Ascorbato di Sodio a tolleranza intestinale

l significato dell’assunzione di grandi dosi giornaliere di acido ascorbico in medicina preventiva 

Parte 2° Frederick Robert Klenner, M.D., F.C.C.P., A.A.F.P.,

Private practice, Reidsville, N. C.

Risultati immagini per ascorbato di sodio carenze
Vitamina C

Anche l’encefalite virale può essere associata al raffreddore comune come risultato della presenza dello Herpes simplex nelle febbri. Lerner [6] ed associati credono che per questa via ci siano ogni anno migliaia di casi. Di questo numero, essi stimano che un terzo ne muoia e che, dei sopravvissuti, otto su nove abbiano un residuo danno cerebrale.

Il loro lavoro suggerisce che gli anticorpi delle proteine influenzali, nel fluido cerebrospinale, siano un indicatore migliore della presenza dei virus infettanti di quanto lo siano gli anticorpi titolati circolanti nel siero sanguigno.

Risultati immagini per herpes simplex
Herpes Simplex

Il semplice Herpes simplex, responsabile della insignificante bolla da febbre, ma in possesso della capacità di produrre l’encefalite, può restare nascosto per anni nel neurone, secondo i dottori Stephens and Cook. [7]

Ciò conferma il pensiero di Goodpasture [ 8] a noi espresso molti anni fa. Così un virus Herpes simplex, una volta presente in una febbre influenzale, sebbene guarito e senza lasciare evidenza di patologia al labbro, potrebbe più tardi accendersi con la semplice esposizione ai raggi ultravioletti.

Risultati immagini per stanchezza cronica

Quante mamme mettono a rischio la vita dei loro ragazzi con i bagni di sole, agendo nella convinzione che stanno migliorando la loro salute?

Roizman [ 9] crede che tutti i ragazzi siano infetti a partire dai 5 anni, ma che solo l’1% ha una malattia clinica. Per molti anni i ricercatori hanno pensato che ogni ricorrenza delle bolle da febbre rappresentava una nuova infezione.

stanchezza cronica

Si stanno accumulando prove che mostrano che il virus dello Herpes simplex cova in forma dormiente finché un evento fisiologico o emotivo provoca il virus a produrre la tipica lesione erpetica.

In un caso, con cinque ripetizioni della eruzione cutanea da Herpes virus ad intervalli annui e nello stesso luogo, si è trovato che 7-10 g di acido ascorbico per bocca, giornalmente, eliminano questa patologia.

Attuare una cura quando l’agente offensivo è un virus, e molte volte apportando questo cambiamento nel breve spazio di 24 ore, è un momento che ripaga, in medicina. Il

Risultati immagini per vitamina c

trattamento con vitamina C per avere successo deve essere intensivo. Usare le vene quando è praticabile, altrimenti dare la vitamina C per via intramuscolare.

Non dare mai meno di 350 mg per kg (chilo) di peso corporeo. Questo deve essere ripetuto ogni ora da 6 a 12 volte, in funzione del miglioramento clinico, poi da 2 a 4 ore finché il paziente ha recuperato.

Risultati immagini per vitamina c
Estratti di Vita freschi

Cubetti di ghiaccio posti sul muscolo gluteale, prima e dopo l’iniezione, ridurranno o elimineranno il dolore e l’indurimento. Quando il trattamento continua per parecchi giorni, il ragazzo può essere messo su una calotta di ghiaccio tra le iniezioni.

Quando si usa la vitamina C endovena, è meglio usare ascorbato di sodio e la soluzione senza alcun additivo eccetto il bisolfito di sodio. Usando una siringa, la dose di vitamina C dovrebbe essere tra 350 mg e 400 mg per kg di peso corporeo.

Risultati immagini per vitamina c

Nei pazienti anziani, o quando sono richieste dosi molto alte, la vitamina può essere aggiunta al 5% di destrosio in acqua, in soluzione salina o in una soluzione Ringer.

La concentrazione dovrebbe approssimativamente essere di 1 g ogni 18 cc di fluido. Le infusioni necessitano di 1 g di gluconato di calcio da 1 a 2 volte al giorno per rimpiazzare gli ioni di calcio rimossi dalla stretta tempistica endovenosa. Un quarto di latte al giorno sarà sufficiente quando si usa la vitamina intramuscolo.

Risultati immagini per infiammazioni croniche
infiammazioni croniche

Invece del latte si possono usare compresse di calcio gluconato. Per bocca si dà sempre vitamina C supplementare. Come guida per la determinazione della quantità e della frequenza delle iniezioni raccomandiamo la nostra analisi del Nitrato Argento-Urina (Silver Nitrate-Urine test. [10]).

Questo si fa mettendo 10 gocce di nitrato di argento al 5% in una provetta Wasserman ed aggiungendo 10 gocce di urina. Si svilupperà una configurazione colorata che si mostra nera, beige, fumo, grigia o una che sembra come fini grani di antracite. Il colore richiesto è l’antracite ed il test si fa almeno ogni 4 ore. Il test stesso si legge in un minuto.

Risultati immagini per infiammazioni croniche

Queste grandi dosi di acido ascorbico renderanno tutti i tessuti saturi, il che significa che i leucociti saranno ora capaci di distruggere altri patogeni che potrebbero offuscare il quadro. A meno che i leucociti non siano saturati con acido ascorbico essi sono come soldati senza pallottole.

La ricerca su questo è in corso presso la Bowman Gray School of Medicine da parte di McCall e Cooper. [11].

Risultati immagini per infiammazioni croniche

I leucociti ingeriscono i batteri e nel processo producono perossido di idrogeno. Il perossido di idrogeno si combinerà con l’acido ascorbico per produrre una sostanza che è letale per i batteri.

Ho visto infezioni da difterite, da streptococco emolitico e da stafilococco risolversi in ore a seguito di iniezioni di acido ascorbico in una dose che va da 500 mg a 700 mg per kg di peso corporeo, dato endovena ed iniettato con un ago 20g tanto velocemente quanto il sistema cardiovascolare del paziente può permettere.

Risultati immagini per linfociti

I linfociti sono parte dei globuli bianchi. Anche essi giocano un ruolo importante nella sopravvivenza alle infezioni. Abbiamo trovato in molti casi di trichinosi [12] che il comportamento dei linfociti rappresentava la vera storia del cambiamento del quadro relativo al sangue e di fatto determinava l’andamento della malattia.

Wintrobe [ 13] ha osservato che la funzione dei linfociti era quella di stimolare la formazione degli anticorpi e che la risposta dei linfociti va in parallelo al recupero del paziente.

Risultati immagini per sistema immunitario basso
Sistema immunitario depresso

Questo aumento degli anticorpi appare direttamente proporzionale alla concentrazione di acido ascorbico in tutto il tessuto corporeo, e tuttavia noi vacciniamo ma non prestiamo attenzione al grado di saturazione tissutale di acido ascorbico.

Il Dott. Nossal [14] dello Institute of Medical Research, Melbourne, Australia, si meraviglia del meccanismo con cui i linfociti, incontrando gli antigeni, decidono di accendersi o di spegnersi.

raffreddori cronici
Raffreddori e malesseri recidivanti

Egli si chiede quale meccanismo fisiologico sottolinei la discriminazione tra l’immunizzazione e l’induzione della tolleranza immunologica e suggerisce che sia controllato dalla vitamina C che, a sua volta, incide sulla carica negativa che quindi influenza la risposta del linfocita.

Ginter [15] dello Research Institute of Human Nutrition, Bratislava, offre alcune prove di questo effetto nella sua dichiarazione ”che tutte le reazioni che sono collegate alla vitamina C hanno caratteristiche ossido-riduttive.

Risultati immagini per sistema immunitario basso

E’ pertanto probabile che la funzione biologica della vitamina C possa essere collocata nelle reazioni metaboliche che sono collegate al trasferimento di elettroni.” Il micidiale potere dell’acido ascorbico non si limita allo Herpes simplex ed allo adenovirus, quando si usano quantità appropriate esso distruggerà tutti gli organismi virali. Abbiamo trovato che il morbillo è una curiosità medica.

Nello specifico, osserviamo che la viamina C, data come profilassi, per bocca, non era protettiva a meno che non se ne desse 1 g (grammo) ogni 2 ore per tutto il giorno. Un grammo ogni 4 ore di solito modificava l’attacco. Un grammo ogni 4 ore per via intramuscolare era anche protettiva.

Risultati immagini per vitamina c ascorbato

Con i nostri propri ragazzi abbiamo mantenuto la sindrome del morbillo spenta ed accesa per 30 giorni, dando 1 g ogni 2 ore per 2 giorni, poi niente per 2 giorni. La malattia fu poi fermata continuando con 1 g ogni 2 ore, per bocca, per 4 giorni.

Nel 1950 abbiamo imparato che potevamo uccidere il virus del morbillo in 24 ore facendo iniezioni intramuscolari con dosi da 350 mg per kg di peso corporeo ogni 2 ore. Abbiamo anche trovato che potevamo seccare la varicella nello stesso tempo, ma risultati più impressionanti sono stati ottenuti fornendo 400 mg per kg di peso corporeo endovena.

Immagine correlata

Da 2 a 3 iniezioni nelle 24 ore era tutto ciò che era richiesto. Abbiamo pubblicato questi risultati nel 1951 [16].

Recentemente abbiamo curato, in 4 giorni, un uomo di 85 chili di peso il quale prendeva 30 g al giorno per bocca. In conclusione, il potere di uccisione dei corpi virali da parte dell’acido ascorbico è stato da me dimostrato in centinaia di casi, molti dei quali sono stati trattati nel nostro ospedale con niente altro che vitamina C.

Abbiamo pubblicato qualcosa come 28 articoli su questo argomento.

Immagine correlata

In certi individui alcune malattie virali hanno una risposta più lenta. L’Herpes zooster e gli orecchioni appartengono a questo gruppo. Abbiamo trovato che in queste malattie si può effettuare una ugualmente rapida distruzione del virus con l’uso di adenosina-5-monofosfato.

L’adenosina veniva data secondo l’età ed il peso, intramuscolo, 25 mg nei ragazzi e 50-100 mg negli adulti. Veniva data ogni 12 ore insieme all’acido ascorbico. L’adenosina talvolta causava una lieve reazione, cioè il paziente sentiva una pienezza nel capo con varie gradazioni di nausea. L’inalazione di essenza aromatica di ammoniaca darà immediato sollievo e, se usata prima della iniezione, previene questa condizione.

Risultati immagini per vitamina c ascorbato

La risposta dei pazienti, quando si somministrava adenosina, ci portò a teorizzare che quando una cellula è invasa da una sostanza estranea, come l’acido nucleico del virus, l’azione enzimatica, promossa dall’acido ascorbico, contribuisce alla rottura dell’acido nucleico del virus in adenosin-deaminase che converte l’adenosina in inosina.

Alcuni individui non possono produrre sufficiente adenosina per cavarsela, con questa fase del metabolismo della purina, in certe condizioni di stress associate alla patologia virale.

Risultati immagini per vitamina c ascorbato
pelle, collagene

Il risultato netto di questa azione chimica è quello di catabolizzare le purine, rendendole indisponibili per la produzione di ulteriore acido nucleico virale. Inoltre l’acido ascorbico è unico per il fatto che possiede la capacità di entrare in tutte le cellule.

Dopo essere entrato in una cellula infettata dal virus, l’acido ascorbico procede a sollevare gli strati proteici che sono prodotti dall’acido nucleico del virus, prevenendo così l’assemblaggio di nuove unità di virus. Queste macromolecole, appena prodotte dentro la cellula ospite, creano presto una situazione in cui si supera la forza di tensione della membrana cellulare con il risultato della sua rottura e della morte della cellula.

Immagine correlata

L’acido ascorbico, quando è dato nelle quantità massicce che realizzano una totale saturazione cellulare, entrerà anche in quelle cellule che ospitano il cosiddetto virus dormiente.

Là dove la vitamina C rimuove lo strato protettivo proteico del virus, la micromolecola formata agirà con la capacità di un fattore repressore che inibisce ulteriori attività dell’acido nucleico del virus, ed il virus è quindi distrutto dalla vitamina C addizionale.

Immagine correlata

Offriamo, a riprova di questo, l’esempio di un paziente che aveva lesioni erpetiche da cinque anni e che è stato curato con asssunzioni giornaliere continue di alte dosi di acido ascorbico.

Nelle infezioni virali acute, associate con virusemia, l’acido ascorbico dato endovena rimuoverà dal corpo del virus lo strato protettivo proteinico, lasciando l’unità di virus, denudato, vulnerabile alla distruzione da parte dei leucociti.

Notate che devono anche essere considerati l’estratto della corteccia surrenale e/o il desossicorticosterone acetato a supporto delle surrenali di un paziente debilitato.

www.seanet.com/…/klenner-fr-j_int_assn_prev_med-1974-v1-n1-…

6. Lerner, M. et al: Detecting herpes encephalitis earlier. Med. World News, May 26, 1972.
7. Stephens, J. C. and Cook, M. Cases of the hidden herpes virus. Med. World News, Feb. 25, 1972.
8. Goodpasture, E. W.: Case of the hidden herpes virus. Med. World News, Feb. 25, 1972.
9. Roizman, B. et al: Tracing herpes viruses. Med. World News, Oct. 1, 1971.
10. Klenner, F. R.: A new office procedure for the determination of plasma levels for ascorbic acid. Tri-State Med. J., 5, 1956.
11. McCall, C. E. and Copper, R.: Vitamin C shows promise as a bactericidal agent. Bowman Gray School Med. Med. Alumni News, 14:1, Feb., 1972.
12. Klenner, F. R.: The treatment of trichinosis with massive doses of vitamin C and paraaminobenzoic acid. Tri-State Med. J., 1952.
13. Wintrobe, M. M.: Clinical Hematology. Text Book. Lea and Febiger, 3rd Edition, 1952.
14. Nossal, G.: Most killed vaccines in use termed not fit for a mouse. Medical Tribune, April 5, 1972.
15. Ginter, E.: The Role of Ascorbic Acid In Cholesterol Metabolism. Research Institute of Human Nutrition, Bratislava, 1970.
16. Klenner, F. R.: Massive doses of vitamin C and the virus diseases. Southern Med. Surg., 1951

Genziana

Genziana (Gentiana lutea)

Parti usate: radici.

La genziana contiene un alcaloide (genzianina), glucosidi amari, un pigmento (gentisina), zuccheri ed enzimi.

Tè, Ora Del Tè, Persona, Estate, Tea Party, Tè Freddo

Ha proprietà amaricanti, aperitive, digestive, febbrifughe (utilizzata soprattutto nelle febbri malariche come coadiuvante del chinino), toniche e vermifughe.

Sono i principi amari della genziana che stimolano la secrezione dei succhi gastrici, è quindi indicata nei dispeptici e nelle atonie intestinali.

Gli altri principi le danno le rimanenti proprietà. Della pianta si usa la radice.

Risultati immagini per genziana

Questa pianta può essere utile nelle astenie, convalescenze, anoressia, atonie gastrointestinali, febbri, verminosi nei bambini, gastralgie, depressione immunitaria, ipotensione arteriosa.

Modo d’uso: decotto: far bollire 1 cucchiaino di radice polverizzata in una tazza d’acqua per 30 minuti. Lasciare raffreddare. Il decotto si beve prima dei pasti a cucchiai da tavola per volta. Il decotto è molto amaro.

Genziana Gialla, Fiore, Giallo, Fiori Alpini

Si può usare anche sotto forma di TM 25-30 gocce in poca acqua prima dei pasti principali. due volte al giorno.

Si sconsiglia l’uso con ipertensione. In dosaggi altissimi può provocare irritazioni gastriche,

Si sconsiglia con gastrite, ulcera peptica, iperacidità dello stomaco, ernia iatale, esofagite da riflusso gastrico.

Tè, Coppa, Riposo, Calma, Pomeriggio, Bevande, Boccale

Si raccomanda per trattamento dell’anoressia delle convalescenti, date le sue proprietà di sollecitare la secrezione dei succhi gastrici e la motilità dello stomaco e dell’intestino.

Gli anziani maceravano la radice di genziana ( 30 g per un litro di vino bianco per 10 giorni) e ne bevevano un bicchiere da liquore prima dei pasti.

Ha proprietà aperitive, stomachiche, colagogo e coleretico, depurativo, antireumatico, vermifugo, leucocitogeno.

Inoltre si consiglia per affaticamento generale, inappetenza, anemia, problemi epatici, TBC, diarree.

Fieno greco

 Trigonella (Trigonella foenum graecum)

Parti utilizzate: semi

Il fieno greco cresce prevalentemente in oriente o nel mediterraneo orientale.

Cibo, Sano, Pasto, Conoscitore, Germogli, Ciotola

Per Ippocrate fu una delle piante medicinali più importanti. Nell’antico Egitto venne impiegato per facilitare il parto e per promuovere il flusso del latte.

Oggi lo si usa generalmente per dolori mestruali. Viene pure coltivato come pianta da foraggio.

Il Fieno Greco, Methi, Fresco, Verde, Indiano, Foglia

Oli essenziali, mucillaggini, sostanze aromatiche, tannini, sostanze amare, saponina e flavonoidi esplicano un effetto curativo nei seguenti disturbi: mancanza di appetito, colesterolo, demineralizzazione, diabete, diarrea, digestione, febbre.

E’ un buon alleato delle persone anziane inappetenti

Alpenhorn Trifoglio, Il Fieno Greco, Fiore, Giallo

La polvere viene utilizzata per gargarismi in caso di infiammazioni della gola e delle tonsille.

I semi contengono molte proteine e rafforzano il metabolismo.

Modo d’uso: decotto dal sapore amaro bollire due cucchiai da tè di semi schiacciati per una tazza d’acqua a fuoco lento per 10 minuti.

Lampadina, Idea, Creatività, Presa, Luce

Dose: 3 tazze al giorno. Fieno greco si trova in commercio sotto forma di TM, in polvere con cialde, il migliore modo è mischiato con miele d’acacia, tenuto in frigo, al mattino un cucchiaino da caffè.

Disponibile anche in opercoli titolati allo 0,45% in trigonellina, metodo di determinazione HPLC, corrispondente a 1,3 mg di principio attivo. 6 opercoli/die, pari ad una posologia di 7,8 mg/die di trigonellina).

Primavera, Albero, Fiori, Prato, Tronco D'Albero

Si sconsiglia il fieno greco ai bambini sotto i 2 anni, sconsigliato in gravidanza, considerando la sua azione metrostimolante.

Esternamente i semi di fieno greco possono essere applicati sotto forma di pasta per ascessi, ulcere ed ustioni, oppure come lavaggi per cancro della cervice.

Jogging, Eseguire, Sport, Jog, Sportivo, Gara

Fieno greco favorisce l’aumento del peso, stimola il pancreas, diabete (ipoglicemizzante – molto diffuso nella medicina araba ed indiana, singolo o in associazione con altri fitoterapici

– Department of Medicine, Indira Gandhi Medical College, Himachal Pradesh, India: Control of hyperglycaemia and phyperlipidaemia by plant product. J Ass Physian India 1994;42;33-5),

Ragazza, Beach, Mare, Bikini, Modello, La Magrezza

ipolipemizzante (azione sul colesterolo totale), abbassa il livello del colesterolo ematico, in quanto rallenta l’assorbimento, grazie al contenuto delle saponine.

In convalescenza, anemie, scrofolosi, linfatismo, rachitismo, raccomandato nell’attività sportiva.

Per cellulite in forma di cataplasma: farina di fieno greco 50 gr, farina di grano saraceno 50 gr, polvere di radice d’altea selvatica 100 gr fare decotto ed applicare con un panno a temperatura tollerata.

Inoltre si consiglia per magrezza, diabete, TBC, anemia, linfatismo, gotta.

China (Cinchona succirubra)

Conosciuta da secoli sotto forma di chinino, da tempi remoti antimalarico del mondo

Nella fitoterapia la china è usata per le sue proprietà toniche, astringenti, antiedemiche, antiparassitarie, ma soprattutto febbrifughe.

La farmacopea ne sfrutta i suoi principi attivi per stimolare la funzione dell’intestino, del fegato e dello stomaco. Della china si usa la corteccia, gialla o rossa, secondo la specie.

È quindi un ottimo febbrifugo ed antinfettivo per eccellenza. Utile anche nelle convalescenze dopo lunghe malattie o per affaticamenti da stress psicofisico prolungati accompagnati da stati febbrili.

Risultati immagini per china febbre

I principi attivi contenuti sono soprattutto alcaloidi, circa una trentina di tipi diversi tra cui i più importanti sono chinina, chinidina, chincomina e chincomidina, tannini, sostanze amare e tracce di olio essenziale.

Usata anche per le febbri e problemi digestivi

Risultati immagini per china febbre

Il parassita della malaria è diventato resistente ai farmaci e così la chinina negli ultimi anni è ritornata in auge. Come amaro stimola la salivazione, la secrezione gastroenterica e l’appetito.

Nella moderna erboristeria è usata anche contro i crampi notturni, TBC e diabete

Virus, Microscopio, Infezione, Malattia, Morte

Nella fitoterapia la china è usata per le sue proprietà toniche, astringenti, antiedemiche, antiparassitarie, ma soprattutto febbrifughe.

La farmacopea ne sfrutta i suoi principi attivi per stimolare la funzione dell’intestino, del fegato e dello stomaco. Della china si usa la corteccia, gialla o rossa, secondo la specie.

È quindi un ottimo febbrifugo ed antinfettivo per eccellenza.

Risultati immagini per china febbre

Utile anche nelle convalescenze dopo lunghe malattie o per affaticamenti da stress psicofisico prolungati accompagnati da stati febbrili.

I principi attivi contenuti sono soprattutto alcaloidi, circa una trentina di tipi diversi tra cui i più importanti sono chinina, chinidina, chincomina e chincomidina, tannini, sostanze amare e tracce di olio essenziale.

Le manifestazioni del sistema immunitario

Le malattie autoimmuni

come per esempio la poliartrite reumatoide, o malattie che finiscono con il suffisso (ite) sono manifestazioni nelle quali l’organismo attiva più processi, con conseguente limitazioni, dolori, febbre, infiammazioni, allergie ecc.

Ecg, Elettrocardiogramma, Stetoscopio, Battito Cardiaco

Sono manifestazioni di difesa nelle quali l’organismo non riconosce più il suo processo di equilibrio attaccando le sue stesse cellule, le combatte e inizia a distruggerle come se fossero agenti estranei e pericolosi.

Queste manifestazioni ripetute e non risolte dalle loro cause scatenanti, cadono in una cronicità, dove l’individuo entra in una situazione di “bilancia” a volte si sente benissimo e altri accusa fastidi, febbre, dolori come fugaci influenze.. nel senso che non vengono più rispettate le leggi naturali di riconoscimento organico.

Medico, Medicina, Salute, Stetoscope

Queste malattie ci parlano della nostra incapacità a riconoscerci, vederci e accettarci per quello che siamo

I reumatismi cronici sono l’espressione densa di rabbia, amarezza, frustrazione, vittimismo, vecchie carenze affettive. Le ossa : mancanza di supporto dagli altri e verso gli altri, sistema organizzativo in cui si vive.

Nell’osteoporosi scoraggiamento e svalutazione sopportata a lungo, mancanza di flessibilità, svalutazione personale. Tale difficoltà a riconoscere ciò che siamo è sovente aggravata dalla ricerca di responsabilità esterne.

Siamo in lotta con il mondo che non ci comprende, non ci riconosce e non ci ama, mentre il problema è il tipo di modalità di come costruiamo il nostro mondo fuori, come estensione del nostro Sé.

Freddo, Malato, Termometro Febbre

Creiamo visioni maniacali della vita e le cose non possono essere che buone o cattive, duali, accese o spente, sfigati o fortunati … qualsiasi esperienza viene vissuta e registrata in termini di torto o ragione.

Questa ripetizione conflittuale e di difesa compulsiva ci porta a distruggerci, o meglio a separarci da noi stessi, mentre crediamo di distruggere il mondo o qualcun altro, altro non è che un riflesso duale di noi stessi.

Tristezza, Africa, Malattia, Viso, Povertà, Malato

(Francesco Ciani)

Febbre, infiammazioni, soluzione o malattia?

Il fuoco è dentro di noi

deve svolgere il suo ruolo, scaldare, bruciare e purificare, trasformare, comunicare, mettere in allerta, producendo calore rieduca.

Leone, Safari, Africa, Paesaggio, Steppa, Tramonto

Le tendiniti, febbri e altre infiammazioni si presentano per dirci che c’è il fuoco dentro di noi, che vi è surriscaldamento, uso eccessivo o inadeguato della parte del corpo in questione.

Ma come per le allergie, l’organismo è attivo e per mezzo del fuoco che scatena, cerca di mettere in allerta, di pulire, di purificare la zona interessata.

Ma che necessità c’è di modificare una parte nel nostro terreno

“organo , viscere, pelle” per drenare lì, e non da un’altra parte quel problema??

Il significato dell’infiammazione è sempre da mettere in relazione a quello della zona in cui si produce.

Disperazione, Da Solo, La Solitudine, Archetipo

La febbre rappresenta nel suo contesto anche una perdita di contatto con la propria spiritualità, intrinseca nella vita e nel corpo in cui siamo, trasformano ogni emozione o inconsapevolezza in congestione tossica con la materia fisica, sedentarietà, rabbia trattenuta, desideri inespressi.

Nell’esempio di una tendinite al braccio destro in una giovane mamma (P.L.)

Tomba, Cimitero, Milano, Italia, Triste, Dolore, Morte

esprimeva la sua difficoltà ad accettare che sua figlia divenuta più grande e non si comportasse più come sua mamma avrebbe voluto.

Tuttavia, insistendo mentalmente sia crea un conflitto anche nel soma, e una pressione inconsapevole sulla figlia che continuava a condurre la sua vita come desiderava.

Cuore, Stima Di Sé, Auto Liberazione, Auto-Riflessione

L’accettazione di questa constatazione farà precipitare rapidamente la tendinite al braccio, perché la Consapevolezza rende inutile il dolore.

In questi casi possono di aiuto i rimedi quali Fiori di Bach, che abbiano la macerazione naturale di entrami i fiori (maschile & Femminile) per aiutare nella comprensione ed evolvere in esperienze migliori.

(Ciani Francesco)