Mangiarsi le unghie

Malattia Espressione dell’AnimA

Il mangiarsi le unghie non rientra nei disturbi motori, tuttavia l’abbiamo inquadrato in questo gruppo per certe somiglianze puramente esteriori. Anche il mangiarsi le unghie viene vissuto come una sorta di costrizione, che vince il controllo volontario della mano.

Non soltanto i bambini e i giovani si mangiano le unghie, spesso anche gli adulti soffrono per decenni di questo sintomo difficilmente curabile.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è mangiarsi-le-unghie-1024x576.jpg

La base psichica del mangiarsi le unghie è evidente e questo fatto dovrebbe essere di aiuto a molti genitori quando si accorgono che il loro bambino presenta questo sintomo. Infatti proibizioni, minacce e punizioni sono in questo caso le reazioni meno appropriate.

Pensiamo all’espressione mostrare le unghie: è abbastanza simile a digrignare i denti. Entrambe indicano la disponibilità a combattere. L’atto di mangiarsi le unghie equivale a una castrazione della propria aggressività.

Risultati immagini per mangiarsi le unghi
Chi si mangia le unghie ha paura della propria aggressività e smussa quindi simbolicamente le proprie armi.

Mangiandosi le unghie si consuma già una parte di aggressività, la si dirige esclusivamente verso se stessi: si morde e quindi si elimina la propria aggressività.

Pane, Affettato, Fette, Mano, Afferrando, Mangiare

Le donne soffrono del sintomo qui descritto specialmente perché invidiano le altre donne per le loro belle unghie lunghe e laccate di rosso.

Le unghie lunghe laccate del colore rosso (il colore di Marte) sono un simbolo di aggressività particolarmente bello e luminoso – e queste donne portano in bella vista le loro unghie e la loro disponibilità ad aggredire.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 1289c-3530e7_d830c6bedab14ce0ad7eb09b191ff423.jpg
È ovvio che vengano invidiate da quelle che non osano mostrare la propria aggressività e le proprie armi.

Anche il voler avere queste belle unghie rosse è soltanto la formulazione esteriore del nascosto desiderio di potere un giorno essere così apertamente aggressive.

Caffè, La Bevanda, Caldo, Mangiare, Prima Colazione

Se un bambino comincia a mangiarsi le unghie, significa che si trova in una fase in cui non osa mostrare agli altri la propria aggressività.

In questi casi i genitori dovrebbero meditare attentamente se, nella loro educazione e attraverso il loro comportamento, hanno represso o valutato negativamente l’atteggiamento aggressivo.

Risultati immagini per mangiarsi le unghi

Bisognerebbe allora tentare di creare per il bambino un ambiente di vita in cui possa trovare il coraggio di realizzare la propria aggressività senza sentimenti di colpa.

In genere un simile comportamento suscita paura, perché se i genitori non avessero problemi con l’aggressività non avrebbero bambini che si mangiano le unghie.

Ragazza, Bellezza, Donna, Ritratto

Sarebbe quindi un processo molto sano per tutta la famiglia se cominciassero a mettere in discussione il proprio comportamento non sincero e ipocrita e cominciassero a vedere cosa c’è dietro la facciata.

Una volta che il bambino ha imparato a mettersi sulle difensive invece di rispettare le paure dei genitori, smetterà anche di mangiarsi le unghie.

Piedi, Acqua, Freddo, Cool, Dita Dei Piedi

Fintanto che però i genitori non sono disponibili a trasformarsi loro stessi, non dovrebbero lagnarsi dei sintomi dei loro figli. I genitori non hanno colpa dei disturbi dei figli, però i figli riflettono nelle loro turbe i problemi dei genitori.

(Thorwald Dethlefsen Rudiger Dahlke)

Menopausa e osteoporosi

Malattia Espressione dell’AnimA

Questa “malattia” esiste da sempre, la sua diagnosi fino a poco tempo fa non veniva messa automaticamente in rapporto con la menopausa.

Con l’osteoporosi si verifica un aumento della decalcificazione, che di per sé non è un sintomo patologico, ma un segno normale del cambiamento del corpo in questa fase della vita.

Dragon, Donna, Umano, Stone, Ciottolo, Pietre

Nonostante ciò, i ginecologi ricorrono solo da pochissimo tempo agli estrogeni per curarla.

Tale terapia ha su molte donne il piacevole effetto di far sì che la menopausa non venga più vissuta come una pausa. Il corpo viene così ingannato dagli estrogeni da credere che tutto sia rimasto come prima e che il cambiamento non si sia ancora verificato.

Chi ha paura della decalcificazione delle ossa e della mancanza di calcio, dovrebbe introdurre calcio.

Tulipani, Due, Primavera, Aprile, Menopausa

È però interessante notare che in questa età le dosi di calcio assunte non hanno alcun effetto. Il corpo le considera come superflue e le espelle:

di fatto tende ad alleggerirsi, non ha più bisogno di una struttura ossea massiccia, perché avanzando nella vita anche le necessità cambiano e gli interessi si spostano da un’attività esterna a una interiore.

Non c’è più tanto bisogno di appoggiarsi sulle ossa fisiche; appare piuttosto necessario trovare un sostegno alla struttura interiore dell’anima.

Risultati immagini per menopausa

La menopausa, con riferimento alla vita esteriore, dovrebbe avere un aspetto di pausa e riposo.

Solo attraverso l’inganno del corpo è possibile costringerlo a immagazzinare ancora calcio nelle ossa.

Con questo trucco ormonale si può ignorare il cambiamento, continuare a fingere di essere giovani e a contare sulle proprie ossa. Per questo, nel culto della giovinezza che oggi domina incontrastato e nel rifiuto della vecchiaia, la simpatia per questo inganno non deve meravigliare.

Fiore, Menopausa, Purple Coneflower, Giardino, Natura

Resta da chiedersi se valga la pena di sacrificare la possibilità di controllare consapevolmente la crisi di passaggio della vita per amore di una menzogna.

È necessario alleggerirsi sia nel fisico che nell’anima per prepararsi al ritorno. Dobbiamo sbarazzarci della zavorra. Più lo facciamo in senso figurato, più stabile rimarrà la struttura del corpo.

Delizia, Бодуар, Passione, Ragazze, Modello, Erotica

L’uomo moderno, nonostante gli venga richiesto esattamente il contrario, ha un atteggiamento ostile nei confronti dei cambiamenti della vita. Il semplice passaggio dall’estate all’inverno e viceversa è sufficiente a far sì che milioni di persone si sentano collettivamente frustrate e si prendano le loro influenze primaverili o autunnali.

I virus necessari sono a disposizione ovunque.

Risultati immagini per menopausa
Sembra così semplice far pagare al corpo tutto ciò che non ci piace.

La medicina appoggiando questo gioco commette un grave errore e si preclude possibili sviluppi. Se riflettiamo sulle tesi dei ginecologi, non possiamo che rimanere esterrefatti.

Coppia, Baciare, Romanticismo, Uomo, Donna, Amore

Chi spaventa le donne dicendo loro che rischiano di rompersi le ossa se non ingeriscono estrogeni, dovrebbe chiedersi come abbiano fatto miliardi di donne, prima della moda degli estrogeni, a superare questo periodo senza pericolose fratture, e come vi riescano ancor oggi molte donne anziane.

Questo argomento è superato per impudenza solo da quest’altro, che nella menopausa le donne si sentono ripetere spesso:

«Se non si farà togliere l’utero, potrebbe degenerare in tumore maligno».

Mani, Amore, Coppia, Insieme, Dita, Persone, Umano

Con la stessa logica si potrebbe consigliare l’amputazione delle braccia, visto che in qualsiasi momento la pelle potrebbe ammalarsi di cancro e degenerare. Tutto questo allarmismo ha portato non solo a un aumento senza precedenti di operazioni all’utero, ma ha anche contribuito a diffondere una preoccupante insicurezza.

Naturalmente esistono situazioni in cui un utero deve essere tolto. Ma come fa una donna a sapere se il ginecologo ha intrapreso una crociata contro gli uteri o se la sua diagnosi ha basi mediche fondate?

Risultati immagini per menopausa
Nella problematica dell’osteoporosi non c’è purtroppo alcun trucco corrispondente, eccetto forse un richiamo al sano intelletto umano e uno sguardo alla catena delle generazioni femminili, dalla nostre nonne fino ad Eva, la prima donna.

Tutte hanno dovuto mantenere in ordine il loro equilibrio ormonale senza l’aiuto dei ginecologi, sono vissute in media più a lungo dei loro mariti e in ogni caso non si sono fratturate le ossa più spesso di oggi.

Gleise, Rotaie, Treno, Argine Ferroviario

La profilassi che appare più logico adottare per tutta questa problematica, consiste nel vivere in modo tale da soddisfare pienamente il polo femminile prima dell’inizio del periodo climaterico.

Se questo è avvenuto, il trasferimento di questi temi a livello psico-spirituale determina un profondo sollievo. Chi nelle situazioni opportune ha donato il suo calore all’uomo, non ha bisogno ora di trovare occasioni per trasformarsi in una donna calorosa.

Risultati immagini per menopausa
Sarebbe più naturale fare fuoco e fiamme per altri contenuti e ardere di entusiasmo per il polo opposto, il mondo spirituale. Chi ha già appagato il suo desiderio di discendenza, può permettere che in menopausa nel suo utero avvengano tutti i mutamenti necessari.

Fertilità e crescita appartengono ora al livello dell’anima e dello spirito.

Ragazze, Lesbiche, Migliori Amici, Femminile, Ladies

Chi nel climaterio si libera della zavorra e riqualifica la vita trasferendo le energie dall’esterno all’interno, non ha più bisogno di ossa tanto pesanti: le ossa più leggere bastano per affrontare senza pericolo di fratture il ritorno a casa dell’anima.

Domande

1. Sono in grado di affrontare il compito del cambiamento, che avanza insieme alla crisi della mezza età?
2. Ho accettato e soddisfatto i miei desideri di procreazione, oppure faccio sì che quello che mi manca cresca sotto forma di mioma?
3. Ho vissuto in modo sufficientemente intenso? Mi sono saziato?
4. Ci sono piani sui quali vorrei cambiare e di cui non mi fido?
5. Dove potrei diventare simbolicamente fertile?
6. Di quale zavorra mi devo liberare? Quale compito devo affrontare?
7. Dove mi manca la struttura? Dove posso trovarla?
(Dott. Rudiger Dahlke)

Il cancro al seno

Malattia espressione dell’AnimA

 
Il cancro al seno non è solo la forma di tumore più frequente nella donna, ma anche la più temibile. Se pensiamo che all’interno della parte più bella e morbida del corpo femminile cresce in modo così irruento qualcosa di tanto duro e maligno, l’orrore aumenta.
 
Ragazza, Sexy, Nudo, Artistico, Donna, Pelle, Erotico
 
Quando il morbido tessuto ghiandolare della mammella invece di essere il luogo della sicurezza naturale e del piacere, si indurisce e diviene maligno, vengono coinvolti e trasformati in dramma i temi della maternità e del piacere.
 
La donna è stata colpita nel suo punto più sensibile, in prossimità del cuore, e lei si è rinchiusa in se stessa senza rivelare a nessuno fino a che punto sia ferita e arrabbiata.

Risultati immagini per cancro al seno sintomi
Tocca al corpo mostrare che cosa è avvenuto. Ed è l’inferno che infuria nel suo seno.

 
Oltre ad essere sensibile e delicato, il seno femminile, per la sua forma ha carattere sensuale e provocatorio, e quindi viene coinvolta anche la componente dell’erotismo aggressivo.
 
Il momento del crollo del sistema immunitario, e quindi dell’esplosione vera e propria della malattia, è caratterizzato spesso da una sensazione di angoscia profonda, alla quale la donna si rifiuta in genere di attribuire particolare importanza.
 
Ragazza, Sexy, Nudo, Artistico, Vuoto, Donna, Pelle
 
Essa si prende a cuore più di quanto sia disposta ad ammettere e lo esprime a livello di seno non per sentire più vicino questo stato d’animo, ma per nasconderlo.
 
Quanto sia preoccupata o arrabbiata a causa dell’offesa o del dolore ricevuti, lei non lo esterna a gran voce, ma piuttosto lo nasconde nel seno, dove si incarna e può trasformarsi in cancro.
 
Risultati immagini per cancro al seno sintomi
Quello che sembra riserbo altruistico e che talvolta viene frainteso come capacità di comprensione è in realtà piuttosto paura di lasciarsi andare, di accusare e di combattere per i propri interessi.
 
Spesso è l’orgoglio a impedire questo tipo di sfogo. La maternità pronta al sacrificio è lontanissima dall’egoismo, che viene consapevolmente represso.
 
Occhi Azzurri, Donna, Femminile, Trucco, Modello
 
Nel corpo però questo si manifesta in particolare in quel luogo in cui dimorano autentica tenerezza di cuore e comprensione materna (per tutto e tutti).
 
Contro questi alti ideali non c’è niente da dire, va però sottolineato il fatto che la donna colpita dal cancro evidentemente non è (ancora) in grado di viverli senza riserva.
 
Risultati immagini per cancro al seno sintomi
 
Le reticenze non confessate si incarnano nell’organismo e rivelano quanta energia infernale, celata nel seno, si stia ridestando.
 
L’aggressività, la distruttività, la mancanza di riguardo non vissuta si libera ora a livello di corpo. Il morbido tessuto del seno, il cui compito è dare, provvedere e nutrire, diventa egoista come la donna non potrebbe mai essere consapevolmente.
 
Giovane Ragazza, Rose, Donna, Mentire, Signora, Ragazza
 
Il corpo le toglie così qualcosa di quello che lei stessa rifiuta in quanto non vuole riconoscere questa realtà esistente in lei.
 
L’offensiva del cancro al seno precipita nell’ombra anche per quanto riguarda il seno come organo di comunicazione. Spesso questo tipo di tumore, che assume la forma di una infiltrazione della pelle, mostra che la donna ha rinunciato all’iniziativa e si è messa in posizione di resa.
 
Allattamento Al Seno, Neonato, Bambino, Madre
 
La ritirata, però, non si manifesta nel corpo, bensì sul piano psicologico, e anche lì nel senso di riflessione religiosa. Il seno, in quanto organo prominente, dovrebbe avere lo stesso compito del naso, cioè quello di attaccare.
 
L’importanza di questa componente è rilevata dal fatto che questi due organi sono quelli che più di frequente vengono modificati attraverso interventi chirurgici, evidentemente allo scopo di mettere meglio in evidenza all’esterno le proprie qualità.
 
Immagine correlata
L’elemento offensivo e aggressivo non vissuto consapevolmente, si manifesta nel cancro e anche nelle terapie cui attualmente si fa ricorso nel debellarlo.
 
Se il nodulo, che è sempre simbolo di una problematica irrisolta, viene estirpato chirurgicamente col bisturi, l’aggressività che arriva fino al sangue è innegabile.
 
Ragazza, Bagno, Rose, Fiori, Erotica, Rosso
 
Ma anche le radiazioni energetiche irradiano aggressività, uccidendo non solo le cellule cancerogene ma anche molte di quelle sane. Lo stesso vale per i composti chimici citostatici, che penetrano nell’organismo propagando veleno e bloccando la riproduzione cellulare:

per questo motivo sono simbolicamente molto simili al cancro.

Questi metodi spaventosi mettono in gioco qualcosa che manca al malato di cancro. Se lo integrasse nella sua coscienza, potrebbe redimere il principio e liberarsi dalle minacce.
 
Rose, Blu, Fiore, Bloom, Romanticismo, Floreali, Fresco

Nella mitologia c’è una leggenda che ricorda questo avvenimento.

Pentesilea, la regina delle Amazzoni, si recide il seno destro per poter tendere meglio l’arco in battaglia, cioè per poter essere meglio all’altezza della situazione in un mondo di uomini.
 
Le amazzoni che facevano parte del suo seguito bloccano la crescita del seno destro delle proprie figlie per attrezzarle meglio alla battaglia della vita e per essere almeno nel lato destro uguali agli uomini.
 
Immagine correlata
 
Rinunciano volontariamente a una parte della loro morbida femminilità per poter affrontare a testa alta le insidie della vita.
 
Il cancro al seno segnala anche che il morbido modo femminile di affrontare la vita è ormai inattuabile; dimostra che la morbidezza si è trasformata in rigidità e che è necessario rinunciare a una parte della propria femminilità.
 
Ragazza, Donna, Sexy, Biancheria Intima, In Posa
 
Quello che non avviene simbolicamente, sarà prima o poi reciso materialmente dal chirurgo, che taglia via ciò che intralcia.
 
Chi non è pronto ad apportare i tagli necessari nella propria esistenza, deve farlo in seguito a un altro livello. Rinunciare (temporaneamente) a certi aspetti della vita per promuovere altri che hanno avuto troppo breve durata, significa abbandonare il regno della madre, il mondo lunare.
 
Bellezza, Donna, Ritratto, Faccia, Capelli, Femminilità
 
Questo ad esempio potrebbe significare una rinuncia alla dipendenza, a una situazione sicura, ma che impedisce la crescita, al ruolo della «buona moglie», dell’amata tollerante eternamente trascurata,
 
«della cara figlia», «della madre piena di comprensione», che lascia fare; potrebbe portare a seppellire volontariamente e metaforicamente il ruolo di grillo del focolare e quello di principessa sul pisello; a lasciar morire la ragazza privilegiata per nascita, ad abbandonare la madre chiesa per seguire la propria strada, e così via.
 
Inverni, Donna, Cerca, Biondo, Bella Donna, Bellezza
 
Il cancro ci rivela che non stiamo seguendo, o non stiamo più seguendo la via della nostra crescita e che lo sviluppo psicologico non si è realizzato a pieno. Il tipo di cancro mostra in quale punto del canale della nascita siamo rimasti bloccati.
 
Col seno viene colpito anche il sensibile settore della maternità e vengono messe in discussione problematiche come quella di trattare qualcuno come un bambino o essere trattati come bambini, del nutrire e dell’essere nutriti, dell’allattare e dell’essere allattati, del curare e dell’essere curati.
 
Persone, Donna, Ragazza, Abbigliamento, Occhio
 
Non deve allora sorprendere che quasi tutte le malate di cancro al seno abbiano avuto rapporti molto particolari con le rispettive madri, addirittura inesistenti, negati, o «insolitamente profondi e buoni».
 
A questo proposito è bene parlare anche di un altro sintomo che annuncia il cancro al seno, costituisce un vero e proprio segnale di allarme e colpisce il 10% delle pazienti: quello della mammella che inizia a secernere latte e che in questo modo fa capire che il tema del nutrire e del succhiare è sprofondato nell’ombra.
 
Moda, Persone, Adulto, Attraente, Bellezza, Letto
 
Come simbolo di morbidezza e di capacità di adattamento, il seno è legato anche alla tematica del sopportare e dell’essere sopportati, della vulnerabilità e della sofferenza, dell’offesa e della sensibilità.
 
Come organo di relazione, il seno presenta i temi del ritirarsi in se stessi e dell’esporsi, dell’adescamento e della seduzione, del nascondere e dello sfidare secondo le regole di un gioco pericoloso.
 
Bella, Ragazza, Donna, Giovane, Ritratto, Femminile
 
Lo scopo in questo caso non è «il giusto», «il bene», né tanto meno «le aspettative», ma la capacità di ritrovare l’individualità e l’iniziativa personale. Ogni strada che porta alla crescita è unica nel suo genere, anche se lo scopo è identico a quello di tutte le altre strade: l’unità.
 
In questo caso, il solo strumento che può essere messo in gioco per risolvere la tematica del cancro è l’amore. Un amore che ovviamente non ha niente a che fare con l’essere amabili e disponibili.
 
Ragazza, Modello, Foto, Photoshoot, Trucco, Persona
 
Prima di giungere a questo e prima che la donna senta di essere una cosa sola con tutto e con tutti, è necessario spiegare che non rientra affatto nei suoi compiti essere in accordo con tutto, ma che deve decidere di seguire la propria strada.
 
Deve allora temporaneamente infischiarsene della debolezza, della flessibilità, della capacità di adattarsi e degli altri atteggiamenti tipici del decoro femminile. Sarà certamente più sana se rinuncerà volontariamente sia a precise fasi della vita che al seno, simbolo di femminilità.

 

Ragazza, Ritratto, Occhi, Persona

Se il seno in questo confronto è già perduto, risulta con chiarezza quello che la donna aveva nascosto in sé. Con il seno perde molto più di un semplice organo: con questo simbolo muore anche una parte della fiducia in sé.

Se una donna dopo l’amputazione non si sente più una vera donna, significa che viveva la sua femminilità soprattutto attraverso il suo corpo. In futuro sarà costretta a non definirsi più soltanto attraverso la femminilità fisica. Altri contenuti di vita attendono di essere scoperti.
 
Sexy, Ragazza, Donne, Biancheria Intima, Carino, Viso
 
Le donne che a causa del cancro hanno perduto uno o entrambi i seni e sono sopravvissute per molti anni all’amputazione, hanno raccontato quanto la loro vita sia sorprendentemente cambiata soprattutto dal punto di vista dei contenuti.
 
Il mito delle amazzoni riappare: la perdita si trasforma in opportunità di trovare una nuova identità personale. Deve prendere vita un tipo di esistenza imperniato fondamentalmente su se stessa e meno sugli altri.

 

Donna, Piuttosto, Ragazza, Capelli, Bello, Donne

La ghiandola del seno in sé non è un organo particolarmente predisposto al tumore. Come abbiamo detto all’inizio, esistono culture che non conoscono il cancro al seno.

Il tessuto del seno è molto sensibile, ma è lo stesso che si trova nella bocca, che tra l’altro è in continuo contatto con una quantità innumerevole di cellule cancerogene.
Nonostante ciò, i casi di cancro alla mucosa orale sono, da un punto di vista numerico, di gran lunga inferiori.
 
Donna, Ragazza, Libertà, Felice, Sole, Silhouette
 
Nelle mucche da latte, che con maggiore frequenza rispetto alle donne contraggono infezioni alla ghiandola mammaria, il cancro è del tutto sconosciuto in questa parte del corpo.
 
Attraverso l’analisi di questa specifica situazione, non è difficile dedurre che la via femminile è stata trascurata, che l’ideale femminile perseguito non ha niente a che fare con quello autentico e che quest’ultimo può richiedere molta più durezza ed energia di quanto possa piacere.
 
Sexy, Ragazza, Donne, Biancheria Intima, Carino, Viso
 
A questo proposito è bene sapere che le suore sono colpite dal cancro al seno in percentuale superiore alla media.
 
Ciò non significa che la vocazione monacale sia in contraddizione con la via della femminilità: probabilmente le suore colpite sono quelle che non seguono veramente i propri ideali, ma che si sono rifugiate in convento per sfuggire alla vita.
 
Reggiseno, Seni, Tette, Donna, Pullover, Red, Sexy
 
Oppure quelle che hanno avuto all’inizio la vocazione, se ne sono allontanate in seguito e nonostante ciò hanno continuato a vivere in convento. Come la vita conventuale mal interpretata e vissuta come fuga può favorire il cancro, può anche impedirlo se la via del convento è quella giusta.
 
Per ciò che concerne la maternità, il nodulo che cresce può comunicare che si sta sviluppando un qualcosa che sostituisce l’autentico amore materno, qualcosa che però è freddo e pericoloso.
 
Nastro Rosa, Breast Cancer Awareness Month
 
Una donna può sempre essere madre, ma se la maternità non è vissuta nel cuore e si limita a interpretare questo ruolo di fronte a se stessa e al mondo, significa che questa non è la strada giusta e che può anche essere pericolosa. L’amore materno, nella sua qualità altruistica, è un simbolo dell’amore celeste.
 
Se viene dal cuore, è un vero e proprio toccasana, se però è solo un’imitazione delle regole sociali, può costare la vita. Lo stesso problema può coinvolgere anche una donna che vive come se fosse il personaggio di una fiaba, una donna fondamentalmente soddisfatta di se stessa e del proprio partner, perché si avvicina al suo ideale di donna.
 
Alberi Di Ciliegio Giapponese, Fiori, Primavera
 
Se però questo non corrisponde realmente al suo ideale interiore, anche la sua vita ideale è a rischio di cancro. Neppure la donna aggressiva, che sembra fare solo ciò che la diverte, è automaticamente al riparo dalla malattia.
 
Colei che recita per successo il ruolo della vamp senza di fatto esserlo, è minacciata come colei che desidererebbe tanto essere una donna fatale, ma non ha sufficiente fiducia in se stessa per esserlo.
 
Strada, Foresta, Stagione, Autunno, Caduta, Panorama
 
La donna moderna, che si «emancipa» perché questo oggi è di moda, pur sognando di trasformarsi in una madre tradizionale e di assumere quindi una funzione che la nostra società ha eliminato ormai da molto tempo, rientra naturalmente nel gruppo a rischio.
 
Ogni modello che la società prevede è pericoloso nella misura in cui non corrisponde al proprio, e chi lo adotta nonostante ciò, vive pericolosamente: le qualità personali a cui si rinuncia, affondano nel corpo, dove si rivoltano contro l’individuo stesso.
 
Fiore Di Ciliegio, Ciliegio Giapponese, Odore, Fiore
 
La migliore profilassi del cancro al seno consiste di conseguenza nel vivere coraggiosamente, cioè nel seguire la propria strada individuale che porta verso l’unicità. La via è perfettamente individuale, la meta è invece superindividuale e perfetta.
 
Il Rabbi cassidico Susya disse poco prima della sua morte: «Quando andrò in cielo, non mi domanderanno: Perché non sei stato Mosè? Mi chiederanno invece: Perché non sei stato Susya? Perché non sei diventato quello che potevi essere?».
 
Farfalla, Insetto, Macro, Animale, Natura, Primavera
 
Domande
 
1. Qual è il ruolo che il tema «mamma» svolge nella mia vita? Mi aspetto di essere trattata come un bambino?
2. Mi piace trattare gli altri come bambini? Che rapporto ho con mia madre? E con il mio essere madre?
3. Quale ruolo svolge in me il provvedere agli altri? Di quali motivazioni mi occupo?
4. Con quale sentimento e a quale prezzo lascio che altri si occupino di me? Potrei provvedere da sola a me stessa?
5. Quale ruolo svolge in me l’autosufficienza, o meglio l’emancipazione?
6. In che misura permetto al mio seno di essere aggressiva? Oso utilizzarlo come segnale?
7. Ho trovato la mia strada di donna? Faccio passi avanti?
8. Quella che finora ho vissuto, era veramente la mia vita? E quella che mi viene incontro, è la mia vita?
9. Dove devo andare? Qual è il mio sogno? E quale il mio scopo?
 
(Dott. Rudiger Dahlke)

Il seno femminile 

Malattia espressione dell’AnimA

Il seno nella donna per le sue funzioni e per la sua forma ha un’importanza centrale. Chiamato in medicina mamma (dal latino), simboleggia la maternità e la capacità di nutrire.

Alla crescita del bambino nel corpo materno, corrisponde lo sviluppo del seno, che al momento della nascita è rigonfio di latte.

Adulto, Corpo, Reggiseno, Donna, Biancheria Intima

Il primo stimolo del bambino coinvolge madre e figlio e ha un effetto benefico sui dolori successivi al parto e sulle contrazioni dell’utero.

È per così dire il segnale della rigenerazione dopo la nascita.

Oltre ai sentimenti di gioia e di benessere riscontrabili presso la maggior parte delle madri mentre allattano, il succhiare reca sollievo al seno turgido ed è quindi gradevole anche da questo punto di vista.


Risultati immagini per seno femminile
Sebbene succhiare sia un riflesso innato, il contatto col seno morbido e il flusso di latte caldo riempiono il piccolo di felicità e di benessere.

Il seno è estremamente sensibile. Il contatto tenero e morbido della guancia del bambino e soprattutto il contatto con le labbra e la lingua del piccolo che succhia, producono sensazioni di piacere in moltissime donne.

Asiatici, Donna, Ragazza, Sexy, Tette, Seni, Petto

Da questo punto di vista, possiamo dire che alla base dell’amore materno c’è anche una componente sessuale.

Groddeck ritiene che l’allattamento susciti nella donna sensazioni passionali e risvegli in lei il desiderio di avere di nuovo rapporti sessuali.

Egli interpreta questa osservazione come un servizio alla conservazione della specie, anche se proprio l’allattamento è una forma di protezione contro un nuovo e troppo precoce concepimento.


Risultati immagini per seno femminile
La tematica sessuale dell’allattamento al seno viene negata soprattutto da coloro che portano alle stelle la maternità. Il rapporto del seno femminile con la sessualità in generale è invece incontestato.

Tanto nell’allattamento quanto nel bacio, i seni vengono portati voluttuosamente alla bocca, e il piacere che la donna prova nella parte superiore del corpo non è dissimile da quello che procura il rapporto sessuale vero e proprio. li seno svolge qui il ruolo del pene che penetra, la cavità orale corrisponde all’utero.

Ragazza, Sexy, Nudo, Artistico, Vuoto, Donna, Pelle

Prescindendo dal fatto che il bambino, al momento dell’allattamento, vive la madre come una donna, il valore del petto nel resto della vita è evidente. La pressione sul seno materno è la prima esperienza che l’essere umano vive.

È logico quindi che anche in seguito cerchi amore sul seno.
Immagine correlata

Questo vale ovviamente anche per le donne, che si stringono volentieri reciprocamente al seno, ricavandone una sensazione di tenera sicurezza.

Se una donna si sente bene stringendosi al seno di un’altra donna, non significa affatto che sia lesbica.

Il rapporto di una donna con il seno di un’altra è naturalmente più ovvio di quello di un uomo con il membro di un altro uomo.

Stringere qualcuno al petto è sempre un gesto di affetto e d’amore.

Nessun’altra parte del corpo è in grado di comunicare affetto in modo altrettanto intenso e caldo, da nessun’altra parte si piange meglio che su un petto amico.

Ragazze, Erotica, Modello, Ritratto, Labbra, Donna

Che il seno, oltre alla sua funzione materna di nutrimento, sia un organo di comunicazione, lo mostra il fatto che solo negli esseri umani è sviluppato permanentemente, mentre negli «altri mammiferi» si sviluppa temporaneamente solo al momento di allattare.

Nel rapporto erotico, il seno diviene un organo sessuale: gli uomini lo cercano istintivamente. Lo spazio tra i seni è stato fin dai tempi più remoti evidenziato dalle donne per esercitare il proprio fascino sull’altro sesso.

Immagine correlata

Le varie mode che si sono succedute negli anni, pur proponendo soluzioni sempre diverse, hanno rinunciato solo di rado dalla carica esplosiva di questa parte del corpo.

In passato, per alcuni periodi, le donne sono state libere di mostrare il proprio seno: pensiamo ad esempio all’epoca di Luigi XIV, per non parlare della moda dei cosiddetti primitivi.

Persone, Adulto, Donna, Letto, Ritratto

Nell’antico Egitto la profondità del décolleté era correlata alla posizione sociale, mentre ad Atene le donne della borghesia nelle occasioni solenni si mostravano a seno nudo. Il «top-less» non è quindi un’invenzione del nostro tempo liberale.

In modo più o meno evidente, il seno è stato sempre – e lo è tuttora – sottolineato

sollevato attraverso corsetti, contenuto o esaltato dal reggiseno, tenuto in forma da particolari guaine, ha permesso alla donna di incrociare le braccia e di pavoneggiarsi.
Anche stringere il punto di vita serve ad evidenziare il seno.

Risultati immagini per seno sex appel

Gioielli come spille e collane attirano l’attenzione sul sottostante gioiello. Più attraente di un seno nudo è per i maschi pensare al modo in cui meritarsene la libera vista. Da questo punto di vista, chi indossa abiti scollati lo fa in modo abile e (semi)consapevole.

Come le donne hanno da sempre mostrato la tendenza a evidenziare il loro seno prominente nei giochi sociali, gli uomini d’altro canto non hanno mai voluto rinunciarvi.

Sono quasi esclusivamente uomini coloro che determinano le linee della moda.

Ragazza Bagnata, In Studio, Sexy, Erotico, Nudo, Seno

Il seno con la sua morbidezza e cedevolezza, è la regione del corpo che offre minore resistenza. Questa conoscenza, propria intuitivamente dei neonati, è utilizzata da sempre dagli uomini per conquistare attraverso il seno tutta la donna.

Mentre le donne «si gettano al collo» (79) degli uomini, questi volano direttamente al loro seno. Probabilmente è la sua morbida forma semisferica che nel corso di tutta la vita ci fa preferire tutto ciò che è rotondo.

Nulla del seno respinge, anzi tutto è attraente e seducente.

Nero Bianco, Piuttosto, Sexy, Erotico, Femmina, Ragazza

Esso viene descritto in modo più o meno pertinente, con immagini che ne evidenziano la rotondità e la perfezione. Tra la frutta, le mele e, talvolta le pere vengono usate come oggetti di paragone.

Le fragole, i lamponi e i boccioli dei fiori servono da modello delle mammelle. Gli ungheresi, nel linguaggio corrente, definiscono i capezzoli boccioli.
Nel Medioevo e durante l’Inquisizione i religiosi fanatici sdegnavano il décolleté, definendolo «finestra del diavolo»; il seno lo chiamavano «sfera del demonio».

Ragazza, Seduzione, Capelli Rossi, Occhi Blu, Bellezza

Addirittura la politica si occupava dei seni provocanti e ci sono pervenute condanne per chi dirigeva i propri occhi verso questo «vergognoso oggetto».
Nei paesi cattolici in particolare, in epoche diverse, si è cercato di bloccare la pericolosa crescita del seno, comprimendolo di notte con lastre di piombo.

Il seno femminile è di gran lunga l’organo sessuale secondario più importante e la sua forza di attrazione è grande.

Come tale, è ampiamente utilizzato e talvolta sfruttato.

Donna, Spiaggia, Elegante, Bellezza, Glamour, Bello

L’industria cinematografica soprattutto americana e italiana utilizza «star formose» che fanno battere forte i cuori degli uomini.

Il valore di una donna è calcolato in base a tre cifre, tra le quali quella inerente la misura del seno è di gran lunga la più importante.
In tal modo il seno diventa uno strumento di giudizio in base al quale le donne vengono definite – e spesso si autodefiniscono. In un’epoca digitale basta un numero.

Risultati immagini per seno sex appel

Anche negli atteggiamenti sentimentali di vecchio stampo l’ideale di donna veniva formulato in base ai criteri sopra descritti. Il seno deve essere ben formato, sostenuto e di taglia media.

Se è troppo piccolo, ha poco valore perché insufficiente, se è troppo grande risulta provocatorio. Per noi è difficile pensare che esistano culture che abbiano altri ideali di bellezza e che ad esempio prediligano «il seno cadente», in quanto indice di maturità e di vita pienamente vissuta.

Reggiseno, Rosso, Tacchi Alti, Moda, Femmina, Seduzione

Più grandi sono i seni, più (sessualmente) attraente è la donna: questo è il vero significato che si nasconde dietro le definizioni digitali. Si tratta tuttavia di una sessualità molto ricca dal punto di vista materno. Il «maschio conquistatore» può infatti nascondersi in questo seno e farsi coccolare come un bambino. Il feticismo del seno è allora un sintomo molto chiaro.

Cioccolato, Kakau, Dolce, Delizioso, Fortuna, Calorie

Gli uomini che ne sono tanto attratti, cercano nella donna una madre e, più che una piena maturazione della propria sessualità, vogliono cura, sicurezza e protezione: hanno quindi bisogno di una donna forte.

Che questa situazione caratterizzi la cultura infantile statunitense, a partire dal cibo, per passare a Mickey Mouse fino all’eterno gioco tra indiani e cow-boy, non sorprende di più di quanto non facciano le preferenze italiane in proposito. La mamma italiana ha sempre un seno pieno e si dedica interamente alla cura dei propri figli, piccoli o grandi che siano.

L’alto valore sociale e individuale attribuito al seno crea vari problemi.

Sexy, Erotico, Seno, Seni, Atto Di Parte Della, Atto

L’ideale femminile sottostà al gusto dell’epoca. Se alla fine del secolo scorso le figure rotondette e false magre erano molto appetibili, oggi invece è di moda la donna dalla linea slanciata.

L’ideale femminile di Hollywood è quello di una star snella con seni grandi. Nel mondo antico faceva furore l’ideale Twiggy, una figura adolescenziale praticamente senza seno.

Moda, Donna, Ritratto, Modello, Ragazza, Bellezza

Di fronte a questa molteplicità di modelli, i problemi non mancano. Di fatto, escluso il naso, nessun altro organo viene sottoposto a interventi chirurgici quanto il seno femminile, senza che ce ne sia un reale bisogno dal punto di vista medico.

Al tempo stesso però nessun altro organo viene operato con altrettanta impellente necessità, dato che il carcinoma al seno è la forma di cancro che si manifesta con maggiore frequenza nella donna.

Moda, Bella Donna, Donna, Cappello, Copertura

(78) È possibile accertare quanto affermato sulla base di esperienze concordi nella terapia della reincarnazione.
(79) Con la gola, come è stato già precedentemente accennato, ci si trova di fronte al tema del possesso. Chi si getta al collo di qualcuno, mira di conseguenza al suo possesso.

(Dott. Rudiger Dahlke)

L’altro Te riflesso della tua AnimA

Il sistema riproduttivo.

Come ci viene indicato dal nome, il sistema riproduttivo è quello che consente all’essere umano di riprodursi. È composto dagli organi sessuali, dalle ghiandole sessuali (testicoli, ovaie) e dall’utero nella donna.

Moda, Bella Donna, Donna, Cappello, Copertura

Attraverso questo sistema estremamente elaborato, la discendenza umana si perpetua nell’incontro tra un uomo, di natura Yang e penetrante, e una donna di natura Yin ricettiva. la vita ci mostra così fino a che punto l’evoluzione non sia possibile se non attraverso l’incontro dei contrari. Ciò può portarci a comprendere come sia necessario attuare la stessa cosa dentro di noi per poter evolvere in una cosa sola.

Dobbiamo andare incontro all’altro lato di noi stessi, della nostra parte «Yin, femminile» se siamo uomini, e della nostra parte «Yang, maschile» se siamo donne.

Donna, Piuttosto, Ragazza, Capelli, Bello, Donne

Non si tratta naturalmente di sessualità, ma di ciò che C.G. Jung definì «Anima» (femminile) e «Animus» (maschile). Si tratta del nostro lato dolce, tenero, passivo, artistico, estetico, accogliente, inconscio, profondo (femminile) e del nostro lato deciso, forte, attivo, guerriero, difensivo, penetrante, cosciente, superficiale (maschile).

Ci risulta allora possibile crescere, evolvere e giungere progressivamente a fare ciò che definisco «la pace dei contrari» (che Jung aveva battezzato come «riconciliazione degli opposti»), l’Unità in noi, creando, partorendo un altro noi stessi.

Donna, Giovane, Pioggia, Stagno, Cambogia, Ragazza

È interessante notare che questa (pro)creazione ha tutte le possibilità di realizzarsi nel piacere e nella gioia (godimento, orgasmo) come previsto dalla vita. Un fatto sul quale devono riflettere coloro il cui processo di sviluppo personale si attua mediante l’esercizio della volontà, della forza, della costrizione o dell’urgenza.

Il sistema riproduttivo è beninteso quello che ci consente di procreare, di donare fisicamente la vita. Per estensione, si tratta anche della nostra capacità generale di creare, di partorire (progetti, idee, eccetera) nel mondo materiale.

Infine è anche il sistema della sessualità, ossia della nostra capacità di creare nel godimento. Rappresenta la nostra azione sull’altro, il nostro potere su di lui poiché egli ci si abbandona, come noi a lui, in questa particolare relazione.

Questo potere deve pertanto essere reciproco e rispettoso ed è ancora più grande quando si fonda sull’amore. In ultimo, esso ha la peculiarità, come appena menzionato, di procurare il piacere, di poter (oserei dire) essere vissuto nel godimento in quanto è normalmente caratterizzato dall’orgasmo.

Coppia, Facendo Fuori, Giovane, Persone, Donna, Uomo

Quest’ultimo rappresenta il godimento supremo della creazione, dell’azione creatrice e fecondatrice, compiuta insieme all’altro.

Le malattie del sistema riproduttivo

Le malattie del sistema riproduttivo ci parlano della nostra difficoltà a vivere o ad accettare questa «pace dei contrari» all’interno di noi. Possono manifestarsi in differenti modi, ma indicano sempre una tensione rispetto all’altro, si tratti del coniuge, di nostro figlio o delle loro rappresentazioni dentro di noi o all’esterno.

Bokeh, Persone, Coppia, Bacio, Uomo, Donna, Sorriso

È il caso particolare dei problemi all’utero, che rappresenta la coppia, il focolare, il nido e che indica sovente tensioni o sofferenze relative al coniuge (assenze, frustrazione, decesso, conflitto, eccetera) o relative al posto occupato da ciascuno all’interno della casa.
Esprimono inoltre la nostra paura, il nostro timore di partorire, si tratti di un parto reale (bambino) o simbolico (progetti, idee, eccetera), per mancanza di fiducia, per senso di colpa o angoscia.

Adulto, Beach, Interazione, Amore, Uomo, Ocean

I dolori ai testicoli o alle ovaie ci parlano di ciò, che si tratti di una cruralgia, di una cisti o di un cancro sviluppatosi nelle ghiandole riproduttive.Le malattie «sessualmente trasmissibili» rappresentano spesso delle autopunizioni, inconsciamente provocate da un senso di colpa per una attività sessuale sviluppata al di fuori delle norme riconosciute dall’individuo o dal suo ambiente.

Tale senso di colpa, consapevole o meno, lo conduce a punirsi da sé mediante un «atto mancato», oserei dire, e ad incontrare sessualmente colui o colei che gli trasmetterà una malattia «vergognosa».

Van, Vintage, Beach, Cool Wallpaper

Attraverso frigidità, impotenza o dolori e infiammazioni di varia natura che «impediscono» la sessualità, esprimiamo la nostra difficoltà a vivere i piaceri della vita e in particolare dell’attività, professionale, sociale o familiare.

Non ci permettiamo di provare piacere, appagamento o godimento nell’esercizio del nostro potere personale sulle cose o sugli altri.

Tutto ciò ci appare troppo serio o meglio colpevole e non sappiamo più, come il bambino, provare la semplice gioia di aver fatto qualcosa che «va» e di cui possiamo andar fieri.

Crediamo che questo potere sia vergognoso o negativo, quando invece può essere creativo e fecondo poiché ciò che gli conferisce una connotazione positiva o negativa è l’utilizzo che ne facciamo e le intenzioni che gli attribuiamo, proprio come il potere conferito dall’amore e dalla sessualità può creare o distruggere, liberare o alienare, animare o spegnere l’altro o se stessi.

(Michel Odoul modificato)