La laringe

Malattia linguaggio dell’AnimA

La voce – barometro dello stato d’animo
Tutti gli uomini attribuiscono un significato ai toni della voce, attraverso cui interpretano funzioni e sintomi. In questo campo è quindi facile ricavare delle interpretazioni.

Uomo, Upside-Down Della Roccia, Abisso, Rischio

La voce diventa un sintomo quando non si adatta alla struttura corporea della persona. Rivela chiaramente quando qualcosa non è in armonia con il resto dell’organismo e per questo è più sincera delle parole che suo tramite ci giungono all’orecchio.

Una voce bassa e esile in un corpo grosso e robusto colpisce tanto quanto una voce profonda e sonora in un corpo sottile e minuto. Mentre il primo caso si manifesta di frequente, il secondo è invece piuttosto raro, dato che un fisico gracile non dispone in genere di una cassa di risonanza sufficientemente ampia da permettere alla voce profondità e volume.

Immagine correlata

È però possibile non utilizzare l’intera cassa toracica e lasciar vibrare la propria voce in una cornice di dimensioni ridotte.

Una voce pigolante, che infastidisce se proviene da un corpo imponente, ci rivela che il soggetto in questione non ha fiducia nelle proprie capacità, che del resto neanche utilizza: non permette al suo organo di vibrare insieme al suo fisico.

La paura della propria forza e dei suoi effetti è in questo caso naturale quanto la distanza della voce dal corpo: l’atteggiamento interiore è, in contrasto con l’aspetto esteriore, timoroso e privo di fiducia in se stesso.

Megafono, Altoparlante, Voce, Annuncio, Comunicazione

Una voce tremula è indice di paura, ma può in certi momenti vibrare di commozione interiore. Simile a questa è la voce atona che appartiene alle persone mogie, le quali troppo presto sono state umiliate e non sono riuscite a sviluppare la propria forza e a esprimersi con maggiore vigore.

La voce rauca è dovuta a corde vocali irritate e a un non confessato stato d’animo altrettanto agitato. Può, ad esempio, indicare che il soggetto si trova costantemente prossimo a urlare, senza però riuscire a farlo veramente dal profondo del cuore. La voce sembra sovraffaticata, o perché ha gridato, anche se non in modo completo, o perché l’urlo deve essere continuamente represso.


Risultati immagini per LARINGE  MANIFESTAZIONI SINTOMI
La raucedine indica che la voce proviene dalla zona della testa e del collo, certamente non dallo stomaco o dal cuore, il che significa che l’individuo non sostiene le sue affermazioni con tutto se stesso. Nell’attrito, traspaiono contemporaneamente l’impulso a parlare e la resistenza a farlo.

Chi ad esempio non rinuncia a parlare nonostante sia raffreddato, diviene immediatamente rauco: ha il naso pieno e preferirebbe non sentire, non vedere e non odorare più niente, vorrebbe chiudersi su tutta la linea. La voce rauca tradisce la situazione sovreccitata.

Cantante, Karaoke, Ragazza, Donna, Cantare, Canto

Una voce calda diviene rauca solo se il soggetto, in particolari circostanze, ha parlato troppo. Senza la cassa di risonanza nel corpo c’è da chiedersi se la voce riesca a trovare risonanza presso gli ascoltatori. Più rauca e gracchiante è, meno credibile risulta.

La raucedine può arrivare fino alla perdita della voce (afonia), un sintomo che si riscontra nella maggior parte delle malattie della laringe, dall’infiammazione, alla paralisi e al tumore. Non avere più voce significa, anche in politica, non avere più diritto (di voto).


Immagine correlata
Una voce messa a tacere rivela una inconfessata situazione di privazione delle proprie forze e dei propri diritti. Superficialmente può essere provocata da una strettoia fisica, ad esempio del gozzo, dietro però si nasconde certamente un blocco psicologico.

Gli insegnanti e i cantanti soffrono spesso di raucedine e segnalano con ciò da un lato l’eccessivo impegno vocale, dall’altro l’impossibilità di utilizzare appieno la voce. Spesso si arriva al punto in cui i problemi psicologici irrisolti depongono piccoli noduli sulle corde vocali cosicché queste non riescono più a flettersi nel modo giusto.

Panda Rosso, Sbadigli, Curioso, Piccolo Panda

Che un’operazione chirurgica non possa risolvere il problema, lo dimostrano i cantanti che ricorrono spesso ad interventi di questo tipo senza riuscire a risolvere il problema delle loro corde vocali e della loro voce insoddisfacente.

Pazientemente e con continuità, l’organismo ha incorporato i nodi dei problemi, posizionandoli quasi tutti nello stesso luogo. Se il nodo fosse collocato altrove, la voce potrebbe risuonare più forte e in modo più pieno, poiché vibrerebbe sfruttando tutte le sue possibilità.


Immagine correlata
Spesso sono gli esercizi di respirazione che permettono ai nodi di sciogliersi e consentono al soggetto di esprimersi pienamente. Attraverso la corrente del respiro, considerato «sfogo dell’anima», si può riuscire a mettere in moto gli autentici stati d’animo.

Il compito, in caso di raucedine, consiste nel parlare a bassa voce e nell’imparare a tacere: quello che sul piano fisico porta ad aver cura di se stessi e al riposo, sul piano dell’anima spinge a scendere in profondità: tale comportamento diventa necessario quando ciò che diciamo ha bisogno del sostegno di tutta la personalità e di tutto il corpo. Solo allora la voce riesce ad adempiere alle sue funzioni.

Cantante, Bbface, Canto, Voce, Microfono, Donne, Viso

Chi parla con una voce scialba e confusa, avrà grandi difficoltà nel farsi capire.
Quando gli interlocutori non lo comprendono, si chiedono se questa persona vuole essere effettivamente capita e se crede in ciò che dice. I pensieri che esprime in modo così confuso gli sono effettivamente chiari?

Una voce scialba, che confonde parole, indica pensieri altrettanto confusi.


Immagine correlata
Chi parla annaspa e ha paura di concludere: ciò che dice potrebbe risultare slavato e non convincente. Evidentemente non vuole apparire troppo risoluto nelle sue posizioni: i suoi punti di vista infatti non sono definitivi e certamente non sufficientemente chiari per essere annunciati con voce limpida e decisa.

Una tendenza analoga è indicata dalla voce insicura e bloccata. Ad ogni parola appena bisbigliata, chi parla, oltre a ciò che sussurra, sembra voler dire: «Per favore, non farmi del male, io non voglio farti niente». La sua enfatizzata mitezza fa sì che la sua autenticità venga subito messa in discussione e fa nascere il sospetto che sotto la pelle della pecora si nasconda in realtà un lupo.

Risultati immagini per laringe

Lo stesso si può dire delle voci piagnucolose o lamentose, prive di energia. Nel caso in cui dietro alle parole ci sia effettivamente forza, bloccata però dalla paura, lo si avverte dal tono compresso, o da un’intonazione particolare del mormorio stesso.

Chi parla senza espressione e senza forza, cerca di sfuggire, con la mitezza, alla paura della forza e dell’espressività: il suo compito consisterà nell’imparare appunto la mitezza. Dovrà imparare a riconoscere la non autenticità della propria mitezza poiché una persona dal contegno sottomesso è pur sempre una persona. I toni bassi sono il suo compito e insieme la sua possibilità di ritrovarsi.

Risultati immagini per laringe urlare

Soltanto allora parlare a voce più alta diverrà per lui un’opportunità, altrimenti rimarrà sempre un lupo nella pelle di un agnello. Se però lungo il percorso si accorgerà di essere ricoperto completamente dalla pelle di pecora, scoprirà di nascondere in sé ben altre cose.

Finché continuerà a far la pecora, correrà continuamente il pericolo che tutta la sua mitezza resti per sempre nascosta dentro di lui. Se invece scoprirà e accetterà l’altra sua componente, la sua natura di lupo, la mitezza forzata diverrà sicurezza autentica, che potrà esprimersi sia con un dolce mormorio che con un energico ruggito.

Microfono, Ragazzo, Studio, Urlando, Urlare, Cantare

Una voce che risuona sempre alta e minacciosa è certamente sinto¬matica. Spesso annuncia le regole più rigide o addirittura le sottoscrive. I dispensatori di buon umore, che fanno rimbombare le mura col loro tono forte quanto il rombo di un cannone, a lungo andare infastidiscono il prossimo e in fin dei conti mettono se stessi di cattivo umore.

Lo stato d’animo è qualcosa che riguarda la sensibilità reciproca: per esprimersi armonicamente è necessario che ci sia accordo in ogni momento. Anche i noti allegroni si liberano di qualcosa attraverso il loro modo di fare, che è indubbiamente spassoso e gaio, ma al tempo stesso rumoroso fino a divenire molesto.

Comporre, Scimmia, Donna, Ridere, Seppia, Marrone

Se si lasciassero andare completamente e profondamente almeno una volta alla gioia e al divertimento, potrebbero liberarsi e si aprirebbero a nuovi stati d’animo in nuove situazioni.

La voce sibilante maschera una personalità simile a quella di un serpente e include tutta la profonda simbologia collegata a questo rettile fin da epoca biblica. Non soltanto la falsità della lingua biforcuta, ma anche la seduzione ha in questo caso notevole rilevanza. Bisbigliare qualcosa a qualcuno ha in sé un brivido di pericolosità e di congiura. Il polo opposto è rappresentato dalle parole schiette pronunciate con chiarezza.


Immagine correlata
La seduzione si avverte, o per meglio dire fa attrito, anche nella voce scellerata, la quale suggerisce che il suo possessore ha vissuto e amato fino all’eccesso. I fumatori, che affumicano costantemente la loro laringe, possono sempre ricorrere a questo significativo tono di voce.

Una voce roca indica che le cose non passano facilmente attraverso le labbra, ma incontrano una certa resistenza. Se la voce è rauca come se facesse attrito, rende percepibile un certo sforzo. La soluzione viene dal riconoscere veramente le resistenze interiori.

Monaco Di Baviera, Oktoberfest, Corsa, Carosello

Chi ha una voce stridula costringe gli altri a prestare attenzione alle proprie parole, attenzione che altrimenti non riuscirebbe a ottenere con ciò che dice. Il tamburino del romanzo di Gunter Grass, Il tamburo di lotta, rappresenta il prototipo di questo tipo di voce. Quando non riusciva ad ottenere ciò che desiderava col suo tamburo marziale, la sua voce stridula faceva tintinnare i vetri.

Una voce strozzata rappresenta tutto quello che l’individuo soffoca dentro di sé: le lacrime represse, rabbia, ira. La voce afflitta è in ultima analisi sempre espressione di una sofferenza interiore.


Risultati immagini per laringe urlare

Il fatto di sputacchiare mentre si parla è più un problema di espressione che di voce. Sebbene innocuo, a causa della sua simbologia invisibile, il sintomo è molto sgradevole. Qui ci troviamo di fronte all’esternazione della propria aggressività: si sputa in faccia agli altri ciò che non si riesce a presentare tranquillamente.

Dietro a ciò si nasconde il tentativo di esprimersi in modo particolarmente accurato. Invece di ricorrere a questo modo infantile di esprimersi, il soggetto non potrebbe provare a parlare con la necessaria precisione e pregnanza?

Felicità, Gioia, Aria Pura, Libertà, Entusiasmo

Per essere in armonia con la propria voce, è assolutamente indispensabile vibrare in modo equilibrato a livello di sentimenti e lasciare che il mondo interiore si esprima attraverso le parole. Solo così c’è la possibilità di divenire armonicamente liberi e aperti a tutti gli stati d’animo.

Domande
1. La mia voce è in armonia? (Con il mio aspetto? il mio lavoro? la mia posizione sociale? i miei scopi?)
2. La mia voce emerge o si nasconde? Corrisponde alla mia vera esigenza di vita?
3. Posso fidarmi della mia voce e parlare liberamente? Riesco a farla arrivare al mio interlocutore?
4. Riesco, anche se contrastato, ad esprimermi liberamente?
5. Quale sentimento di base è espresso dalla mia voce? Corrisponde alla mia armonia spirituale?
6. Resto legato a certi stati d’animo o sono aperto alle esigenze del momento?
7. Cosa porta la mia voce come messaggio, oltre al contenuto delle parole?

(Dott. Rudiger Dahlke)

Argento

Oligoelemento Argento: (Ag, Ag+) “è abbinato sovente alla Seconda Diatesi”

Livello Fisico: 
Associato riesce a potenziare e accelera con il Rame “Manganese – Rame”, è un forte antisettico, aiuto nei casi di Stati febbrili, Infezioni (gola – vie urinarie), Infezioni puerperali, (dopo la nascita).

Alimentare:

Il Fuoco E L'Acqua, Lotta, Mani, Fuoco, Calore

L’argento agisce raffreddando e riduce l’effetto del dolore e del calore; una sua tipica indicazione, per esempio, è l’insofferenza al caldo. Esso stimola il sistema nervoso vegetativo, armonizzando le funzioni degli organi interni, ed aumentando la fertilità della donna.

L’equilibrio indotto nel funzionamento degli organi elimina le condizioni che spesso sono alla base di fastidiose emicranie. L’argento favorisce l’attività dei fluidi dell’organismo migliora la resistenza della pelle alla luce, oltre a rafforzare vista e senso dell’equilibrio e ad alleviare i capogiri.
“L’Oligoelemento” tutti i giorni al risveglio”.

Psiche/mente: 


Smiley, Emoticon, Rabbia, Arrabbiato, Ansia, Emozioni

l’argento libera le emozioni, favorisce l’espressione dei sentimenti, la socievolezza e la capacità di immedesimarsi nelle situazioni altrui. Aiuta ad essere mentalmente flessibili e ad affrontarsi da influenze o dipendenze esterne, particolarmente quelle a cui è associato un sentimento d’impotenza. 
Impiegando l’argento, fantasia e immaginazione ricevono un grosso impulso; la tendenza al sonnambulismo viene attenuata, l’equilibrio psicologico diventa più stabile.

Spirito: 


Leone, Safari, Africa, Paesaggio, Steppa, Tramonto

L’argento stimola nell’individuo sia gli aspetti più nascosti e sensibili della sua natura, che lo spirito di solidarietà e di interesse nei confronti dei valori tramandati dalla tradizione. 
Esso, inoltre, rende il soggetto più sensibile alla luce e lo aiuta a sintonizzare i propri ritmi interni con i cicli della natura.

Ipertiroidismo

Malattia Linguaggio del’AnimA


L’ipertiroidismo è una malattia che spesso, ma non necessariamente, determina lo sviluppo del gozzo. Questo può assumere la forma di un nodo, laddove i nodi freddi, che non accumulano iodio o ne accumulano solo una piccola quantità, devono essere distinti da quelli caldi che ne immagazzinano invece grosse dosi.

Tiroide, Endocrino, Diabete, Ghiandola, Sindrome

Nei nodi freddi, il tessuto è degenerato e non è più in grado di produrre ormoni. Tale disfunzione non è però dovuta sempre a ipertiroidismo. I nodi caldi, dietro i quali si nascondono i cosiddetti adenomi(67), si trasformano rapidamente in pesanti problemi:

non si tollera più niente di stretto intorno al collo. Le dimensioni del collo aumentano rapidamente e tuttavia la sensazione di ristrettezza permane.

Risultati immagini per ipertiroidismo sintomi

Dal punto di vista psicologico, a ciò corrispondono tendenze claustrofobiche e situazioni di oppressione che la paura ci spinge ad evitare. Il collo si gonfia ed evidenzia l’impulso alla crescita che però viene fatto affondare nel corpo.

Il cuore comincia a battere più rapidamente, la pressione del sangue e la temperatura del corpo salgono, mentre il sudore e il nervosismo fanno la loro comparsa.

L’inquietudine del motore traspare nello stato d’ansia e nella tendenza a tremare.

Inverno, Redhead, Femminile, Ritratto, Freddo, Ragazza

L’insonnia sottrae al fisico la quiete di cui avrebbe disperatamente bisogno. Gli occhi tremano di eccitazione, possono essere addirittura sbarrati e sporgenti(68).

Uno spavento muto è scritto sui volti dei pazienti, simile a quello di una persona morta per strangolamento, i cui occhi sbarrati dal terrore minacciano di uscire dalle orbite. Franz Alexander parla di <Shock-Basedown>(69).

Donna, La Perdita Di, Tristezza, Ritratto, Viso

Questi occhi non sono dilatati soltanto per lo spavento, sono enormemente vigili. Dopo un allarme improvviso, i nostri pazienti si trovano sbalzati in una battaglia per la vita o per la morte, alla quale evidentemente preparano anche il resto del corpo.

La reale presenza di panico è testimoniata non solo dall’espressione del volto: essa è confermata anche da un esperimento compiuto sugli animali.

Conigli, ai quali era stata chiusa l’unica via di uscita e messi a confronto con martore, svilupparono tutti i caratteri dell’ipertiroidismo compreso l’exoftalmo, cioè la condizione in cui il bulbo oculare è rivolto all’esterno.

Occhio, Iris, Pupilla, Vista, Bulbo Oculare, Ciglia

Nella storia delle malattie umana si riscontra sempre più spesso che l’attesa di tempi spaventosi determina, a lungo termine, maggiori disturbi psicologici di un fatto acuto. Si tratta soprattutto di incontri prematuri con la morte o dell’esperienza della perdita di una persona cara.

Nel nostro caso però abbiamo a che fare col rifiuto della morte, e la paura, prima respinta e rimossa, riappare poi dipinta sul volto. Spesso il diniego da parte dei pazienti è talmente radicato che paradossalmente vanno alla ricerca di quelle situazioni che temono più di ogni altra cosa.

Ritratto, Ragazza, Tristezza, Ritratto Di Una Ragazza

Oltre che sul volto, manifestano la paura anche attraverso la diarrea che li tormenta. Invece di marciare in senso metaforico, vivono questa «marcia» nell’intestino. Anche una sudorazione eccessiva può accompagnare stanchezza e tensione.

I pazienti non sfuggono certamente né alla sofferenza né alla fatica.

Viaggiatore Stanco, Arrecife, Lanzarote, Spagna

Nel gonfiore del collo e nello strabuzzamento degli occhi si evidenzia l’immagine di un sovraffaticamento totale, paragonabile a quello di un sollevatore di pesi che prende tutto il carico su di sé. La tendenza a farsi carico di tutto ritorna nella maggior parte delle storie di vita dei soggetti.

Cercano di diventare adulti prima del tempo e ad assumersi responsabilità che non competerebbero loro, ad esempio quella dei fratelli minori.

Letto, Sonno, Ragazza, Bianco, Stanco, Cuscino, Piumino

L’eccessiva quantità di ormoni della crescita nel loro sangue indica che le esigenze corrispondenti sono affondate nel corpo. Spesso separati, delusi o respinti dalle rispettive madri, tentano di combattere le paure e le insicurezze derivanti da questa sgradevole situazione, identificandosi essi stessi col ruolo materno.

(«Se non posso averla, diventerò come lei: in tal modo riuscirò a farne a meno»).


Risultati immagini per ipertiroidismo sintomi

Tale atteggiamento conduce spesso le donne a una relazione quasi incestuosa col padre e gli uomini a una fissazione sul ruolo femminile che può portarli all’omosessualità.

Anche se calarsi nel ruolo materno richiede un prezzo troppo alto, i pazienti restano fedeli al ruolo scelto. Il fallimento di questo tentativo di compensazione può liberarli dai sintomi.

Donna, Libreria, Libri, Studio, Lettura, Sapere

I loro occhi spalancati possono però riflettere uno spirito bellicoso o addirittura avido. Ci imbattiamo in questa contraddizione sempre più spesso. Minacciati ed eccitati, i pazienti sembrano continuamente pronti ad affrontare con tutte le loro energie grandi avvenimenti.

I vessilli di guerra sventolano da una torre come se la battaglia per la sopravvivenza fosse imminente. I pazienti non sono affatto coscienti di questa situazione, osservano i loro sintomi a distanza e con analogo distacco ne parlano al medico.

Immagine correlata

Non vogliono essere chiamati malati e si oppongono a tale definizione finché è loro possibile. Il coraggio di combattere è affondato nell’ombra e in loro è del tutto inconscio.

di caldi e il collo gonfio mostrano in tutta sincerità nel corpo quanto sia ardente il loro desiderio di crescita e quanto sforzo debbano fare per controllarlo. Vogliono non solo andare avanti, ma primeggiare su tutti: il loro insaziabile appetito è sinonimo della loro fame di vita.

Smartphone, Faccia, Donna, Occhi, Vista, Doppio

Non ne hanno mai abbastanza e si consumano nella loro ardente ambizione. Questa forma di avidità è alla base di tutto. Talvolta il gozzo manifesta la loro inquietudine con veri e propri sibili e pulsazioni. Tale situazione è di per sé corrosiva ed è talmente radicata nei soggetti da farli deperire, rivelando agli altri la loro misera realtà.

Si consumano per l’ambizione e la volontà di fare.

Cupidigia, orgoglio, paura e capacità di difesa evidenziano un altro tema. Il collo è per il corpo una sorta di passaggio che consente l’accesso alla testa, l’istanza più alta. Qui il gozzo non appare soltanto come uno scudo protettivo ingrandito, eretto davanti a una delle zone più sensibili dell’organismo, ma come un chiavistello spinto troppo avanti, che chiude tutte le vie di rifornimento di importanza vitale.


Immagine correlata

Attorno a questo blocco viene combattuta una violenta battaglia, che potrebbe portare alla conquista della via d’accesso alla postazione più alta. Spesso dietro a tutto questo si cela un violento conflitto di autorità, di vitale importanza per gli interessati.

Il corpo mostra quanto la battaglia sia violenta e fino a che punto la via d’accesso verso l’alto si restringa sempre più. Nel tremore traspaiono paura e inquietudine. Il panico costante rivela la presenza di un ulteriore restringimento che, pur se ancora invisibile sul piano del corpo, si sta diffondendo nel collo.

Persone, Donna, Ragazza, Yoga, Meditazione, Fisica

Non di rado alla presenza di una persona autorevole non sono neanche in grado, a causa del tremore, di portare una tazzina di caffè alla bocca. Un grosso nodo si è inserito nel collo ostruendo il passaggio fisico, mentre sul piano simbolico si sta verificando esattamente l’opposto.

La brama di vita, che unita alla paura (della morte) porta a trascurare il presente, svolge un ruolo ben preciso in questo contesto.

Persone, Donna, Ragazza, Yoga, Jas, Meditazione, Fisica

Se in questa situazione una parola riesce ad affiorare alle labbra, è solo grazie alla grande capacità che i soggetti hanno di riuscire a calmarsi e ad essere concreti. Anche le emozioni, specie quelle ostili, e i sentimenti di tutti i tipi si mantengono al di sotto della barriera del gozzo.

I soggetti aiutano volentieri i loro avversari in base a riflessioni razionali; sono disposti, ad esempio, ad occuparsi dei loro fratelli, dei quali si sentono rivali: soprattutto, tendono a rivestirsi del ruolo materno.


Risultati immagini per ipertiroidismo manifestazioni sintomi

Soltanto quando l’argine che si è formato all’interno del loro collo verrà rotto, le dighe si apriranno e rivoli di lacrime apparentemente immotivate saranno libere di scorrere. Talvolta questa situazione che coinvolge tutto il loro essere è evidenziata dalla voce rauca, gracchiante e chiaramente soffocata: essa parla della pressione alla quale questi individui sono sottoposti e del loro stato d’animo depresso.

Rauca per necessità, la voce fa risuonare le sue richieste. In questa situazione c’è anche chi vorrebbe riuscire ad esprimersi meglio e con un timbro più alto, ma ogni suo sforzo è vano.

Donna, Biondo, Ritratto, Ragazza, Colore, Abito

Il ruolo che l’ormone della tiroide ha nello sviluppo fisico rafforza questa interpretazione: la quantità eccessiva di questa sostanza nell’organismo rivela che l’esigenza di crescere è stata proiettata nel corpo; fino all’adolescenza la crescita si realizza anche a livello fisico, in seguito solo a livello psico-spirituale.

Non bisogna allora stupirsi se durante l’ infanzia non si verificano casi di ipertiroidismo, e se il loro numero aumenta dopo la pubertà. Negli adulti, una presenza dell’ormone superiore alla norma indica una regressione, un ritirarsi a livelli che non sono più adatti all’età che si sta vivendo. I pazienti rifiutano la propria sofferenza nella crescita e nella lotta.


Risultati immagini per ipertiroidismo
La loro richiesta di maturare, di svilupparsi rapidamente e di vivere il più possibile viene respinta nel corpo, in cui si produce una quantità eccessiva di ormoni tiroidei. L’aumentata secrezione di queste sostanze del metabolismo e della crescita rende i soggetti esageratamente suscettibili, mutevoli, agitati, troppo vivaci e fa nascere in loro la paura della morte.

Sono talmente svegli che non riescono più a chiudere occhio. Di giorno le loro palpebre tremano mentre di notte evitano il sonno, fratello minore della morte, che rappresenta il loro spauracchio. Le vicende di alcuni di loro ci inducono a credere che la malattia nasca dalla paura di terminare la propria vita prima ancora di averla vissuta.

Donna, Ragazza, Capelli Biondi, Donna Bionda

Colpisce particolarmente che la percentuale della donne affette sia circa cinque volte superiore a quella degli uomini. Questo potrebbe esse¬re ricondotto al fatto che le possibilità di crescita e di successo all’interno della società sono per loro chiaramente inferiori e che le probabilità di esserne respinte sono al contrario altissime.

Colpisce anche il desiderio di molti pazienti di soddisfare il loro bisogno di crescita e gravidanza attraverso adozioni e affidamenti pur vivendo in un ambiente relativamente ostile ai bambini.

Immagine correlata

Alexander parla di «tentativo di concepimento nonostante la paura del parto». Questa contraddizione rispecchia il tentativo dei soggetti di respingere la paura della morte donando la vita su un altro piano.

Il rapporto tra la gravidanza e la tiroide è dimostrabile sulla base di diversi dati. Durante la gravidanza, ad esempio, questa ghiandola si ingrossa leggermente e lavora più duramente. In caso di rallentamento nell’attività ghiandolare, si arriva spesso alla sterilità o all’aborto.

Mattina, Ragazza, Bella, Femminilità, Tenerezza

Anche negli uomini l’ormone della tiroide agisce positivamente sulla sterilità, elevando la produzione delle cellule spermatiche e la loro rapidità di movimento. Alcune ricerche portano a credere che la formazione della tiroide sia collegata allo sviluppo dell’utero.
«Andare avanti attraverso i bambini» è una variante frequente dell’ambizione di andare avanti a qualsiasi prezzo tipica dell’ipertiroidismo.

Lo sforzo richiesto per portare a termine, a qualsiasi costo, il lavoro assegnato porta all’esaurimento delle energie, perde di baldanza e risulta troppo dispendioso per se stessi e per il prossimo.

Immagine correlata

Le donne, collocate entro limiti socialmente più ristretti, incorporano dolorosamente questa impossibilità. Se il desiderio di avere figli e di generare è messo in discussione, ecco apparire i primi sintomi.

Un ulteriore motivo che porta le donne a contrarre questa malattia più di frequente rispetto agli uomini, può essere il fatto che la tematica del fare, del combattere, dell’avere successo appartiene più al polo archetipicamente maschile: nel parto, che è parte integrante dell’archetipo femminile, la supremazia femminile è incastrata.

Donna, Addormentato, Ragazza, Sonno, Sogni, Viso

In conclusione, il tema dell’autorità tra madre e figlia è di gran lunga più difficile da risolvere che per il figlio. Secondo Alexander, i soggetti si ammalano per la difficoltà che incontrano al momento di cambiare il loro ruolo da curati a curanti.

Il compito consiste allora nell’ammettere il terrore e il panico che pervadono la propria esistenza e nel riconoscere le grandi esigenze di sviluppo, di lavoro, di crescita e di vita che vi si oppongono. I grandi sforzi e le enormi sofferenze per ottenere riconoscimento dall’autorità prescelta devono essere posti in relazione alla propria storia.

Immagine correlata

Per liberare il modello è necessario riconoscere il proprio ruolo in una situazione contraddittoria: la paura e il terrore che si leggono sul volto, devono essere ripercorsi fino ad arrivare alle prime delusioni (dell’infanzia), causate dal mancato appagamento del proprio desiderio di continuare a dipendere.

I tentativi successivi di sostituire la condizione di sicurezza minacciata, affidandola ad altri, rappresentano un prezzo molto alto da pagare.

Ragazza, Sonno, Femminile, Donna, Giovane, Persone

Perché come è possibile dare qualcosa che non si ha, ma di cui si avrebbe urgente bisogno? La forte esigenza e l’enorme capacità di lavoro e sofferenza rendono temporaneamente possibile ciò che di fatto è contraddittorio.

I sintomi patologici che fanno crollare l’edificio di paura, sforzo e rinuncia a se stessi, spingono gli impulsi corrispondenti all’interno del corpo, che accetta le più alte richieste e si impegna in una battaglia che non potrà mai vincere.

Immagine correlata

I meccanismi di innesco della malattia, che dalla crisi del rapporto vanno fino alla perdita della persona attraverso la morte, alimentati da un timore di base, sono stati anticipati nel pensiero e rafforzati dalla paura di una profezia che si realizzerà da sola.

Quando si cerca di conoscere a fondo la propria anima, spesso è necessario ricorrere alla psicoterapia, ma è anche indispensabile vivere consapevolmente gli impulsi sprofondati nel corpo. Nel cuore che batte fino in gola, si avvertono lo sforzo e l’ambizione avvalorati dal desiderio di combattere.

Coppia, Facendo Fuori, Giovane, Persone, Donna, Uomo

Solo ammettendo quanto calde siano la vita e tutte le sue esperienze, la scalata al successo e il riconoscimento altrui, solo confessando quanto si vorrebbe che «la donna calda (tipo caldo)», che finora è rimasta nascosta dentro di noi, si materializzasse, i sogni ambiziosi avranno un’effettiva opportunità di manifestarsi nella realtà.

Se si riconosce la presenza di un blocco all’interno della gola, che separa il capo dal corpo, e di conseguenza la voce dalla sua cassa di risonanza, solo allora si diventerà consapevoli della grande paura che si nasconde nella strettoia del collo e leggibile negli occhi sbarrati.

Mani, Amore, Coppia, Insieme, Dita, Persone, Umano

I soggetti non hanno niente di concreto, eccetto un nodo in gola, che è un nodo psicologico, e il loro problema è costituito dalla barriera che separa il piano inferiore da quello superiore.

Se affrontano questa paura che sinora hanno trattenuto (nel gozzo), hanno una possibilità di vittoria nella lotta contro il mondo esterno, poiché ogni volta che le forze della crescita si incamminano in un’altra direzione, ogni sforzo diventa inutile.

Donna, Felicità, Sunrise, Silhouette, Abito, Beach

Il principio della vita è affondato nell’ombra e vuole far ritorno a livello di coscienza. L’ipertiroidismo simboleggia una incredibile forza di vita e di crescita, eccessiva per il corpo. È allora necessario dirigere questa abbondanza di vita nei canali dell’anima e dello spirito, dove tutte le strade sono aperte.

Domande
In caso di nodi freddi:
1. Ho dei nodi (= problemi irrisolti) al collo, che mi potrebbero uccidere a causa della fredda ostilità che provano nei confronti della vita?
2. Che cosa potrebbe accadermi di male continuando ad ignorare?
3. Dove si trova quell’importante parte della mia vita, in cui ho riposto tutte le energie che cerco di mantenere fredde?
In caso di ipertiroidismo e nodi caldi:
1. Quale ferro caldo non voglio affrontare?
2. Da quale focosa ambizione e da quali alte pretese sono spinto? A cosa mira la mia insaziabile fame?
3. Cosa mi mette su di giri? Cosa mi porta sugli allori?
4. Quale blocco, quale paura si nasconde da tanto tempo nel mio collo?
5. Chi mi potrebbe tenere sott’occhio? Chi potrei tenere sott’occhio? Per quale autorità si svolge la mia battaglia?
6. In che misura oscillo tra la paura della morte e la brama di vita?
7. Perché inghiotto impulsi ostili?
8. Come posso riuscire a mettere la materialità al di sopra delle emozioni? Perché spingo i conflitti cocenti all’interno del mio corpo?
9. Cosa si nasconde dietro la mia esagerata disponibilità ad aiutare gli altri? Cosa c’è dietro il mio desiderio (esagerato) di essere bambino?
10. Cosa si cela dietro la mia disponibilità ad aiutare gli altri quando il pericolo non riguarda né me né i miei interessi?
11. Cosa indica il mio alto tasso di metabolismo? Quale sostanza della mia vita è necessario cambiare? Quale cambiamento sta tardando oltre il previsto?
12. In quale parte di me voglio relegare il mio eccesso di vita?
(67)Si tratta di tumori benigni della tiroide, che spesso si manifestano senza gozzo. La parola «autonomo» allude al fatto che il nodo produce l’ormone spontaneamente, senza essere sollecitato.
(68)La iperidrosi con manifestazione del bulbo oculare (exoftalmismo) viene anche chiamata morbo di Basedow.
(69)Franz Alexander, Psychosomatische Medizin, Berlin 1971, pag. 136

(Dott. Rudiger Dahlke)

Malva sylvestris

Malva (Malva sylvestris)

Nella medicina popolare la malva è ben nota.

Le nostre nonne ne conoscevano il valore e la utilizzavano anche esternamente contro patereccio, foruncoli, focolai di pus e ferite facilmente infiammabili, ma anche contro eczemi.

Principi attivi: glicosidi flavonici, mucillagine e tannini. I fiori contengono anche malvina.

Fiori Selvatici, Malva, Fiore Di Malvarosa, Giardino

Quali sostanze attive sono note mucillagini che per idrolisi danno acido galatturonico, galattosio, glucosio ed un metil pentoso, piccole quantità di tannini, un pigmento antocianico (Malvina), acido caffeico e acido clorogenico.

La malva possiede proprietà emollienti, antinfiammatorie e debolmente lassative. La malva forma uno strato protettivo sulla mucosa irritata ed infiammata come pure delle vie respiratorie ed agisce nelle malattie da raffreddamento delle prime vie aeree.

Roses-Malva, Malva, Rosa Malva, Spitzblättrige Mallow

Parti utilizzate: foglie e fiori.

Modo d’uso: infusi di un cucchiaino da tè di fiori e foglie secche per una tazza d’acqua bollente, coprire, lasciare in infusione per 10-15 minuti. Filtrare.

Dose: a volontà.

Per uso esterno si usa per cataplasmi di foglie con farina di lino nelle dermatosi.

Decotto (una manciata per un litro d’acqua, bollire 15 minuti) per lavaggi oculari, irrigazioni vaginali, lavaggi delle piaghe e ferite, sciacqui alla bocca per afte e glossite.

Fiori, Natura, Piante, Alcune Persone Non, Foglia

Macerati di radice (una manciata per un litro d’acqua a temperatura ambiente, lasciar macerare per 5-6 ore, possibilmente le radici fresche) si usano per esofagiti, gastriti, coliti e stipsi.

Malva rotundifolia si usa per minestre e minestroni. L’industria usa la mucillagine di malva nelle creme per la pelle screpolata e nei gel solari.

La gola e le sue manifestazioni

Malattia espressione dell’AnimA

La gola è la parte anatomica nella quale passano i due «condotti» di alimentazione del corpo: l’esofago (nutrimento materiale) e la trachea (aria).

È anche il luogo in cui si situano le corde vocali e le tonsille. Nella parte anteriore della gola, nell’incavo laringeo, si trova una ghiandola fondamentale che si chiama tiroide.

Risultati immagini per mal di gola

La gola è innanzitutto il luogo dove si inghiotte, o piuttosto si deglutisce ciò che è stato inghiottito, permettendogli di penetrare in noi.

Un sistema riflesso molto sofisticato ci consente di selezionare il tipo di alimento solido e l’aria, e di dirigerli verso il giusto ricettacolo, stomaco o polmone.

Gabbiano, Scream, Strillone, Scarpellini, Gola

Quando questo posto di scambio non funziona correttamente, ci soffochiamo oppure si verifica il fenomeno dell’aerofagia.

Insieme alle corde vocali, la gola è il vettore e il supporto dell’espressione orale

Immagine correlata

La loquacità, le parole o le grida dipendono da essa. È quindi, in definitiva, la porta o piuttosto la dogana che filtra e seleziona le entrate e le uscite.

Quanto alla tiroide, essa è la ghiandola principale, se così si può dire, da cui dipende l’equilibrio della crescita e tutto il metabolismo umano, come pure lo sviluppo del nostro corpo fisico (crescita, peso). In energetica, la gola è la sede del Chakra detto «della gola».

Ardeche, Fiume, Ponte, Pietra, Francia, Acqua, Vacanze

Questo centro energetico è quello dell’espressione di Sè, del modo in cui ci rapportiamo al mondo esterno

Rappresenta la nostra capacità di riconoscere ed esprimere ciò che siamo e di accogliere ciò che può arricchirci in esperienze di Consapevolezza e farci crescere. Infine è la sede del potenziale espressivo della nostra creatività.

Le malattie della gola sono quelle relative all’espressione «cosa ho di traverso alla gola» oppure all’accettazione «cosa non riesco a mandar giù».

Abbassamento di voce, angina, mandare giù di traverso, aerofagia sono i segni della nostra difficoltà ad esprimere ciò che pensiamo o sentiamo, sovente per il timore delle conseguenze derivanti da tale espressione.

Allora preferiamo arrestare le cose «alla dogana»

Italia, Parapendio, Montagne, Sunrise, Alba, Cielo

Queste malattie sono per estensione i segnali di una mancanza d’espressione di sé, di ciò che si è, delle proprie qualità o fragilità «cosa non riesco a far passare, a dire».

L’ipertiroidismo (Yang) o l’ipotiroidismo (Yin), per esempio, costituiscono spesso il segno di un’impossibilità a dire o fare ciò che si vorrebbe.

Fuoco, Camino, Legno, La Fiamma, Hot, Rosso, Glow, Luce

Nessuno può comprenderci, non disponiamo dei mezzi per far «passare» ciò in cui crediamo, abbiamo paura della non accettazione da parte dell’altro di ciò che vorremmo dire, abbiamo paura della forza e della violenza di ciò che potrebbe emergere.

Dietro questa non espressione vi è sempre una nozione di rischio, di pericolo, che ci fa arrestare, trattenere l’espressione.

Uomo, Upside-Down Della Roccia, Abisso, Rischio

La forma Yang manifesta un desiderio malgrado tutto di rivincita, laddove la forma Yin esprime un abbandono di fronte all’impossibilità di esprimersi.

(Michel Odoul)