Eufrasia

Eufrasia (Euphrasia spp.)

Ha una buona azione antiflogistica a carico dell’occhio esterno e delle mucose rinofaringee, soprattutto qualora sia presente ristagno di muco e una componente allergica.

Occhio, Iris, Cerca, Focus, Verde, Da Vicino, Macro

Questa attività è dovuta alla presenza nel fitocomplesso dei principi attivi iridoidi, lignani e tannini.

Si usa prevalentemente nei colliri per tutte le persone che usano computer, leggono molto, che sentono pruriti o bruciori degli occhi. Inoltre ristabilisce la vista.

Inverni, Donna, Cerca, Biondo, Bella Donna, Bellezza

Spesso due gocce nell’occhio sono al momento sgradevoli, come se avessimo la sabbia nell’occhio, ma soltanto per qualche istante.

Oltre all’impacco di ricotta, considero l’eufrasia il migliore rimedio per gli occhi, così preziosi. 

Si consiglia per blefariti, congiuntiviti, cheratiti, coriza.

Spesso si usa in abbinamento con fiordaliso, petali di rosa e camomilla.

Ma in certi casi la camomilla può essere irritante. Preferibile il collirio d’eufrasia da sola.

Collegare l’occhio al fegato, o al drenaggio renale per gli allergici.

Camomilla blu olio essenziale

Utile per favorire il fisiologico benessere del sistema nervoso

Camomilla Blu, Chamomilla matricaria, famiglia Asteraceae.

Note Bibliografiche:

Fiore Di Campo, Prato Estate, Prato, Prato Di Montagna

Ha proprietà digestive, carminative, emmenagoghe, sedative, antispasmodiche, diaforetiche (aumenta la sudorazione), stimolanti, antinfiammatorie e disinfettanti

La droga contiene un olio essenziale costituito da bisabololo, camazulene e matricina, a cui sono ascritte proprietà antinfiammatorie, flavonoidi, tra cui apigenina, con attività spasmolitica, vitamina B1 e C.

Fiore, Margherita, Bianco, Fiori, Giorno, Cielo, Giugno

L’I-bisabololo svolge azione protettiva nei confronti dell’ulcera gastrica ed è inoltre dotato di proprietà antibatteriche e fungicide. Prima della scoperta del chinino la camomilla veniva usata nelle febbri malariche.

Della pianta si usano le sommità fiorite (capolini). Questa pianta può essere molto utile come coadiuvante in insonnia nervosa, isterismo, ipertensione, lombalgie, mal di testa, cefalee, emicranie, nevralgie facciali, dolori reumatici, aerofagia, coliche epatiche, amenorrea (assenza di ciclo), infiammazioni dell’intestino, esofagite e gastrite.

Farfalla, Insetto, Macro, Animale, Natura, Primavera

Azione Terapeutica in MicroDosi

  • Acidità (ipercloridria o ipersecrezione gastrica anche con reflusso) AZIONE ELETTIVA
  • Esofagite AZIONE ELETTIVA
  • Gastrite AZIONE ELETTIVA
  • Digestiva, spasmolitica, antispastica, carminativa, antisettica, analgesica.
  • , antimicrobica, rinnova la flora batterica.

Farfalla, Blu, Insetto, Morphofalter Blu

  • Cicatrizzante, ulceroprotettiva
  • Diarrea, colite.
  • Decongestionante, lenitiva, antipruriginosa.
  • Analgesica, sedativa, aromatica,
  • Tonico, stimolante digestivo, migliora le secrezioni digestive, antispasmodiche, eupéptica, dispepsia, irritazione gastrointestinale, gonfiore, crampi allo stomaco, disturbi digestivi, coliche, spasmi, dolori addominali.

Camomilla, Fiori, Fiori Bianchi, Fiori Di Campo, Estate

  • Alterazioni della flora intestinale, e dopo terapie antibiotiche.
  • Cefalea, eruzione dentaria dei bambini.
  • Dismenorrea, ansia, insonnia.
  • Dermatiti, prurito.
  • Dismenorrea, nevrosi, antinfiammatoria, .

Uso Topico diluito su base Carrier:

Emorroidi, mastiti, ulcere alle gambe. Si può usare come colluttorio per infiammazioni della bocca e in impacco per occhi arrossati. Utile nella gola infiammata. Inalata in suffumigi, spesso risolve catarri nasali dei bambini.

Sinergismi frequenti:

Fiore Di Campo, Prato Estate, Prato, Prato Di Montagna

Altea, Filipendula, Ballota, Luppolo nella dispepsia nervosa. Valeriana, Passiflora, Luppolo nel nervosismo.

Avvertenze e controindicazioni :

L’uso continuativo e prolungato può provocare insonnia e nausea.

L’uso come antinfiammatorio oftalmico, se prolungato, può determinare irritazione all’occhio.

Esistono bambini ed adulti a cui la camomilla è paradossalmente irritante per il SNC, benché si tratti di casi non frequenti.