La malattia di Lyme

Tutte le conseguenze a cascata di molte patologie croniche infiammatorie 

Per esempio sindrome da stanchezza cronica, fibromialgia, virus di Epstein – Barr, sclerosi multipla, sclerosi laterale amiotrofica, disturbi della tiroide, lupus, morbo di Parkinson, morbo di Crohn, morbo di Addison e molti altri.

Zecca, La Malattia Di Lyme, Pinza, Morso, Pericolo

la malattia di Lyme possono essere accompagnati da diversi cofattori, che includono lo streptococco A e B, l’Escherichia coli, il Mycoplasma pneumoniae, l’Helicobacter pylori e/o la Chlamydophila pneumoniae, oltre a muffe tossiche e alla candida.

La Bartonella e la Babesia, che di recente sono state accusate di causare la malattia di Lyme, in realtà non sono più nocive della candida, ma sono anch’esse dei cofattori.

Cane, Pelle, Lyme, Eritema Migrante

Da molto tempo desideravo rivelare la verità sulla malattia di Lyme (detta anche borreliosi). Ma anche adesso, dopo aver aiutato molti pazienti a guarirne, sono riluttante a scrivere questo capitolo.

Sono riluttante perché la malattia di Lyme si porta dietro un bagaglio molto pesante, pieno di teorie sbagliate, errori di valutazione e tendenze fuorvianti. I concetti che sto per rivelare potrebbero suscitare polemiche. Non è il mio scopo. Io voglio solo che le persone comprendano che cos’è davvero la malattia di Lyme e come possono stare meglio.

Carlino, Cucciolo, Cane, Animale, Carino

Ho lavorato e ho atteso con pazienza mentre insegnavo a terapisti e clienti questa malattia, nella speranza che la ricerca medica scoprisse la verità. Ma gli anni passano e le comunità mediche continuano a seguire false piste.

Nessuno può aspettare decenni per avere risposte sul proprio male. Se la verità non viene a galla presto, prima che la malattia di Lyme si sviluppi ancora di più, probabilmente non avrà mai occasione di raggiungere le persone.

Carlino, Cane, Coperta, Letto, Viso, Animale

Per come stanno adesso le cose, nei prossimi vent’anni chiunque abbia sintomi associati all’artrite reumatoide, alla sclerosi multipla, alla fibromialgia, alla stanchezza cronica, al virus di Epstein-Barr, all’affaticamento surrenale, ai disturbi intestinali o alle disfunzioni della tiroide sarà sottoposto al test della malattia di Lyme e, poiché gli strumenti sono fallibili, gli si dirà che ne è affetto.

Per farti un’idea della confusione che circonda la malattia di Lyme, immagina una palla di neve. Molti anni fa cominciò a rotolare giù da una montagna, diventando sempre più grande. Poi cominciò a travolgere alberi, animali selvatici, pali del telefono, cabine, tutto ciò che trovava sul suo cammino, acquistando sempre più velocità.

Fox, Letto, Riposo, Relax, Red, Animale, Selvatici

Con uno slancio impetuoso e quasi inarrestabile, alimentato dall’ignoranza e dalla confusione, ha inghiottito medici benintenzionati e pazienti che soffrono dei suoi sintomi, e continua a farlo. Ora si tiene in equilibrio per abbattersi come una valanga sull’umanità. Per me, la cosa più facile sarebbe stare lontano dalla sua traiettoria. Ma non è così che lavoro.

Per il bene di milioni di individui che nei prossimi vent’anni potrebbero essere inghiottiti dalla follia che circonda la malattia di Lyme – i nostri figli e nuove generazioni di terapeuti, medici e guaritori che continueranno ad agire secondo ipotesi obsolete – devo fare tutto il possibile per prevenire la valanga.

Norvegia, Fox, Artico, Animale, Natura, Neve, Bella

In questo capitolo scoprirai la verità sulla malattia di Lyme e imparerai a proteggerti dalla sua trappola, la trappola del XXI secolo.

Uno sguardo indietro 

Vetro, Rovesciato, Cubetti Di Ghiaccio, Fiamma

Facciamo un viaggio nel tempo e torniamo a un giorno del novembre 1975, quando il Dipartimento della salute dello Stato del Connecticut riportò per la prima volta “diversi casi di artrite nei bambini di Lyme”. I bambini colpiti risiedevano infatti a Old Lyme, Lyme ed East Haddam, nel Connecticut: l’area che ha dato il nome alla malattia: “Circular Letter #12-32 to Director of Health”, Connecticut Department of State, 3 agosto 1976, ultimo accesso 8 gennaio 2015, 
http://www.ct.gov/…/infectiou…/lyme/1976_circular_letter.pdf

Partite, Mucchio, Fiammifero, Energia, Infiammare

Ricordiamoci della tecnologia dell’epoca: telefoni a disco appesi alle pareti delle cucine, nessuno strumento per messaggi vocali e la Sony stava appena lanciando sul mercato americano il primo videoregistratore.

In ambito medico, ai bambini si toglievano le tonsille come fossero mele dall’albero, senza comprendere cosa stava dietro la tonsillite – anche oggi non c’è una reale comprensione clinica di cosa la provochi.

Fuoco, Match, Fiamma, Zolfo, Masterizzare, Accensione

Mentre la tecnologia ha fatto passi da gigante, i progressi riguardo alle malattie croniche e misteriose sono quasi nulli. I sintomi che i bambini e alcuni adulti dell’area di Lyme cominciarono a sviluppare – stanchezza cronica, cefalee, dolori articolari e così via – erano comparsi già da decenni nelle altre città del Connecticut, per non parlare di ogni stato del paese, ma per qualche motivo nell’area di Lyme la malattia fu trattata come qualcosa di nuovo e irriconoscibile.

Ragazza Triste, Ragazza Piange, Dolore, Attrice

Medici, ricercatori e cittadini cercarono un colpevole e lo individuarono nella zecca dei cervi, perché un paziente riportò di aver visto una zecca poche settimane prima di ammalarsi. È come se un treno deragliasse per motivi sconosciuti e un passeggero riferisse di aver visto un cervo mangiare l’erba a cinquanta chilometri di distanza: gli indizi non portano a nulla in entrambi gli scenari.

Ma anche se nessuno riusciva a spiegare perché una zecca dei cervi avrebbe dovuto provocare la malattia di Lyme, cominciò una caccia alle streghe in stile secentesco.

Cervello, Infiammazione, Corsa, Medico

Solo per via delle chiacchiere, tutti i cervi e le loro zecche diventarono i bersagli. Nel 1981 un entomologo annunciò di avere scoperto l’anello mancante: un batterio chiamato Borrelia burgdorferi, che le zecche trasmettevano agli umani pungendoli.

L’entomologo fu elogiato per la sua scoperta, che portò a sviluppare una serie di test batteriologici mirati e di trattamenti per la malattia di Lyme. Per le autorità mediche era la “chiave” perfetta. In ogni caso a nessuno piacevano le zecche, e la teoria di una malattia portata da questi parassiti si inseriva appieno in una “paura della natura” già presente nella società.

Pancia, Cuore, Amore, Ragazza, Relax, Rilassarsi

Così, le autorità mediche ritennero di poter smettere di indagare per cercare la risposta. Purtroppo, però, tutte queste “scoperte” erano sbagliate. Ecco la verità che non sentirai altrove: la malattia di Lyme non è causata dalle zecche. E non è causata dal batterio chiamato Borrelia burgdorferi.

Se così fosse, quando cominciarono le ricerche, negli anni Settanta e Ottanta, i ricercatori avrebbero dovuto accorgersi che il problema era a livello nazionale, o globale. E se così fosse, oggi qualcuno dovrebbe svegliarsi e capire che centinaia di migliaia di persone entrate in contatto con una zecca dei cervi dovrebbero sviluppare la malattia di Lyme.

Da Solo, Triste, Depressione, Solitudine, Giovane

Per quanto riguarda la Borrelia burgdorferi, è un elemento naturale del nostro ambiente che vive in tutti gli esseri umani e in tutti gli animali del Pianeta, anche quelli completamente sani. La verità è che questo batterio non comporta rischi per la salute e non ha alcun legame con la malattia di Lyme.

Se una persona affetta dalla malattia di Lyme risulta positiva al test per la Borrelia burgdorferi, è un dato insignificante. Ciononostante, negli ultimi decenni quasi tutti gli sforzi delle comunità mediche per trovare metodi diagnostici e terapie per la malattia di Lyme si sono basati sulla falsa premessa che la patologia fosse causata dalle zecche e dal batterio.

Visualizzazione Finestra, Seduta, In Casa, Ragazza

Quando una teoria sbagliata comincia ad avere una vita propria, nessuno vuole ammettere l’errore o confutarla. È come costruire una casa sulla base di progetti disegnati male; magari un muratore si accorge che c’è un difetto nella progettazione, ma pensandoci bene preferisce non causare problemi né mettere a rischio il suo posto di lavoro.

In questa situazione, a prescindere da quanto sono brave le maestranze e da quanto sono belle e intricate le decorazioni, al primo colpo di vento la casa crollerà.

Uomo, Lutto, Disperazione, Emozione, Dolore, Piacere

Allo stesso modo, il fatto che negli anni Settanta e Ottanta le comunità mediche abbiano accettato quelle false premesse ha causato indicibili problemi ai pazienti, che non solo non vengono aiutati ma in molti casi subiscono gravi danni grazie a medici benintenzionati che agiscono sulla base di informazioni tragicamente inesatte.

Un’altra cosa che le comunità mediche ignorano è che i motivi per cui le persone avvertono i sintomi associati alla malattia di Lyme sono molteplici. La prima versione di questa patologia, che risale al 1901, provocava sintomi relativamente lievi.

Donna, Solitudine, Tristezza, Emozioni, Giovane Donna

Ma da lì agli anni Cinquanta la malattia si è sviluppata in diversi ceppi e varietà. Poi si è evoluta in varietà ancora più aggressive, che hanno portato ai sintomi della malattia di Lyme emersi negli anni Settanta.

A quell’epoca la malattia stava già compromettendo la vita di molte persone in ogni parte del mondo da quasi sessant’anni, anche se i sintomi venivano sempre attribuiti ad altre malattie o considerati semplicemente “misteriosi”.

Ragazza Preoccupata, Donna, In Attesa, Seduta, Pensiero

Quelle malattie esistono ancora e molte adesso hanno anche un nome, per esempio sindrome da stanchezza cronica, fibromialgia, virus di Epstein – Barr, sclerosi multipla, sclerosi laterale amiotrofica, disturbi della tiroide, lupus, morbo di Parkinson, morbo di Crohn, morbo di Addison e molti altri. Tuttavia esse causano ancora un forte sconcerto e spesso vengono diagnosticate come malattia di Lyme.

I sintomi della malattia di lyme 

Doccia, Acqua, Asia, Donna, Lavaggio, Persone, Giovane

La confusione sui sintomi è enorme. Siamo arrivati al punto che i sintomi di ogni malattia autoimmune o misteriosa trattata in questo libro o esistente ai giorni nostri vengono collegati alla malattia di Lyme.

Se consulti uno specialista della malattia di Lyme e hai qualunque sintomo, o persino una diagnosi, di sclerosi multipla, lupus, fibromialgia, artrite reumatoide, stanchezza cronica o encefalomielite mialgica – parliamo di una spossatezza lieve o estrema e/o persistente; dolori muscolari, debolezza, contrazioni o spasmi, irrequietezza alle gambe, confusione mentale, dolori o gonfiori agli arti, formicolio alle mani e ai piedi – potresti sentirti diagnosticare la malattia di Lyme a prescindere dai risultati delle analisi.

Goccia, Splash, Raccogli Gocce, Acqua, Liquido, Bagnato

Ma se consulti un medico che non si occupa esclusivamente di questa malattia, potresti ricevere una diagnosi completamente diversa.

Tutto dipende dall’ambito a cui il medico rivolge il suo interesse e la sua attenzione. Spesso dico ai miei clienti che consultare uno specialista della malattia di Lyme è come andare in un negozio di scope senza tenere conto del fatto che in quel negozio si vendono solo scope.

Adorabile, Bambino, Vasca Da Bagno, Coperta, Ragazzo

Puoi dire al commesso che ti servono articoli per pulire le piastrelle della doccia, togliere le macchie di sugo dalla cucina ed eliminare gli aloni dalle finestre del soggiorno. Il fatto che il prodotto venduto in negozio non possa svolgere queste operazioni non conta: uscirai dal negozio con una scopa.

Che cos’è davvero la malattia di lyme

Natura, Rifiuti, Inquinamento, Ecologia, Ambiente

Come ho accennato, in origine le comunità mediche credevano che la malattia di Lyme fosse causata da un batterio chiamato Borrelia burgdorferi trasmesso dalla puntura delle zecche dei cervi. Di recente i medici e i ricercatori hanno cominciato a capire che forse per oltre trent’anni la scienza si è concentrata sul batterio sbagliato.

Ora i pazienti sentono parlare di altri microbi, come la Bartonella e il microscopico parassita chiamato Babesia. E ai nuovi pazienti non si parla dei lunghi anni passati a imputare la Borrelia e delle trappole incontrate lungo il cammino. I nuovi pazienti non hanno il beneficio di questa prospettiva.

Caduta, Autunno, Red, Stagione, Boschi, Natura, Foglie

Tra l’altro, è bene che tu sappia che la Bartonella e la Babesia sono anch’esse innocue e sono presenti nell’organismo di molti di noi. Sono anch’esse “prodotti civetta” di teorie che promettono risposte ma offrono solo congetture. Nel caso che te lo stia chiedendo, la Bartonella e la Babesia non sono ancora state rinvenute in una zecca.

La verità è che la malattia di Lyme non è causata da zecche, parassiti o batteri. La malattia di Lyme è di origine virale, non batterica o parassitaria.

Panorama, Autunno, Nebbia, Villaggio, Crepuscolo

Quando le comunità mediche apriranno finalmente gli occhi su questa verità, i pazienti avranno una speranza. La vera causa di quella che viene definita malattia di Lyme varia da individuo a individuo. Le persone affette da differenti varianti dell’Epstein – Barr possono avere i sintomi della malattia di Lyme, per esempio chi ha l’HHV-6 (Herpes virus umano 6) e i suoi vari ceppi.

Le persone che hanno un ceppo qualunque dell’herpes zoster possono manifestare i sintomi di Lyme, e le varietà che non generano eruzioni possono essere le più aggressive, con sintomi come l’infiammazione cerebrale e altre forme di indebolimento del sistema nervoso centrale.

Pier, Di Legno, Lago, Ocean, Mare, Tranquillo, Nebbia

Lo stesso vale per altri virus. In molti casi, le analisi del sangue condotte su pazienti che soffrono della malattia di Lyme risultano positive anche al virus di Epstein-Barr o al citomegalovirus, e molti altri sono affetti da virus che non emergono nemmeno dalle analisi. Tutte le varietà più aggressive di questi virus possono essere la causa primaria dei sintomi attribuiti alla malattia di Lyme.

Cosmo, L'Universo, Fiori, Pulito

Tutti i virus che ho elencato appartengono alla famiglia degli herpes e possono provocare febbre, cefalea, dolori articolari, dolori muscolari, affaticamento, dolore al collo, nevralgie, palpitazioni, quasi tutti i sintomi neurologici e/o altri sintomi che i medici imputano alla cosiddetta malattia di Lyme.

Questi disturbi possono compromettere gravemente la qualità della vita e comportano seri problemi se non vengono trattati nel modo giusto.

Fiori Cosmo, Fiori, Prato, Natura, Estate

Anche se stai avvertendo i sintomi di una di queste infezioni virali, puoi evitare di sviluppare una malattia del mistero a cui sarà applicata l’etichetta di “malattia di Lyme” tenendo il virus allo stato di latenza. E se già soffri di sintomi più severi etichettati come “malattia di Lyme”, hai comunque la possibilità di combattere e superare la malattia.

Come si scatena la malattia di lyme 

Campo Di Fiori, Fiori, Colori, Molti, Fiore

Se sei all’inizio di un’infezione virale e il tuo sistema immunitario è insolitamente debole, sviluppare i sintomi di Lyme è questione di giorni. Di solito, però, prima di scatenarsi il virus rimane nell’organismo per anni – a volte anche decenni – senza che tu te ne accorga.

Molti virus di cui abbiamo parlato tendono a nascondersi nel fegato, nella milza, nell’intestino tenue, nei gangli del sistema nervoso centrale o in altre aree in cui non può essere intercettato dal sistema immunitario.

Verdure, Avocado, Vegan, Veggies, Fresco, Naturale

Un virus può restare dormiente a lungo fino a che un trauma fisico, un evento dal forte impatto emotivo, un’alimentazione scorretta o altri fattori scatenanti (di cui leggerai fra poco) ti indeboliscono e/o creano un ambiente che lo rafforza. Allora il virus comincia a infiammare il sistema nervoso centrale, indebolendo ulteriormente la capacità difensiva del sistema immunitario.

Insalata, Valeriana, Foglie Di Lattuga, Verde, Fresco

Per esempio, l’accumulo nell’organismo di una certa quantità di metalli pesanti come il mercurio ti avvelena e compromette il tuo sistema immunitario. Allo stesso tempo, il virus che ha causato i sintomi della malattia di Lyme adora le tossine dei metalli pesanti: sono il suo alimento favorito e lo rendono più forte. Questo doppio fattore scatenante induce il virus a destarsi dalla latenza e a sviluppare il suo “esercito” di cellule virali.

Insalata, Fichi, Formaggio, Formaggio Di Capra

Un altro esempio: se sei colpito da un lutto in famiglia, lo stress e le emozioni dolorose abbassano le tue difese immunitarie. Allo stesso tempo, possono indurre le ghiandole surrenali a produrre ormoni, che sono un altro alimento gradito al virus. Un forte stress è perciò un fattore scatenante molto diffuso per la malattia di Lyme.

Le punture di zecche sono in fondo alla lista dei fattori scatenanti – non cause – più comuni della malattia di Lyme, poiché riguardano meno dello 0,5 per cento dei casi. Inoltre è opportuno sottolineare che lo stato di salute generale può incidere in larga misura.

Verdure, Giardino, Vendemmia, Organici, Verde

Se due persone hanno lo stesso tipo di infezione virale e sono colpite dallo stesso fattore scatenante, la persona che si alimenta in modo corretto, svolge una regolare attività fisica e dorme a sufficienza probabilmente non si indebolirà al punto tale da attivare il virus, mentre quella che si prende scarsa cura di sé potrebbe sviluppare rapidamente i sintomi della malattia di Lyme.

Spiedino Di Verdure, Verdure, Alimentari, Gourmet, Cena

Milioni di persone nel mondo sviluppano i sintomi della malattia di Lyme in seguito ai fattori scatenanti elencati qui sotto (in ordine di prevalenza). Tutti questi fattori possono farti vagare da un medico all’altro per poi approdare da uno specialista della malattia Lyme che, a prescindere dai risultati delle analisi, potrebbe diagnosticarti la malattia di Lyme senza nemmeno capire cosa sia.

I fattori scatenanti più comuni

Carote, Vitamine, Nutrizione, Verdure, Alimentari

Le sostanze e le circostanze qui elencate non causano la malattia di Lyme. Piuttosto, possono scatenare virus già latenti nel corpo che si manifestano con sintomi che le comunità mediche chiamano complessivamente “malattia di Lyme”. I fattori scatenanti sono elencati in ordine di prevalenza, con i più comuni in cima e i più rari in fondo.

1. Muffa: se in ufficio o a casa è presente della muffa, inali i funghi per molte ore al giorno; questo può logorare il tuo sistema immunitario fino a farlo crollare.

Barbabietola Rossa, Verdure, Barbabietole

2. Otturazioni dentali a base di mercurio: se hai vecchie otturazioni dentali a base di mercurio (chiamate anche otturazioni in amalgama d’argento), un dentista benintenzionato potrebbe decidere di rimuoverle tutte insieme per la tua sicurezza. Ma sarebbe un errore.

Significa un forte stress per il sistema immunitario e bisognerebbe trattarle una alla volta, perché il mercurio tende a stabilizzarsi restando dov’è, mentre è molto probabile che il processo di rimozione finisca col disperdere il mercurio tossico nel sangue.

Spezia, Chiles, Paprika, Peperoncino Rosso, Polvere

3. Mercurio in altre forme: da qualunque fonte provenga, il mercurio è velenoso. Per esempio, il consumo frequente di pesce, specialmente se di grossa taglia e congelato, surgelato ecc aumentato anche i valori di ammoniaca al 200%, come il tonno e il pescespada, che tendono a contenere grandi quantità di mercurio, può portare il sistema immunitario oltre il punto di rottura e scatenare un’infezione virale, alcuni farmaci (pomate antipsoriasi), rottura dei termometri e delle lampadine a risparmio energetico.

Aglio, Spezia, Ingrediente, Aromatico, Odore

Non esiste una concentrazione minima di mercurio che il corpo tollera: quando viene ingerito si accumula nei tessuti e specialmente nel cervello in cui trova molta affinità e impedisce le reazioni biochimiche essenziali sostituendosi ai minerali.

Sintomi della presenza di mercurio nel corpo 

Sale, Pepe, Cucchiai, Spezie, Ingredienti, Condimenti

Alcuni effetti che si manifestano a causa della presenza del mercurio nel corpo sono: schizofrenia, anemia, anoressia, colite, depressione, dermatite, instabilità emotiva, mal di testa, cefalea ed emicrania, calo dell’udito, ipertensione, mancanza di concentrazione, deficit della memoria, sapore metallico, tremori.

I pericoli del mercurio 

Pepe, Pepe Mix, Pepe Rosso, Stagionatura, Spezie, Cibo

I metalli pesanti possono depositarsi nei tessuti e rimanerci per sempre causando nel tempo malattie gravi e diventando anche il focolaio per mutazioni genetiche come avvengono nel caso dell’insorgere del cancro. Queste informazioni quindi sono preziose e possono prevenire e risolvere molti disturbi associati alla presenza di questi metalli tossici nel corpo.

Verdure, Paprika, Traffico Leggero Di Verdure

Il Dott. Montanari in Italia sta facendo un grande lavoro di informazione sui pericoli di queste particelle che ormai stanno inquinando ogni cosa. Il Dott. Gerardo Rossi che analizza e tratta l’intossicazione di metalli pesanti nel corpo tramite il mineralogramma, sta scoprendo cifre esorbitanti di persone che ne hanno livelli oltre la norma e dopo che vengono rimossi riacquistano completamente la salute.

Verdure, Una Sana Alimentazione, Cucina, Cibo, Mangiare

Purtroppo la classe medica ordinaria non è al corrente di questo nuovo fenomeno che è diventato sempre più grave nell’ultimo decennio.

Stai sempre attento all’esposizione al mercurio. Anche oggi siamo vulnerabili al contatto con questa sostanza, specialmente in campo medico. Fai delle ricerche e interrogati su quello che viene offerto a te, ai tuoi figli e al resto della tua famiglia.

Bella Donna, Giovane, Femminile, Stile Di Vita, Sano

4. Pesticidi e diserbanti: se nel tuo giardino sono presenti questi veleni, o se abiti vicino a una fattoria, a un parco o a un campo in cui vengono spruzzati spesso, inali inavvertitamente le loro esalazioni ogni giorno. Queste sostanze danneggiano il tuo organismo e al contempo nutrono il virus con tossine che lo rafforzano.

5. Insetticidi in casa: gli insetticidi di ogni genere – sostanze che uccidono gli insetti volanti, le formiche, le blatte e così via – finiscono per avvelenare anche te e inoltre alimentano il virus che ti sta infettando.

Donna, Giovane, Pioggia, Stagno, Cambogia, Ragazza

6. Lutto in famiglia: il trauma emotivo per la perdita di una persona cara indebolisce il sistema immunitario e rafforza il virus, che si nutre degli ormoni prodotti dalle ghiandole surrenali sull’onda delle “emozioni negative”.

7. Cuore infranto: il tradimento della persona amata, una separazione inattesa, un divorzio spinoso o altri eventi che causano analoghi traumi emotivi sono ordinari fattori scatenanti per le infezioni virali.

Ragazza, Sonno, Femminile, Donna, Giovane, Persone

8. Accudire un familiare malato: anche in questo caso, il trauma emotivo indebolisce il sistema immunitario e rafforza il virus.

9. Puntura di ragno: le punture dei ragni sono fattori scatenanti più diffusi delle punture di zecche: sono responsabili dei sintomi della malattia di Lyme nel 5% circa dei casi contemplati in questo elenco. Se il veleno del ragno penetra nella cute, può scatenare un’infezione che indebolisce il sistema immunitario; circa una volta su cinque provoca anche eruzioni rosse “a occhio di toro”.

Summerfield, Donna, Ragazza, Tramonto, Crepuscolo

10. Puntura d’ape: come quelle dei ragni, le punture delle api sono fattori scatenanti più diffusi delle punture di zecche: anche loro sono responsabili dei sintomi della malattia di Lyme nel 5 per cento circa dei casi contemplati in questo elenco. Se una parte del pungiglione rimane nella cute, può scatenare un’infezione che indebolisce il sistema immunitario. Circa una volta su cinque, la puntura provoca anche eruzioni rosse “a occhio di toro”.

11. Farmaci “graditi ai virus”: i virus proliferano con gli antibiotici, che al contempo indeboliscono il sistema immunitario. Anche le benzodiazepine provocano un effetto analogo. Se sospetti di avere un’infezione virale, consulta il tuo medico e riconsidera insieme a lui le cure farmacologiche che ti ha prescritto.

Grembiule, Summer Dress, Ragazza, Donna, Gambe, Foresta

12. Consumo prolungato di farmaci: anche se in dosi moderate un farmaco può essere necessario, assumerlo troppo a lungo può generare un dissesto del sistema immunitario, aprendo le porte a un attacco virale. Lo stesso accade quando diversi medici ti prescrivono farmaci differenti, che possono combinarsi in un cocktail letale per il sistema immunitario.

13. Abuso di droghe: le droghe illegali che contengono tossine possono compromettere il sistema immunitario e alimentare un’infezione virale.

Ragazza, Donna, Bellezza, Modello, Bello, Mentire

14. Stress finanziario: la preoccupazione di perdere il lavoro, di non riuscire a pagare le bollette e magari di non avere più un tetto può scatenare una serie di emozioni negative molto forti – tra cui la paura del fallimento, la paura di morire, la perdita dell’immagine che hai di te, lo stress e la vergogna – che possono indebolire il sistema immunitario impedendogli di difenderti da un’infezione virale.

15. Lesioni fisiche: se subisci una distorsione alla caviglia, sei coinvolto in un incidente o riporti qualche altra lesione fisica, l’evento può indebolire il tuo corpo e incoraggiare il virus ad aggredire. Questo è doppiamente vero se per riparare la lesione devi sottoporti a un intervento chirurgico, poiché di solito vengono somministrati antibiotici.

Bello, Donna, Faccia, Giovane Donna, Ritratto

16. Nuotate estive: quando l’acqua è tiepida, nei laghi e lungo le rive del mare possono accumularsi alghe rosse. La carenza di ossigeno che esse creano incoraggia la proliferazione di batteri, che possono indebolire il tuo sistema immunitario e indurre un virus a uscire dallo stato di latenza.

17. Scarichi: i metalli pesanti e altre tossine possono defluire dai terreni delle discariche e riversarsi nei laghi e nei corsi d’acqua, specialmente con il clima caldo estivo. Nuotando in queste acque ti esponi alle tossine, che compromettono la capacità del sistema immunitario di combattere le infezioni virali.

Donna, Bella, Ragazza, Mentire, Foglie, Autunno

18. Pulizia professionale di tappeti e moquette: i professionisti della pulizia di tappeti e moquette usano sostanze chimiche altamente tossiche; in più, molti tappeti contengono già delle tossine, perciò la “pulitura” aggiunge veleni a quelli già presenti.

Se stai molto tempo al chiuso, respiri quotidianamente le esalazioni di queste tossine per gran parte della giornata e i veleni possono indebolire il tuo sistema immunitario e al contempo alimentare il virus.

Donna, Ragazza, Libertà, Felice, Sole, Silhouette

Per evitarlo, premurati di acquistare tappeti e moquette “verdi” e/o rivolgiti a servizi di pulizia moderni ed ecologici; ma anche i prodotti ecologici sono discutibili. Se sei molto sensibile, considera di rimuovere tappeti e moquette dal tuo ambiente.

19. Vernice fresca: la maggior parte delle vernici riempie l’aria di esalazioni tossiche. Se l’ambiente della tua casa o del tuo ufficio non è sufficientemente aerato, le esalazioni rischiano di indebolire il tuo sistema immunitario e scatenare un’infezione virale.

Gambe, Finestra, Auto, Strada Sterrata, Relax, Donna

20. Insonnia: i disturbi del sonno provocano un dissesto nel corpo che con l’andare del tempo può scatenare un’infezione virale.

21. Punture di zecca: le comunità mediche sbagliano a credere che le punture di zecca causino la malattia di Lyme; la verità è che possono scatenare alcuni dei suoi sintomi.

Pioggia, Gocce, Piovoso, Bagnato, Goccioline, Natura

Come le punture dei ragni e delle api, una puntura che lascia parte dell’insetto nella cute può generare un’infezione, che a sua volta indebolisce il sistema immunitario. E se hai un virus latente e il tempismo è perfetto, una puntura è sufficiente a scatenare un’infezione. L’infezione non ha nulla a che fare con la Borrelia burgdorferi: non è lei la responsabile.

Lo ripeto: contrariamente a quanto si crede, la puntura è l’ultimo fattore scatenante di questo elenco, responsabile di meno dello 0,5 per cento dei casi di malattia di Lyme.

Spruzzi, Splash, Aqua, Acqua, Pioggia, Versando, Chiaro

Anche quando il virus dormiente viene risvegliato da uno di questi fattori, può impiegare tempo prima di completare la sua preparazione alla guerra – per esempio sviluppando un esercito di cellule “soldato” – e lanciare il suo primo assalto. Nessuno di essi può trasmetterti i virus che causano i sintomi della malattia di Lyme, né trasmetterti i vari batteri che vengono erroneamente associati a questa malattia.

Bambini, Fiume, Acqua, Il Bagno, Splash, Ragazzi

Se soffri della patologia che i medici definiscono malattia di Lyme, è probabile che tu abbia covato un virus nel tuo corpo per anni prima di ammalarti. C’è un 75% di probabilità che a scatenarlo siano stati uno o più fattori elencati qui sopra, intervenuti in un periodo che va da tre mesi a un anno prima della comparsa dei sintomi.

Gli antibiotici 

Pescatori, Barca, Asia, Indonesiano, Tradizionale

La convinzione che la malattia di Lyme sia causata da batteri (o da parassiti, secondo l’ipotesi recente) è uno dei più grandi errori nella storia della medicina moderna, che ha impedito a diverse generazioni affette da infezioni virali di ricevere le cure di cui avevano bisogno. Io la definisco “la trappola di Lyme”.

Di solito, per curare la malattia i medici prescrivono degli antibiotici, perché mirano a distruggere la Borrelia burgdorferi e altri batteri come la Bartonella, o parassiti come la Babesia, che in realtà non hanno nulla a che fare con la malattia di Lyme e non rappresentano una minaccia per la salute.

Tramonto, Barca A Vela, Barca, Mare, Nave

La Borrelia, la Bartonella e la Babesia non attaccano il sistema nervoso centrale, e i sintomi di un’infiammazione al sistema nervoso centrale sono il problema numero uno tra i pazienti che soffrono della malattia di Lyme.

Fino a quando le comunità mediche non capiranno questa verità, continueranno a prescrivere antibiotici che non daranno alcun risultato positivo e creeranno ulteriori danni all’organismo.

Tramonto, Papavero, Retroilluminazione, Fiori, Campo

L’uso di antibiotici non è solo inefficace. È anche pericoloso. Le categorie più potenti di antibiotici infliggono ai pazienti un duplice colpo, e siccome di solito i pazienti che soffrono della malattia di Lyme hanno infiammazioni neurologiche dovute a virus della famiglia degli herpes, questi antibiotici logorano i nervi.

Alcuni medici ritengono erroneamente che i dolori e gli altri sintomi sperimentati dal malato con l’assunzione di antibiotici siano indicatori di un qualche progresso, ovvero segnalino una benefica reazione di Herxheimer:

Gioventù, Attivo, Salto, Felice, Sunrise, Silhouettes

la morte dei batteri e la disintossicazione del corpo. In realtà i sintomi indicano che sta succedendo qualcosa di sbagliato. Gli antibiotici tendono a uccidere tutti i batteri, non solo quelli nocivi.

I batteri benefici dell’apparato intestinale sono fondamentali per la salute, perciò la loro distruzione può indebolire gravemente il sistema immunitario e compromettere la digestione.

Ragazze, Bambini, Amici, Giovane, Felice, Infanzia

Se un medico ti somministra antibiotici aggressivi per due settimane o più, anche se assumi probiotici ogni giorno il tuo intestino impiegherà un anno per rimettersi in sesto. In alcune persone l’intestino non riesce più a riprendersi, anche se l’antibiotico è somministrato per endovena.

I virus che causano la malattia di Lyme amano gli antibiotici. E quelli aggressivi sono come il latte materno per un neonato: lo rendono più forte e ne favoriscono la crescita.

Fratelli, Fratello, Sorella, Bambini, Ragazza, Ragazzo

Poiché il sistema immunitario è l’unico nemico naturale dell’infezione virale che causa i sintomi di Lyme, prendere antibiotici che compromettono il sistema immunitario e rinvigoriscono il virus è come cercare di spegnere un incendio gettando benzina sul fuoco. Eppure è proprio questo il rimedio con cui i medici hanno sempre trattato la malattia di Lyme.

Dosi massicce di antibiotici aggressivi possono trasformare un caso relativamente lieve della malattia di Lyme in una grave crisi per la salute … che nel tempo può diventare pericolosa.

Trattamento, Dito, Mantenere, Mano, Polso

Tragicamente, accade tutti i giorni. Gli specialisti della malattia di Lyme che seguono i metodi della medicina integrativa ora cominciano a capire i danni causati dagli antibiotici negli ultimi quarant’anni, e per trattare la malattia hanno iniziato a ridurre le dosi di antibiotici e a integrarli con un supporto nutrizionale naturale, compresa la somministrazione di vitamine per endovena.

Padre, Figlia, Beach, Famiglia, Papà, Soleggiato

Prima di assegnargli una medaglia per questa scoperta, dobbiamo riconoscere che la medicina è ancora lontana dal comprendere che gli antibiotici non servono perché la malattia di Lyme è di origine virale. Anche una terapia alternativa molto diffusa come la radiazione ultravioletta del sangue non aiuta, perché si fonda sull’errata convinzione che il problema sia causato da batteri e che abbia origine nel sangue.

Di fatto, i virus che causano la malattia di Lyme colpiscono per lo più il sistema nervoso e non scatenano i sintomi di Lyme quando risiedono nel sangue. Solo quando intaccano gli organi e il sistema nervoso centrale possono dare problemi.

Pier, Molo, Ocean, Mare, Acqua, Modo, Prospettiva

Fino a quando i medici crederanno che i sintomi di Lyme siano di origine batterica, vagheranno in mare nella nebbia inseguendo una nave fantasma, a spese di molti pazienti, potenzialmente milioni.

È opportuno sottolineare che i virus che provocano la malattia di Lyme possono essere accompagnati da diversi cofattori, che includono lo streptococco A e B, l’Escherichia coli, il Mycoplasma pneumoniae, l’Helicobacter pylori e/o la Chlamydophila pneumoniae, oltre a muffe tossiche e alla candida.

Molo, Pier, Mare, Tramonto, Crepuscolo, Alba, Ocean

La Bartonella e la Babesia, che di recente sono state accusate di causare la malattia di Lyme, in realtà non sono più nocive della candida, ma sono anch’esse dei cofattori.

Tieni presente che questi cofattori non creano i sintomi della malattia di Lyme. Per comprendere come le comunità mediche li scambiano per cause, immagina due eserciti in battaglia, con il primo esercito (le comunità mediche) che rincorre l’altro in ritirata (i batteri).

Pier, Molo, Tramonto, Mare, Ocean, Orizzonte, Calma

Quando il primo gruppo di soldati di fanteria raggiunge le truppe e le accerchia da tutti i lati, scopre che quelle che vedeva in lontananza non erano baionette ma pennoni, trombe e bacchette di tamburi. I soldati avevano perseguito le persone sbagliate.

Per tutto questo tempo avevano creduto di inseguire truppe nemiche ma si trattava solo di una banda della fanteria. Allo stesso modo, le comunità mediche stanno dando la caccia ai messaggeri (i batteri), mentre i veri nemici (i virus) passano inosservati.

Relax, Benessere, Pietre, Pietre Calde, Recupero

I danni peggiori sono causati dal fatto che le infezioni virali non vengono individuate o, se scoperte, vengono accantonate come un problema di secondo piano. Ma i cofattori non sono una minaccia.

Per di più, i particolari batteri che possono essere cofattori dei virus nello sviluppo della malattia di Lyme di solito sono resistenti agli antibiotici e diventano sempre più resistenti con l’andare del tempo. Se hai i sintomi della malattia di Lyme, dovresti evitare a maggior ragione l’uso degli antibiotici.

Ragazza, Mare, Orizzonte, La Gioia Della Vita, Natura

C’è un’unica eccezione a questa regola: usare antibiotici poco aggressivi. Per esempio, quando si verifica un’infezione alla pelle provocata da una puntura di ragno, d’ape o di zecca che lascia una parte dell’insetto nella pelle, il corpo combatte l’infezione creando un’eruzione rossa a “occhio di toro” intorno all’area (quest’eruzione è oggetto del peggiore fraintendimento riguardo alla malattia di Lyme).

In questa situazione, prendere un antibiotico poco aggressivo può andare bene; i rischi a lungo termine dell’antibiotico sono inferiori ai rischi a breve termine dell’infezione.

Rosa, Rosso, Fiore Rosa, Fiore, Vicino, Fiore Rosso

Ma è necessario chiarire una cosa: l’infezione di per sé non è la malattia di Lyme. E non è causata dalla Borrelia burgdorferi. Le eruzioni “a occhio di toro” sono solo segnali di normali infezioni da stafilococco che insorgono quando restano dei detriti sotto la pelle a causa di una puntura. Per la cronaca, in un’eruzione “a occhio di toro” non si sono mai trovate tracce o colture di Borrelia, né di Babesia o Bartonella.

Gli attuali strumenti diagnostici

Sapone, Viola, Lavanda, Rosa, Guscio, Natura

Sono due i principali esami utilizzati dalle comunità mediche per diagnosticare la malattia di Lyme: il saggio di immunoassorbimento enzimatico (ELISA), che mira a individuare gli anticorpi del batterio, Borrelia burgdorferi, e l’immunorivelazione (o western blot), per individuare gli anticorpi di diverse proteine della Borrelia burgdorferi.

Entrambi vengono utilizzati sulla base della falsa premessa che sia quest’ultima a causare i sintomi della malattia di Lyme … cosa che non è. Perciò capita che un paziente abbia la malattia di Lyme ma i test diano esito negativo.

Coccinella, Lavanda, Impianto, Flora, Macro, Purple

Nei laboratori più avanzati i ricercatori hanno cominciato a capire che questi test non hanno mai funzionato. Ma pur cercando di elaborare esami più efficaci, continuano ad agire sulla base della falsa premessa che la malattia di Lyme sia causata da batteri e/o parassiti. Riprendendo la similitudine del progetto architettonico, è come cercare di costruire una nuova casa con il vecchio progetto senza rettificare i gravi errori della sua concezione originaria.

Se di recente ti è stata diagnosticata la malattia di Lyme da un medico che pratica la medicina integrativa o funzionale, è probabile che il medico ti abbia detto che non si affida più all’ELISA o all’immunorivelazione. Forse ti avrà detto: “Facciamo fare le analisi in un laboratorio più avanzato.”

Ragazza, Lavanda, Addormentato, Felicità, Purple, Fiori

Quando sono arrivati i risultati, ti avrà spiegato che i tuoi valori indicano la presenza di anticorpi o che sono emersi esiti parzialmente positivi per batteri come la Bartonella e parassiti come la Babesia (se hai un’influenza, un’infezione da streptococco, il virus di Epstein-Barr o la candida, è probabile che gli esiti positivi del test siano falsati).

Lavanda, Ape, Estate, Viola, Giardino, Nettare

È un modo scaltro per nascondere il fatto che per decenni i pazienti sono stati ingannati, perché le comunità mediche inseguivano il sospetto sbagliato.

E tuttora non capiscono che le nuove piste che vedono imputate la Bartonella e la Babesia non sono dei veri progressi, perché si fondano sulle stesse false premesse della pista precedente. Invece di comprendere che batteri e parassiti sono solo dei cofattori innocui della malattia, continuano a considerarli colpevoli.

Massaggio, Benessere, Giapponese, Agopressione

E poiché capita assai di rado che un paziente affetto dalla malattia di Lyme sia stato davvero punto da una zecca, adesso i medici raccontano che la malattia può derivare da una zanzara, un tafano o una mosca dei cervi che potrebbe aver punto il paziente anni prima.

C’è una vaga possibilità che la puntura di una mosca dei cervi o di un tafano possa scatenare il virus latente e far emergere i sintomi, proprio come le punture di altri insetti già menzionati.

Benessere, Massaggio, Relax, Rilassante, Spa

Ma indicare questi insetti come le vere cause della malattia di Lyme significa seguire la vecchia teoria sbagliata e fomentare ulteriormente la paura della natura. Non è affatto più progredito che accusare le zecche.

L’unico aspetto positivo di questi recenti sviluppi è che le comunità mediche stanno ampliando la visuale per scoprire le cause della malattia di Lyme. Cominciano a capire che la causa non è una sola e che quella della Borrelia burgdorferi era una falsa ipotesi. Però continuano a cercare nella direzione sbagliata. Prevedo che nei prossimi anni continueranno ad accusare altri batteri e che i veri colpevoli – i virus – saranno ignorati.

Foresta, Albero, Bach, Corso D'Acqua, Wave, Ponte

E se sei affetto dalla malattia di Lyme pensi di poter aspettare vent’anni prima che i ricercatori scoprano la vera causa? La verità è che le comunità mediche non hanno ancora scoperto neanche i veri cofattori della malattia di Lyme. E nel caso della Babesia e della Bartonella – a parte il fatto di non comprendere che la loro incidenza sulla malattia è minima – esistono molteplici problemi nei metodi diagnostici.

Innanzi tutto, una persona può avere un’infezione virale che causa i sintomi della malattia di Lyme ma non questi cofattori, quindi i risultati delle analisi saranno negativi. Inoltre, i cofattori possono essere presenti nell’organismo ma le analisi – tutt’altro che infallibili – non li rilevano, e anche in questo caso i risultati saranno negativi.

Alberi Di Ciliegio Giapponese, Fiori, Primavera

Ma il problema principale è che la Babesia e la Bartonella (di per sé innocue) si trovano nell’organismo del 60 per cento degli americani. Di conseguenza può capitare che gli esiti delle analisi siano positivi anche in un soggetto perfettamente sano. Dal momento che le analisi spesso danno risultati negativi a chi ha i sintomi di Lyme e risultati positivi a chi non li ha, si deduce che non sono molto utili.

Mandorlo In Fiore, Fiore Di Ciliegio

Se sottoponi cento persone sane ai test più innovativi e più avanzati per la malattia di Lyme presso i migliori laboratori, vedrai che nel 50 per cento dei casi risulteranno positive; i valori di quei cinquanta e più soggetti indicheranno la presenza di anticorpi per batteri che secondo le comunità mediche provocano la malattia di Lyme.

Il modo più efficace per determinare se hai un’infezione virale che causa i sintomi di Lyme è focalizzarti sulla tua storia personale e sui tuoi sintomi.

Mano, Farfalla, Nubi, Volante, Libertà, Fede

Se hai sperimentato uno dei fattori più comuni che scatenano l’infezione virale; e al contempo hai sintomi di origine virale come contrazioni, spasmi, affaticamento, confusione mentale, difficoltà mnemoniche, dolori articolari, nevralgie e altri sintomi neurologici; e al contempo hai escluso che i tuoi disturbi derivino da altre possibili cause, allora è probabile che tu abbia un virus che ha prodotto i sintomi della malattia di Lyme.

Farfalla, Blu, Insetto, Morphofalter Blu

Come ho detto, è verosimile che sia uno dei molti ceppi della famiglia degli herpes, come l’herpes zoster, l’HHV-6, il virus di Epstein-Barr o il citomegalovirus. Tutti questi virus possono dare falsi risultati positivi nelle nuove e progredite analisi di laboratorio congegnate per diagnosticare la malattia di Lyme.

I virus creano sottoprodotti, detriti, un biofilm virale e le famose spirochete (erroneamente ritenute batteri, in realtà sono involucri virali), che ingannano il fallibile sistema diagnostico dando l’impressione che la malattia del paziente sia di origine batterica.

Gocce D'Acqua, Acqua, Liquido, Fresco, Splash, Blu

I laboratori che eseguono le analisi del sangue sono come qualunque azienda: fanno affari. Vogliono restare a galla, proteggere la loro fonte di introiti e quindi, in qualche misura, le loro motivazioni sono dettate da una prospettiva orientata al profitto.

Non possiamo fidarci di chi dice che i nuovi test offrono verità assolute. E c’è troppa distanza tra i laboratori che eseguono le analisi e i medici che le prescrivono: spesso ai medici non viene detto come sono emersi quei risultati. Tienilo a mente e presta attenzione alle “verità” a cui credi.

Goccia D'Acqua, Gocciolamento, Filo D'Erba, Fiore

Se hai assunto degli antibiotici che ti hanno provocato una reazione virale, oppure non li hai assunti ma avverti alcuni sintomi descritti in questo capitolo, hai molte probabilità di recuperare la tua salute seguendo con pazienza e con scrupolo le indicazioni del prossimo paragrafo. Col tempo riuscirai a distruggere il 90 per cento o più delle cellule del virus, consentendo al tuo sistema immunitario di riportare il virus allo stato latente, quasi comatoso … e liberarti della malattia di Lyme.

Curare la malattia di lyme 

Goccia D'Acqua, Iniettare, Acqua, Gocciolamento

Quando i sintomi della malattia di Lyme si cronicizzano impedendo alle persone di vivere, l’effetto può essere devastante. Molti pazienti consultano parecchi medici e non ricevono alcuna risposta, o si sentono diagnosticare malattie come la sclerosi multipla, la fibromialgia, l’artrite reumatoide, la sindrome di Sjögren, l’emicrania, il lupus, la sindrome da stanchezza cronica e/o l’encefalomielite mialgica. Quando uno di questi pazienti alla fine si rivolge a uno specialista della malattia di Lyme, sentirsi diagnosticare questa malattia può essere un sollievo, come se finalmente il mistero fosse stato svelato.

Donna, Giovani, Ragazza, Coppa, Godetevi, Recuperare

Ogni anno, solo negli Stati Uniti, oltre cinquecentomila individui con i sintomi di quella che in realtà è un’infezione virale vengono curati come se la loro malattia fosse di origine batterica e ricevono l’etichetta della malattia di Lyme.

Questa sta diventando una delle patologie più gravemente fraintese del nostro tempo, e poiché prende slancio, in futuro diventerà la diagnosi più diffusa. Pazienti e medici saranno irresistibilmente attratti dalle conferme che questa etichetta sembra offrire, anche se non ha alcun senso.

Tigre, Relax, Natura, Pigro, Animale, Predatore

“Malattia di Lyme” rimarrà un’etichetta per una malattia del mistero che è dovuta a un’infezione virale ma nessuno lo sa. L’etichetta non è una risposta alle tue sofferenze; potresti sostituire “Lyme” con qualunque altro nome.

Dato che la definizione non nasce da una comprensione del problema, potresti anche chiamarla malattia del formaggio o malattia del non mi sento bene. Come abbiamo visto in questo capitolo, è fondamentale capire quali sono le vere cause dei sintomi di Lyme per proteggere te e i tuoi cari dalla trappola di Lyme.

Piscina, Nuoto, Relax, Spa, Di Lusso, Cappello

Se oggi hai quarant’anni, quando la medicina ufficiale comincerà a capire i suoi errori nella concezione e nelle cure di questa malattia, nella migliore delle ipotesi ne avrai sessantacinque o settanta. Ma se segui i consigli esposti in questo paragrafo quotidianamente, con la massima costanza, puoi costringere il virus a tornare allo stato latente e renderlo inoffensivo.

La durata del processo di guarigione dipende da diversi fattori, come il livello di aggressività del ceppo virale che ti ha colpito, se hai assunto antibiotici di recente, se vivi in un ambiente sano o sei esposto a tossine che possono scatenare e alimentare il virus, se sei allo stadio iniziale o a uno stadio avanzato della malattia.

Fontana, Iniettare, Fontane, Caratteristica Dell'Acqua

In termini approssimativi, il processo richiede da sei mesi a due anni per essere pienamente efficace. E non fermarti alle raccomandazioni di questo capitolo. Leggi anche la Parte “Come puoi guarire finalmente”, dove troverai spiegazioni approfondite sulla disintossicazione dai metalli pesanti e su tutto ciò di cui hai bisogno per guarire dai sintomi di Lyme. Tutte le informazioni che ti servono per liberarti dalla trappola di Lyme – o per evitare di caderci – sono in questo testo.

Niagara Falls, Cascata, Alimentazione Dell'Acqua, Acqua

Tu hai la capacità di guarire. Il tuo corpo vuole veramente guarire e vuole stare bene. Se dai al tuo corpo ciò che gli serve ed elimini il superfluo, puoi attingere al tuo innato potere di guarigione e ristabilirti.

Alimenti terapeutici, alcuni cibi possono aiutare il tuo corpo a difendersi o a guarire dai virus che si nascondono dietro la malattia di Lyme. Anice stellato, asparagi, mirtilli selvatici, ravanelli, sedano, cannella, aglio, albicocche e cipolle sono tra i migliori alimenti da introdurre nella dieta perché aiutano a vario titolo a uccidere le cellule virali, disintossicare l’organismo, riparare le cellule cerebrali, risanare il sistema nervoso centrale e a promuovere altri processi di guarigione.

Albero, Caduta, Colori Di Caduta, Cadono Le Foglie

Erbe terapeutiche e integratori 

Timo: uccide i virus per contatto. Il timo è particolarmente importante perché attraversa la barriera ematoencefalica, ovvero viaggia oltre il flusso sanguigno per attaccare le cellule virali che hanno invaso il tronco encefalico e il liquido cerebrospinale.


Caduta, Autunno, Red, Stagione, Boschi, Natura, Foglie

Melissa e l’Uncaria uccidono i cofattori dei virus che si nascondono dietro i sintomi di Lyme, tra cui batteri come lo streptococco, l’Escherichia coli, la Bartonella, la Babesia, il Mycoplasma pneumoniae e la Chlamydophila pneumoniae; uccide anche la candida, che è un fungo. La sua attività riduce la pressione sul sistema immunitario.

Vitamina D: fondamentale per ogni risoluzione organica e fisiopatologica. Melatonina per contrastare i danni del cortisolo in eccesso. l’Ascorbato di Sodio, fondamentale per i processi riparativi. Gli Omega 3, grande capacità antinfiammatoria.

Succhi Di Verdura, Verdure, Appartato, Bianco, Fresco

Zinco: attenua le reazioni infiammatorie a una neurotossina prodotta dai virus della famiglia degli herpes.
Radice di liquirizia: molto efficace nel limitare la mobilità e la capacità riproduttiva delle cellule virali.
Lisina: riduce la mobilità e la proliferazione dei virus.

Cavolo, Vegetale, Potenza, Verde, Verdure, Sano, Cibo

Radice di lomatium: aiuta a far defluire dall’organismo gli escrementi, le tossine e le spoglie delle cellule virali e batteriche.
Reishi (o ganoderma): agevola la produzione di linfociti, piastrine e
neutrofili, che rafforzano il sistema immunitario.

Succo Verde, Cavolo, Apple, Verde, Sedano, Prezzemolo

Argento colloidale: uccide i virus per contatto.
Astaxantina: è un antiossidante che aiuta a riparare i tessuti cerebrali e i nervi danneggiati dal virus.
Iodio nascente: stabilizza e rafforza il sistema endocrino.

Anthony William