L’olio di cocco

L’olio di cocco è utilizzato come alimento e come prodotto di bellezza da millenni. Combatte ogni sorta di microbi nocivi, dai virus ai batteri e ai protozoi, molti dei quali possono essere dannosi, ed è una straordinaria fonte di grassi di alta qualità.

Per il 50 per cento circa, il grasso contenuto nell’olio di cocco è acido laurico, una sostanza che si trova raramente in natura. L’olio di cocco ha la concentrazione di acido laurico più alta di ogni altro cibo.

olio di cocco

Nel corpo questo acido si converte in monolaurina, un monogliceride (un acido grasso attaccato a una molecola di glicerolo, a differenza dei trigliceridi, composti da tre acidi grassi) che può distruggere molti virus rivestiti di lipidi come l’HIV, l’herpes, i virus influenzali, il morbillo, i batteri gramnegativi e protozoi come la giardia lamblia.

Se hai un attacco di fame improvvisa

o hai bisogno di una carica di energia, ti basta mangiare un cucchiaio di olio di cocco. Puoi anche aggiungerlo al tè o al caffè invece del dolcificante. Il cocco aiuta a migliorare l’assimilazione delle vitamine liposolubili, quindi puoi aumentare l’efficacia delle vitamine che assumi prendendole insieme a un cucchiaio di olio di cocco.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è burro-di-cocco-1024x576.jpg

Se vuoi intensificare i benefici della TMM, ti raccomando di aggiungere anche l’olio MCT alla tua alimentazione quotidiana. L’olio MCT (olio a base di trigliceridi a catena media) è il cugino dell’olio di cocco in forma più concentrata.

Per la maggior parte, gli oli MCT in commercio sono ricavati dall’olio di cocco e contengono acido caprilico (C8, un acido grasso che nella sua struttura molecolare contiene otto atomi di carbonio) e acido caprico (C10, un acido grasso che nella sua struttura molecolare contiene dieci atomi di carbonio) in parti uguali.

olio cocco

Quando mangi un cibo grasso, di solito il grasso viene scomposto nell’intestino tenue mediante l’azione dei sali biliari e di un enzima pancreatico chiamato lipasi. Ma i trigliceridi a catena media riescono ad aggirare questo processo, perché attraversano la membrana intestinale e raggiungono direttamente il fegato tramite il sistema portale epatico.

Quando arrivano nel fegato, specialmente se sei nello stato di chetosi nutrizionale o utilizzi i grassi come carburante principale, essi sono rapidamente convertiti in chetoni, che poi vengono rilasciati nel flusso sanguigno e trasportati in ogni area del corpo, compreso il cervello, per essere utilizzati come carburante pulito.

olio di cocco

Per questo motivo l’olio MCT è un ottimo rimedio per incamerare grasso in più perché, essendo inodore e insapore, si può assumere facilmente a cucchiaiate. La sua rapida conversione in energia ti può aiutare ad attenerti alla TMM nei momenti in cui hai fame ma hai scarsa disponibilità di cibi adeguati. L’unico intoppo è che l’efficacia di questo rimedio comporta un prezzo.

A volte il fegato non è in grado di elaborare i grassi rapidamente, quindi può scaricarne una parte nell’intestino, dove finiscono col causare disturbi digestivi o mollezza delle feci. Di conseguenza puoi consumare olio MCT tutti i giorni, ma devi cominciare con piccole dosi e aumentarle gradualmente con l’andare del tempo per migliorare la tua tolleranza.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

(L’olio MCT può aiutare in caso di costipazione, ma non bisogna assumerne quantità eccessive solo per ottenere l’effetto lassativo.) Comincia con un cucchiaino al giorno, preferibilmente durante un pasto e, se non avverti disturbi gastrointestinali o mollezza delle feci, puoi aumentare gradualmente le dosi.

Alcune persone ne prendono uno o due cucchiai a ogni pasto, ma nella maggior parte dei casi è sufficiente prenderne uno o due cucchiai al giorno. Se a un certo punto avverti disturbi digestivi, torna alla dose precedente e mantienila per qualche giorno.

Coco, Acqua Di Cocco, Cocktail, Bere, Rinfrescante

Per prevenire la diarrea e il gonfiore provocati dall’olio MCT è utile assumere fibre. Consuma circa 25 grammi di fibre per ogni cucchiaio di olio MCT magari emulsionato con il tuo estratto

Attenzione: le persone malate di cancro al fegato, che hanno le transaminasi alte, metastasi estese al fegato o altre malattie epatiche non dovrebbero usare l’olio MCT, ma possono usare l’olio di cocco.

Dr. Joseph Mercola “Trasforma il grasso in energia”

La salute dell’apparato gastrointestinale

Nessuno sa che cosa accade realmente quando il cibo entra nello stomaco. L’apparato digerente è un miracolo, un fenomeno che va oltre la nostra comprensione. Sebbene la medicina comprenda alcune delle sue funzioni, rimane un grande mistero.

Tutti sappiamo che quando addentiamo un pezzo di cibo, lo mastichiamo, lo ingoiamo, poi il cibo entra nel tratto gastrointestinale, dove in qualche modo viene scomposto e infine espulso. Sappiamo che è questo il modo in cui incameriamo i nutrienti. E sappiamo che a volte tale processo non funziona bene, quindi subentrano dolori allo stomaco, disagi intestinali o sintomi peggiori.

Addome, Intestino, Grande, Piccoli, Stomaco, Retto, Ano

Che la scienza medica abbia scoperto gli enzimi, il trapianto del Metaboloma intestinale per le patologie infiammatorie, non significa che abbia sviluppato una comprensione globale della digestione. E non significa che conosca la differenza tra Jack lo Squartatore e Babbo Natale quando si tratta di ciò che mangiamo e di come il nostro corpo lo elabora.

La digestione è la parte meno fondata degli studi della fisiologia umana. Mentre continuiamo a fingere che sia un processo ovvio e che la scienza abbia capito tutto ciò che c’era da capire, di fatto rimane l’elemento più enigmatico del nostro organismo.

Frullati, Frutta, Verdure, Fresco, Detox, Salute, Bio

Se nel caso di certe malattie posso dirti che nell’arco di qualche decennio la ricerca probabilmente farà le scoperte necessarie – arrivando a scoprire le informazioni contenute in questo testo –, per la salute dell’apparato gastrointestinale le cose stanno diversamente.

È probabile che le comunità mediche non riusciranno mai a scoprirne i meccanismi segreti, motivo per cui il seguente capitolo è essenziale. L’intestino è uno dei fattori chiave della salute. Prendersi cura dell’apparato digerente è il punto di partenza ideale per cominciare il percorso di una reale guarigione dall’interno.

Anatomia, Batteri, Batterio, Viscere, Diarrea

L’apparato gastrointestinale comprende lo stomaco, l’intestino tenue, l’intestino crasso (che comprende il colon), il fegato e la cistifellea. Il suo funzionamento consente di assimilare le sostanze nutritive del cibo che mangi, espellere correttamente i prodotti di scarto e le tossine e mantenere in forze il sistema immunitario.

Ma la sua importanza non si limita a queste funzioni quotidiane: l’apparato gastrointestinale ha una forza vitale tutta sua. Il cibo non viene digerito soltanto con il processo fisico della scomposizione (che le ricerche scientifiche non hanno ancora compreso pienamente); nella digestione intervengono anche fattori energetici e metafisici di enorme rilievo.

Detox, Disintossicare, Dieta, Vitamine, Sano, Fresco

È per questo che gli esseri più “illuminati” che si sono meglio integrati con la propria Coscienza & Corpo del Pianeta adottano tecniche particolari, come masticare adagio e in maniera meticolosa; portare l’attenzione al presente, sull’atto del mangiare; pregare prima, durante o dopo i pasti; diventare tutt’uno con il cibo. Immagina un fiume che scorre nel tuo colon.

Nel letto del fiume (le pareti del colon) si annidano in profondità diversi ceppi di batteri e microrganismi che servono a mantenere un equilibrio omeostatico, in modo che il fiume non si intossichi (cioè che l’intestino non si riempia di veleni e materiali infetti). Così come il fiume ha un suo spirito, l’intestino ospita gran parte dello spirito umano. Quello spirito è l’essenza del tuo io, la tua volontà e il tuo intuito.

Cielo, Inferno, Cartello Stradale, Direzione, Destra

Hai mai sentito espressioni come “di pancia”? O “istinto di pancia”? O ancora “reazione di pancia”? Esistono anche espressioni come “Che ti dice la tua pancia?”, “Spanciarsi dal ridere”, “Sei senza fegato” o “Hai fegato”, “Sono stomacato”, “Mi sta sullo stomaco”, “Rodersi il fegato”, “Mi si torcono le budella”, “Ammiratore sfegatato” e così via.

Quanti modi di dire sull’apparato digerente? Sono così tanti perché in qualche modo capiamo che questa parte del corpo svolge un ruolo fondamentale nella nostra vita che va ben oltre le mere funzioni fisiologiche.

Cielo, Inferno, Contrario, Nubi, Fuoco

Capiamo che è parte integrante della nostra identità emotiva e intuitiva chiamato Gut – Brain Axis “Asse Intestino – Cervello”. L’apparato gastrointestinale è la sede della tua forza. Ha dei pori emotivi e per questa ragione le emozioni possono effettivamente determinare la quantità di batteri benefici e nocivi che prosperano al suo interno. Se l’intestino non è sano, può limitare gravemente il tuo intuito.

Le persone sono come le mele: possono avere una buccia lucente e perfetta ma essere marce all’interno; è come quando nell’intestino di una persona proliferano molti batteri nocivi e quella persona ha un’indole che contrasta fortemente dentro, con ciò che sono esternamente, anche se a giudicare dall’aspetto non si direbbe.

Pane, Sandwich, Prima Colazione, Frutta, Cetriolo

Al contrario, una mela può presentare delle imperfezioni esterne ma essere compatta e perfettamente sana all’interno; così una persona onesta che è il sale della terra, anche se non ha un aspetto radioso o non si veste alla moda o non sembra molto simpatica, può avere un intestino pieno di batteri benefici.

Nell’intestino possono risiedere da settantacinque a centoventicinque trilioni di batteri. Ciò significa che possono verificarsi infezioni causate da batteri tossici e improduttivi, microbi, muffe, lieviti, funghi, micotossine e virus. Se non vengono opportunamente curati, questi agenti patogeni possono alterare e bloccare i tuoi istinti naturali e creare un terreno fertile per un’illimitata gamma di malattie, a meno che l’intestino ospiti il giusto numero di batteri benefici per contrastare gli effetti degli agenti nocivi.

Frutta, Succo, Frullato, Vitamine, Frutti Di Bosco

Questo capitolo tratta dei problemi che più comunemente colpiscono l’apparato gastrointestinale, tra cui la sindrome dell’intestino permeabile, le difficoltà digestive, il reflusso acido, le infezioni intestinali, la sindrome del colon irritabile, gli spasmi gastrici, la gastrite e dolori generici nell’area dello stomaco.

Fornisce informazioni cruciali che vanno ben oltre le cognizioni delle comunità mediche riguardo a tali disturbi. Inoltre sfata molte convinzioni errate e “rimedi” dettati dalle mode e suggerisce provvedimenti semplici per guarire in modo autentico e recuperare la salute.

Comprendere la sindrome dell’intestino permeabile


Torta, Buffet, Cookie, Crema, Caffè, Kaffeeklatsch

Una malattia che genera molta confusione in ambito medico è la sindrome dell’intestino permeabile, chiamata anche permeabilità intestinale. Le stesse definizioni lasciano perplessi: le diverse comunità mediche le usano per descrivere patologie e teorie differenti. In sostanza, esistono tre prospettive su questa sindrome. Consideriamo la prima, la concezione prevalente nella comunità della medicina convenzionale.

Molti medici e chirurghi convenzionali usano l’espressione “intestino permeabile” per riferirsi a una grave patologia che porta alla perforazione delle pareti del tratto intestinale o dello stomaco causando severe infezioni nel sangue, febbre alta e/o sepsi/setticemia: infezione delle vie urinarie, complicazione potenzialmente letale. In questo senso hanno ragione. La vera sindrome dell’intestino permeabile è una malattia molto grave che crea sofferenza e tormento estremi.

Torta Di Carote, Rüblitorte, Rüblikuchen, Carote

La sindrome può essere provocata da ulcere presenti nelle pareti dello stomaco, o derivare da ceppi del batterio Escherichia coli che si sviluppano nelle tasche delle pareti del tratto intestinale, o ancora da batteri resistenti agli antibiotici, come il Clostridium difficile, causando il megacolon, o da emorragie, ascessi o diverticolosi. La definizione “intestino permeabile” si applica quando uno di questi fattori perfora le pareti del tratto intestinale consentendo agli agenti patogeni di penetrare nel sangue.

Un altro modo in cui si può sviluppare la sindrome dell’intestino permeabile è quando una colonscopia viene condotta nel modo sbagliato e perfora il colon (ho avuto clienti che sono stati ricoverati a lungo in ospedale per una colonscopia sbagliata). A prescindere dalla causa, la vera sindrome dell’intestino permeabile provoca gravi sintomi.

Pancia, Cuore, Amore, Ragazza, Relax, Rilassarsi

La seconda prospettiva è la concezione prevalente nella medicina alternativa, integrativa e naturopatica. Queste comunità mediche usano la definizione “intestino permeabile” per riferirsi a una condizione in cui muffe, fughi come la candida o batteri improduttivi scavano piccole buche nelle pareti del tratto intestinale e consentono a piccole quantità di tossine di insinuarsi direttamente nel sangue dando origine a una moltitudine di sintomi.

Questa teoria ha bisogno di qualche rettifica. Se è vero che un ambiente intestinale intossicato da agenti patogeni, tra cui batteri improduttivi e funghi, può compromettere la salute generale, riferirsi a ciò come a un “intestino permeabile” è fuorviante.

Corpo, Donna, Pancia, Dolore, Filo Spinato, Tatuaggio

Se gli agenti patogeni perforassero davvero le pareti dell’intestino, anche in lieve misura, provocherebbero sintomi gravi come febbre alta, infezioni nel sangue, forti dolori e/o sepsi. La definizione “intestino permeabile” dovrebbe essere utilizzata solo per descrivere vere e proprie perforazioni delle pareti dell’apparato gastrointestinale.

E allora perché decine di migliaia di persone che soffrono di spossatezza, dolori acuti e cronici, costipazione, disturbi digestivi e reflusso acido si sentono dire che hanno la sindrome dell’intestino permeabile, o la permeabilità intestinale, dai praticanti della medicina alternativa?

Donna, Piuttosto, Ragazza, Capelli, Bello, Donne

Perché c’è un problema reale e questa accattivante definizione è la migliore spiegazione che essi possono offrire. Nel mondo della medicina convenzionale, milioni di pazienti ricevono etichette come sindrome del colon irritabile, celiachia, morbo di Crohn, colite, gastroparesi o gastrite per dare un nome a questo tipo di sintomi, ma la patologia che li affligge continua a rimanere un mistero.

Oppure hanno disturbi all’intestino e non ricevono alcuna diagnosi. La verità è che esiste una spiegazione per questi misteriosi problemi che in realtà non sono dovuti alla permeabilità dell’intestino. Io la definisco permeabilità all’ammoniaca, ed è la terza prospettiva della sindrome.

Permeabilità all’ammoniaca


Summerfield, Donna, Ragazza, Tramonto, Crepuscolo

Ti prego di non confondere la permeabilità all’ammoniaca con la “permeabilità intestinale”, che è solo un nuovo nome utilizzato per dare l’illusione di un progresso, ma esprime ancora la vecchia teoria dell’intestino permeabile.

La permeabilità all’ammoniaca è un fenomeno reale. Per capire di cosa si tratta devi prima imparare un paio di cose su come il corpo elabora il cibo. Quando mangi, il cibo scende rapidamente nello stomaco, dove può essere digerito (se mastichi lentamente in modo che la saliva si mescoli al cibo, la prima fase della digestione comincia già nella bocca).

Per i cibi ad alto contenuto proteico – per esempio carne, frutta secca, semi e legumi – la digestione nello stomaco si deve in gran parte all’azione dell’acido cloridrico associata a quella degli enzimi, che scompongono le proteine in forme più semplici in modo che il processo di digestione e assimilazione possa continuare negli intestini. Se nello stomaco sono presenti livelli normali di acido cloridrico, il processo è relativamente agevole.

Stomaco, Salute, Dieta, Dessert, Mangiare, Pancia

Ma se questi livelli si abbassano, lo stomaco non riesce a digerire il cibo nel modo adeguato; di solito accade quando si mangia sotto stress o sotto pressione.

Nel momento in cui le proteine raggiungono l’intestino tenue, esse non vengono scomposte a sufficienza per permettere alle cellule di assimilarne le sostanze nutritive, e il cibo rimane lì a marcire. Si verifica così una putrefazione, perché il processo di decomposizione genera il gas ammoniacale provocando sintomi come gonfiore, disturbi digestivi, disidratazione cronica, ma spesso è asintomatico. È solo l’inizio.

Grano, Punta, Cereali, Campo, Agricoltura

In alcuni, il benefico acido cloridrico diminuisce e al suo posto subentrano acidi nocivi. Una persona può vivere per anni con questo squilibrio senza accorgersene. Alla fine, però, gli acidi nocivi possono risalire nell’esofago. (Se soffri di reflusso, sappi che è causato da questi acidi maligni, non dall’acido cloridrico dello stomaco. C’è molta confusione al riguardo: le comunità mediche non fanno distinzione tra gli acidi dello stomaco e gli acidi intestinali, trattandoli come se fossero la stessa cosa.)

Un problema a questo correlato è che, nello sforzo di proteggerti dagli acidi nocivi, l’intestino produce del muco. Se il muco risale fino alla gola senza un motivo apparente, è probabile che il tuo intestino lotti per difenderti dagli acidi maligni che tentano di mangiarsi le pareti dello stomaco e dell’esofago …

Cascata, Victoria Falls, Spray, Zambesi, River, Africa

un segnale di un problema che deve essere curato. Il muco può anche scendere per il tratto intestinale e limitare l’assorbimento delle sostanze nutritive. Ma torniamo al gas ammoniacale. L’informazione cruciale è la seguente:

quando il cibo si decompone nel tratto intestinale e produce ammoniaca, questo gas tossico ha la capacità di fluttuare come un fantasma uscendo dagli intestini per penetrare nel sangue. È la condizione che definisco permeabilità all’ammoniaca. È il gas ammoniacale a provocare gran parte dei danni associati alla sindrome dell’intestino permeabile. Quei sintomi non sono dovuti a infezioni o perforazioni dell’intestino tenue o del colon. E neanche alla candida che espelle tossine dalle pareti intestinali.

Tagliatelle, Pasta, Raw, Colorato, Cibo, Carboidrati

Milioni di persone hanno problemi digestivi e il colpevole è la permeabilità all’ammoniaca. Come ho detto, i disturbi che molti terapeuti della medicina alternativa attribuiscono alla sindrome dell’intestino permeabile non hanno nulla a che fare con presunte perforazioni o imperfezioni dell’intestino, né con la fuoriuscita di acidi o batteri dalle pareti.

Piuttosto, il gas ammoniacale si trasferisce dall’intestino al flusso sanguigno, che lo trasporta in tutto il corpo. Oltre ai disturbi intestinali descritti, la permeabilità all’ammoniaca può dare malessere, spossatezza, problemi alla pelle, disturbi del sonno, ansia e molto altro.

Tagliatelle, Pasta, Raw, Cibo, Carboidrati, Alimentari

A questo punto potresti chiedere: “Se tutto ciò accade per una carenza di acido cloridrico nello stomaco, cosa ne provoca la carenza?”. La causa numero uno è l’adrenalina. Una cosa che tutti ignorano è che non esiste una sola forma di adrenalina. Le ghiandole surrenali producono cinquantasei miscele diverse per reagire alle diverse emozioni e situazioni.

E quelle associate a emozioni negative, come paura, ansia, rabbia, odio, senso di colpa, vergogna, depressione e stress, possono danneggiare severamente molte aree del corpo, compreso lo stomaco e le sue riserve di acido cloridrico.

Rotolo, Panini A Colazione, Wasserbrötchen, Suscitare

Così, può bastare un turbamento o uno stress cronico ad abbattere lentamente i livelli di acido cloridrico e a compromettere la capacità di digerire nel modo corretto. I differenti livelli di stress e di emozioni che viviamo nella nostra vita quotidiana possono limitare lo sviluppo dei batteri benefici e far proliferare quelli nocivi.

Un altro fattore che spesso crea un dissesto alle riserve di acido cloridrico nello stomaco sono i farmaci. Antibiotici, immunosoppressori, antimicotici, anfetamine e una varietà di farmaci ai quali il nostro corpo non si è adattato possono alterare l’equilibrio chimico nello stomaco.

Piatto, Pasto, Frutti Di Bosco, More, Fragole, Frutti

L’acido cloridrico tende a compromettersi se mangi troppe proteine provenienti da fonti come la carne, la frutta secca, i semi e/o i legumi (se provengono da verdure a foglia verde, germogli o altri ortaggi non danno lo stesso effetto). Un abbondante consumo di cibi con una combinazione di grassi e zuccheri (come formaggi, latte intero, torte, biscotti e gelati) può avere lo stesso effetto nocivo sull’acido cloridrico.

Sia i cibi proteici, sia quelli ad alto contenuto di grassi e zuccheri richiedono un lavoro maggiore per essere digeriti rispetto alla frutta o alla verdura, sottoponendo l’apparato gastrointestinale a uno sforzo enorme.

Compresse, Pillole, Vitamine, Antibiotico, Farmaco

A lungo andare questo sforzo porta a un “logoramento” dell’acido cloridrico e a indebolire gli enzimi. Se consumi regolarmente pasti ad alto apporto proteico (per esempio carni bianche e rosse o pesce) e avverti sintomi dovuti alla carenza di acido cloridrico, come gonfiore, disturbi allo stomaco, costipazione, spossatezza e/o affaticamento, allora limita il consumo di proteine animali a una sola porzione al giorno.

Per tutti questi problemi c’è una buona notizia. Puoi ripristinare i livelli di acido cloridrico e rafforzare gli enzimi nello stomaco con un vegetale miracoloso che viene venduto ovunque.

Ripristinare l’acido cloridrico


Stomaco, Salute, Vuoto, Completo, 3D, 3 D, Organo

Il modo giusto per curare la permeabilità all’ammoniaca (che, come abbiamo visto, viene spesso etichettata come sindrome dell’intestino permeabile o permeabilità intestinale), e il primo passo per curare praticamente tutti i problemi dell’apparato digerente, è ripristinare le riserve di acido cloridrico nello stomaco e rafforzare il sistema digestivo.

Esiste un rimedio straordinariamente semplice ed efficace: bere ogni giorno a stomaco vuoto quattrocentocinquanta grammi di succo di sedano appena centrifugato. Forse non è la risposta che ti aspettavi. Forse non credi che il succo di sedano possa essere così benefico. Ma ti consiglio di prendere molto seriamente ciò che affermo:

Senso, Domanda, Anatomia, Umano, Filosofia, Psicologia

questo è uno dei rimedi più radicali, se non il più radicale, per ripristinare la salute dell’apparato digerente. È potentissimo. E ricorda: è vero che le centrifughe miste a base di diversi frutti e verdure sono fantastiche per la salute, ma se il tuo obiettivo è ripristinare il corretto funzionamento del sistema digestivo hai bisogno del succo di sedano puro.

Non farti ingannare dalla semplicità del rimedio. Immagina che ti assegnino un tema di dieci pagine su un aspetto specifico della vita quotidiana in un determinato periodo storico. Se consegni un tema in cui presenti una panoramica generale dell’epoca, dedicando solo due righe alla vita quotidiana, l’insegnante non sarà colpito dalle informazioni superflue che hai fornito, si chiederà perché non hai approfondito l’argomento che ti era stato assegnato. È così che il tuo stomaco si sente quando cerca di ripristinare le riserve di acido cloridrico.

Detective, Ricerca, Uomo, Ingrandimento, Inchiesta

Un succo con venti ingredienti diversi, di cui solo uno è il sedano, sarebbe una divagazione. A volte la semplicità è la soluzione migliore. Lo stomaco ha bisogno di succo di sedano, puro succo di sedano, che agirà in profondità per riparare i danni in quest’area. Si tratta di un rimedio segreto che può cambiare la vita di chi soffre di disturbi digestivi.

Ecco come fare: lava un mazzo di sedano fresco. Fallo al mattino, a stomaco vuoto (o se lo fai nell’arco della giornata, aspetta almeno due ore dall’ultimo pasto in modo che lo stomaco torni a essere relativamente vuoto). Tutto ciò che è presente nello stomaco rovinerà l’effetto del sedano.

Centrifuga il sedano. Non aggiungere nient’altro, perché qualunque altro ingrediente ne guasterà l’efficacia.


Fitness, Salto, Salute, Donna, Ragazza, Sano, In Forma

Bevi il succo immediatamente, prima che il processo di ossidazione ne riduca gli effetti. Il rimedio funziona perché il sedano contiene una composizione unica di sodio e sali minerali che si legano a molti oligoelementi e a nutrienti bioattivi.

Bere il succo di sedano appena sveglio rafforzerà la digestione dei cibi che mangerai nel corso della giornata. E con l’andare del tempo i sali minerali, gli oligoelementi e le sostanze nutritive riusciranno a ripristinare completamente le riserve di acido cloridrico dello stomaco.

Devi sapere che a molte persone accade di avere una concomitanza di problemi gastrointestinali. Il resto di questo capitolo ti darà le informazioni necessarie per affrontare altri disturbi dell’apparato gastrointestinale.

Rimuovere i metalli tossici dall’apparato gastrointestinale


depurazione

Nell’era contemporanea, è praticamente impossibile non incamerare nell’organismo una certa quantità di metalli tossici, come il mercurio, l’alluminio, il rame, il cadmio, il nichel e il piombo. Questi metalli pesanti spesso si accumulano nel fegato, nella cistifellea e/o negli intestini. Poiché tendono a essere più pesanti dell’acqua presente nell’apparato digerente e nel sangue, affondano e si depositano nel tratto intestinale, come pepite d’oro sul fondale di un fiume.

I metalli pesanti sono velenosi, e se cominciano a ossidarsi la loro fuoriuscita chimica danneggia tutte le cellule vicine. Il problema principale è che i metalli pesanti sono l’alimento primario di batteri nocivi, virus, funghi, parassiti e vermi; ciò significa che tendono ad attrarre e a fornire un fertile terreno di coltura allo streptococco A o B, all’Escherichia coli e ai suoi molti ceppi, al Clostridium difficile, all’Helicobacter pylori e ai virus.

Rottami Di Ferro, Metal, Tubi, Di Ferro, Acciaio

Quando questi agenti patogeni consumano i metalli pesanti, rilasciano un gas neurotossico che si annette al gas ammoniacale e si sposta lungo le pareti intestinali. In altre parole, la permeabilità all’ammoniaca trova un’amica, e quell’amica è la contaminazione da metalli pesanti, che consente al gas tossico di penetrare nelle pareti intestinali.

Attento a non confondere le micotossine (le tossine prodotte dai funghi) con la permeabilità. Le comunità mediche non sanno che gli agenti patogeni creano le neurotossine quando consumano i metalli pesanti, e che le neurotossine sono molto diverse dalle micotossine.

Fumo, Sfondo, Opere D'Arte, Vortice, Astratto, Black

Queste ultime non possono creare i molti sintomi provocati dalle neurotossine, perché tendono a rimanere nel tratto intestinale e vengono eliminate con la defecazione. Tienilo a mente, perché nei prossimi anni ti capiterà di sentire parlare sempre più spesso delle micotossine. Non sono loro la causa delle malattie autoimmuni. Non lasciarti irretire da una tendenza fuorviante: te lo segnalo perché voglio che tu stia meglio e non ti faccia distrarre dalla raffica di slogan là fuori.

Quando gli agenti patogeni che ho menzionato si insediano nell’apparato gastrointestinale, cominciano a infiammarlo, saturando le pareti dell’intestino o il colon. Rilasciano veleni direttamente tramite le neurotossine che producono, e indirettamente per mezzo delle loro spoglie e dei loro scarti tossici.

Koli Batteri, Escherichia Coli, Batteri, Malattia

È così che molte persone sviluppano malattie e disturbi come la sindrome del colon irritabile, il morbo di Crohn (un’infiammazione dell’apparato gastrointestinale) e la colite (un’infiammazione del colon, che di solito è un’infezione cronica causata dall’herpes zoster associato allo streptococco).

Al microscopio, i sottoprodotti della materia virale morta e gli involucri virali abbandonati spesso somigliano a parassiti in attività. Questa somiglianza può falsare le analisi delle feci e dare origine a numerose diagnosi errate; ciò significa che di solito, quando viene diagnosticata la presenza di parassiti intestinali, si tratta di un errore. Di questi tempi c’è una grande confusione intorno alla salute dell’intestino.

Batteri, Malattia, Virus, Infezione, Ill, Cellule, Bio

Se è vero che i metalli tossici possono portare problemi se non vengono gestiti, è anche vero che eliminarli è relativamente facile. Quindi, se hai qualunque tipo di disturbo intestinale o difficoltà digestive croniche, è meglio andare sul sicuro presumendo che il problema sia causato almeno in parte dai metalli pesanti e prendendo provvedimenti per rimuoverli.

Ecco alcuni rimedi molto efficaci per eliminare i metalli tossici dal tratto intestinale: 


Verdure, Giardino, Funghi, Paprika, Alimentari

Coriandolo: mangia mezza tazza al giorno di quest’erba, allo stato puro, mischiata all’insalata o in un centrifugato.
Prezzemolo: mangia un quarto di tazza al giorno di quest’erba, allo stato puro, mischiata all’insalata o in un centrifugato.
Zeolite: compra questa argilla mineralizzata in forma liquida. 
Spirulina (preferibilmente hawaiana): se è in polvere (la forma migliore per rimuovere i metalli dall’intestino), bevine un cucchiaino ogni giorno nell’acqua o in un centrifugato.
Aglio: mangiane due spicchi ogni giorno.
Salvia: mangiane due cucchiai al giorno.
L-glutammina: se è in polvere (la forma migliore per rimuovere i metalli dall’intestino), mischiane un cucchiaino ogni giorno nell’acqua o in un centrifugato.
Foglie di piantaggine: prepara una tisana lasciando le foglie in infusione e bevine una tazza al giorno.
Fiori di trifoglio rosso: prepara una tisana lasciando i fiori in infusione e bevine due tazze al giorno.

La difesa naturale dell’intestino


La ricerca medica non ha ancora scoperto che alla nascita abbiamo una peluria sottile e lanuginosa che costeggia le pareti del tratto intestinale. Questi peli sono microscopici, poco più grandi dei batteri. La lanugine protegge l’intestino dalle invasioni di virus, batteri nocivi, funghi e vermi; inoltre rappresenta un porto sicuro per miliardi di batteri benefici che vi trovano un rifugio.

Fino all’Ottocento, questa peluria durava di solito tutta la vita. Ma dalla rivoluzione industriale in poi, il genere umano è assalito da tossine ambientali, farmaci e altre sostanze chimiche che possono escoriare l’intestino, dai metalli pesanti descritti già descritti, e dallo stress della vita moderna con tutte le scariche di adrenalina corrosiva che provoca.

Verdure, Carota, Cibo, Sano, Dieta, Verde, Nutrizione

Ne consegue che la lanugine intestinale si logori prima ancora dei vent’anni, contribuendo ai molti problemi intestinali di cui soffrono tante persone oggi. Il motivo per cui la scienza medica non ha ancora scoperto l’esistenza di questa peluria è che gli interventi chirurgici all’intestino vengono praticati per lo più su persone che hanno superato i trent’anni. A quell’età, la peluria è scomparsa da tempo. E quando vengono effettuate biopsie ai bambini, la microscopica peluria lanuginosa non viene rilevata dagli strumenti diagnostici.

Se hai ancora dei residui di questa peluria, puoi proteggerla e rafforzarla mangiando alimenti particolarmente salutari per l’intestino: 
per esempio lattuga di buona qualità (romana, a foglia rossa, a cappuccio); erbe antiche come l’origano, il timo e la menta; e frutta, in particolare banane, mele, fichi e datteri.

Smoothie, Succo, Drink, Cibo, Vegetariano, Vegan, Sano

Dovresti anche astenerti dal consumare cibi che possano compromettere la tua salute. Per un elenco dettagliato, leggi “Alimenti da evitare” pubblicheremo a breve tra questi post …

Ripristinare la flora intestinale e ottimizzare la produzione della vitamina b12 <3
I batteri benefici presenti nell’intestino producono gran parte della vitamina B12 del corpo. Ma questa produzione non si verifica in qualunque area dell’intestino. Il principale centro di assorbimento e produzione della vitamina B12 è l’ileo, la sezione finale dell’intestino tenue, che è anche il luogo in cui avviene il processo di metilazione.

Tutte le volte che serve, la vitamina B12 viene assorbita dalle pareti dell’ileo tramite microcapillari capaci di assorbire solo e unicamente questa. La vitamina B12 prodotta nell’ileo è quella che il cervello riconosce meglio.

Verdure, Broccolo, Dieta, Fibra, Cibo, Fresco, Verde

Gli enzimi impediscono che i microcapillari assorbano sostanze tossiche o altre sostanze nutritive e così facendo ne bloccano l’ingresso nel sangue. La scienza non l’ha ancora scoperto. Quasi tutti negli Stati Uniti soffrono di una carenza di vitamina B12 e/o di problemi di metilazione. Questi problemi si manifestano in forme diverse.

Primo: quando la metilazione non avviene nel modo corretto, può impedire l’effettivo bio-assorbimento di micronutrienti e oligoelementi fondamentali per la salute.

Secondo: un problema nella metilazione può interrompere il processo di conversione di vitamine di altre sostanze nutritive ingombranti e inattive e in versioni più piccole e bioattive che possono essere assorbite dal corpo.

Insalata, Cucina, Pensione, Cibo, Sano, Vegetale, Dieta

Terzo: un elevato livello di omocisteina (un amminoacido), dovuto a un’intossicazione al fegato o a un elevato carico patogeno nel corpo, che crea numerosi sottoprodotti tossici, può interferire con la metilazione, impedendo una corretta trasformazione e l’assorbimento dei nutrienti. Tutta la vitamina B12 di cui il corpo ha bisogno viene prodotta quando l’ileo ospita un’abbondante flora batterica di una qualità specifica.

Anche un’adeguata quantità di batteri benefici è necessaria per supportare la metilazione, ma tutti hanno una carenza di questi batteri, ovvero microrganismi probiotici che vivono naturalmente in certi alimenti ed entrano nell’intestino quando ingeriamo quei cibi, collocandosi nell’ileo. Questi microrganismi bioattivi si possono acquistare sotto forma di integratori probiotici ricavati da frutta e verdura fermentata e acidi grassi a corta catena per ben 3 anni.

Succhi Di Verdura, Verdure, Appartato, Bianco, Fresco

Quando soffri di una carenza di acido cloridrico, di un’intossicazione da metalli pesanti e/o di una permeabilità all’ammoniaca, molti batteri benefici dell’apparato gastrointestinale tendono a morire. La loro morte provoca un’infiammazione dell’ileo, che comporta una serie di conseguenze negative, tra cui un grave indebolimento del sistema immunitario. Inoltre fa precipitare o blocca del tutto la produzione della vitamina B12 nell’intestino.

Le analisi del sangue non riescono a rilevare la vitamina B12 perché i laboratori non sono in grado di rilevarne la presenza nell’intestino, negli organi e specialmente nel sistema nervoso centrale. Se è vero che, assumendo un integratore, la vitamina B12 può entrare nel flusso sanguigno, e quindi le analisi ne rileveranno livelli sufficienti, ciò non significa che la vitamina stia entrando anche nel sistema nervoso centrale, che ne ha molto bisogno.

Verdure, Fresco, Veggies, Cibo, Sano, Verde, Naturale

Perciò, a prescindere dagli esiti delle analisi, prendi sempre integratori di vitamina B12 di alta qualità. (Cerca di assumerla in forma di metilcobalamina – idealmente associata all’adenosilcobalamina – anziché in forma di cianocobalamina: in questo modo il fegato non dovrà faticare per convertire la vitamina B12 in una forma utilizzabile.)

Un deficit di vitamina B12 è una carenza molto seria con conseguenze molto gravi sulla salute. Come ho detto, quasi tutti negli Stati Uniti soffrono di questa carenza. Inoltre, dovresti prendere provvedimenti per ripristinare i normali livelli di batteri benefici nell’intestino.

Batteri, Microscopio Elettronico, Colorato, Verde

I probiotici coltivati che si trovano sugli scaffali dei negozi di cibi naturali o i cibi fermentati che si dice contengano batteri benefici non offrono la soluzione: molti di questi microrganismi, se non tutti, moriranno nello stomaco prima ancora di raggiungere l’intestino tenue.

E i probiotici industriali non raggiungono mai l’ultimo segmento dell’intestino tenue, l’ileo, che è l’area in cui sono più necessari. Meglio usare quelli umani del OX-M del dott. Ohhira fermentati sul loro alimento preferito per 3 – 5 anni e infine ripopolare il Microbiota, l’EcN, o Nutrigea per esempio .

Batteri, Agente Patogeno, Infezione, Germi, Microbi

Esistono probiotici che restano vivi nell’intestino e riescono a ripristinare la flora intestinale, anche nell’ileo. Sono poco conosciuti e tendiamo a darli per scontati, ma sono molto efficaci e possono cambiare la salute e la vita in modi inimmaginabili.

Chi gode di buona salute, spesso è perché accidentalmente e occasionalmente assume questi probiotici vivificanti e microrganismi benefici di origine naturale.

Dove si trovano? Sulla superficie di cibi freschi e vivi.

I particolari probiotici che vivono sulla frutta e sulla verdura sono quelli che definisco microrganismi elevati o biotici elevati, perché trattengono l’energia di Vitale del Sole. Non vanno confusi con gli organismi e i probiotici derivati dal suolo, che traggono nutrimento dal terreno. I microrganismi elevati sono più rigeneranti per l’intestino. Sono gli stessi che risiedono nell’ileo e generano la forma di vitamina B12 che il corpo, e in particolare il cervello, riconosce meglio.

Verdure, Avocado, Vegan, Veggies, Fresco, Naturale

Una fonte eccellente di microrganismi elevati sono i germogli. I semi di erba medica, broccoli, trifoglio, fieno greco, lenticchie, senape, girasole, cavolo riccio e i semi di altri ortaggi, quando germogliano, sono micro giardini viventi. Questa forma di vita nascente pullula di batteri benefici che aiuteranno il tuo intestino a prosperare. Come già detto, i batteri benefici sono diversi dagli organismi del suolo e dai “prebiotici”.

I microrganismi elevati si trovano sopra il livello del terreno, sulle foglie e sulla buccia di frutti e verdure. Se hai la possibilità di servirti di una coltivazione biologica, di mercati agricoli locali o del tuo orto, puoi mangiare questi ortaggi per introdurre microrganismi elevati nella tua dieta.

Insalata, Frutta, Frutti Di Bosco, Sano, Vitamine

È fondamentale consumarli freschi, crudi e non detersi con solventi (anche se un delicato risciacquo con l’acqua olio di cocco Vega Clean detergente naturale per frutta e verdura per eliminare pesticidi, muffe, lieviti, batteri, cere, patine).

Sulla superficie di questi cibi esistono milioni di probiotici e microrganismi rivitalizzanti, ma è essenziale usare il buon senso per decidere se è salutare mangiarli senza lavarli: fallo solo quando conosci la fonte da cui provengono e sei sicuro che non contengano tossine o altre sostanze inquinanti che potrebbero farti ammalare.

Verdure, Cestino Di Verdure, Vendemmia, Giardino

Quando raccogli da terra un cavolo riccio, puoi notare che nelle tasche delle sue foglie si trova una pellicola. Non è formata dal suolo, dal terriccio o da organismi terreni. È formata da microrganismi elevati, un probiotico naturale che non è ancora stato sciacquato via (da non confondere con i residui di concime naturale, che è meglio eliminare con un lavaggio delicato).

Quando mangi la foglia del cavolo, la tasca si ripiega su di sé e trattiene i batteri benefici, spesso riuscendo a oltrepassare lo stomaco. Quando entrano nell’intestino, questi milioni di microrganismi hanno effetti poderosi sulla digestione e sul sistema immunitario, dopodiché scendono verso l’ileo e riforniscono le tue riserve di vitamina B12.

Uva, Grappolo, Frutta, Azienda, Vendemmia, Mature

Un pezzo di cavolo crudo e non lavato proveniente da una coltivazione biologica, o una manciata di germogli coltivati sul ripiano della tua cucina, o una mela senza pesticidi appena raccolta dall’albero sono di gran lunga più efficaci di tutti i probiotici disponibili, siano essi derivati dal suolo, prodotti in laboratorio o contenuti nei cibi fermentati.

Se mangi anche uno solo di questi ortaggi rivestiti di microrganismi elevati, anche una sola volta nella tua vita, quella pellicola riesce a proteggerti in qualche misura senza che tu te ne accorga. E quanti più ortaggi freschi e non lavati consumi, purché biologici e non trattati, tanti più benefici otterrai.

Tieni presente che negli ultimi tempi sono molto in voga i prebiotici. In sostanza, si invita a mangiare certi frutti e verdure che nutrono i batteri produttivi nell’intestino. La verità è che tutta la frutta e la verdura commestibile nutre i batteri benefici.

Ribes, Frutti Di Bosco, Grappolo, White, Primo Piano

Un’altra cosa che puoi fare è prendere integratori probiotici di alta qualità originati dal suolo o probiotici comprati nei negozi. Ma è sempre meglio assumere anche batteri benefici da prodotti freschi, perché sono ineguagliabili.

Ingerire microrganismi elevati provenienti dalla foglia o dalla buccia di un ortaggio fresco è come avere un motore a novemila cavalli, mentre i probiotici comprati in negozio hanno la potenza di un asino in miniatura. Rinvigorire la flora batterica con ortaggi biologici crudi e non lavati è il modo più efficace per ripristinare la salute dell’intestino.

Mirtilli, Dessert, Frutta, Blu, Frutti Di Bosco

È anche il modo più efficace per guarire dalle cosiddette mutazioni del gene della MTHFR (metilentetraidrofolatoreduttasi) e da altri problemi relativi alla metilazione. Tieni presente, però, che l’etichetta utilizzata dalle comunità mediche, “mutazione del gene della MTHFR”, è imprecisa.

Le persone che soffrono di questa patologia non hanno un difetto genetico: il loro corpo ha un sovraccarico di tossine che impedisce la conversione delle sostanze nutritive in micronutrienti. Questi potenti microrganismi possono abbassare i livelli di omocisteina e invertire la diagnosi di mutazione del gene della MTHFR.

Mirtilli, Estate, Frutta, Fresco, Sano, Sweet, Organici

Una volta ripristinati i livelli di acido cloridrico nello stomaco, rimossi i metalli pesanti dall’intestino, eliminati i cibi irritanti dall’alimentazione e rafforzata la capacità dell’intestino di produrre la vitamina B12 rifornendolo di batteri benefici, molto probabilmente tutti i problemi del tuo apparato intestinale guariranno.

Ragionare sulle mode, le tendenze e i miti dell’apparato gastrointestinale <3
Dentro e fuori gli ambienti della medicina ufficiale, esistono numerose talvolta sconsiderate. Spesso, quando non stiamo bene, siamo così disperati che vogliamo provarle tutte, perciò è facile lasciarsi convincere dalle varie terapie consigliate dalle tendenze più in voga. Ti prego però di agire con cautela. Nelle pagine seguenti descriverò le tendenze più diffuse e perché dovresti starne lontano.

Gli integratori di acido cloridrico


Still Life, Fine Art, Pittura, Frutta, Frutti, Fruttato

Esistono integratori che promettono di fornire allo stomaco l’acido cloridrico che gli serve in forma di pillole. Anche se nasce da buone intenzioni, questo rimedio comporta due problemi. Il primo è che gli integratori non aiutano lo stomaco a produrre da sé l’acido cloridrico. Il secondo e più importante problema è che i fabbricanti di questi integratori non sono consapevoli che l’acido cloridrico dello stomaco non è composto da un’unica sostanza chimica.

La scienza non l’ha ancora scoperto, ma lo stomaco ospita una complessa miscela di sette acidi diversi (questa verità comincerà ad affiorare tra un decennio circa). Gli integratori offrono soltanto uno dei sette acidi che compongono l’acido cloridrico dello stomaco, quindi rappresentano una soluzione a dir poco incompleta. Quel che è peggio è che, creando uno squilibrio chimico dovuto alla prevalenza di un solo acido della miscela, possono impedire allo stomaco di ricostituire i suoi fluidi digestivi.

Marmellata, Vasetti, Frutta, Naturale, Cibo, Organici

Fino a quando questo fenomeno non sarà studiato e compreso a fondo, gli integratori di acido cloridrico non saranno un’opzione valida. È difficile che questi integratori possano causare gravi danni, tuttavia è molto meglio bere un bicchiere di succo di sedano al giorno. Solo il sedano riesce a ripristinare le riserve di acido cloridrico nello stomaco e a riportare l’intestino a uno stato di salute ottimale.

Il bicarbonato di sodio e la candida


Molte persone caldeggiano il bicarbonato di sodio come trattamento, ritenendo che i problemi intestinali siano causati dalla candida, per via della radicata tendenza a diagnosticare la candidosi. Immaginano che il bicarbonato di sodio, che è altamente alcalino, in qualche modo fermerà la candida, che a loro avviso prolifera in un ambiente acido. Quasi tutti i passaggi di questo ragionamento sono sbagliati.

Fragole, Frutta, Delizioso, Alimentari, Mangiare

L’unica eccezione è che in effetti molti microbi proliferano in ambienti acidi, tuttavia è molto raro che la candida provochi problemi intestinali. Quando l’intestino è disfunzionale perché è intossicato dai metalli pesanti, possono svilupparsi infezioni da diversi agenti patogeni, compresa la candida. La candidosi è solo un effetto collaterale, e di solito non è grave.

Infatti, le conseguenze peggiori che possono derivare da alti livelli di candida sono irritazioni in alcune aree delle pareti che rivestono l’intestino e/o il colon, dove si formano dei calli che impediscono l’assorbimento di cibi. Quasi sempre, è questo il danno peggiore che la candida può creare. In ogni caso, il bicarbonato di sodio è inefficace contro la candida.

Lanterna Cinese, Impianto, Lolla, Frutta, Bacca

In generale, non aiuta affatto la salute dell’intestino, anzi, è abrasivo e tende solo a creare uno squilibrio. Se assumi il bicarbonato di sodio in grandi quantità, può verificarsi una combinazione dei seguenti disturbi: Spasmi gastrici, ovvero crampi e contrazioni del tratto intestinale e del colon.

Una crisi omeostatica del corpo, che deve sovraffaticarsi per ripristinare l’equilibrio dopo aver incamerato all’improvviso dosi massicce di una sostanza alcalina. Una crisi di intossicazione nell’organismo, perché il bicarbonato di sodio, pur essendo perfettamente sicuro in piccole dosi, dopo una certa quantità diventa irritante per lo stomaco e il tratto intestinale; in alcuni casi può provocare diarrea, vomito, vistosi gonfiori e/o altri disagi.

Fichi, Vigliacco Rosso, Frutta, Dolce, Frutti Di Fico

Un aggravamento delle infezioni batteriche e micotiche, perché impoverisce la flora benefica e dunque indebolisce il sistema immunitario.
Un aggravamento dei disturbi digestivi, perché danneggia l’acido cloridrico, contribuendo così alla sindrome dell’intestino permeabile; interferisce anche con l’assorbimento del cibo nell’intestino.

Le conseguenze negative che derivano dall’uso “terapeutico” del bicarbonato di sodio sono molteplici. Ho visto molte persone che hanno avuto dei problemi dopo averlo usato.

Il lavaggio della cistifellea


Uva, Sun, Raggio Di Sole, Frutta, Vines, Rebstock, Vino

Un’altra tendenza è quella di ripulire la cistifellea da calcoli e tossine bevendo vari intrugli, come un bicchiere di olio d’oliva puro o mischiato con erbe e/o succo di limone, peperoncino o sciroppo d’acero. Alcuni ritengono che questi intrugli a base d’olio funzionino perché, dopo, nell’arco di una giornata vedono apparire formazioni simili a calcoli nelle feci, non realizzando che ciò che vedono è l’olio che hanno bevuto.

Quando il corpo incamera una grande quantità di olio, il sistema digestivo usa il muco per formare delle piccole palle (a volte di diversi colori, a seconda dei cibi che si trovano nelle varie parti del tratto intestinale) che si possono espellere facilmente. Questo procedimento serve a proteggere il fegato, che è sovraffaticato.

Fritto, Spinaci, Formaggio Del Fegato, Patate Fritte

Mi è capitato di parlare con persone che fanno la pulizia della cistifellea da anni, più volte l’anno, e ancora riferiscono di trovare centinaia di grossi calcoli. Se la pulizia funzionasse davvero, vorrebbe dire che esistono migliaia di calcoli nella cistifellea, un organo molto piccolo che potrebbe stare nel palmo di una mano.

Non è umanamente possibile che qualcuno produca o ospiti così tanti calcoli nella cistifellea. Se facessi defluire un calcolo, probabilmente rimarrebbe bloccato nel dotto colecistico e finiresti in ospedale per un intervento d’urgenza.

Formaggio Del Fegato, Bavarese, Vespro, Spuntino

I calcoli sono formati da proteine, bile e colesterolo. Non devi ingoiare mezzo litro di olio d’oliva – rischiando di causare una crisi – per eliminarli. Il modo migliore per liberarsene è ridurre il consumo di proteine dense e seguire un’alimentazione in cui prevalgano frutti e verdure ricchi di sodio, che contengono bioacidi salutari.

Consumando più spinaci, cavolo riccio, ravanelli, senape indiana, sedano, limoni, arance, pompelmi e limette – e bevendo un bicchiere di acqua e limone ogni mattina e ogni sera – puoi avviare il processo di dissoluzione dei calcoli.

Potenza, Alimenti Ricchi Di Rame, Ostriche, Manzo

Un modo sicuro e straordinariamente efficace per dissolvere i calcoli e ripristinare il funzionamento del fegato è bere un centrifugato di asparagi freschi, crudi, accompagnato da un qualunque ingrediente a tua scelta. Il modo migliore per prevenire la formazione di nuovi calcoli è seguire i consigli presentati in questo capitolo per ricreare e mantenere la salute dell’intestino.

(anthony william)

Coprostasi fecale con sindrome da eccedenza, che significa?

Asse intestino – Cervello

 
Significa che grandi quantità di feci compatte e vecchie sono letteralmente incollate alle pareti dell’intestino dove rimangono per mesi fornendo un terreno molto prolifico per ogni genere di batterio, fungo, virus o parassita intestinale che producono un flusso costante di sostanze tossiche che entrano poi nel circolo sanguigno del bambino.
 
Addome, Intestino, Grande, Piccoli, Stomaco, Retto, Ano
 
Gli escrementi devono passare in un canale ristretto dal a massa fecale indurita e l’unica cosa che viene evacuata è un’eccedenza che non svuota l’intestino.

Da qui il nome “sindrome da eccedenza”.

Anatomia, Batteri, Batterio, Viscere, Diarrea
 
Fino a pochi anni fa, eccetto qualche riferimento nel a letteratura medica, non esisteva praticamente alcuna ricerca su questa sindrome. Poi nel 1998, il dottor Andrew Wakefield, gastroenterologo al Royal Free Hospital di Londra, pubblicò una ricerca che evidenziava una connessione tra infiammazioni intestinali e autismo a seguito di endoscopie e biopsie eseguite su un gruppo di bambini autistici ricoverati per patologie gastro-intestinali.
 
L’endoscopia è una tecnica con la quale si inserisce un tubo nel tratto digestivo del paziente per osservarne le condizioni. Durante questa procedura viene anche prelevata una piccola parte di tessuto per essere analizzata al microscopio.
 
Batteri, Virus, Specie Batteriche, Imitazione, Aureus
 
In questo caso si parla di biopsia. Come risultato di questa ricerca il dottor Wakefield e suoi collaboratori, hanno identificato una condizione intestinale denominata “Iperplasia Linfoide-Nodulare dell’Ileo e Colite Non Specifica”. Vediamo che cosa significa.

Prima capiamo i termini “Iperplasia Linfoide-Nodulare dell’Ileo”.

L’ileo è il nome che si da per identificare i tre quinti dell’intestino tenue. Nell’adulto l’ileo misura circa 3, 5 metri e la sua funzione è di assorbire i nutrimenti del cibo.
 
Batteri, Malattia, Virus, Infezione, Ill, Cellule, Bio
 
Ma non molto assorbimento viene fatto dall’ileo, le pareti di questo tratto dell’intestino tenue sono piene di linfonodi chiamati “Placche di Peyer” che hanno una forma circolare o a fagiolo e dimensioni che vanno da 1 a 25 millimetri. Questi linfonodi sono molto importanti per il nostro sistema immunitario.

Conosciamo due funzioni basilari: la prima è quella di filtrare i liquidi che vengono dall’ileo per eliminare i batteri, virus, funghi, cellule morte e tossine. Questi linfonodi ci danno indizi importanti per capire quali malattie sono in agguato nel ’intestino, perché imprigionano ciò che non riescono a distruggere.
 
Mostro, Blu, Internet, Attacco, Firewall
 
Quindi quando un gastroenterologo esegue una endoscopia prende sempre un campione di questi tessuti; esattamente quello che fece il dottor Wakefield.
 
La seconda funzione di questi linfonodi è la produzione di linfociti, un vasto gruppo di cellule del sistema immunitario la cui principale funzione è quel a di combattere le infezioni. Quando i linfonodi si trovano di fronte ad un’infezione, cominciano a produrre linfociti in grande quantità, spesso aumentando in dimensione.

L’ingrossamento dei linfonodi è chiamato Iperplasia Linfoide Nodulare.

Virus, Infezione, Cella, Batterio, Batteri, Dna
 
Siccome molti bambini hanno manifestato sintomi tipici dell’autismo dopo la vaccinazione MMR [Measles, Mumps, Rubella = Morbillo, Parotite o Orecchioni, Rosolia], il dottor Wakefield si mise ad investigare quale particolare infezione avesse provocato il gonfiore dei linfonodi.
 
Sospettando che la causa fosse il virus del morbillo, coinvolse nelle sue ricerche il dottor John O’Leary, un noto virologo dell’università di Dublino il quale trovò gli stessi virus del morbillo usati per il vaccino nei linfonodi dell’ileo dei bambini autistici esaminati.
 
Detox, Disintossicare, Dieta, Vitamine, Sano, Fresco
 
Queste scoperte, che collegavano i vaccini per il morbillo con una patologia intestinale, causarono violente polemiche con il governo e la medicina ufficiale che tentarono di distrarre l’attenzione dal problema principale.

Il problema principale era che i bambini autistici hanno linfonodi ingrossati nelle pareti dell’intestino tenue perché stanno combattendo un’infezione. Guardiamo adesso i termini “Colite Non Specifica”. La parola colite significa infiammazione cronica del colon.
 
Smoothie, Succo, Drink, Cibo, Vegetariano, Vegan, Sano
 
Nel fare le endoscopie il dottor Wakefield scoprì stadi diversi di infiammazione del colon nei bambini autistici: erosione del e membrane mucose, ascessi pieni di pus, ulcere e grandi quantità di materia fecale compatta, ecco a voi da dove partono le patologie croniche infiammatorie degenerative.
 
In alcuni casi l’intestino era così infiammato e i linfonodi così ingrossati da intasare il flusso intestinale. Per certi versi l’infiammazione somigliava ad una colite ulcerosa, per altri al a malattia di Crohn, ecco perché fu chiamata “Colite Non Specifica” perché non poteva essere catalogata in nessuna diagnosi esistente. Il dottor Wakefield la rinominò “Enterocolite Autistica”.
 
Succo Di Carota, Succo, Carote, Succo Di Verdura
 
Il termine deve ancora essere accettato dalla comunità medica ufficiale, ma per noi che lavoriamo con bambini autistici è una definizione molto calzante. Le scoperte del dottor Wakefiled, che ha esaminato centinaia di bambini autistici, sono supportate da altri ricercatori indipendenti in giro per il mondo (Buie, Uhlmann, Furlano, Morris).
 
Pubblicazione di ricerche a parte, c’è un gran numero di medici le cui osservazioni cliniche confermano che tutti i bambini autistici soffrono di disturbi intestinali cronici. Al a loro voce aggiungo la mia, nei molti anni di pratica non ho mai trovato un bambino autistico che non abbia problemi intestinali e digestivi.
 
Le Erbe, Frullati, Succo, Verdure, Frutta, Fresco

La domanda seguente è: perché i bambini e gli adulti GAPS hanno il sistema digestivo in queste condizioni?

 
Che cosa c’entra con la loro psiche?
Per capire meglio dobbiamo parlare di alcuni aspetti fondamentali del ’intestino umano.

Risultati immagini per flora batterica opportunista
 
1. Flora essenziale o benefica. Questo è il gruppo più importante e più numeroso, i membri più importanti che lo compongono sono i Bifidus, i Lactobatteri, i Propionibatteri [si trova nei prodotti caseari], ceppi fisiologici di Escherichia Coli, Pepto-streptococchi ed Enterococchi. Vedremo in dettaglio il loro ruolo.
 
Frutta, Succhi Di Frutta, Verdure, Vitamina C
 
2. Flora opportunistica. È un vasto gruppo di microbi il cui numero varia da individuo a individuo. Ci sono Batteroidi, Peptococchi, Stafilococchi, Streptococchi, Bacil i, Clostridi, Lieviti, Enterobatteri (Proteus, Clebsiel i, Citrobacterio, ecc.), Fuzobacterio, Eubacterio, Catenobacterio e molti altri. Ci sono circa 500 specie di microbi conosciuti nell’intestino. In un soggetto sano il loro numero è di norma limitato e strettamente controllato dal a flora benefica. Ognuno di questi batteri sarebbe in grado di provocare problemi di salute vari se non fossero tenuti sotto controllo.
 
Vetro, Drink, Freddo, Succo, Ristoro, Liquido, Cocktail
 
3. Flora transitoria. Sono microbi tra i più diversi che giornalmente ingeriamo insieme al cibo o bevande. Generalmente sono bacilli non fermentanti e gram-negativi provenienti dall’ambiente. Quando l’intestino è ben protetto dai batteri benefici, questo gruppo di microbi scorre nel nostro tratto digestivo senza provocare alcun danno, ma se la flora benefica non svolge bene il proprio lavoro, allora potrebbero causare un certo spettro di malattie. E allora cosa fanno tutti questi microbi e perché sono necessari?
 
SALUTE E INTEGRITÀ DELL’INTESTINO

Risultati immagini per microbiota intestinale
Il tratto digestivo umano è un lungo tubo aperto, al suo inizio e al a sua fine, verso il mondo esterno. Qualunque cosa potenzialmente dannosa che sta là fuori trova un ingresso ideale nel nostro corpo attraverso il tratto digestivo. Mangiamo e beviamo enormi quantità di micro-organismi, agenti chimici e tossine ogni giorno.

Come facciamo dunque a sopravvivere?

La risposta è semplice: l’intera lunghezza del nostro intestino è rivestita da uno strato di batteri che forniscono una barriera naturale contro invasori di varia natura, cibo non digerito, tossine e parassiti.
 
Verdure, Cesto, Uovo, Pane, Cuoco, Ingredienti
 

Come fanno i nostri batteri benefici a proteggerci?

 
Oltre a fornire una barriera fisica, sconfiggono micro-organismi patogeni producendo sostanze simili agli antibiotici, fungicidi e sostanze antivirali compresi l’interferone, lisozimi [è un enzima presente in tessuti animali dotato di attività battericida, si lega alla superficie batterica, ne riduce la carica elettrica negativa superficiale, rendendone più facile la distruzione] e surfattanti [tensioattivi] che dissolvono la membrana dei virus e dei batteri stimolando il sistema immunitario a rispondere in modo appropriato agli invasori.
 
Verdure, Una Sana Alimentazione, Cucina, Cibo, Mangiare
 
Inoltre, producendo acidi organici, la flora essenziale riduce il pH dell’intestino rendendolo un terreno acido ed ostile al a crescita e proliferazione di microbi patogeni che richiedono invece un ambiente più alcalino. I microbi patogeni producono parecchie e potenti tossine, per non parlare del e sostanze tossiche che ingeriamo con il cibo.
 
La nostra flora intestinale ha la capacità di neutralizzare nitrati, indoli, scatoli [due sostanze presenti nelle feci, prodotti dalla decomposizione batterica del triptofano, contribuiscono a creare l’odore delle feci], xenobiotici, fenoli e altre sostanze. Disattivano le antistamine e chelano i metalli pesanti.

Immagine correlata
 
Le cellule di questi batteri assorbono molte sostanze cancerogene rendendole inattive e sopprimono il processo iperplastico che è al a base del e formazioni cancerose. Se la flora batterica benefica è danneggiata o insufficiente i batteri patogeni attaccano le pareti dell’intestino provocando molte e gravi malattie.
 
A peggiorare la situazione, una flora batterica che non assolve le proprie funzioni non solo rende le pareti intestinali vulnerabili, ma anche malnutrite. È la flora infatti a fornire cibo ed energia al e cellule che rivestono le pareti del ’intestino.
 
Bella Donna, Giovane, Femminile, Stile Di Vita, Sano
Natasha Campbel McBride
Sindrome dell’intestino e della psiche
Trattamenti naturali per autismo, ADHD/ADD, dislessia, disprassia e depressione, disbiosi, e patologie del microbioma intestinale
ECN

Unghia di gatto 

Se è evidente che l’infiammazione è uno dei fattori alla base delle malattie croniche

è vero anche che la ricerca medica non ha ancora scoperto che cosa la determina. La colpa è spesso da attribuire all’esplosione virale che dilaga ai giorni nostri; diversi ceppi e varietà di Epstein-Barr, herpes zoster, HHV-6 e altri virus erpetici, insieme a batteri e parassiti, sono all’origine della sofferenza di molte persone.

Ragazza, Persona, Bambino, Abito Estivo, Estate

Per liberarci delle infiammazioni e degli altri sintomi debilitanti delle malattie croniche, dobbiamo liberarci degli agenti patogeni. E qui entra in scena l’unghia di gatto, o Uncaria tomentosa, una delle risorse più potenti per fermare l’epidemia di malattie croniche e misteriose del XXI secolo.

L’unghia di gatto aiuta ad alleviare quasi ogni sintomo, da quello neurologico a quello digestivo.

Pancia, Cuore, Amore, Ragazza, Relax, Rilassarsi

Quest’erba è stata sotto i riflettori per le sue proprietà terapeutiche, ma la scienza non ha ancora scoperto che essa contiene composti farmacologici bioattivi in grado di sostituire i prodotti di sintesi. Troppo spesso vengono prescritti antibiotici per curare malattie come, per esempio, quella di Lyme, eppure il mondo sarebbe ben diverso se al posto degli antibiotici si usasse l’unghia di gatto:

l’incidenza delle malattie si ridurrebbe e la guarigione sarebbe più rapida, a prescindere dalla patologia in questione.

Pancia, Dolore Addominale, Dolore, Intestino

Ovviamente gli antibiotici prodotti in laboratorio hanno la loro utilità, ma l’unghia di gatto è straordinaria, perché i batteri e gli agenti patogeni non riescono a sviluppare una resistenza come a volte succede con i farmaci.

L’unghia di gatto li elimina senza provocare la reazione di Herxheimer – il rilascio di tossine alla morte degli agenti patogeni – che invece si verifica con gli antibiotici, perché i composti farmacologici bioattivi dell’unghia di gatto regolano la distruzione dei microrganismi in una maniera tollerabile da qualunque organismo.


Immagine correlata
È poi formidabile per combattere i virus:

la ricerca medica un giorno scoprirà un gruppo di antivirali adattogeni e si renderà conto che l’unghia di gatto è uno dei più potenti. Quest’erba è uno strumento eccezionale per contrastare PANDAS (disturbi neuropsichiatrici infantili di origine autoimmune associati alle infezioni da streptococco), SLA, infezioni da streptococco alla gola, sclerosi multipla, dolori di natura misteriosa e molto altro.

Batteri, Medico, Biologia, Salute, Anatomia, Scienza

L’unghia di gatto può anche liberare il corpo dal famigerato streptococco, spesso erroneamente scambiato per un lievito o per la candida. Milioni di donne assumono antibiotici o antimicotici che non fanno altro che aggravare il problema, perché gli streptococchi che causano infezioni alle vie urinarie spesso sono resistenti agli antibiotici.

L’unghia di gatto riduce lo streptococco senza creare problemi, il che la rende il
rimedio migliore per combattere le infezioni alle vie urinarie e una risorsa fondamentale del nostro tempo.

Fai attenzione, però: se sei incinta o stai cercando di concepire dovresti evitarla.

MALATTIE

Koli Batteri, Escherichia Coli, Batteri, Malattia

Se hai una delle seguenti malattie, prova a introdurre l’unghia di gatto nella tua vita.
Qualunque tipo di cancro, malattia di Lyme, tutti i cofattori della malattia di Lyme (compresi Borrelia, Bartonella, Babesia e micoplasma), sindrome da proliferazione batterica nell’intestino tenue, SLA, laringite, PANDAS, infezione da streptococco alla gola, sclerosi multipla, discinesia, artrite reumatoide, infezioni alle vie urinarie, infezioni ai reni, linfomi (anche non Hodgkin),

Chlamydophila pneumoniae, infezioni da lieviti, emicrania, sindrome del colon irritabile, ulcera, virus di Epstein-Barr/mononucleosi, herpes zoster, HHV-6, HHV-7, HHV-8, HHV-9, i non ancora scoperti HHV- 10, HHV-11 e HHV-12, noduli, herpes simplex 1 (HSV-1), herpes simplex 2 (HSV-2), acne, malattia infiammatoria pelvica, vitiligine, disturbi del sonno, attacco ischemico transitorio, fascite plantare, artrite psoriasica, neuroma di Morton.

SINTOMI

Batteri, Salmonella, Agenti Patogeni, Malattia

Se hai uno dei seguenti sintomi, prova a introdurre l’unghia di gatto nella tua vita.
Infiammazioni, dolori diffusi, fischio o ronzio all’orecchio (acufene), sovrapproduzione di candida, disfunzioni dell’articolazione temporomandibolare, gastrite, formicolio e intorpidimento, palpitazioni di origine neurologica, mal di testa, confusione mentale, infezioni da parassiti e batteri, contrazioni involontarie, paralisi di Bell, spalla congelata, spasmi, tic, debolezza agli arti, sensazioni di bruciore nel corpo o sulla pelle, disturbi digestivi, formicolio e pizzicore, tremori, difficoltà a deglutire, biascicamento, nervosismo, convulsioni, eruzioni cutanee, sindrome delle gambe senza riposo, capogiri, problemi di equilibrio, dolori vaganti, crampi muscolari, rigidità e/o debolezza muscolare, dolore al collo, alle articolazioni e/o alla mascella.

SUPPORTO EMOTIVO

Risultati immagini per uncaria tomentosa immagini

Se hai la tendenza a giudicare in fretta o a puntare il dito contro gli altri, il primo passo è renderti conto di questo atteggiamento. Il secondo è prendere l’unghia di gatto. Quest’erba è molto utile per ridurre il senso di urgenza, così, invece di reagire in modo automatico a una situazione, puoi darti il tempo per pensare, elaborare e affrontare ciò che è accaduto con un equilibrio mentale più saldo.

INSEGNAMENTO SPIRITUALE

Agar, Terreno Fertile, Rosso, Cellule Del Sangue

Tutti sono alla ricerca del Santo Graal della salute. In ogni nuova tendenza speriamo di trovare la risposta giusta, la protezione che stavamo aspettando, la scoperta che cambierà la nostra vita. Nel frattempo una medicina naturale miracolosa, l’unghia di gatto, resta pressoché ignorata. Se le dessimo l’occasione di provarla, l’unghia di gatto dimostrerebbe di essere un rimedio portentoso.

Nella vita ci capita di trascurare benedizioni che sono fonte di salvezza: l’unghia di gatto c’insegna a rivalutarle. Ti è mai capitato di sottovalutare una persona, una risorsa, un oggetto, un’opportunità, per poi accorgerti che ti sei lasciato sfuggire il dono più prezioso della vita?

Immagine correlata

C’è qualcosa intorno a te, in questo preciso momento, che potrebbe aiutarti se solo glielo permettessi? L’unghia di gatto c’insegna che a volte ciò che cerchiamo è sotto i nostri occhi, dobbiamo solo prestare attenzione e riconoscere i miracoli che accadono ogni giorno intorno a noi.

SUGGERIMENTI

Quando scegli la tintura madre di unghia di gatto, assicurati se in alcool, che sia Spagyrico Alchemico, in quanto altre soluzioni alcoliche ne annulla gli effetti benefici.

Batteri, Black, Salute, Microbiologia, Infezione, Cella

Quando parti, porta con te una boccetta di tintura madre di unghia di gatto insieme al kit del pronto soccorso e ricordati di assumerne qualche goccia durante il viaggio.
È uno strumento formidabile per garantire le difese immunitarie e tenere lontane malaria e infezioni batteriche.

Qualunque sia il problema di salute per cui la prendi, bevi la tisana o assumi la tintura madre di unghia di gatto la sera: in questa fase della giornata le sue proprietà terapeutiche sono più efficaci.

TISANA DI UNGHIA DI GATTO
Per quattro tazze

Tè, Corea, Tisana, Sala Da Tè, Tè Caffè, La Casa Del Tè

Non c’è nulla come una tisana di unghia di gatto per attivare le potenzialità di guarigione del corpo. La tisana è particolarmente efficace dopo lo yoga o il pilates.
4 cucchiaini di unghia di gatto
½ limone affettato
Miele grezzo (facoltativo)
Fai bollire quattro tazze d’acqua. Metti un cucchiaino di unghia di gatto per ogni tazza4 e lascia in infusione per almeno cinque minuti. Servila con fette di limone e, se lo desideri, miele grezzo.

by (Anthony William cibi che ti cambiano la vita) modificato

Asse intestino cervello nell’oncologia

Il ruolo dell’asse intestino cervello nell’oncologia.

Anche nell’oncologia l’efficacia terapeutica è simile a quella delle patologie autoimmuni e neurologiche.

I grandi progressi in questo settore sono principalmente chirurgici e preventivi, mentre per quanto riguarda le terapie occorre distinguere, anche in questo caso, tra i risultati degli studi clinici controllati sponsorizzati, e quelli ottenuti da valutazioni retrospettive.

Dna, Stringa, Biologia, 3D, Biotecnologie, Chimica

I processi tumorali sono caratterizzati da una degenerazione cellulare, ovvero un aumento della velocità di duplicazione della cellula che è stata danneggiata.

L’obbiettivo della medicina convenzionale è quello di studiare questi processi, individuare fasi importanti su cui intervenire per arrestarli.

Risultati immagini per oncologia

La degenerazione cellulare è considerata, quindi, la causa dei tumori, ed è riferita come dovuta a cellule impazzite, in analogia del sistema immunitario impazzito che attacca se stesso nelle patologie autoimmuni.

Mi ricordo una striscia di Charlie Brown che, alzandosi dal letto prima di una partita di baseball, stava attento a scendere prima con il piede destro, in quanto ogni giocatore ha le sue superstizioni.

Batteri, Malattia, Virus, Infezione, Ill, Cellule, Bio

Poi, ricordandosi di non avere mai vinto una partita, si chiede se non fosse stato meglio scendere con il piede sinistro.

La medicina, invece, persevera.

Iniziamo dall’inizio: la vita sulla Terra si è, molto probabilmente, formata grazie all’enorme energia messa a disposizione da reattori nucleari ancora vicini alla sua superficie.

Batteri, Virus, Specie Batteriche, Imitazione, Aureus

Quello che crea distrugge, così per sopravvivere le prime forme di vita hanno dovuto imparare a riparare il proprio DNA dai danni provocati dall’elevata radiazione.

Sicuramente il numero di specie che si sono estinte è enormemente superiore a quelle sopravvissute. Nel periodo Cambriano la formazione di una atmosfera ricca di ossigeno ha peggiorato la tossicità dell’ambiente aumentando la formazione di radicali liberi, anch’essi responsabili di danneggiare il DNA.

Chirurgia, Ospedale, Medico, Cura, Clinica, Malattia

Pertanto, per sopravvivere, si sono dovuti sviluppare e potenziare i meccanismi in grado di riparare tali danni.

Questo concetto è molto importante in quanto esprime come la sopravvivenza sia legata alla capacità di combattere e di riparare i danni, non alla capacità di evitare gli agenti patogeni.

Medico, Dentista, Dentale, Clinica, Chirurgo, Chirurgia

Per sopravvivere alla tossicità dell’ambiente, tutte le specie sopravvissute hanno dovuto imparare a riparare velocemente il loro DNA, infatti identici meccanismi sono comuni in specie molto diverse:

dall’uomo agli insetti, anche se gli organismi con genoma complesso presentano una maggiore capacità difensiva.

Risultati immagini per oncologia

L’uomo è sopravvissuto fino ad oggi grazie alla sua capacità di riparare i danni arrecati sia dall’attività metabolica, ma soprattutto dai fattori ambientali come radiazioni elettromagnetiche e ossigeno.

Oggi ci sono persone che combattano contro i mulini a vento additando come causa di tumori l’esposizione ai campi elettromagnetici prodotti dall’uomo, come dagli elettrodomestici, telefonini inclusi, o addirittura dalla semplice corrente elettrica alternata.

Medico, Chirurgo, Operazione, Strumenti, Medica, Salute

Queste sono briciole rispetto all’energia elettromagnetica, quindi di natura oscillatoria, che proviene dall’Universo.

Nella loro profonda ignoranza arrivano a sostenere che i campi magnetici associati alla corrente elettrica alternata sono pericolosi in quanto “inventati” dall’uomo, non esistenti in Natura.

Non sanno che tutte le radiazioni che arrivano dallo spazio, molte con energie notevolmente superiori a quelle della corrente alternata prodotta dall’uomo, hanno un campo magnetico oscillante associato.

Soldati, Militare, Stati Uniti, Armi, Guerra, Lotta

Equivale ad essere in un isola e difendere una costa da un mare calmo, mentre sulle altre coste c’è un enorme Tsunami. Lo Tsunami al quale siamo continuamente esposti provoca 500 mila lesioni molecolari per cellula al giorno! (1)

Il processo di riparazione del DNA deve essere quindi molto intenso e continuo, se fallisce la cellula può andare in uno stato di dormienza irreversibile, quindi le viene impedito di duplicarsi,oppure seguire un programma di morte cellulare detta apoptosi.

Se anche questa strada fallisce si ha la carcinogenesi .

Guerra, Soldati, Guerriero, Paracadutisti, Esplosione

E’ noto che l’invecchiamento cellulare riduce la capacità di riparare il DNA, ma, dato che è sempre difficile capire se è nato prima l’uovo o la gallina, potrebbe essere vero l’inverso:

studi su organismi semplici come lieviti o vermi, hanno mostrato che alcuni geni influenzano la durata della vita, se modificati la possono anche raddoppiare.

Le funzioni cellulari riportate per questi geni sono differenti dalla riparazione del DNA, ma è riportato che aumentano la velocità di riparazione, aumentano la produzione di antiossidanti, diminuiscono la produzione di ossidanti.

Come sempre l’uomo ha dato poca importanza alle sue potenti capacità endogene di difendersi, si illude di potersi curarsi assumendo oralmente antiossidanti senza considerare minimamente il tratto gastro-intestinale, quando la stessa longevità dipende, a monte, dalla velocità di riparare il DNA.

Fiore, Vita, Crack, Deserto, Siccità, Sopravvivenza

Ancora una volta l’animale uomo ha affidato alla flora batterica il compito di produrre molecole in grado di riparare il DNA. (3,4)

Queste “sartine” sono in grado di percorre il filamento del DNA

riconoscere una alterazione e porvi rimedio in diversi modi. È inoltre riportato che una restrizione calorica aumenta la longevità.

Frattale, Sfera, Maru, Arte Digitale, Arte

L’intestino è in grado dirilevare i nutrienti e, in particolare in caso di carenza di carboidrati, alcuni geni inviano un segnale alle cellule di ridurre l’attività metabolica, con lo scopo di preservare i carboidrati per il nutrimento cerebrale.

La riduzione dell’attività metabolica corrisponde ad una riduzione dell’instabilità genomica.

Pertanto i processi di invecchiamento cellulare dipendono in qualche modo dalla velocità di riparazione del DNA cellulare e sono modulati dai nutrienti e da fattori ambientali.

Vitamine, Compresse, Pillole, Medicina

Si comprende così il ruolo della dieta chetogenica, della curcumina e dell’alfa-lattoalbumina anche nei processi tumorali. Abbiamo visto come la riparazione del DNA non sia l’unico meccanismo protettivo cellulare, se fallisce viene stimolata la morte per apoptosi.

Questa è controllata dal triptofano (5), quindi una banale disbiosi intestinale, che diminuisce il livello di triptofano, decarbossilandolo a indolo e scatolo, mi diminuisce la capacità di indurre a morte per apoptosi le cellule con DNA danneggiato, che non sono stato in grado di riparare.

Bagliore, Umano, Spirito, Luce, Anima, Mente

Solo quando non si è in grado di riparare il DNA e non si è in grado di indurre la morte per apoptosi, la cellula con DNA danneggiato può andare verso una proliferazione incontrollata,definita carcinogenesi.

La proliferazione cellulare e la morte cellulare per apoptosi si compensano per mantenere circa costante il numero di cellule. Ogni giorno muoiono per apoptosi 50-70 miliardi di cellule, se la morte per apoptosi è più lenta della proliferazione si ha la formazione di un tumore.

Risultati immagini per oncologia

Il tumore è, quindi, un danno genetico che produce una proliferazione incontrollata, superiore alla capacità di indurre morte per apoptosi.

Non si comprende il motivo per cui la medicina convenzionale abbia solo preso inconsiderazione il tentare di limitare la proliferazione incontrollata, quando è evidente che questa rappresenti uno ultimo stadio, una fase già avanzata del processo oncogenico.

Lampone, Mirtillo, Frullati, Succo, Pressato, Fresco

Potenziare, o meglio ripristinare, i meccanismi di riparazione del DNA e potenziare, o meglio ripristinare, la capacità di indurre la morte per apoptosi consentirebbe un intervento precoce, sicuramente da prendere in considerazione.

Dovremo porre più attenzione alle scelte effettuate dalla Natura, comprenderne la sua filosofia, per potenziare i meccanismi naturali di controllo, che nel caso dei tumori sono la riparazione del DNA e la morte per apoptosi.

Lampone, Bacca, Estate, Primo Piano, Vendemmia, Mature

Invece, spesso, ci mostriamo presuntuosi, cerchiamo di agire solo sull’anello finale, sull’ultimo sintomo, senza cercare di eliminare le cause.

Eppure la morte per apoptosi è molto importante per la salute del nostro corpo, infatti riguarda anche il controllo del sistema immunitario.

Frullati, Succo, Frutta, Maturo, Bio, Sano, Colorato

La produzione di linfociti immaturi avviene a caso, non mirata al riconoscimento di antigeni conosciuti, quindi possono essere inefficaci o dannosi a seconda se non riconoscono alcun antigene o se hanno recettori complementari a molecole endogene.

Durante la maturazione nel timo vengono eliminati per via apoptotica quelli che non sono in grado di legare antigeni estranei, che sono circa il 97% di quelli prodotti.

Succo D'Arancia, Sano, Vetro, Drink, Succo, Orange

Risulta,quindi, evidente il ruolo dell’apoptosi anche nelle patologie autoimmuni, ma anche per queste patologie preferiamo considerare impazzito il sistema immunitario, che cerchiamo di inibire, così come per i tumori preferiamo considerare la proliferazione impazzita, che cerchiamo di contrastare.

Cerchiamo di chiudere la stalla quando i buoi sono già scappati.

Succhi Di Verdura, Verdure, Appartato, Bianco, Fresco

Abbiamo molte evidenze sul ruolo del triptofano nel controllo della risposta immunitaria: nelle donne il suo livello diminuisce al momento dell’ovulazione, proprio per impedire un attacco anticorpale ad un eventuale embrione.

Quando questi ha superato certe dimensioni, il livello di triptofano, e la risposta immunitaria, può risalire, in quanto l’eventuale feto non più attaccabile.

Succo Di Carota, Succo, Carote, Succo Di Verdura

Alla diminuzione del triptofano corrisponde una riduzione della sintesi cerebrale di serotonina, per cui si ha un aumento di irritabilità, una maggiore dolorosità,insomma tutti quei sintomi che prendono il nome di sindrome premestruale che tutti noi conosciamo, soprattutto i maschietti che hanno imparato a prendere le distanze in quella fase del mese.

La riduzione del triptofano è ottenuta mediante una alterazione della flora intestinale (disbiosi intestinale) che lo decarbossila eccessivamente in indolo e scatolo.

Verdure, Carote, Aglio, Sedano, Cibo, Salute, Vitamine

A differenza dell’uomo, l’intestino della donna è soggetto ciclicamente ad una alterazione della flora, se è indebolito, può snervarsi, come una molla.

A questo punto non è più in grado di ripristinare le condizioni iniziali, cade in uno stato di infiammazione cronica, che è stata definitala madre di tutte le patologie.

(Prof. Paolo Mainardi)
dal libro: Alla Ricerca dell’Una Medicina
RIFERIMENTI
1) Lodish H, Berk A, Matsudaira P, Kaiser CA, Krieger M, Scott MP, Zipursky SL, Darnell J. (2004). Molecular
Biology of the Cell, p963. WH Freeman: New York, NY. 5th ed.
2) Spindler SR. (2005). Rapid and reversible induction of the longevity, anticancer and genomic effects of caloric restriction. Mech Ageing Dev 126(9):960-6.
3) Cunningham RP. DNA repair: how yeast repairs radical damage. Curr Biol. 1996 Oct 1;6(10):1230-3. Review.
4) van der Kemp PA, Thomas D, Barbey R, de Oliveira R, Boiteux S. Cloning and expression in Escherichia coli of the OGG1 gene of Saccharomyces cerevisiae, which codes for a DNA glycosylase that excises 7,8-dihydro-8- oxoguanine and 2,6-diamino-4-hydroxy-5-N-methylformamidopyrimidine. Proc Natl Acad Sci U S A. 1996 May 28;93(11):5197-202
5) Platten M, Wick W, Van den Eynde BJ. Tryptophan catabolism in cancer: beyond IDO and tryptophan depletion. Cancer Res. 2012 Nov 1;72(21):5435-40