterina ed è indicata per i ritardi del ciclo mestruale e tensione premestruale (specialmente se sono implicati fattori come shock o stress)

Si sconsiglia l’uso con sanguinamento abbondante.

Avvertenza: si sconsiglia l’uso in gravidanza.