Biancospino

Rimedio cardiosedativo, è utile nelle palpitazioni e nell’angoscia in menopausa

negli squilibri neuro-cardio-vegetali e nell’angina pectoris

Bianco, Fiore, Biancospino, Giardino, Fioritura, Estate

Biancospino (Crataegus oxyacantha)

Parti usate: fiori, foglie, bacche.

Il gemmo derivato di Biancospino, ricalca l’azione e le proprietà dei fiori, ma possiede un tropismo per le arterie coronariche e per la regolazione del ritmo cardiaco.

Weißdorn, Frutta, Bagnato, Bacche Di Biancospino

Cuore, Vasi arteriosi, Sistema Nervoso Centrale, Sistema neurovegetativo,  Alterazioni del ritmo cardiacoPrecordialgie “Manifestazione dolorosa localizzata al precordio.

In molti casi è di origine cardiaca, trattandosi di un dolore anginoso, conseguente a una situazione d’insufficienza coronarica.

Più raramente, può essere causata da disturbi di tipo reumatico o muscolare, o a carico del tratto digerente (esofagite peptica, diverticolo esofageo ecc.)”; Angina pectoris, Cuore senile, Stati d’ansia, insonnia, Ipertensione arteriosa

Risultati immagini per biancospino

Ricco di bioflavonoidi: (rutina e quercitina), triterpenoidi, glicosidi cianogenetici, amine (trimetilamina, soltanto nel fiore), polifenoli, cumarine, tannini.

Considerato: cardiotonico, vasodilatatorio, rilassante, antiossidante. I bioflavonoidi rilassano e dilatano le vene, specialmente le coronarie, aumentando il flusso sanguigno.

Crataegus, Biancospino Frutta, Frutti Rossi, Rosso

Modalità d’uso

infuso due cucchiai da tè di foglie e frutti per una tazza d’acqua bollente, coprire, lasciare in infusione per 20 minuti. Filtrare, dose massimo 2 tazze al giorno. In commercio si trova anche estratto fluido e tintura madre, anche in pastiglie e opercoli.

Biancospino si trova sottoforma di gemmoderivato, in prescrizione 1 DH 25-30 gocce una volta al giorno per un periodo non superiore a 2 mesi continuativi di terapia.

I Frutti Del Biancospino, Pianta, Cespuglio, Natura

Biancospino non agisce ad effetto rapido, bensì lento, ma sicuro

Agisce come ipotensivo, dilatando le coronarie e migliora l’afflusso del sangue al muscolo cardiaco, aumentando la sua forza di “pompaggio”. (Wichtl, 1993,p.162) (Weihmayr T, Ernst E. Homoopathie – Naturheilverfahren, Muenchen. Therapeutic effectiveness of crataegus, Fortscher Med 1996;114:27-9).

L’efficacia terapeutica del biancospino è generalmente riferita ad un’azione inotropa positiva cardiaca e vasodilatatrice periferica

con un profilo parzialmente diverso da quello della digitale e quindi con indicazione diversa. (Crateagus can be employed for cardiological indications for which digitalis is not (yet) indicated. Blesken R. Crataegus in cardiology. Fotscher Med 1992:110:290-2).

Fiore, Biancospino, Bianco, Natura

Si sconsiglia l’uso delle bacche. Dopo l’uso di 3-4 settimane, interrompere per qualche settimana, e quindi riprendere. L’uso per lunghi periodi può causare in alcuni soggetti la depressione, che dopo l’interruzione scompare.

Spesso si associa il: biancospino alla passiflora, valeriana, menta, vischio ed altre erbe in diversi prodotti erboristici, sempre con riferimento al disturbo, o disturbi da trattare.

Biancospino, Fiore, Impianto, Natura, Fioritura

Si sconsiglia: l’uso del biancospino in gravidanza e durante l’allattamento.

Vino di biancospino: vischio 100 g, biancospino 50g, vino bianco un litro, lasciare a macero per una settimana, filtrare. Si beve un bicchierino da liquore prima dei due pasti principali nei disturbi della menopausa (tachicardia legata alla menopausa), insonnie dei cardiopatici.

Sottoforma di MG: si consiglia per tachiaritmie, extrasistolia, angina pectoris, insufficienza cardiaca iniziale nella miocardiocoronarosclerosi, ansietà e insonnia (Bourin M., Bougerol T., Guitton B., Broutin E. GIS Medicament, Faculte de medicine, Unite de Psychopharmacologie, Nantes, France. A combination of plant extract in the treatment of outpatients with adjustment disorder with anxious mood: controlled study versus placebo. Fundam Clim Pharmacol 1997;11;127-32),

Rosso, Frutta, Biancospino

Alterazioni del circolo coronarico: precardialgie. Regola la pressione arteriosa, sedativa a livello del sistema nervoso centrale.(attività antipertensiva, secondo Benigni: la sua azione … si svolge essenzialmente sui vasi che sono dilatati per azione diretta. La presenza di procianidine oligomeriche nel fitocomplesso di biancospino può contribuire all’attività miocardioprotettrice.

Adulto, Arte, Gruppo, Mani, Vernice, Persone, Cuore

(Chatterjee SS, Kock E., Jaggy H., Krzeminski T. In vitro and in vivo Investigations on the Cardioprotective Effects of Oligomeric Procyanidins in a Crataegus Extract from Leaves with Flowers. Arzneimittelforschumg 1997:47:821).

Associazioni: Nell’eretismo cardiaco associare a MG tiglio, nell’angina pectoris a MG sanguinella, nell’asma a MG viburno lantana.

Disponibile anche in fiale monodose abbinate con gli oligoelementi o Oligranuli (Mn+Co+I) per il trattamento dell’ipertensione arteriosa.

Il succo di biancospino fresco si trova nelle erboristerie in bottigliette da 200 ml (dose settimanale), da tenere nel frigo, oppure in astuccio da 20 ampolle da 10 ml in dosaggio giornaliero.

Biancospino, Frutti Di Bosco, Red, Haws, Natura, Frutta

Biancospino possiede l’attività ipolipemizzante ed antiaterosclerotica, estratto alcolico di biancospino previene l’aumento della lipidemia e della colesterolemia, accompagnato da una ridotta deposizione di lipidi nei tessuti.

L’effetto che trova conferma in altri studi sperimentali e sembra proprio anche di altri fitocomplessi della stessa famiglia, è largamente descritto nella medicina tradizionale cinese. (World Rev. Nutr Diet 1995;77;147-54) (J.Trading Chin Med 1995;15;178-9) (Institute of Medical Plant Development, Chinese Accademy of Medical Sciences, Beijing, Camparisons of pharmacological effect and LD50 among four kinds of Hawthorn fruit Chung Kuo Chung Yao Chih 1994;19:454-5, 510).

Biancospino, Haws, Frutti Di Bosco, Red, Frutta

Il biancospino può potenziare l’attività di farmaci inotropi ed ipotensivi somministrati contemporaneamente.

I flavonoidi totali calcolati come iperoside, metodo di determinazione: farmacopea italiana. Corrisponde a 2,5 mg di principi attivi, pari ad una posologia di 10 mg/die di flavonoidi).

Non sono noti effetti collaterali o altre precauzioni d’uso nel dosaggio raccomandato.

Il Sale fa veramente male?

Molti di noi hanno sentito dire che il sale fa male

che una dieta con un ridotto consumo di sale è salutare e non vi è alcuna differenza tra il sale da cucina e il sale marino. Nulla potrebbe essere più lontano dalla verità!

Sale, Grani, Sale Dell'Himalaya, Mangiare, Spezie

Gli studi che sono stati fatti negli anni ’70 incriminavano il sale per quanto riguarda l’ipertensione e le malattie cardiovascolari.

Recentemente abbiamo ricondotto quegli studi e i nostri risultati hanno dimostrato che negli anni ’70 non erano stati adeguatamente progettati e le conclusioni a cui si era giunti erano totalmente arbitrarie.

Immagine correlata

Senza il sale infatti non sarebbe possibile l’esistenza della vita, è necessario come l’ossigeno e l’acqua. Il sale marino naturale non raffinato contiene oltre 80 minerali essenziali, mentre il sale raffinato non contiene minerali.

È impossibile per il nostro sistema immunitario e per le ghiandole surrenali (ghiandole situate sopra i reni che producono adrenalina e cortisolo al fine di consentire all’organismo di far fronte a circostanze difficili) funzionare correttamente in assenza di sale.

La storia del sale

In tempi antichi il sale aveva un tale valore che veniva usato come mezzo di trattativa.

Ippocrate (450 a.C.) fu il primo a riconoscerne le proprietà curative. Il sale veniva utilizzato per curare le infezioni, la congestione e altre malattie. Paracelso (1500 d.C.) ha scritto che noi umani abbiamo bisogno di sale essenziale e senza sale si sarebbe disintegrato tutto.

Himalaya Sale, Sale, Pakistan Sale, Stagione, Spezia

Sale non raffinato e sale raffinato

Il sale marino naturale non raffinato contiene oltre 80 minerali e gli elementi necessari per la vita, mentre il sale raffinato non ha minerali utili, ma contiene additivi come ferrocianuro di sodio, citrato di ammonio e silicato di alluminio che non hanno alcun effetto positivo sul corpo.

Risultati immagini per sale raffinato

Il sale viene raffinato per estendere la data di scadenza nei ripiani dei supermercati

Il consumo di sale raffinato tuttavia aumenta l’acidità del corpo. Gli organi (cervello, fegato, reni, ecc) e il sistema immunitario non possono funzionare correttamente se l’acidità del corpo è aumentata.

Sale, Mano, Alimentari, Bianco

In generale, gli alimenti raffinati – da cui vengono rimossi tutti gli ingredienti sani come vitamine, minerali ed enzimi – aumentando l’acidità del corpo.

Quando mangiamo questi alimenti in cui sono stati rimossi tutti gli ingredienti vitali, il corpo è costretto a usare le sue scorte di vitamine, minerali ed enzimi per digerirli.

Immagine correlata

A lungo termine questo provoca carenze di nutrienti e malattie croniche. Cancro e malattie croniche sono due conseguenze negative di un corpo acido che appunto favorisce la crescita di cellule tumorali.

I minerali sono tra i più potenti alcalini (opposto di acido) agenti nel corpo. Per questo motivo è importante utilizzare sale marino naturale non raffinato ed evitare il sale raffinato.

Sale, Lampada Di Sale, Pakistan, Himalaya

Le diete a basso contenuto di sale

L’ipertensione è la ragione principale per l’adozione di una dieta a basso contenuto di sale. La letteratura e la pratica, tuttavia, hanno mostrato una relazione molto piccola tra sale e ipertensione. Solo alcuni pazienti particolarmente sensibili al sale mostrano benefici con una dieta che ne limita l’assunzione.

Risultati immagini per sale raffinato

La ricerca ha dimostrato che una dieta a basso contenuto di sale è associata ad un aumento del 400% del numero di attacchi di cuore negli uomini! Le diete con ridotto apporto di sale aumentano i livelli di insulina nel sangue e di insulino-resistenza associate a malattie cardiovascolari.

I Vantaggi del Sale

Ci sono molti vantaggi del sale naturale non raffinato che includono:

Immagine correlata

  • Un adeguato sostegno e equilibrio surrenale
  • Un adeguato sostegno e equilibrio della tiroide
  • Sodio e acqua aiutano a mantenere sano il sistema nervoso
  • Minerali del sale e acqua aiutano tutte le cellule ad eliminare le tossine
  • Il sodio aiuta le ghiandole surrenali a mantenere la pressione sanguigna normale nel corpo
  • Permettono la disintossicazione del bromo con il cloro.

Conclusione

Aiutando i sistemi biochimici del corpo attraverso il bilanciamento dei livelli ormonali e fornendo abbastanza iodio e sale naturale, che sono bassi nella maggior parte delle persone, si aiuta l’organismo a funzionare correttamente senza sintomi preoccupanti e a prevenire la maggior parte delle malattie croniche.

Benessere, Spa, Salute, Prevenzione, Massaggio, Bambù

Tuttavia, questo approccio olistico e naturale richiede maggiore attenzione per i pazienti, non solo facendo esami e assumendo integratori naturali efficaci, ma facendo attenzione a ciò che si mangia evitando cibi trattati, bibite e piatti pronti contenenti bromo.

È consigliato il consumo di alimenti biologici (senza pesticidi) quando possibile.

Cardo mariano (Silybum marianum)

Pianta erbacea con foglie chiazzate di bianco ed a margini dentati con fiori grandi color porpora

Parti usate: foglie e semi (contengono flavolignani – la silimarina, usata nell’industria farmaceutica, principi amari, poliacetileni).

Per la presenza di flavonodigneni (silibina, silicristina, silidianina) dotati di proprietà protettive nei confronti delle cellule epatiche, il cardo mariano è stato molto studiato nella profilassi e nella terapia delle patologie epatiche da intossicazione da alcool e tossine.

Risultati immagini per cardo mariano

La pianta ha inoltre proprietà emostatiche (soprattutto nelle emorragie uterine)

ipertensorie, colagoghe, digestive e aperitive, antiallergiche, toniche generali e venose, decongestionanti sul sistema venoso portale, regolatrici del sistema neurovegetativo. La pianta contiene oltre ai flavonodignenoni, tannini, istamina, tiratina e flavonoidi.

Fegato, Organo, Anatomia

Modalità d’uso:

decotto di semi, un cucchiaino da caffè per una tazza d’acqua, bollire 5 minuti, coprire, lasciare che si raffreddi, dose mezza tazza al giorno. Capsule, tintura madre.

Si raccomanda di rispettare il dosaggio, in dosi elevate può causare vomito. Le foglie: sono toniche, colagoghe, diuretiche.

I semi: cardiotonico, innalza la pressione arteriosa con la sua azione stimolante del cuore, surrenale e vaso costrizione periferica.

Immagine correlata

Indicazioni:

epatismo acuto e cronico, cirrosi, galattogogo “stimola la produzione di latte materno”, antiossidante epatico ipertensione portale, varici, emorroidi, epatosteatosi, ipotensione arteriosa, epistassi, emorroidi sanguinanti.

Abbinamento: con cobalto (Co) per il trattamento del sistema neurovegetativo e arterite.

Quanto stimolante

della cistifellea e delle vie biliari deve essere usato con estrema cautela nei soggetti con calcoli biliari. I preparati con Cardo mariano possono determinare un aumento della pressione arteriosa.

Protegge: epatociti e parenchima epatico dal danno tossico, rigenera gli epatociti attraverso la stimolazione della sintesi degli acidi ribonucleici.

Thistle, Stella Di Cardo, Fiore, Bloom, Campo

Riduce

gli effetti metabolici e tossici dell’alcool a carico del fegato, riduce infiammazione epatica, riduce il deposito del collagene nel fegato, inibisce la perossidazione lipidica negli epatociti e nei microsomi e la perossidazione indotta da ferro, protegge la mucosa gastrica da ulcerazioni, stimola la secrezione di bile contribuendo all’azione ipolipidemizzante.

Immagine correlata

Usato nel

trattamento delle epatiti, itterizia e nelle condizioni dove il fegato è sotto stress: infezioni, alcolismo, chemioterapia, dove limita il danno causato al fegato dal trattamento chemioterapico e ad accelerarne il recupero dagli effetti collaterali una volta che il ciclo di cura è completato.

Il metabolismo dell’aspirina può essere alterato se si assume contemporaneamente il cardo mariano.

Corridore, Gara, Concorrenza, Femminile, Atleta

L’uso della silimarina: (miscela di flavonolignani quali silibina, silidianina, silicristina) riduce l’epatotossicità di chemioterapici (cisplatino, fenotiazine, alcool, anestetici, micotossine).