Tag diabete

Iperglicemia e diabete 2

DIABETE 2
Gino non riusciva a capire come fosse possibile che la sua glicemia fosse più alta di prima. (In realtà si trattava di un caso da manuale di quello che viene definito “fenomeno dell’alba”, in cui i diabetici sperimentano un’impennata di glucosio nelle prime ore del mattino.)

Dieta Paleo

E' evidente che abbiamo diminuito la mortalità infantile, abbiamo allungato la vita media, e di molto se pensate quanto era ai tempi dei romani, ma, come dice la Levi Montalcini, non bisogna aggiungere giorni alla vita, ma vita ai giorni.

Ginepro

L’estratto può essere utile come coadiuvante nelle dispepsie, insufficienza digestiva, artritismo, gotta, reumatismo infiammatorio, artrosi, cistite, iperuricemia, sciatica, iperglicemia, infezioni delle vie biliari, bronchiti croniche, fermentazioni intestinali, affezioni delle vie urinarie, albuminuria, oliguria, idropisia, litiasi urinaria, acidi urici, gotta e reumatismi, diabete, leucorrea, cirrosi epatica

Fegato e disbiosi

fegato disbiosi
Una scarsa assunzione con l’alimentazione di colina (di cui è ricco il tuorlo d’uovo, ma anche le noci), così come una ridotta capacità dell’organismo di metabolizzarla possono portare a diversi problemi di salute a carico di vari organi, tra i quali il fegato. La quantità di colina necessaria all’organismo umano dipende quindi dallo stato della microflora intestinale, ed anche dal suo patrimonio genetico, come si può leggere nell’articolo The nutrigenetics and nutrigenomics of the dietary requirement for choline, pubbblicato su Prograss in molecular biology and translational science 2012;108:159-77, autori Corbin KD, Zeisel

Tabella dell’indice glicemico e del carico glicemico

1. Consuma la verdura cruda 2. Consuma la verdura cruda, prima di un pasto con i carboidrati 3. Consuma la verdura integra e non frullata o centrifugata (la verdura centrifugata aumenta l’indice glicemico di circa 5 punti, ma viene privata delle fibre per cui è possibile che il carico di glicemico aumenta notevolmente) 4. Nei frullati, eventualmente, consuma la verdura in combinazione con grassi buoni, proteine e fibre (più possibilmente solubili)

Ciliegie

Le donne ottengono particolari benefici dalle proprietà depurative di questi frutti: le ciliegie, infatti, rimuovono le tossine dall’utero e dall’apparato riproduttivo femminile e contribuiscono a ridurre fibromi e cisti ovariche.
× Sono qui per aiutarti