Tag Fibre solubili

Cosa mangi con la TMM

Il sistema più efficace per allenare il corpo a bruciare i grassi e per ridurre l’esposizione ai danni dei radicali liberi è limitare l’apporto di carboidrati netti nella dieta. La riduzione dei carboidrati netti è un aspetto cruciale della TMM, non solo perché il glucosio è un carburante “spurio” che produce un eccesso di ROS, ma anche perché il consumo troppo elevato di carboidrati netti sopprime la combustione dei grassi.

Microbiota e Dieta

Nelle società non industrializzate, al contrario, l’assunzione di fibre è molto più alta: i ricercatori citano, a supporto della tesi, uno studio pubblicato su Nature Communications, nel quale un gruppo di afroamericani ha seguito una dieta tradizionale sudafricana, con un tasso di fibre pari a 55 grammi quotidiani.

Come proteggersi da pesticidi in questo mondo avvelenato

Frutta e verdura coltivate su terreni devitalizzati o con fertilizzanti o compost inadeguati, saranno carenti di fattori vitali. La mancanza di nutrienti nel cibo corrisponderà in proporzione alla carenza di nutrienti del suolo. Per di più, in condizioni ideali di terreno l’utilizzo di insetticidi e pesticidi comporterà il loro passaggio nelle piante e nelle radici e saranno completamente assorbiti dalle fibre che vi si trovano.

Il mio primo succo di carota

I succhi ottenuti con questi apparecchi fanno bene e sono utilizzati da molte persone. Noi abbiamo bisogno di bere succhi freschi ogni giorno, a prescindere da come siano estratti, benché la migliore qualità sia poi anche la più economica nel lungo periodo e la più efficace per nutrire il corpo. Qualsiasi succo fresco è meglio di nessun succo fresco.

Succhi freschi di verdura e frutta

La ragione dell’efficacia dei succhi freschi sta nel fatto che, separando gli elementi minerali e l’acqua distillata dalle fibre, questo cibo liquido viene digerito nel giro di pochi minuti. I processi digestivi servono a separare gli elementi minerali dalle fibre e, inoltre, richiedono lavoro e tempo – anche ore – perché il nutrimento possa essere utilizzato dagli organi della digestione

Il succo di carciofo di Gerusalemme (Topinambur)

Le fibre solubili sono caratterizzate da composti quali beta-glucani, pectine, gomme naturali, inulina, olisaccaridi. La loro caratteristica (solubilità) è quella di assorbire acqua già nello stomaco (aumentandone fino a 100 volte il volume iniziale) e di fermentare nell’intestino, con lo scopo di nutrire la flora batterica buona e le cellule colonociti (le cellule che compongono l’epitelio dell’intestino).

Le Fibre

Il processo produce acidi grassi a catena corta (soprattutto acetato, butirrato e proprionato) e gas. Il butirrato è la principale fonte energetica per i colonociti (cellule epiteliali dell’intestino). L’acetato ed il proprionato sono assorbiti dalle pareti del colon ed inviati al fegato, per svolgere le seguenti funzioni: stabilizzare i livelli di glucosio nel sangue, ridurre la sintesi del colesterolo, stimolare la produzione di cellule immunitarie (cellule T, anticorpi, globuli bianchi, etc.).

× Sono qui per aiutarti