Il tendine di Achille

Malattia Espressione dell’AnimA

La muscolatura compatta del polpaccio è unita al tallone attraverso il tendine di Achille. Quando questa corda si strappa, la persona non è più in grado di camminare né tanto meno di saltare.

Caviglia, Muscolo Del Polpaccio, Tendine Di Achille

Ci sono molti motivi per cui il famoso tallone di Achille è diventato il simbolo della debolezza umana.

Il mito che legittima il tallone come zona particolarmente delicata del corpo, è legato alla leggenda di Achille, l’eroe della guerra troiana.

La madre infatti per impedire che al suo amatissimo figlio capitassero nel mondo fatti pericolosi, lo immerse nelle acque dello Stige, il fiume del mondo sotterraneo, che conferisce immortalità.

Immagine correlata

Perché non affogasse, lo tenne stretto per il tallone, che rimase l’unico punto vulnerabile del bambino. L’eroe fu ucciso molto giovane dalla freccia che Ettore gli scagliò proprio in quella parte del piede.

Il tallone infine è anche il punto che ci lega in modo più intenso alla madre terra, che rappresenta concretamente e simbolicamente la polarità, il mondo femminile degli opposti.

Gatto, Animale, Gatto Soriano, Scuro, Panoramica, Nero

L’infelicità, espressione della polarità e polo opposto della felicità che caratterizza l’unità, trova proprio qui un facile accesso alla vita.

Il tendine di Achille, legato a questo luogo particolare, è il nostro tendine più massiccio e forte, e bisogna tendere l’arco al massimo perché si rompa. Nelle situazioni corrispondenti un individuo non tende più al massimo le sue possibilità e si spezza il tendine: lo fa letteralmente a pezzi.

La domanda più ovvia che si pone a questo punto è la seguente

Risultati immagini per tendine di achille

A che scopo? Farsi in quattro e tirare al massimo significa rischiare troppo per necessità. Questa situazione chiama in gioco il punto debole dell’umanità.

Attraverso lo strappo al tendine, siamo costretti a confrontarci di nuovo con la realtà.

Il tallone di Achille che non si solleva più da terra, ci mostra a chiare lettere che siamo semplicemente degli esseri umani e che in ogni caso nel mondo della polarità non potremo mai diventare dei superuomini.

Carta, Muro, Struttura, Divieto, Font, Arruffato

La nostra hybris, che ci spinge a comportarci come tali, è il vero peccato: nell’antichità addirittura era l’unico peccato.

Nelle lesioni che si riportano praticando lo sport, questo rapporto diviene evidente a un livello banale: si è preteso troppo da se stessi costringendo il tendine a una tensione eccessiva. Se il tendine di Achille cede, è chiaro che il record a cui si aspira è al di fuori della propria portata.

È noto che il più intelligente è sempre colui che cede per primo.

Risultati immagini per tallone di achille

Il corpo deve spesso svolgere questo non gratificante ruolo per contrastare l’ambizioso intelletto, che si è messo in testa qualcosa di veramente assurdo.

Ciò era diventato particolarmente evidente nell’atletica leggera nel periodo precedente ai controlli per il doping. Le montagne di muscoli fatte crescere a forza di ormoni, sviluppavano una forza in grado di procurare strappi ai tendini sottoposti a una tensione eccessiva e costretti a uno sforzo esagerato.

Deserto, Via, Traffico, Pannello Trasporto, Nota

Se la salvaguardia avviene a livello di coscienza, senza che i soggetti se ne rendano conto, è nel corpo che bisogna fermare il folle viaggio dall’ambizione.

Ne risulta una pausa di riflessione e se l’organismo non viene sottoposto a un allenamento fisico, l’unica possibilità di movimento è quella a livello di pensiero.

Pianoforte, Ragazza, Ascolta, Tutorial, Bianco E Nero

Invece di esagerare fisicamente e di compiere imprese incredibili, è tempo di far lavorare la mente. Il corpo grida che è necessario fare una pausa.

Il rapporto delle azioni emozionali di forza con la struttura interiore simboleggiata dalle ossa, è troppo debole.

I soggetti si trovano su una strada che non è adatta a loro. Il corpo vuole che questa situazione abbia fine e provvede a un pronto soccorso annullando i progetti ambiziosi che sono stati intrapresi.

Catena, In Acciaio Inox, Metallo, Di Ferro

Non vuole più avere a che fare con questi salti e lascia che il collegamento si spezzi. O la forza e il movimento sono eccessivi per il tendine, o il tendine è troppo debole per tanta forza.

Occorre ribaltare quello in cui si era finora creduto: lasciar riposare il fisico e lacerare a livello psicologico la propria situazione e le proprie ambizioni. Gli scopi sovrumani richiedono sforzi sovrumani e così qualcosa rischia di andare in frantumi, pur avendo legamenti molto forti.

Portatile, Donna, Educazione, Studio, Giovane, Computer

È necessario riconoscere quali legami ci creano problemi e vanno abbandonati. Alcuni sono diventati chiaramente troppo vincolanti per noi e dovrebbero essere recisi.

Se ci si lega troppo a obiettivi ambiziosi, troppo al di sopra delle proprie possibilità, il rapporto col mondo polare si lacera. Si rischia che il terreno ci venga tolto sotto i piedi e di doversi ritirare.

Lo strappo che si realizza nel corpo ci riporta sul terreno dei fatti.

Collegato, Famiglia, Insieme, Bambino, Supporto

Domande
1. Dove pretendo troppo dalle mie possibilità? Per che cosa mi lacero?
2. Dove mi sono lasciato prendere e vincolare da sogni troppo alti?
3. Quali legami nella mia vita è opportuno recidere?
4. Da cosa mi devo staccare, dove devo toccare di nuovo terra?
5. Dove la mia ambizione si è trasformata in impedimento?
6. Che cosa faccio se tutti i legami si spezzano?

(Dott. Rudiger Dahlke)

La tenosinovite

Malattia Espressione dell’AnimA

L’infiammazione del tendine è provocata anch’essa da uno sforzo eccessivo, ma non è certamente causata da un effetto-leva esagerato o da urti violenti: è dovuta a una serie di traumi lievi e ripetuti.
 
Si può verificare, ad esempio, se si lavora a maglia o si scrive a macchina per troppo tempo. Non è quindi l’attività in sé a provocare l’infiammazione, bensì il modo in cui questa viene svolta, cioè con i muscoli contratti.

tenosinovite sintomi
Fare la maglia può essere rilassante, chi però insiste nello svolgere questo lavoro manuale e finisce per procurarsi un’infiammazione, dimostra di non essere affatto consapevole dello stato di tensione in cui vive.

Qualcosa di assolutamente non rilassato si è insinuato, inosservato, tra le maglie.

 
Fiore, Purple, Bella, Bellezza, Bloom, Fioritura
 
Forse qualcuno deve finire preso nella rete, come una mosca nella tela del ragno. Una simile motivazione può togliere ogni rilassatezza al lavoro.
 
Il conflitto inconscio si accende allora sulla linea di demarcazione dei tendini, i quali sono corde da cui dipende tutto, come minimo l’intera forza muscolare.

Immagine correlata
Invece di trasferire direttamente la loro forza, creano delle difficoltà, e nella dolorosa convalescenza costringono a una pausa di riflessione se stessi e il loro proprietario. Ogni terapia sarà basata sul riposo, o grazie a un tempestivo intervento della ragione, o più tardi con un eventuale gesso.
 
Il compito da svolgere, rimasto finora nascosto, mira solo in parte al riposo, dal quale dovrebbe svilupparsi la consapevolezza della dolorosa situazione. I pazienti dovrebbero divenire talmente coscienti della loro attività da riconoscerne il senso e le intenzioni più profonde.

La contrazione manifesta una resistenza.


Immagine correlata
Vale la pena di scoprire contro cosa questa sia rivolta. Il forte attrito, che causa la resistenza, diviene percepibile e quasi udibile:
 
il tendine/scricchiola a causa della tensione e del dolore, l’elasticità viene penosamente ridotta, così che di questo disturbo fa parte sempre anche una certa ostinazione.
 
Cuore, Nozze, Matrimonio, Mani, Romantico, Sposare
 
Fin dalla prima comparsa dei sintomi, bisogna stringere forte i denti per ignorare i segnali d’allarme chiaramente percepibili e combattere fino in fondo la malattia.
Le cause dell’infiammazione possono essere varie: naturalmente non si tratta sempre di un pullover che deve essere terminato in fretta.
 
Questa situazione è tipica perché esprime chiaramente il conflitto tra il desiderio conscio di lavorare con efficienza e di concludere in breve tempo il lavoro e la resistenza inconscia contro quello stesso lavoro.
 
Matrimonio, Fiore, Fiori Viola, Bouquet Di Fiori
 
I tendini possono entrare in conflitto anche con altri tipi di lavoro manuale, come ad esempio scrivere a macchina.
 
Comune a queste attività è la monotonia dei movimenti, che in sé non sono né stancanti né faticosi, e la resistenza non confessata a tale ripetitività si scarica nel tendine.
Immagine correlata
Non è una resistenza forte e pericolosa che tende a stancare (questa dovrebbe rivelarsi piuttosto nei muscoli del braccio) ma una persistenza e ben celata resistenza (dei tendini), nascosta attraverso razionalizzazioni:

«Ma per lui (o per i bambini) lo faccio tanto volentieri, lo faccio per amore».

Alberi Di Ciliegio Giapponese, Fiori, Primavera
 
E possibile, ma difficile, svolgere per amore o per amicizia un’attività monotona, che in sé non dà gioia e che nel profondo del cuore lascia insoddisfatti.
 
Fare qualcosa di mortalmente noioso con passione è quasi impossibile: se ci riusciamo, è solo per momentanea devozione rituale.

Risultati immagini per modestia
Il problema diventa particolarmente evidente se ci si procura l’infiammazione in attività a cui la società attribuisce scarso valore. Dove «fatto a mano» è sinonimo di modestia e di poca eleganza, non meraviglia se da questa attività non si ricava soddisfazione.
 
Chi batte a macchina ciò che un altro ha pensato, ha bisogno di identificarsi profondamente con quella persona per sentirsi a proprio agio mentre svolge questo lavoro «alienante».

Risultati immagini per modestia
Spesso, eseguendo queste attività, si sviluppano resistenze e si seppelliscono le motivazioni.
 
Invece di andare avanti nonostante tutto, per prevenire la tenosinovite sarebbe opportuno chiarire il proprio rapporto con l’attività svolta e trovare eventualmente il modo di fare una pausa (prima di essere costretti al gesso), cambiare lavoro o rinviarlo.

Domande

1. Quale rapporto esiste tra il mio cuore e la mia attività?
2. Quali scopi (forzati?) perseguo segretamente?
3. Quale motivazione lavora a maglia, scrive a macchina o agisce in profondità?
4. Con quanta amarezza perseguo gli scopi nascosti?
5. Cosa ho segretamente contro il mio lavoro? Da dove scaturisce la mia resistenza, a che cosa mira?
6. In che misura ha a che fare con la valutazione generale del mio lavoro?
7. Non mi fido più di me e delle attività ambiziose?
8. Qual è il mio rapporto con la monotonia?
9. Posso vedervi solo ottusità o riesco a coglierne anche l’aspetto rituale?
(Dott. Rudiger Dahlke)