Il Glucosio ed i danni alle cellule adipose

L’insulina, come abbiamo già detto, si preoccupa di eliminare il glucosio dal sangue.

Cosa succede quando sono piene le riserve del fegato (70 grammi), delle fibrocellule bianche (300 grammi) e la matrice extracellulare e tutte le cellule sono stracolme di zucchero?
 
Raccolta Del Sangue, Sangue, Siringa, Medico, Malattia
 
A questo punto l’insulina ha un’ultima soluzione a disposizione per riportare il glucosio a livelli normali, ovvero aumentare la produzione di lipoproteine Vldl (dl fegato) e costringere le cellule adipose (adipociti) ad accelerare l’assimilazione dei trigliceridi dalle stesse.
 

Questa azione può essere considerata una vera e propria violenza nei confronti nelle cellule adipose. Infatti l’evoluzione aveva previsto un percorso assolutamente più dolce per stipare il grasso in eccesso, al contrario di quello attivato dall’insulina.
Vediamo i due differenti percorsi.

Eclair, Torta Di Fragole, Fragole, Panna Montata

La via ancestrale

Quando mangiamo cibi ricchi di grassi, queste molecole vengono assimilate dai villi intestinali, i quali producono le lipoproteine chiamate chilomicroni. Queste sfere di grasso, vengono immesse nel sistema linfatico e trasportate fino al sangue.
 
I chilomicroni rilasciano gli acidi grassi alle cellule che ne fanno richiesta (ai fini energetici) ed infine li trasportano alle cellule adipose.
 
Stollen Di Natale, Dolci Di Natale, Tunnel
 
Le cellule bersaglio sono gli adipociti di grandi dimensioni presenti nel sottocutaneo. Il trasferimento degli acidi grassi dai chilomicroni alle cellule avviene senza nessun ormone mediatore. Questi adipociti, hanno la funzione di proteggere il corpo dal freddo e non subiscono stress cellulare ne l’apoptosi.

La via moderna

Le cellule adipose bersaglio dall’insulina, sono quelle presenti nell’addome dell’uomo e nelle gambe sui glutei delle donne. La loro dimensione è ridotta e tale differenza è dovuta al fatto che nell’epoca ancestrale era molto più frequente la necessità di accumulare grassi nel periodo invernale, assumendo cibi grassi (che vengono assorbiti nel sottocutaneo aiutano a resistere al freddo) che non i grassi da carboidrati (non esistendo il frumento e gli altri carboidrati insulinici).

Risultati immagini per obesita insulinca
 
Purtroppo l’alimentazione moderna e la sua elevata presenza di zuccheri, causa l’eccessivo stimolo nei confronti degli adipociti da parte dell’insulina. Questo causa stress elevati ed eccessivo rigonfiamento (in particolare ai più piccoli) che portano alla compressione dei mitocondri cellulari, alla loro disfunzione e quindi all’apoptosi.
 
L’intervento dei mastociti, richiamati in loco per degradare le cellule morte, crea poi un’infiammazione. Un simile processo, fa del grasso addominale, una fonte inesauribile di citochine infiammatorie e radicali liberi.
 
Stollen Di Natale, Tunnel, Dolci Di Natale, Torta
 
Vi sembra possibile che la nostra evoluzione non abbia previsto il possibile stress degli adipociti ed il relativo effetto infiammatorio?
 
Sicuramente aveva altri piani per il nostro corpo e certo non avrebbe mai immaginato una quantità così elevata di zuccheri, da stipare sotto forma di grasso.
 
Natale Di Cottura, Tunnel, Avvento, Dolci Di Natale
 
Difatti l’insulina predilige le cellule dell’addome, per il semplice fatto che è la parte più irrorata di sangue, quindi più veloce per depositare il grasso e contestualmente più rapida da riutilizzare in presenza di un deficit di calorie (è il primo grasso che cala in caso di dieta).
 
Ma il glucosio non causa danni solo gli adipociti, ma a tutte le altre cellule del corpo.
 
Vivere 120 anni

Le gambe

Malattia Espressione dell’AnimA

 
Le nostre gambe insieme ai piedi, alle ginocchia e alle articolazioni tibio-dorsali costituiscono quell’unità funzionale che risponde alle domande: come si sta? Come va?
 
Anche quando non prestiamo a questo dato di fatto molta attenzione, tutta la nostra vita continua a reggersi sulle gambe.
 

Gambe, Scarpe Converse, Casual, Piedi, Calzature

Responsabili del movimento nello spazio, mostrano in che misura siamo in grado di procedere sulla strada della nostra vita.

Il rapporto tra le estremità inferiori e la realtà concreta è simboleggiato dal contatto con la terra.

Mentre le braccia si muovono nell’aria, le gambe attraverso i due piedi sono in contatto col suolo.

Rivelano come ci muoviamo nella vita e quale posizione assumiamo in essa, indicano il modo in cui prendiamo posto e come ci comportiamo, se ci spostiamo e cosa rappresentiamo, dove sfiguriamo e cosa portiamo.

Risultati immagini per le gambe cura

La posizione che assumiamo è essenziale e il modo in cui ci poniamo di fronte alla vita è decisivo per capire come ci sentiamo in essa.

Lo stato civile mostra se procediamo da soli nella via o se siamo in coppia. Gli adolescenti, che non si sono ancora stabilizzati e sono ancora in movimento, camminano insieme.

Ragazza, Mentire, Mare, Beach, Persona, Persone

Come le braccia, anche le gambe tendono a conservare l’energia del movimento non utilizzata: il desiderio di fuga bloccato si trasforma in tensioni;

gli impulsi di guerra repressi in irrigidimenti; un atteggiamento molle in muscolatura corrispondente.

Ci sono tanti tipi di gambe quante sono le persone e i punti di vista.

Immagine correlata
È possibile tuttavia individuare certi modelli ricorrenti.

Non a caso noi parliamo di estremità: sono proprio le gambe infatti a metterci in contatto con ciò che è molto vicino e con ciò che è molto lontano. Il loro compito è quello di sondare gli estremi.

Le gambe massicce, con grandi muscoli, che a causa delle loro possenti masse muscolari tendono a un’andatura e a un atteggiamento arroganti, indicano un’analoga personalità.

Ragazza, Macchina Fotografica, Vintage, Mano, Gamba

Pur essendo forti, mancano di mobilità spontanea e di capacità di cambiamento improvviso.

L’andatura rigida, simile a quella di un robot, sembra impacciata. La mobilità agile e scorrevole viene sostituita da un’energia vigorosa.

Se a ciò si aggiungono piedi massicci, ecco che ci troviamo di fronte al tipico elefante nel negozio di porcellana.

Risultati immagini per le gambe cura
Le gambe debolucce, con una muscolatura poco sviluppata, costituiscono il polo opposto

è per loro problematico mantenere il soggetto in posizione eretta e minacciano continuamente di cedere. Con questa difficoltà a reggersi sulle proprie gambe e la mancanza di stabilità, i soggetti risultano bisognosi di sostegno.

Yoga, Gambe, Ragazza, Sport

Devono camminare con gambe che necessitano di sostegno e a buon diritto hanno paura di avanzare e di mantenere la propria posizione.

Cercano allora negli altri quel sostegno e quella fiducia che nella loro vita sono così poco sviluppati.

Per compensare tale carenza, tentano di rafforzare la parte superiore del corpo attraverso un’accentuazione dei muscoli del cervello delle braccia.

Risultati immagini per le gambe cura
Le gambe forti e slanciate sono anch’esse sottili, ma non sono affatto deboli.

Sono caratterizzate da una mobilità intensa e spontanea che può arrivare all’agitazione nervosa. Sempre in attività, hanno problemi ad arrivare e a restare. Queste gambe sono considerate attraenti, perché sono tese e slanciate, e quindi mobili e nervose.

Gambe, Scarpe, Calze Velate, Collant, Tacchi, Modello

Ma dietro all’eleganza rapida e mobile, si nasconde una certa instabilità.

A questo tipo di gamba si contrappongono le gambe massicce ma poco sviluppate, con cui i soggetti si trascinano nella vita. È probabile che queste persone fin dall’infanzia si siano sentite dire:

«Alza le gambe!», «Inciampi continuamente nei tuoi piedi!», Spesso prestano ascolto a queste profezie e diventano di ostacolo a loro stessi: si reggono con difficoltà sui piedi e procedono con altrettanta difficoltà.

La debolezza della loro posizione e del loro atteggiamento li abbatte, come la zavorra che si tirano dietro.

La loro andatura strascicata, che li fa sembrare addormentati, è inadatta per affrontare la vita. Strisciando per la strada, mancano spesso della stabilità necessaria e di capacità di resistenza.

(Dott. Rudiger Dahlke)

Centella Asiatica (Hydrocotyle asiatica)

La Centella asiatica cresce nelle foreste vergini calde ed umide del Madagascar, in India, Giappone e Cina ed è diffusa anche in altri paesi caldi

Parti usate: parti aeree e pianta intera, ricca di asiaticoside, ad azione benefica sul trofismo del microcircolo.

Risultati immagini per ferite emotive

Le foglie stimolano l’irrorazione sanguigna per cui l’uso tradizionale è negli edemi, nelle emorroidi, nella pesantezza dei legamenti, nelle vene varicose e nelle vasculopatie.

Una leggenda indiana narra che la tigre ferita, per accelerare la guarigione, sfrega la ferita contro questa pianta. In effetti, per la sua azione cicatrizzante la polvere trova impiego esterno in dermatologia contro le gambe piagate.

Tappeto Mini, Centella Asiatica, Brahmi

In India e Madagascar la centella asiatica viene impiegata contro la lebbra dati i suoi effetti lenitivi

La centella è lievemente lassativa. Rafforza pure le funzioni cerebrali e può essere impiegata preventivamente contro il processo di invecchiamento. Responsabili degli effetti della Centella sulla guarigione della cute a seguito di ferite sono i glucosidi degli esteri triterpenici asiaticosidi e madercassioside.

Si è visto che questi composti stimolano in vitro la produzione di collagene umano, una proteina coinvolta nella cicatrizzazione delle ferite …

Modalità d’uso:

infuso mezzo cucchiaio da tè per una tazza d’acqua bollente, coprire, riposo 10 minuti, dose massima due tazze al giorno. In commercio si trova anche in TM (30 gocce 3 volte al giorno, con controindicazioni per bambini e persone anziane o soggetti sofferenti di fegato), inoltre fa parte di molte pomate per il trattamento di varici e della circolazione delle gambe. È usata in molte specialità farmaceutiche. Per compresse fare un infuso più forte.

Risultati immagini per eczema psoriasi

Centella è stimolante del sistema immunitario, si consiglia per eczemi, psoriasi, insufficienza circolatoria delle estremità (gambe), lesioni del connettivo, ulcerazioni.

La medicina Ayurvedica: consiglia la centella per curare ogni tipo di malattie della pelle, eczemi, psoriasi, sifilide secondaria e terziaria, epilessia, infiammazioni ghiandolari e linfatiche, incrementa la memoria, l’estratto fluido è consigliato per curare l’elefantismo delle gambe e dello scroto.

Le filariasi (o filariosi) linfatiche sono malattie parassitarie causate da nematodi della famiglia delle Filariidae (detti “filarie”). Si distinguono dalle altre filariasi per la localizzazione delle forme adulte a livello dei vasi linfatici, dove esercitano la loro azione patogena provocando ipertrofia dei tessuti sottocutanei (elefantiasi),

per insufficienza circolatoria e dell’edema che colpisce le gambe, possiede alcune qualità sedative a livello del sistema nervoso centrale, influisce sui processi mentali e facilita l’apprendimento con diversi gradi di ritardi mentali.

Immagine correlata

Ha attività sul: tessuto connettivo e sul circolo venoso

I triterpeni della centella asiatica sono da anni utilizzati in clinica per le sue attività sul trofismo e lo sviluppo del tessuto connettivo, indirizzata in primis sui fibroblasti, che si manifesta in un miglioramento di processi di riparazione delle ferite, migliorata riepitilizzazione ed in una normalizzazione del connettivo perivascolare, che favorisce il mantenimento del tono e dell’elasticità della parete vascolare venosa.

Con riduzione della stasi venosa e della permeabilità endoteliale (antiedematosa), essa ripristina il normale equilibrio fra circolazione capillare e venosa e trofismo tissutale. Nei testi è menzionata come efficace nel trattamento dell’insufficienza venosa cronica.

Sedum Album, Centella, Bassa Crescita, Fiorito

(Cesarno MR, Laurora G., De Sanctis MT, Belcaro G. – Clinica cardiovascolare, Università degli Studi G. D’Annunzio, Chieti, Activity of Centella asiatica in venous insufficiency. Minerva cardioangiol 1992; 40:137-43).

Il trattamento con la Centella: ha dimostrato un miglioramento degli edemi sottocutanei e del flusso ematico capillare (Cardiovascular Clinic, University G. D’Annunzio, Chieti, Italia. Capillary filtration and ankle edema in patients with venouse hypertension treated with TTFCA. Angiology 1990:41:12-8).

Ragazza, Mentire, Mare, Beach, Persona, Persone

Inoltre è usata: nel trattamento della cellulite, possiede attività cicatrizzante

– stimola la sintesi di collageno cutaneo (Laboratory of Biochemistry, CNRS URA, Faculty of Medicine, Reims, France. Stimulation of collagen synthesis in fibroblast cultures by a triterpene extracted from Centella asiatica. Connect Tissue Res 1990; 24:107-20).

Si sconsiglia: l’erba con anamnesi di cancro e con assunzione di tranquillanti e sedativi.

Occasionalmente: può provocare fotosensibilità.

Centella è nominata: l’erba della vecchiaia: due foglie al giorno.

Risultati immagini per cellulite sintomi

Modo d’uso:

concentrato totale, il standardizzato al 40% d’asiaticoside si prende a gocce, 5-10, 2-3 volte al giorno, come pure l’estratto biochelato. Non sono note le controindicazioni con dosaggio normale.

Ad alte dosi: si osservano emorragie periferiche e forti pruriti.

Sconsigliata in gravidanza: e bambini sotto due anni causa mancanza della documentazione disponibile.