La risposta intestinale

Per una corretta simbiosi è necessario che i batteri siano in grado di percepire i cambiamenti ambientali, in modo da potere adattare il loro ambiente.

I B. thetaiotaomicron hanno più geni che codificano per i sistemi di rilevamento dei segnali, che includono δ-fattori e sistemi regolatori a 2 componenti:

Corpo, Addome, Stomaco, Pancia, Fianchi, Forma, Sottile

– δ-fattori sono proteine necessarie alla sintesi dell’RNA

– i sistemi a 2 componenti sono sistemi di trasduzione del segnale: la struttura prototipo comprende una proteina chinasi istidina che è regolata da stimoli ambientali:

Solitario, Uomo, Seduta, Tempo Libero, Riposo, Git

in risposta ad uno stimolo questa proteina autofosforilizza un residuo istidina, formando un gruppo fosforile ad alta energia, che viene trasferito ad un residuo aspartato della proteina regolatrice della risposta.

Questo induce una modificazione conformazionale del dominio, che provoca l’attivazione di un dominio ad esso associato, responsabile della risposta.

Questo processo rappresenta il modo di comunicazione tra i batteri e le cellule intestinali, un sistema di comunicazione a due vie, grazie al quale i Batteroidi modulano le funzioni intestinali. (2,3)

I batteri commensali modulano l’espressione di geni coinvolti in diverse funzioni intestinali:

Autunno, Panorama, Natura, D'Oro, Settembre, Fiume

– L’assorbimento dei nutrienti

– La fortificazione della barriera mucosale

– Il metabolismo xenobiotico

– L’angiogenesi

– La maturazione intestinale post-natale

Dieta, Contacalorie, Perdita Di Peso, Salute, Cibo

L’intimo colloquio del microbiota intestinale con il sistema immunitario dell’ospite apre nuove prospettive. (4)

La grande diversità del genoma dei microbi intestinali fornisce uno straordinario equilibrio, che, quando finemente sintonizzato, mantiene un stabile omeostasi.

Una alterazione della microflora a seguito di un disequilibrio del sistema immunitario porta ad un aumento della traslocazione di antigeni batterici verso tessuti metabolicamente attivi e può condurre ad uno stato infiammatorio cronico con conseguentemente deterioramento delle funzioni metaboliche come:

– Insulina resistenza

– Accumulo epatico di grassi

– Mancata risposta insulinica

– Eccessivo sviluppo del tessuto adiposo

Yogurt, Frutta, More, Ribes, Frutti Di Bosco, Siero

Questo squilibrio può portare alla insorgenza di malattia metaboliche, e quindi il trattamento precoce della disbiosi intestinale è in grado di impedire e/o rallentare l’epidemia di malattie metaboliche.

Spesso la dieta, intesa come semplice restrizione calorica, non è in grado di curare i sintomi e di ristabilire una corretta risposta metabolica.

Mirtilli, Frutti Di Bosco, Frutta, Bacca, Blu, Sano

Questi studi ci fanno immaginare l’intestino ben diverso dalla visione Dantesca del “il lumbrico sacco oe si tramuta in merdaquel che si trangugia”.

Sia i processi digestivi, sia la risposta immunitaria sono modulati dall’interazione battere-cellula intestinale sulla base delle risposte a stimolazioni ambientali.

Fragola Dessert, Fragole, More, Dessert, Yogurt, Crema

Questo spiega la nostra sensazione di difficoltà a digerire in risposta ad agenti stressanti, che è espressa da frasi come “blocco dello stomaco”, “un pugno allo stomaco”, e spiega una maggiore vulnerabilità in seguito a stress. Sappiamo che è più facile ammalarsi quando si è depressi o sotto stress.

Riferimenti

  1. Bengmark S. Acute and chronic phase reaction- a mother of diseases. Clinica! Nutrition (2004) 23, 1256-1266
  2. Hooper LV, Gordon JI. Commensal host-baccerial relationships in che gut. Science. 2001 May 11 ;292(5519):1115-8.
  3. Hooper LV, Vong MH, Thelin A, Hansson L, Falli PG, GordonJI. Molecular analysis of commensal host-microbial relacionships in che intestine. Science.2001 Feb 2;291 (5505):881-4.
  4. Burcelin R, Garidou L, Pomié C. Irnmuno-microbiota cross and talli: the new paradigm of metabolic diseases, Semin Immunol. 2012 Feb;24(1):67-74.
  5. (Prof. Paolo Mainardi)

Libro: Alla Ricerca dell’Una Medicina