La miopia

Malattia Espressione dell’AnimA

Mostra un’accentuata soggettività. Il miope osserva tutto attraverso i propri occhiali e in ogni circostanza si sente personalmente coinvolto.

Vede solo fino alla propria punta del naso e tuttavia questa visione limitata non lo porta a conoscere neppure se stesso.

Occhio, Blu, Ciglia, Visione, Make Up

E questo è il problema, perché l’uomo dovrebbe riferire a se stesso quello che vede, per imparare a conoscersi meglio. Tuttavia questo processo subisce un pervertimento e si trasforma nell’esatto contrario se si limita alla soggettività.

In termini concreti questo significa che la persona riferisce tutto a se stessa, però si rifiuta di vedere e riconoscere se stessa. In questo caso la soggettività porta soltanto a permalosità e suscettibilità o ad altre reazioni del genere, senza che la proiezione abbia alcuna utilità.
 
Bella, Close Up, Occhio, Sopracciglia, Ciglia
 

La miopia manifesta questo malinteso.

Costringe la persona a considerare più da vicino ciò che la circonda. Se qualcuno non vede, o vede male, la domanda chiarificatrice è la seguente: ” Che cosa non vuole vedere? “. E la risposta è sempre: ” Se stesso “.
 
Cat, Animale, Occhi Di Gatto, Gli Occhi
 
Quanto sia forte il rifiuto a vedere se stessi così come si è, può essere facilmente valutato dal numero delle diottrie degli occhiali. Gli occhiali sono una protesi, e quindi un inganno.
 
Con gli occhiali si corregge artificialmente il destino e si fa come se tutto fosse in ordine. Questo inganno diviene ancora più grande se si usano le lenti a contatto, che occultano ancor meglio il ” non poter vedere bene “.
 
Fiori, Farfalle, Bella, Orange, Luminoso

Immaginino di portar via durante la notte a tutte le persone i loro occhiali e le loro lenti a contatto.

Che cosa accadrebbe? La vita diventerebbe di colpo molto più sincera.
 
Immagine correlata
 
Si potrebbe capir subito come la gente vede se stessa e il mondo e – cosa molto più importante – gli interessati si renderebbero conto della propria incapacità di vedere le cose così come sono. Una limitazione fisica serve solo se la si vive veramente.
 
In questo caso qualcuno potrebbe rendersi conto di quanto ” poco chiara ” sia la sua visione del mondo, di quanto ” offuscato ” veda tutto quanto e quanto sia limitata la sua visuale. Forse allora cadrebbe un velo dagli occhi e queste persone comincerebbero a veder meglio le cose.
 
Occhio, Ottica, Ciglia, Iris, Coperchio, Ottico
 
Il vecchio, grazie alla sua esperienza di vita, dovrebbe aver sviluppato saggezza e larghe vedute. Molti però realizzano questa larghezza di vedute solo sul piano corporeo, sotto forma di presbiopia.
 
Il daltonismo indica la cecità per la molteplicità e gli aspetti variopinti della vita – ne sono colpite persone che vedono tutto grigio su grigio e che livellano volentieri le differenze: in una parola, persone incolori.
 
Lettura, Relax, Occhiali, Vista, Closeup, A, Vacanze
 

La congiuntivite, come ogni altra malattia infiammatoria, indica un conflitto.

La congiuntivite procura dolori agli occhi, che si attenuano soltanto chiudendo gli occhi. Allo stesso modo si chiudono gli occhi davanti a un conflitto, perché non lo si vuole guardare negli occhi.
 
(Dott.ri Thorwald Dethlefsen Rudiger Dahlke)

Occhi pollini o calli

Malattia Espressione dell’AnimA

Gli «occhi» inferiori offrono una prospettiva completamente diversa da quella che ci viene data dagli occhi superiori. La denominazione deriva dagli occhi a bottone dei polli e la loro formazione avviene sul punto del piede sottoposto a pressione, su cui la scarpa preme.
 
A Piedi Nudi, Splash, Onde, Beach, Costa, Godimento
 
In questo contesto il rapporto fra sotto e sopra testimoniato dalla presenza delle zone di riflesso, è particolarmente evidente. I calli, che si formano soprattutto sulle dita dei piedi, segnalano che su precise parti del corpo viene esercitata una determinata pressione.
 
Se una persona ha qualcosa sui piedi, a lungo andare prova dolore alle estremità, anche se gli impedimenti che ne derivano sono essenzialmente di tipo sociale.


piedi
Può anche capitare che ci pestiamo i piedi da soli, impedendoci di procedere con successo per la nostra strada.

 
Ciò avviene sicuramente quando indossiamo scarpe troppo strette: in questa situazione, che riguarda soprattutto le donne, si consente a un ideale di bellezza e di eleganza di ostacolare il progresso concreto.
 
Grembiule, Summer Dress, Ragazza, Donna, Gambe, Foresta
 
Anatomicamente gli cechi pollini sono formati da un supporto duro che li protegge dalle pressioni esteriori, per cui rappresentano un vero e proprio tentativo di fortificare i punti deboli.

Sappiamo per esperienza che queste specie di piastre resistenti diventano con il tempo punti di uscita del dolore.

Chi cerca di evitare ogni pena finisce immancabilmente per soffrire molto. È quindi necessario rinunciare a corazzarsi fisicamente e a riflettere maggiormente sulle misure psico-spirituali opportune per auto-proteggersi.
 
Piedi, Piedi Dei Bambini, Bambino, A Piedi Nudi, Umano
 
È necessario confrontarsi con ciò che ci opprime e comportarci di conseguenza allo scopo di liberarci dalla pressioni esterne. Si potrebbe ad esempio rinunciare a un punto di vista che genera tanta resistenza o consolidarlo con argomenti più validi.
 
Domande
1. Chi mi sta pestando i piedi?
2. Dove mi ostino a rimanere fermo sul mio punto di vista, anche se ho ormai raggiunto la soglia del dolore e qualcuno mi sta già pestando i piedi?
3. In che misura la mia paura o la mia politica di sicurezza mi procura dolore e mi impedisce di andare avanti?
4. Quali punti di pressione devo allontanare dalla mia vita?
5. Dove urto dolorosamente contro dei confini?
 
(Dott. Rudiger Dahlke)

Eufrasia

Eufrasia (Euphrasia spp.)

Ha una buona azione antiflogistica a carico dell’occhio esterno e delle mucose rinofaringee, soprattutto qualora sia presente ristagno di muco e una componente allergica.

Occhio, Iris, Cerca, Focus, Verde, Da Vicino, Macro

Questa attività è dovuta alla presenza nel fitocomplesso dei principi attivi iridoidi, lignani e tannini.

Si usa prevalentemente nei colliri per tutte le persone che usano computer, leggono molto, che sentono pruriti o bruciori degli occhi. Inoltre ristabilisce la vista.

Inverni, Donna, Cerca, Biondo, Bella Donna, Bellezza

Spesso due gocce nell’occhio sono al momento sgradevoli, come se avessimo la sabbia nell’occhio, ma soltanto per qualche istante.

Oltre all’impacco di ricotta, considero l’eufrasia il migliore rimedio per gli occhi, così preziosi. 

Si consiglia per blefariti, congiuntiviti, cheratiti, coriza.

Spesso si usa in abbinamento con fiordaliso, petali di rosa e camomilla.

Ma in certi casi la camomilla può essere irritante. Preferibile il collirio d’eufrasia da sola.

Collegare l’occhio al fegato, o al drenaggio renale per gli allergici.