Le braccia (bicipite e omero)

Malattia Espressione dell’AnimA.

Il braccio è situato tra la spalla e il gomito.

 
Cielo, Libertà, Felicità, Alleviato, Preghiera
 
Ricordiamo semplicemente che la spalla e la scapola costituiscono la rappresentazione del rapporto inconscio con l’azione. Simboleggiano la «porta del Non-Conscio», il punto di emergenza, il riaffiorare del nostro inconscio nel suo rapporto con l’azione sul mondo e sugli esseri (di cui facciamo parte).
 
Il gomito invece, esso è la «porta, la barriera» dell’accettazione. Il braccio, strutturato intorno all’omero, rappresenta ciò che si situa tra i due e che li collega. Rappresenta dunque la proiezione della fase di passaggio delle volontà o desideri di azione, dall’inconscio al conscio.
 
Frattura Ossea, Xray, Scheletro, Diagnosi, Rotto
 
Ci troviamo pertanto nel processo di «addensamento», nel momento che precede la loro accettazione consapevole. Ma può anche trattarsi del passaggio dal conscio all’inconscio. In questo caso siamo nel processo di «liberazione», nel momento che segue la loro accettazione conscia e che precede quella inconscia.
 

Le malattie delle braccia

 
Le tensioni avvertite nelle braccia (punti dolenti, crampi, nevralgie brachiali, eccetera) sono la manifestazione della difficoltà che la persona avverte nell’agire.
 
Immagine correlata
 
I ricordi o le ferite inconsce profonde di un individuo rispetto alla sua capacità d’azione, che riaffiorano in superficie e che quest’ultima rifiuta di accettare, si manifesteranno mediante dolori nelle braccia, se non addirittura con fratture dell’omero, quando il ricordo, le memorie che emergono in superficie sono troppo forti o sconvolgono troppo la struttura (ossa) delle credenze personali o delle scelte di vita di una persona.

Fallimento personale, impossibilità di realizzare qualcosa sul piano professionale o familiare, paure nei confronti dell’azione o delle sue conseguenze sceglieranno, se necessario, di esprimersi attraverso dolori o traumi nelle braccia.
 
Slittamento Accidentale, Oops, Slittamento, Errore
 
Può trattarsi di vissuti ed esperienze di azioni che l’individuo ha accettato nel suo conscio, nella sua mente, ma che non può o non è ancora pronto ad accettare nel profondo. Può essere il caso di una persona che ha dovuto cedere su qualcosa che considerava importante per sé (progetti, realizzazioni tecniche, promozioni, eccetera) e che ha compreso e accettato con la mente.
 
Tuttavia, nel profondo, la persona in questione non accetta la sconfitta. Malgrado tutte le ragioni logiche che le hanno permesso di comprendere le cose, rifiuta di integrarle dentro di sé. Se il dolore o il trauma si situano nell’omero, ciò significa che la tensione è legata alla struttura profonda, alle credenze e ai valori inconsci della persona rispetto alle sue azioni.
 
Autunno, Nebbia, Forest, Tronchi, Via
 
Se invece è avvertita nel braccio, nei muscoli, siamo in presenza di una manifestazione meno «grave», in quanto meno ancorata nella struttura.
 
Quando la tensione, il dolore o la frattura si verificano nel braccio destro, si tratterà di qualcosa in relazione con lo Yin, il simbolismo materno e tutte le sue rappresentazioni. Se al contrario la tensione, il dolore o la frattura si esternano nel braccio sinistro, si tratterà di qualcosa che è in relazione con lo Yang, il simbolismo paterno e tutte le sue rappresentazioni.
 
(Michel Odolul)

Il Gomito

Malattia Espressione dell’AnimA

Seconda articolazione collegata alla spalla mediante il braccio, il gomito rappresenta l’equivalente del ginocchio. È inoltre l’articolazione che piega, allenta, cede.
 
Lesioni, Braccio, Feriti, Male, Uomo, Gomito, Dolore
 
Offre al braccio la possibilità di una mobilità multidirezionale estendendola a tutti gli assi dell’orizzontalità e della verticalità, fatto salvo per la parte posteriore contrariamente al ginocchio che invece piega solo nella parte posteriore.
 
La difficoltà di lasciar andare a confronto con una volontà d’azione troppo rigida verrà avvertita a livello di questa articolazione. Il gomito rappresenta la «porta dell’accettazione» in rapporto all’azione.
 
Wing Tzun, Arti Marziali, Autodifesa, Chi Sao
 
Si tratta inoltre dell’articolazione che oscilla tra il conscio e l’inconscio, sia nel senso dell’addensamento (dal non-conscio al conscio), sia nel senso della liberazione (dal conscio al non-conscio). È a questo livello che avvengono le oscillazioni delle nostre sensazioni, emozioni o idee d’azione, a patto che vengano accettate.

Le malattie dei gomiti


Risultati immagini per gomiti
 
Quando ci fa male un gomito significa che abbiamo difficoltà ad accettare un vissuto, una situazione.
 
Essendo localizzata a livello delle braccia, questa tensione è necessariamente in rapporto con l’azione, con il fare. Accade dunque qualcosa oppure qualcuno fa qualcosa che rifiutiamo, che abbiamo difficoltà ad accettare o che accettiamo solo perché vi siamo costretti e forzati.
 
Uccello, Ali, Svolazzanti, Natura, Animale
 
Può anche essere qualcosa che dobbiamo fare, nostro malgrado, oppure che avremmo preferito fare altrimenti o non dover fare. Le tensioni al gomito ci informano inoltre che il modo di fare, il nostro o quello di altre persone, non è adeguato, che disturba le nostre abitudini d’azione, le nostre convinzioni o le nostre certezze in rapporto ad esse.
 
(Michel Odoul)

L’articolazione del gomito

Malattia espressione dell’AnimA

Con il suo aiuto possiamo attirare il mondo verso di noi e anche prenderlo a pugni.
È la classica leva con cui muoviamo cielo e terra, solleviamo gli altri o li attiriamo teneramente a noi.


Risultati immagini per articolazione gomito sintomi
Alcuni lavorano con tali limitazioni che sui loro gomiti crescono squame in quantità. La psoriasi si manifesta con maggiore frequenza proprio in questa zona, prediligendola come punto di partenza.

La chiazze squamose sono una sorta di fodera protettiva e combattiva dei gomiti. Quanto possano essere necessarie, lo mostrano i capi di vestiario che, se non vengono rinforzati in questo punto, si logorano.
 
Skateboard, Timone, Protezioni, Protezione, Salto
 
Molto diffusa è l’espressione «sgomitare» per indicare l’atto di farsi strada, pur se cortesemente, con l’aiuto dei gomiti.

Il gomito del tennista è una malattia piuttosto diffusa ed è causata da una sollecitazione eccessiva e da un uso improprio della leva.
 
Pirata, Nave, Sangue, Imbarco, Pistole, Pistola, Spada
 
È un esempio classico dell’esistenza parallela dell’impulso alla spinta e della contemporanea resistenza ad essa. La racchetta come estensione del braccio, accresce enormemente la forza della leva.
 
Se allora si «gioca» in atteggiamento contratto, con forza eccessiva e per ambizione, l’articolazione del gomito viene costretta a un lavoro esagerato e manifesta il suo stato attraverso il dolore. Tutto ciò che viene fatto solo perché è necessario può portare a queste conseguenze.

gomito
Se l’articolazione del gomito è dolorante, è impossibile continuare a giocare e si impone immediatamente una pausa di riflessione, in cui il giocatore abbia la possibilità di esaminare le ragioni profonde dei suoi movimenti esasperati.
 
Il problema diventa grave solo quando i soggetti fanno finta di non udire il chiaro richiamo del corpo, continuano imperturbabili a fare sforzi e continuano a mettere gli altri al muro.

Il compito consisterebbe nel capire le regole del gioco e nel parteciparvi in modo giocoso.

 
Immagine correlata
Quello che deve essere fatto per prevenire il gomito del tennista vale naturalmente non solo per il tennis, ma anche per tutte le situazioni in cui si presentano problemi simili. Anche chi non ha mai tenuto in mano una racchetta può presentare gli stessi sintomi.
 
Domande
 
1. Cosa voglio veramente quando metto in movimento tutte le cose?
2. Chi voglio sollevare? Dove esagero il mio sforzo?
3. Quali sollecitazioni al riposo ho ignorato?
4. Quale opposizione si crea in me se esercito la mia leva?
5. Quali motivazioni non confessate (quale ambizione?) esistono in me?
6. Quali colpi si abbattono su di me e mi scuotono (con la mia articolazione)?
7. Per chi erano stati pensati?
(Dott. Rudiger Dahlke)

Frassino

Frassino (Fraxinus excelsior)

Parti utilizzate: foglie, semi, corteccia

Le foglie di frassino sono ricche di ferro e rame, hanno proprietà diuretiche, antipiretiche e possono essere impiegate contro i reumatismi grazie all’alta quantità di acido salicilico.

In Francia le foglie vengono utilizzate soprattutto contro i disturbi reumatici.

I componenti principali: inositolo. destrosio, gomma, acido malico, tannini, olio essenziale con terpeni, chinone, cumarine, flavonoidi e acido ursolico.

Risultati immagini per reumatismo

Modo d’uso: varie specie di frassino trasudano una linfa, chiamata manna, usata come lassativo pediatrico.

Uso interno: una manciata di foglie per un litro d’acqua.  Bollire e lasciare in infusione per 10 minuti.

Decotto di corteccia: una manciata per un litro d’acqua.  Bollire per 5 minuti. Lasciare raffreddare e filtrare.  Una tazza prima dei due pasti principali come stomachico.

Massaggio, Spalla, Massaggio Relax, Relax, Dolore

Frassino si trova anche come gemmoderivato, in prescrizione 1DH 30 gocce 2-3 volte al giorno per 5-6 settimane, associato al ribes nigrum.

Uso esterno: una manciata di foglie per un litro d’acqua, bollire per 15 minuti.

Persona, Donna, Giovane, Bello, Spalla, Pelle, Indietro

Si applica come compresse per dolori reumatici e gotta. L’azione antinfiammatoria e analgesica del frassino è clinicamente confermata e ben tollerata a livello gastrico.

Proprietà: diuretico, antigottoso, antireumatico, purgativo.

Gemmoderivato 1DH 30 gocce 2-3 volte al giorno per 5-6 settimane (dopo controllare il colesterolo e uricemia) per iperuricemia, gotta, ipercolesterolemia, cellulite.

I disturbi reumatici

Il reuma è sempre unito a un’infiammazione che può essere acuta o cronica

Il reuma porta a gonfiori dei tessuti e della muscolatura, a deformazioni e indurimenti delle articolazioni. Il dolore limita a tal punto la capacità di movimento che si può arrivare anche a forme di invalidità.

Occhio, Malato, Blu, Red, Dolore

Un termine reumatismo è un concetto globale che indica un gruppo di sintomi relativi a dolorose modificazioni dei tessuti che si manifestano soprattutto nelle articolazioni e nella muscolatura.

I disturbi alle articolazioni e alla muscolatura si manifestano in maniera violenta dopo periodi di stasi e migliorano se il paziente muove le sue articolazioni

Massaggio, Spalla, Umano, Relax, Massaggio Classico

L’inattività porta col tempo a un calo della muscolatura e a una deformazione dell’articolazione interessata.

La malattia inizia per lo più con una rigidità mattutina delle articolazioni accompagnata da dolori

le articolazioni sono gonfie e spesso arrossate. In genere le articolazioni sono colpite simmetricamente e i dolori si spostano dalle piccole articolazioni periferiche alle grandi articolazioni. Il decorso della malattia è cronico e gli irrigidimenti si manifestano gradualmente.Risultati immagini per disturbi reumatici

Il quadro patologico prevede un progressivo irrigidimento che arriva fino a forti deformazioni.

Per altro chi è colpito da poliartrite si lamenta poco, mostra grande pazienza e una sorprendente indifferenza nei confronti del proprio dolore.

Il decorso della poliartrite ci mostra con particolare evidenza il tema centrale di tutte le malattie dell’apparato locomotore: movimento/sosta, agilità/rigidità. Nell’anamnesi di quasi tutti i malati di reumatismo troviamo un’attività esasperata e una forte mobilità.

Backpain, Mal Di Schiena, Indietro, Dolore, Dorso

Si tratta di persone che hanno praticato sport anche a livello agonistico

che hanno lavorato molto in casa e in giardino, che sono state instancabilmente attive e si sono molto sacrificate per gli altri. Sono quindi persone attive, agili, irrequiete, su cui la poliartrite tende la sua rete di rigidità e durezza finché non sono costrette a stare finalmente in pace.

Angel, Persona, Mistico, Cascata, Umano, Fantasia

Si ha l’impressione che troppa attività ed eccessivo movimento siano corretti dall’immobilità

Questo discorso potrà forse stupire dopo quanto abbiamo detto a proposito della necessità di cambiamento e movimento. Il rapporto diviene chiaro soltanto se ci ricordiamo di nuovo che la malattia corporea rende sinceri.

Risultati immagini per disturbi reumatici

Nel caso della poliartrite ciò significherebbe che queste persone in realtà sono statiche

La super attività e l’agilità che ritroviamo quasi sempre prima della malattia si riferiscono soltanto all’elemento corporeo e compensano la rigidità della coscienza.

Già la parola rigido è imparentata col rigore della morte.

Uomo, Sport, Fitness, Muscolo, Dolore, Pneumatici

Questi concetti si adattano tutti al tipo del paziente di poliartrite, il cui profilo della personalità è ben noto in quanto la psicosomatica già da mezzo secolo ha studiato questo gruppo di pazienti.

Tutti i ricercatori sono d’accordo nel ritenere che ” il carattere del malato di poliartrite presenta un tratto di perfezionismo e superattivismo, una tendenza masochistico – depressiva con forte bisogno di sacrificarsi ed esagerata volontà di aiutare gli altri, unito a un comportamento ipermoralistico e tendenza all’umore depresso ” (la citazione è tratta dal testo del Brautigam).

Risultati immagini per disturbi reumatici

Queste caratteristiche mostrano l’autentica rigidità e testardaggine delle persone, mostrano quanta poca flessibilità e agilità esse abbiano in realtà nella propria coscienza.

Questa immobilità interiore viene semplicemente ipercompensata dall’attività sportiva e dall’irrequietezza fisica e serve quindi soltanto come meccanismo di rimozione della propria grande fissità.

In Esecuzione, Corridore, Lunga Distanza, Fitness

La grandissima tendenza di questi pazienti a praticare attività sportiva anche a livello agonistico ci porta a un altro tema centrale: l’aggressività.

Il reumatico limita la sua aggressività al piano motorio, ovvero blocca l’energia a livello di muscolatura.

Giovane Donna, Donna, Mare, Oceano, Abito Bianco

La misurazione sperimentale dell’elettricità muscolare dei reumatici ha mostrato chiaramente che stimoli di tutti i tipi portano a un aumento della tensione muscolare, specie di quella delle articolazioni.

Queste misurazioni fanno ipotizzare che il reumatico domini a forza i propri impulsi aggressivi e li trasferisca a livello solo corporeo.

L’energia che non viene scaricata resta inutilizzata e legata alla muscolatura delle articolazioni e li si trasforma in infiammazione e dolore.

 

Immagine correlata

Ogni dolore è sempre il risultato di un’azione aggressiva.

Se io do libero corso alla mia aggressività e la scarico su un altro, è la mia vittima che sente dolore. Se domino l’impulso aggressivo, questo si ritorce contro di me e sono io che avverto il dolore (autoaggressività).

Chi ha dei dolori, dovrebbe sempre chiedersi a chi in realtà essi erano rivolti.

Donna, Vecchio, Senior, Disperazione, Dolore, Femminile

Nell’ambito delle forme reumatiche c’è un sintomo speciale nel quale per l’infiammazione dei tendini dei muscoli dell’avambraccio a livello di gomito la mano si chiude a pugno (epicondilopatia cronica).

Questo ” pugno chiuso ” mostra con estrema evidenza l’aggressività repressa e il desiderio nascosto ” di dare finalmente un pugno sul tavolo “. Una tendenza analoga si rivela nella contrazione di Dupuytren, che non consente più di aprire bene la mano. La mano aperta è però simbolo di disponibilità alla pace.

Fisioterapia, Massaggio Ai Piedi, Massaggio

Quando tendiamo la mano per salutare qualcuno, facciamo un gesto istintivo

gli offriamo la mano vuota e aperta, affinché veda che non si ha in mano arma alcuna e ci si avvicina con intenzioni pacifiche. Lo stesso simbolismo vale quando agitiamo la mano da lontano in segno di saluto:

la mano è sempre aperta. Se la mano aperta esprime intenzioni pacifiche e concilianti, il pugno chiuso ha sempre indicato ostilità e aggressività.

Risultati immagini per stanco di combattere

Il reumatico non può sopportare la propria aggressività, altrimenti non la reprimerebbe e bloccherebbe; dato che però l’istinto aggressivo c’è, gli provoca forti sensi di colpa inconsci che portano a grande disponibilità ad aiutare gli altri e a sacrificarsi per loro.

Nasce una strana combinazione di servizio altruistico e tendenza parallela a dominare l’altro, un atteggiamento che si potrebbe definire ” benevola tirannia “. Spesso la malattia si manifesta proprio quando a causa di un mutamento di vita viene sottratta la possibilità di compensare col servizio i sensi di colpa.

Massaggio, Spalla, Umano, Relax, Massaggio Classico

Anche la varietà dei sintomi collaterali mostra l’importanza centrale dell’ostilità repressa

si tratta soprattutto di dolori di stomaco e di intestino, sintomi cardiaci, frigidità e disturbi della potenza maschile, paura e depressione. Anche il fatto che la poliartrite si manifesta molto più nelle donne che negli uomini si spiega per il fatto che le donne hanno maggiori difficoltà a vivere consapevolmente i propri impulsi ostili e aggressivi.

Donna, Piuttosto, Ragazza, Capelli, Bello, Donne

La medicina naturale riconduce il reuma a un accumulo di tossine nel tessuto connettivo

Le tossine accumulate simbolizzano dal nostro punto di vista problemi non elaborati, temi non digeriti, che non si è riusciti a risolvere e che si sono invece immagazzinati nell’inconscio. È da questo concetto che prende le mosse il digiuno terapeutico.

Cucito, Aghi, Cuscino Per Il Cucito, Graffiante

Eliminando totalmente il nutrimento, l’organismo è costretto a divorare se stesso e quindi a bruciare e ad elaborare le scorie

Questo processo corrisponde in campo psicologico all’elaborazione e alla presa di coscienza di temi fino a quel momento repressi e rimossi. Il reumatico però non vuole affrontare i suoi problemi. È troppo rigido e statico per farlo – si è irrigidito su certe cose.

Ginocchio, Nastratura, Massaggio, Spalla, Umano, Relax

Ha troppa paura di sondare onestamente il proprio altruismo, la propria disponibilità

la propria capacità di sacrificio, le proprie norme morali. Così il suo egoismo, la sua immobilità, la sua incapacità ad adattarsi, il suo desiderio di potere e la sua aggressività restano nell’ombra e si somatizzano nel corpo sotto forma di irrigidimento e immobilità, che finiscono per metter fine alla non sincera disponibilità al servizio.

(Thorwald Dethlefsen Rudiger Dahlke)