I parassiti intestinali (ed anche gli altri)

La presenza di disbiosi intestinale spesso causa una proliferazione di vermi parassiti.

A causa della disbiosi intestinale si genera un flusso di tossine rilasciate dagli agenti patogeni che rendono più difficile tutto il processo digestivo (a partire dal livello di acidità dello stomaco che viene diminuito), le difese del sistema immunitario perdono efficienza, e quando le uova dei parassiti si schiudono, i vermi che ne vengono fuori riescono facilmente a diventare adulti e a riprodursi.

Anatomia, Batteri, Batterio, Viscere, Diarrea

La dottoressa Campbell afferma che i vermi parassiti seguono sempre la tossicità, e per quanto le infestazioni da parassiti dipendano un poco anche dall’igiene dell’ambiente in cui si vive, occorre ricordare che potremmo ingerire uova di vermi parassiti non solo mangiando alimenti non troppo bene lavati, ma anche semplicemente respirandole (tanto sono piccole e leggere alcune di esse).

I carboidrati mal digeriti sono uno dei cibi preferiti dai vermi, motivo per il quale la dieta dei carboidrati specifici può servire anche a togliere il terreno sotto i piedi a tali parassiti, riducendo quantomeno l’intensità dell’infezione (in certi casi la dottoressa Campbell suggerisce l’uso del farmaco mebendazolo nelle notti di luna piena).

Batteri, Virus, Specie Batteriche, Imitazione, Aureus

(97Esitono anche testimonianze aneddotiche di persone omosessuali che diventano eterosessuali dopo avere curato una candidosi sistemica).

È importante notare che i vermi parassiti non si trovano solo nell’intestino,

ma possono trovarsi anche nel fegato (fasciole epatiche) e in altri organi e tessuti, per cui il danno che possono causare tali ospiti indesiderati è davvero notevole. In certi casi le tenie allo stadio larvale, per esempio, formano delle cisti anche nel cervello, causando una malattia detta cisticercosi.

Batteri, Malattia, Virus, Infezione, Ill, Cellule, Bio

Alcuni parassiti tropicali (assunti in genere mangiando carne o pesce crudo, ma talora anche verdure non bene lavate cui restano attaccate le uova) possono anche muoversi sotto la pelle, muoversi all’interno del cervello e causare tutta una serie di problematiche.

La lista dei problemi di salute che possono essere causati dai parassiti è davvero lunga, e spesso si tratta di sintomi comuni alla disbiosi intestinale. È anche per questo che spesso occorrerebbe considerare i due disturbi come un’unica manifestazione (disbiosi/parassitosi).

Matrix, Codice, Calcolatore, Pc, Dati, Programma

Una caratteristica peculiare dei disturbi causati dalla parassitosi è quella di accentuarsi nei giorni (e nelle notti) di luna piena, talvolta anche nei giorni e nelle notti di luna nuova. Ogni plenilunio i vermi parassiti ritornano tutti nell’intestino per accoppiarsi;

per essere più precisi essi si accoppiano nelle notti di luna piena (specialmente in un orario tra le 2 e le 3 di notte), motivo per il quale in quei giorni ed in quelle notti intorno al plenilunio ci si può sentire particolarmente agitati, nervosi, si può soffrire di insonnia, si possono accentuare i sintomi di una dermatite o di una fibromialgia etc.

Generi Alimentari, Frutta, Vegan, Soia, Cibo, Drogheria

Alcuni indicatori della presenza di parassiti sono: livelli elevati di immunoglobuline (IgE), livelli elevati di eosinofili (un tipo di globuli bianchi), livelli elevati di ammoniaca ed ossalati, bassi livelli di ferro (anemia) e di vitamina B12 (di cui si cibano sottraendola al nostro organismo).

Una lista parziale di sintomi, disturbi, patologie riconducibili alla parassitosi (secondo Andreas Kalcker), è la seguente: scarso sviluppo fisico ed intellettuale nei bambini, eruttazione cronica, fame esagerata, brama di dolci e latticini, rabbia, irritabilità, nervosismo, ansia, depressione, confusione, scarsa memoria, scarsa coordinazione, sbalzi d’umore, ossessioni, dolori alle giunture, crampi muscolari, fibromialgia, pancreatite, colite, gonfiore addominale, emorroidi, intestino poroso,

Still Life, Fine Art, Pittura, Frutta, Frutti, Fruttato

malassorbimento, torpore delle mani e dei piedi, tachicardia, epilessia, anoressia, autismo, digrignamento dei denti, crampi, diarrea alternata a costipazione, mal di testa, prurito nella zona anale, pianto o riso incontrollato, impotenza, problemi mestruali, psoriasi, dermatite, secchezza della pelle, orticaria, alito cattivo, cattivo odore del corpo, vista offuscata, debolezza, stanchezza cronica, disturbi del sonno, addormentamento delle estremità, difficoltà ad inghiottire, salivazione eccessiva, accumulo o ritenzione di liquidi durante la luna piena, peritonite, anemia.

Tè, Limone, Bevande, Limonata, Still Life, Teiera

Le larve dei parassiti, transitando nei polmoni (ebbene sì, i parassiti si muovo all’interno del nostro corpo, anche da un organo all’altro) possono causare anche sintomi a livello respiratorio, asma, bronchite, tosse cronica irritativa, polmonite, crisi respiratoria.

Uno dei motivi per cui i parassiti possano essere diventati in epoca moderna un problema di notevole rilevanza è anche la loro “globalizzazione” causata dalla facilità con cui gli uomini e le merci possono spostarsi nel mondo moderno (per mezzo di navi treni ed anche aerei intercontinentali) che ha portato nel giro di pochi decenni ad essere presenti un po’ ovunque sul pianeta dei parassiti una volta diffusi solo localmente, e per i quali le popolazioni indigene avevano sviluppato dei meccanismi di difesa immunitaria.

Fico, Frutta, Nutrizione, Fresco, Salute, Dieta

Similmente a come cinque secoli fa gli indigeni delle Americhe furono falcidiati dal vaiolo e da altri virus portati dagli europei, adesso molte persone (ed anche molti animali) sono vittime di parassiti che appena qualche secolo fa erano completamente sconosciuti ai loro antenati .

Per giustificare sin da subito alcune delle affermazioni su esposte, cito l’articolo Parasite stress promotes homicide and child maltreatment (“Lo stressa da parassiti promuove l’omicidio ed il maltrattamento dei bambini”) che mostra come la violenza, il maltrattamento dei bambini e persino l’omicidio sono più frequenti da parte delle persone infettate dai parassiti; ci sarebbe da aggiungere che se i parassiti si sono insediati in un ospite umano è anche perché esso soffre di disbiosi, la quale a sua volta contribuisce ad uno squilibrio mentale (vedi più avanti il capitolo relativo).

Insalata, Fichi, Formaggio, Formaggio Di Capra

Il protocollo antiparassitario Kalcker-Maceda utilizza un’associazione di erbe e di farmaci secondo un calendario basato sul ciclo lunare, per debellare la parassitosi (non sempre basta una dieta paleolitica per sbarazzarsi di questi scomodi inquilini).

I principi attivi farmacologici utilizzati sono pirantel pamoato e mebendazolo (più noti con i nomi commerciali Vermox e Combantrim, che però è possibile farsi preparare da una farmacia galenica in modo da avere solo il principio attivo e non altre inutili e tossiche sostanze chimiche utilizzate come eccipienti),

sostanze che danno ben poco assorbimento sistemico al di fuori del tratto intestinale. Trovate una particolare versione del protocollo Kalcker nel libro Guarire i sintomi noti come autismo di Kerri Rivera. Alcune informazioni riassuntive su tale protocollo, e su

Verdure, Giardino, Vendemmia, Organici, Verde

altri procedimenti utili a liberarsi dai parassiti, le trovate più avanti nel presente libro.

Bibliografia Completa
http://scienzamarcia.altervista.org/pilastri.doc

Chelazione depurazione

disbiosi intestino

Sostanze che possono essere utili a chelare il mercurio, grazie all’effetto spugna (elenco stilato da Adams con relativa percentuale di assorbimento di questo metallo):

Alga klamath, e Chlorella: 99 %
Proteine della canapa: 98 %
Burro di arachidi: 96 % (grazie alla sua vischiosità)
Fragole : 95 %
Foglie di Coriandolo: 95 %
Lamponi : 92 %
Cacao in polvere : 91 %
Erba di grano: 90 %

Auto, Convertible, Frutta, Frutta E Verdura, Verdure

Granola di cocco e cereali : 89 %
Erba d’orzo : 89 %
Bacche di Acai : 88%
Polvere di Nori: 85 %
Spirulina: 83 %
Mirtilli : 83 %
Mango : 73 %
Senape : 72 %
Succo d’arancia : 54%
Riso integrale messo a bagno per almeno 48 ore : 53 %
Barbabietole : 20 %
Zeolite : 9 %

depurazione chelazione

Mercurio in altre forme: da qualunque fonte provenga, il mercurio è velenoso. Per esempio, il consumo frequente di pesce, specialmente se di grossa taglia e congelato, surgelato ecc aumentato anche i valori di ammoniaca al 200%, come il tonno e il pesce spada, che tendono a contenere grandi quantità di mercurio, può portare il sistema immunitario oltre il punto di rottura e scatenare un’infezione virale, alcuni farmaci (pomate antipsoriasi), rottura dei termometri e delle lampadine a risparmio energetico.

Non esiste una concentrazione minima di mercurio che il corpo tollera: quando viene ingerito si accumula nei tessuti e specialmente nel cervello in cui trova molta affinità e impedisce le reazioni biochimiche essenziali sostituendosi ai minerali.

Sintomi della presenza di mercurio nel corpo

mercurio

Alcuni effetti che si manifestano a causa della presenza del mercurio nel corpo sono: schizofrenia, anemia, anoressia, colite, depressione, dermatite, instabilità emotiva, mal di testa, cefalea ed emicrania, calo dell’udito, ipertensione, mancanza di concentrazione, deficit della memoria, sapore metallico, tremori

I pericoli del mercurio

I metalli pesanti possono depositarsi nei tessuti e rimanerci per sempre causando nel tempo malattie gravi e diventando anche il focolaio per mutazioni genetiche come avvengono nel caso dell’insorgere del cancro. Queste informazioni quindi sono preziose e possono prevenire e risolvere molti disturbi associati alla presenza di questi metalli tossici nel corpo.

L'immagine può contenere: cibo

Il Dott. Montanari in Italia sta facendo un grande lavoro di informazione sui pericoli di queste particelle che ormai stanno inquinando ogni cosa. Il Dott. Gerardo Rossi che analizza e tratta l’intossicazione di metalli pesanti nel corpo tramite il mineralogramma, sta scoprendo cifre esorbitanti di persone che ne hanno livelli oltre la norma e dopo che vengono rimossi riacquistano completamente la salute.

Purtroppo la classe medica ordinaria non è al corrente di questo nuovo fenomeno che è diventato sempre più grave nell’ultimo decennio.

Stai sempre attento all’esposizione al mercurio. Anche oggi siamo vulnerabili al contatto con questa sostanza, specialmente in campo medico. Fai delle ricerche e interrogati su quello che viene offerto a te, ai tuoi figli e al resto della tua famiglia.

Maggiorana (Origanum majorana)

La maggiorana detiene un posto di rilievo fra le droghe usate come condimento nella cucina rivierasca mediterranea.

Essa è inoltre impiegata in molti liquori, nella preparazione industriale di conserve alimentari, in profumeria.

Tè, Tisana, Tè Del Fiore, Drink, Caldo, Mattina
Le sue originali caratteristiche aromatiche si assommano alle proprietà di stimolare la secrezione dei succhi gastrici e risvegliare l’appetito; sul tratto intestinale la maggiorana agisce normalizzando i processi digestivi, bloccando le fermentazioni, attenuando le contrazioni dolorose.
Per le sue caratteristiche sedative la maggiorana è utile, come bevanda di conforto, per tutte le forme dolorose intestinali, le nevralgie, il mal di testa; ha proprietà espettoranti e leggermente diuretiche.
Risultati immagini per maggiorana intestino
Per uso esterno, in suffumigi e inalazioni, è un buon rimedio sintomatico dei raffreddori poichè contribuisce a liberare dal muco la cavità nasale.
Contiene olio essenziale (terpenoli, canfene, borucolo), acido rosmarinico, sali minerali.
Parti utilizzate: foglie e sommità fiorite.
Modo d’uso: infuso 1-2 cucchiaini da tè d’erba essiccata per una tazza d’acqua bollente, coprire, lasciare in infusione per 10 minuti, filtrare.
Dose: 3 tazze al giorno. Disponibile anche sotto forma di TM (30 gocce 3 volte al giorno in poca acqua) oppure come OE, essenza spagyrica, ottimo in MicroDose in alcool Achemico Spagyrico.

Farfalle, L'Associazione, Farfalla, Riproduzione

Per uso esterno si cospargono con la polvere herpes labiali e genitali.
Infusione leggera (con anice, cumino, finocchio, camomilla) può essere data anche ai bambini per coliche infantili.
Si usa per bagni fortificanti, in compresse si applica per dolori reumatici. I cantanti usavano per rendere la voce più limpida l’infuso di maggiorana addolcita con miele.
Maggiorana è un valido vasodilatatore arterioso, carminativa, sindrome artritiche, psicastenia, eretismo genitale, per problemi di circolazione e pressione alta, per coliche, colite e diarrea.
Melissa, Maggiorana, Aglio, Odori, Salute, Guarigione
Regola il ritmo mestruale, nelle paralisi, spasmi digestivi e vertigini.
Ottimo per asma bronchiale e ipertrofia della milza.
Favorisce la concentrazione, aumenta la peristalsi intestinale.
Si consiglia contro insonnia, emicrania, psicoastenia. Abbinamento agli Oligoelementi Alchemici di Rame Oro Argento  Cu+Au+Ag per il trattamento delle astenie post-influenzali. “vedi link”
P.S: Perfetta come MicroDose di Olio Essenziale Alimentari, con Cromatografia dei Gas + percentuale del chemiotipo, in Alcol Alchemico Spagyrico

Artemisia (Artemisia vulgaris)

Parti usate: sommità fiorite, radici, foglie.

Ricca d’olio volatile, lattoni sesquiterpenici, flavonoidi, derivati cuminarici e triterpeni.

Artemisia, Artemisia Vulgaris, Allergia Ai Pollini
 
Altri nomi volgari dell’Artemisia sono: canapaccia, amarella, assenzio di siepe.
Ha proprietà emmenagoghe, sedative, antispasmodiche, vermifughe, toniche, aperitive e digestive. Si usa tutta la parte aerea della pianta.
 
Questa pianta può essere utile come coadiuvante nelle mestruazioni difficili e dolorose, nelle convulsioni, nei turbamenti nervosi uterini, nell’epilessia e nella menopausa precoce.
 
Artemisia, Artemisia Vulgaris, Allergia Ai Pollini
 
Modalità d’uso: sommità fiorite un cucchiaio da tè per una tazza d’acqua bollente, coprire, lasciare a riposo per 15 minuti, filtrare, dose: tre tazze al giorno tra i pasti.
Radice: 50 g di radice polverizzata in 50 g di miele, quattro cucchiai da caffè al giorno.
 
Per preparare il vino d’artemisia, fare macerare 60 g di pianta in un litro di vino rosso. (per amenorrea delle clorotiche), mezzo bicchiere prima dei pasti principali.
Il cataplasma: foglie e sommità fiorite sul basse ventre (scaldate a vapore) accelera il flusso e facilita l’espulsione dei grumi con le mestruazioni dolorose.
 
Ragazza, Bellezza, Favole, Fantasia, Femminile, Capelli
Infuso, in parti uguali artemisia e borsa del pastore, mischiare, calma le mestruazioni dolorose ed abbondanti. (Un cucchiaio da tè per una tazza d’acqua bollente, tre tazze al giorno).
 
Rispettare il dosaggio consigliato, in dosaggi elevati può causare intossicazioni, insonnia, incubi notturni, convulsioni, vomito.
 
Controindicazioni: stati ipocloridrici, allergie alla pianta, da non assumere durante la gravidanza.
Risultati immagini per Artemisia vulgaris
Proprietà: favorisce le regole “il ciclo mestruale”, calma i dolori mestruali, per vertigini e lipotimia, epilessia, dispepsia atonica, astenie, (neuroastenia), è utilizzata nel trattamento della colite, diarree, dispepsie e cattivo assorbimento degli alimenti.

Come calmante: calma i dolori ed i crampi intestinali.

Mattina, Ragazza, Bella, Femminilità, Tenerezza
 
Combatte la pigrizia del fegato e della vescica biliare, aumenta il flusso biliare, aiuta ad assimilare ed utilizzare gli alimenti, vermifugo per ascaridi, ossiuri, tenia (in dosaggio elevato 10-20 gocce ogni 2 ore per uso orale, inoltre 3-4 gocce sull’ombelico e pancia 2-3 volte al giorno).
 
Considerata come stimolante uterino, si consiglia per prevenzione dell’aborto e per ridurre o arrestare il sanguinamento mestruale. Previene il mal d’auto, mal di mare e d’aria, così come Menta e Limone. Trova il suo utilizzo anche nella depressione e tristezza.
 
Donna, Addormentato, Ragazza, Sonno, Sogni, Viso
 
Aumenta le autodifese e la prevenzione delle malattie, agisce in sinergismo con i rimedi antitumorali. Disponibile sottoforma di OE, MicroDosi, anche sottoforma di capsule, di TM 30-40 gocce al giorno, 30 minuti prima del pasto con poca acqua o infuso di menta.

Microrganismi effettivi

I microrganismi effettivi per la cura degli animali degli uomini e delle piante

noti anche con l’acronimo EM sono un’apposita selezione di organismi microscopici che hanno azioni benefiche sia in agricoltura che in zootecnica che per la salute umana e che contrastano l’azione dei microrganismi negativi. I loro usi sono i più svariati, decontaminazione ambientale,

Insalata, Valeriana, Foglie Di Lattuga, Verde, Fresco

pulizia ed igiene della casa, azione di contrasto delle muffe, eliminazione dei cattivi odori, pulizia e rigenerazione dell’intestino. Sono stati sviluppati dal dottor Teruo Higa e sono composti per la maggior parte da batteri lattici, lieviti e batteri fotosintetici.

Ci sono resoconti della loro efficacia per la risoluzione di grossi problemi di salute, e se è vero possono essere utilizzati per riequilibrare la flora intestinale, alla luce di quanto scritto nei precedenti capitoli la cosa avrebbe molto senso.

Insalata, Le Erbe, Verdure, Coltivazione, Orticoltura

Ad ogni modo consiglio a tutti di leggere per intero (con il dovuto spirito critico) questo documento in cui si parla di guarigioni o quanto meno grossi miglioramenti da morbo di Crohn, cachessia, candidosi e altro ancora: http://www.biosa.it/it/RaumundZeitital.pdf

Per quanto tali informazioni si trovino sul sito dell’azienda che produce il rimedio, ci sono anche dati che provengono da enti ufficiali sull’efficacia di tale prodotto, per esempio esiste uno studio universitario riguardo al solo uso in agricoltura .

Dal summenzionato sito www.medicinetradizionali.com riporto le seguenti righe:

Cibo, Insalata, Crudo, Carote

Molte sono le malattie per cui si è trovato giovamento con il Vitabiosa: malattie intestinali, colite, ulcera allo stomaco, malattie epatiche, morbo di Crohn, infiammazioni dell’intestino tenue, disturbi della prostata, candida, psoriasi, eczema, neurodermatiti, allergie, fibromialgie, sinusite, infezioni micotiche dei bronchi, asma, reumatismi, gotta, intossicazione da amalgama, diabete, pressione alta, angina pectoris, aritmia cardiaca, cataratta, cancro, aids.

(…) Vitabiosa è un concentrato ricavato da un processo di fermentazione a base di colture di fermenti lattici e melassa di canna, insieme a molte erbe benefiche per l’organismo.

Risultati immagini per vitabiosa

I microrganismi presenti in questo prodotto fanno parte del gruppo di preziosi fermenti lattici normalmente presenti in un intestino ben funzionante.

(…) Inoltre le erbe contenute in Vitabiosa hanno un effetto benefico sulla digestione e forniscono all’organismo importanti antiossidanti.

Verdure, Cestino Di Verdure, Vendemmia, Giardino

(…) Il processo di fermentazione trasforma tutto lo zucchero; il concentrato pronto non contiene più zucchero e, quindi, è indicato anche per diabetici.
Per questo processo di fermentazione vengono utilizzate le seguenti erbe: anice, basilico, semi di fieno greco, ortica, aneto, angelica vera, finocchio, sambuco, zenzero, camomilla, cerfoglio, origano, menta piperita, prezzemolo, rosmarino, salvia, radici di liquirizia, timo e ginepro.

Marmellata, Barattolo, Natale, Fatto In Casa

Vitabiosa ha una lunga conservazione.
In Italia oltre al sito http://www.biosa.it/it/, presso il quale è possibile ordinare vitabiosa , esiste anche il sito http://www.em-italy.com tramite il quale reperire anche prodotti per la pulizia a base di microrganismi effettivi.

Inoltre c’è il sito http://www.italiaem.it, di un’azienda specializzata in prodotti per la zootecnia e l’agricoltura ma che produce anche prodotti per la salute umana , il sito http://www.bionrg.it/, e il il sito http://www.greeninnovations.it, azienda che si occupa di decontaminazione ambientale (e non solo).

Immagine correlata

Dei fermenti molto potenti che si possono anche fare in casa (se si impara il metodo) sono i “fervida”, dei fermentati che, a differenza del kefir o dello yogurt, si ottengono dopo una fase di fermentazione lunga diversi mesi (almeno 6 in genere). Vedi il sito https://fervida.jimdo.com/preparazione/.

Per approfondimenti sui microrganismi effettivi vedi gli articoli
http://www.terranauta.it/…/microrganismi_effettivi_una_solu…
http://www.progettogaia.eu/1/microrganismi_effettivi_231728…
e i libri

Marmellata, Vasetti, Frutta, Naturale, Cibo, Organici

Microrganismi effettivi, Teruo Higa, Tecniche Nuove Edizioni
http://www.macrolibrarsi.it/l…/__microrganismi_effettivi.php

Guida pratica ai microrganismi effettivi, Anne Lorch, Tecniche Nuove Edizioni
http://www.macrolibrarsi.it/…/__guida-pratica-ai-microrgani…

844 Adesso lo si può ordinare anche presso www.macrolibrarsi.it.
845 http://www.italiaem.it/Applicazioni_EM/benessere_salute.html.
841 http://www.greeninnovations.it/cms/index.php.
Per chi non ha tempo di leggere l’intero documento segnalo che un più breve riassunto lo si trova al seguente link:
842 843 http://www.medicinetradizionali.com/…/archivi…/vitabiosa.htm.
http://www.italiaem.it/…/WFC_D…/Media/REALAZIONEfinaleEM.pdf.

Coprostasi fecale con sindrome da eccedenza, che significa?

Asse intestino – Cervello

 
Significa che grandi quantità di feci compatte e vecchie sono letteralmente incollate alle pareti dell’intestino dove rimangono per mesi fornendo un terreno molto prolifico per ogni genere di batterio, fungo, virus o parassita intestinale che producono un flusso costante di sostanze tossiche che entrano poi nel circolo sanguigno del bambino.
 
Addome, Intestino, Grande, Piccoli, Stomaco, Retto, Ano
 
Gli escrementi devono passare in un canale ristretto dal a massa fecale indurita e l’unica cosa che viene evacuata è un’eccedenza che non svuota l’intestino.

Da qui il nome “sindrome da eccedenza”.

Anatomia, Batteri, Batterio, Viscere, Diarrea
 
Fino a pochi anni fa, eccetto qualche riferimento nel a letteratura medica, non esisteva praticamente alcuna ricerca su questa sindrome. Poi nel 1998, il dottor Andrew Wakefield, gastroenterologo al Royal Free Hospital di Londra, pubblicò una ricerca che evidenziava una connessione tra infiammazioni intestinali e autismo a seguito di endoscopie e biopsie eseguite su un gruppo di bambini autistici ricoverati per patologie gastro-intestinali.
 
L’endoscopia è una tecnica con la quale si inserisce un tubo nel tratto digestivo del paziente per osservarne le condizioni. Durante questa procedura viene anche prelevata una piccola parte di tessuto per essere analizzata al microscopio.
 
Batteri, Virus, Specie Batteriche, Imitazione, Aureus
 
In questo caso si parla di biopsia. Come risultato di questa ricerca il dottor Wakefield e suoi collaboratori, hanno identificato una condizione intestinale denominata “Iperplasia Linfoide-Nodulare dell’Ileo e Colite Non Specifica”. Vediamo che cosa significa.

Prima capiamo i termini “Iperplasia Linfoide-Nodulare dell’Ileo”.

L’ileo è il nome che si da per identificare i tre quinti dell’intestino tenue. Nell’adulto l’ileo misura circa 3, 5 metri e la sua funzione è di assorbire i nutrimenti del cibo.
 
Batteri, Malattia, Virus, Infezione, Ill, Cellule, Bio
 
Ma non molto assorbimento viene fatto dall’ileo, le pareti di questo tratto dell’intestino tenue sono piene di linfonodi chiamati “Placche di Peyer” che hanno una forma circolare o a fagiolo e dimensioni che vanno da 1 a 25 millimetri. Questi linfonodi sono molto importanti per il nostro sistema immunitario.

Conosciamo due funzioni basilari: la prima è quella di filtrare i liquidi che vengono dall’ileo per eliminare i batteri, virus, funghi, cellule morte e tossine. Questi linfonodi ci danno indizi importanti per capire quali malattie sono in agguato nel ’intestino, perché imprigionano ciò che non riescono a distruggere.
 
Mostro, Blu, Internet, Attacco, Firewall
 
Quindi quando un gastroenterologo esegue una endoscopia prende sempre un campione di questi tessuti; esattamente quello che fece il dottor Wakefield.
 
La seconda funzione di questi linfonodi è la produzione di linfociti, un vasto gruppo di cellule del sistema immunitario la cui principale funzione è quel a di combattere le infezioni. Quando i linfonodi si trovano di fronte ad un’infezione, cominciano a produrre linfociti in grande quantità, spesso aumentando in dimensione.

L’ingrossamento dei linfonodi è chiamato Iperplasia Linfoide Nodulare.

Virus, Infezione, Cella, Batterio, Batteri, Dna
 
Siccome molti bambini hanno manifestato sintomi tipici dell’autismo dopo la vaccinazione MMR [Measles, Mumps, Rubella = Morbillo, Parotite o Orecchioni, Rosolia], il dottor Wakefield si mise ad investigare quale particolare infezione avesse provocato il gonfiore dei linfonodi.
 
Sospettando che la causa fosse il virus del morbillo, coinvolse nelle sue ricerche il dottor John O’Leary, un noto virologo dell’università di Dublino il quale trovò gli stessi virus del morbillo usati per il vaccino nei linfonodi dell’ileo dei bambini autistici esaminati.
 
Detox, Disintossicare, Dieta, Vitamine, Sano, Fresco
 
Queste scoperte, che collegavano i vaccini per il morbillo con una patologia intestinale, causarono violente polemiche con il governo e la medicina ufficiale che tentarono di distrarre l’attenzione dal problema principale.

Il problema principale era che i bambini autistici hanno linfonodi ingrossati nelle pareti dell’intestino tenue perché stanno combattendo un’infezione. Guardiamo adesso i termini “Colite Non Specifica”. La parola colite significa infiammazione cronica del colon.
 
Smoothie, Succo, Drink, Cibo, Vegetariano, Vegan, Sano
 
Nel fare le endoscopie il dottor Wakefield scoprì stadi diversi di infiammazione del colon nei bambini autistici: erosione del e membrane mucose, ascessi pieni di pus, ulcere e grandi quantità di materia fecale compatta, ecco a voi da dove partono le patologie croniche infiammatorie degenerative.
 
In alcuni casi l’intestino era così infiammato e i linfonodi così ingrossati da intasare il flusso intestinale. Per certi versi l’infiammazione somigliava ad una colite ulcerosa, per altri al a malattia di Crohn, ecco perché fu chiamata “Colite Non Specifica” perché non poteva essere catalogata in nessuna diagnosi esistente. Il dottor Wakefield la rinominò “Enterocolite Autistica”.
 
Succo Di Carota, Succo, Carote, Succo Di Verdura
 
Il termine deve ancora essere accettato dalla comunità medica ufficiale, ma per noi che lavoriamo con bambini autistici è una definizione molto calzante. Le scoperte del dottor Wakefiled, che ha esaminato centinaia di bambini autistici, sono supportate da altri ricercatori indipendenti in giro per il mondo (Buie, Uhlmann, Furlano, Morris).
 
Pubblicazione di ricerche a parte, c’è un gran numero di medici le cui osservazioni cliniche confermano che tutti i bambini autistici soffrono di disturbi intestinali cronici. Al a loro voce aggiungo la mia, nei molti anni di pratica non ho mai trovato un bambino autistico che non abbia problemi intestinali e digestivi.
 
Le Erbe, Frullati, Succo, Verdure, Frutta, Fresco

La domanda seguente è: perché i bambini e gli adulti GAPS hanno il sistema digestivo in queste condizioni?

 
Che cosa c’entra con la loro psiche?
Per capire meglio dobbiamo parlare di alcuni aspetti fondamentali del ’intestino umano.

Risultati immagini per flora batterica opportunista
 
1. Flora essenziale o benefica. Questo è il gruppo più importante e più numeroso, i membri più importanti che lo compongono sono i Bifidus, i Lactobatteri, i Propionibatteri [si trova nei prodotti caseari], ceppi fisiologici di Escherichia Coli, Pepto-streptococchi ed Enterococchi. Vedremo in dettaglio il loro ruolo.
 
Frutta, Succhi Di Frutta, Verdure, Vitamina C
 
2. Flora opportunistica. È un vasto gruppo di microbi il cui numero varia da individuo a individuo. Ci sono Batteroidi, Peptococchi, Stafilococchi, Streptococchi, Bacil i, Clostridi, Lieviti, Enterobatteri (Proteus, Clebsiel i, Citrobacterio, ecc.), Fuzobacterio, Eubacterio, Catenobacterio e molti altri. Ci sono circa 500 specie di microbi conosciuti nell’intestino. In un soggetto sano il loro numero è di norma limitato e strettamente controllato dal a flora benefica. Ognuno di questi batteri sarebbe in grado di provocare problemi di salute vari se non fossero tenuti sotto controllo.
 
Vetro, Drink, Freddo, Succo, Ristoro, Liquido, Cocktail
 
3. Flora transitoria. Sono microbi tra i più diversi che giornalmente ingeriamo insieme al cibo o bevande. Generalmente sono bacilli non fermentanti e gram-negativi provenienti dall’ambiente. Quando l’intestino è ben protetto dai batteri benefici, questo gruppo di microbi scorre nel nostro tratto digestivo senza provocare alcun danno, ma se la flora benefica non svolge bene il proprio lavoro, allora potrebbero causare un certo spettro di malattie. E allora cosa fanno tutti questi microbi e perché sono necessari?
 
SALUTE E INTEGRITÀ DELL’INTESTINO

Risultati immagini per microbiota intestinale
Il tratto digestivo umano è un lungo tubo aperto, al suo inizio e al a sua fine, verso il mondo esterno. Qualunque cosa potenzialmente dannosa che sta là fuori trova un ingresso ideale nel nostro corpo attraverso il tratto digestivo. Mangiamo e beviamo enormi quantità di micro-organismi, agenti chimici e tossine ogni giorno.

Come facciamo dunque a sopravvivere?

La risposta è semplice: l’intera lunghezza del nostro intestino è rivestita da uno strato di batteri che forniscono una barriera naturale contro invasori di varia natura, cibo non digerito, tossine e parassiti.
 
Verdure, Cesto, Uovo, Pane, Cuoco, Ingredienti
 

Come fanno i nostri batteri benefici a proteggerci?

 
Oltre a fornire una barriera fisica, sconfiggono micro-organismi patogeni producendo sostanze simili agli antibiotici, fungicidi e sostanze antivirali compresi l’interferone, lisozimi [è un enzima presente in tessuti animali dotato di attività battericida, si lega alla superficie batterica, ne riduce la carica elettrica negativa superficiale, rendendone più facile la distruzione] e surfattanti [tensioattivi] che dissolvono la membrana dei virus e dei batteri stimolando il sistema immunitario a rispondere in modo appropriato agli invasori.
 
Verdure, Una Sana Alimentazione, Cucina, Cibo, Mangiare
 
Inoltre, producendo acidi organici, la flora essenziale riduce il pH dell’intestino rendendolo un terreno acido ed ostile al a crescita e proliferazione di microbi patogeni che richiedono invece un ambiente più alcalino. I microbi patogeni producono parecchie e potenti tossine, per non parlare del e sostanze tossiche che ingeriamo con il cibo.
 
La nostra flora intestinale ha la capacità di neutralizzare nitrati, indoli, scatoli [due sostanze presenti nelle feci, prodotti dalla decomposizione batterica del triptofano, contribuiscono a creare l’odore delle feci], xenobiotici, fenoli e altre sostanze. Disattivano le antistamine e chelano i metalli pesanti.

Immagine correlata
 
Le cellule di questi batteri assorbono molte sostanze cancerogene rendendole inattive e sopprimono il processo iperplastico che è al a base del e formazioni cancerose. Se la flora batterica benefica è danneggiata o insufficiente i batteri patogeni attaccano le pareti dell’intestino provocando molte e gravi malattie.
 
A peggiorare la situazione, una flora batterica che non assolve le proprie funzioni non solo rende le pareti intestinali vulnerabili, ma anche malnutrite. È la flora infatti a fornire cibo ed energia al e cellule che rivestono le pareti del ’intestino.
 
Bella Donna, Giovane, Femminile, Stile Di Vita, Sano
Natasha Campbel McBride
Sindrome dell’intestino e della psiche
Trattamenti naturali per autismo, ADHD/ADD, dislessia, disprassia e depressione, disbiosi, e patologie del microbioma intestinale
ECN

Curcuma olio essenziale e rizoma

Utile per favorire il fisiologico benessere della colecisti

Note Bibliografiche:

Curcuma – Specie: Curcuma longa L. Famiglia: Zinziberacee – Droga: rizoma.

Mercato, Stare In Piedi, Spezie, Cibo

La curcuma è una pianta erbacea tropicale diffusa in Asia ed Africa e coltivata da millenni come spezia. Se ne raccoglie il rizoma carnoso dall’aroma caratteristico che è poi il principale ingrediente della miscela di spezie nota come curry.

L’aroma si può estrarre sotto forma di un olio volatile di color giallo brillante ricco in chetoni (turmerone, atlantone) e terpeni (zingiberene, fellandrene, sabinene).

Ginger, Polvere, Cucina, Ingredienti, Fragrante

La pianta è nota nella tradizione ayurvedica e popolare per le proprietà stomachiche e digestive. La Curcumina (uno dei principali principi attivi) ha una attività antiflogistica ed antinfiammatoria a bassa tossicità.

Ha azione antiossidante, antivirale, viene consigliata come protettore del fegato, della mucosa gastrica e come antiulcera ma in piccole dosi, ha inoltre attività battericida.

Il rizoma è di aiuto nei processi digestivi, per le proprietà coleretiche e colagoghe, ed anche come stimolante dell’appetito.

Curcuma, Spezia, Curry, Stagionatura, Ingrediente

Parti utilizzate: radici.

Modalità d’uso: per parte esterna detergere bene la zona e cospargere con poca polvere della radice e bendare.

Per uso interno: un cucchiaino della radice polverizzata per una tazza di latte caldo, dose massima 3 tazza al giorno.

Per cataplasmi: si mescola la polvere con pochissima acqua e si applica 3 volte al giorno.

In commercio si trova anche sotto forma di TM. L’estratto secco 1000-1500 mg al giorno. Olio essenziale, MicroDosi. Si sospetta che riduca la fertilità, quindi da non abusare nei bambini.

Curcuma ha effetto anticoagulante, quindi parlare con il medico se si hanno tali problemi, prima di usare l’erba.

Spezia, Chiles, Paprika, Peperoncino Rosso, Polvere

Curcuma si sconsiglia: alle persone sofferenti di gastriti acide e d’occlusione delle vie biliari. Non sono noti effetti collaterali.

Proprietà: digestiva, epatoprotettiva (nelle epatiti intossicative, epatiti croniche, infiammazioni del fegato) antinfiammatoria nelle cure dell’artrite, artrosi e reumatismo articolare, cardioprotettiva, recenti scoperte hanno dimostrato la sua azione anticancerogena dei linfomi,

Ragazza, Letto, Capelli, Camera Da Letto, Relax

La medicina Ayurvedica: la adopera per intossicazioni del sangue, l’anemia, ostinati disturbi urinari e malattie della pelle.

É un rimedio notevole delle difficoltà digestive, poiché contemporaneamente migliora la flora batterica intestinale. Viene usata anche per risolvere piccole insufficienze ed intossicazioni epatiche dove attiva gli emuntori e le litiasi biliari.

Tè, Ora Del Tè, Persona, Estate, Tea Party, Tè Freddo

Tra i costituenti chimici troviamo curcuminoidi, che possiedono notevoli proprietà antiflogistiche, un olio essenziale composto da sesquiterpeni, turnerone, zingiberene.

Note Bibliografiche per l’Olio Essenziale

Ha proprietà coleretica, colagoga, spasmolitica biliare, antiflogistica delle vie biliari, eupeptica, antidispeptica, epatoprotettiva, carminativa, antibatterica. É un rimedio notevole delle difficoltà digestive, poiché contemporaneamente migliora la flora batterica intestinale.

Caldo, Drink, Crema, Coppa, D'Oro Di Latte

Viene usata anche per risolvere piccole insufficienze ed intossicazioni epatiche dove attiva gli emuntori e le litiasi biliari. Tra i costituenti chimici troviamo curcuminoidi, che possiedono notevoli proprietà antiflogistiche, un olio essenziale composto da sesquiterpeni, turnerone, zingiberene.

Proprietà

  • Facilita la digestione e stimola la secrezione della bile
  • Epatoprotettore antiepatotossico del fegato (AZIONE ELETTIVA)
  • Epatite
  • Tumore maligno o Cancro * “secondo alcuni studi”
  • Antitumorale (ritarda la proliferazione) * “secondo alcuni studi”
  • Ipocloridria

Curcuma, Vetro, Aromatico, Barattolo, Ingrediente, Cibo

  • Dispepsia, disturbi epatici, calcoli biliari.
  • Colecistite, gastrite.
  • Coliche biliari (AZIONE ELETTIVA)
  • Antiodssidante
  • Flogosi, prevenzione cancro e malattie virali.
  • Aerofagie (med., involontaria ed eccessiva deglutizione di aria che provoca gonfiore dello stomaco ed eruttazioni).

Spezie, Cuoco, Stagione, Ingredienti, Cucina, Cucchiaio

  • Chemioprotettiva sulla cancerogenesi.
  • Favorisce l’espulsione dei, riducendo la loro produzione.e antifungina , è attivo contro Trichophytons (parassiti di alcuni herpes e tigna).
  • è attivo contro i vermi intestinali (ascaridi, ossiuri …).
  • l’olio essenziale di Curcuma ha una attività inibitoria contro batteri gram +, compresi Staphylococcus aureus e gli Listeria monocytogenes.

Spezie, Barattolo, Cucina, Di Legno, Pepe, Vetro, Legno

Indicazioni

  • Disturbi digestivi:
  • Carenze digestive ed epatobiliare
  • Flatulenza, gas intestinali
  • Colite dolorosa
  • Vermi: ossiuri, ascaridi
  • Disturbi del colon
  • L’olio essenziale utile nella lotta contro la meticillino-resistente Staphylococcus aureus (comune nelle infezioni nosocomiali)
  • Herpes causati da Trichophytons

Sinergie

Spezia, Spezie, Cibo, Pepe, Cucina, Piccante, Polvere

  • Vermi, ossiuri : oli essenziali thujanol timo, aglio
  • Azione digestiva: oli essenziali di anice, finocchio, basilico tropicale
  • Urinarie antibatterici: Oli essenziali di legno di rosa, timo thujanol
  • Azione contro Staphylococcus aureus: oli essenziali di Tea Tree, Manuka
  • oli essenziali di Palmarosa Alloro

Proprietà per la bellezza

Ragazza, Mani, Ritratto, Donna, Bellezza, Carattere

  • Antiossidante , le proprietà contenuti nell’olio essenziale di Curcuma inducono una reazione di difesa del corpo contro lo stress ossidativo responsabile dell’invecchiamento precoce.
  • Migliora la carnagione della pelle.
  • Attivo contro la forfora .

Indicazioni:

  • per pelle matura
  • Linee sottili e rughe
  • Pelle stanca
  • Film idrolipidico

Sinergie:

  • Anti-age: oli essenziali di legno di rosa, legno Ho, Mirto Verde, Incenso
  • Colorito sano: oleoso di carota macerato, oli vegetali Albicocca, Buriti, polvere di curcuma.
  • Film: oli essenziali di eucalipto radiata, Geranio dell’Egitto, Alloro, Palmarosa, Tea-tree, ginepro, BayThomas …Estratti vegetali come bardana in polvere, Peonia, bisabololo e allantoina.

Ragazza, Erba, Tramonto, Luce, Natura, Serata, Bellezza

Proprietà Psico – emozionale:

  • Può concentrare la sua energia sui reali valori +++
  • Ottimizzazione , aiuta a vedere il lato positivo della vita +++
  • Goliardia e non può essere disturbato con banalità. +++
  • Conduce per l’accettazione di questo e ora: Carpe diem +++
  • Facilita il processo decisionale e la fiducia ad assumere. ++
  • Purifica i sistemi energetici del corpo.
  • In Ayurveda, questo olio essenziale è associato con il chakra del plesso solare: Manipura.
  • Il suo colore è giallo.

Indicazioni:

Le persone pessimiste

Disgusto della vita

La paura del cambiamento

Morale basso

Natale, Avvento, Cannella, Bastoncini Di Cannella

ATTIVE SUL FEGATO  Le varie patologie del fegato e della cistifellea portano a una insufficiente produzione o alterato rilascio di bile o alla formazione di calcoli nelle vie biliari oppure a una sofferenza delle cellule epatiche.

Le droghe attive sui meccanismi biliari e sul fegato vengono chiamate

Sparkler, Azienda, Mani, Fuoco D'Artificio, Scintillii

a) Coleretici, se producono un aumento del succo biliare e si suddividono in:

– Coleretici veri, se aumentano la secrezione dei costituenti biliari (Carciofo, Curcuma, Combreto, Calendula, Melanzana, Enula, Tarassaco);

– Idrocoleretici, se aumentano la secrezione del componente acquoso biliare aumentando la fluidità (Lavanda, Menta, Melissa, Timo).

Spezie, Negozio, Mercato, Bazar, Jerusalem

b) Colaghoghi, se accelerano il deflusso dal fegato alla cistifellea o da questa nell’intestino e possono essere suddivise in:

– Fluidificanti della bile, se accelerano il deflusso abbassandone la viscosità (Boldo);

– Colecistocinetici, se aumentano l’escrezione della bile stimolando le contrazioni della cistifellea (Boldo, Carciofo, Rabarbaro, Tuorlo d’uovo, Olio d’oliva).

c) Protettivi o detossicanti del fegato, se contribuiscono a normalizzare la struttura delle biomembrane dell’epatocita, migliorandone la funzione (Cardo mariano, Melanzana, Rosmarino).

Buffet, Indiano, Cibo, Spezie, Pranzo, Ristorante

d) Preventivi della calcolisi biliare o epatica e da impiegarsi per l’espulsione di piccoli calcoli (microlitiasi).

I calcoli possono formarsi nella cistifellea (calcolosi biliare colecistica) o, più raramente, nei condotti biliari (calcolosi biliare epatica).

Cane, Carino, Animale, Animale Domestico, Cucciolo

  1. Il sintomo caratteristico è la colica prodotta dalle contrazioni attraverso le quali l’organismo tenta di eliminare il calcolo spingendolo nell’intestino.
  2. Le erbe utili ad azione colagoga-coleretica e fluidificante sono: Boldo, Combreto, Carciofo.
  3. Anche e soprattutto l’olio d’oliva, assunto a digiuno a dose di 1-4 cucchiai, è utile alla espulsione di piccoli calcoli.
  4. Attenzione, comunque a questo tipo di automedicazione perché in questa patologia, molto spesso è più utile non ‘smuovere’ il calcolo che potrebbe andare ad ostruire le vie biliari procurando una situazione risolvibile solo con trattamento chirurgico di urgenza.
Spezie, Mercato, Tè, Stagionatura, Spezia, Sapori
http://www.phytobollettino.it/Phytobollettino/Benvenuto.html
 
ERBE OFFICINALI : http://www.erbeofficinali.org/ http://www.erbeofficinali.it/index.cfm
http://www.rain-tree.com/index.html
Ricerca di terze parti disponibile e reperibile in PubMed http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed
http://www.mednat.org/prodotti/tuvz.htm
http://www.mednat.org/pericolo_farmaci2.htm
http://www.eurosalus.com/alimentazione-sport/minerali-microdosi-per-vivere-a-lungo
AROMA ZONE: http://www.aroma-zone.com/

Cumino Olio Essenziale

Agisce sul fisiologico benessere dello stomaco

Cumino (Cuminum cyminum) Olio Essenziale. Semi.

Note Bibliografiche:

Semi, Semi Di Girasole, Chia, Sesamo, Semi Di Lino

Dai frutti del Cuminum cyminum (Umbelliferae), si estrae un olio essenziale che ha come componente predominante l’aldeide cuminica (35%); sono anche contenuti pinene, terpinene, cimene, fellandrene, cineolo.

Svolge una significativa azione regolatrice della funzionalità gastrointestinale in quanto stimola la secrezione gastrica, facilitando la digestione, e ha azione antispasmodica, elimina i gas intestinali, sedando coliche e crampi addominali, anche di origine nervosa.

Pepe, Cucina, Senape, Bianco, Nero, Cumino

Il Cumino, aiuta a stimolare l’appetito, a facilitare la digestione, a sedare le gastralgie nervose, a combattere alitosi, aerofagia e meteorismo, a incrementare la montata lattea.

É un efficace stimolante che ha ottime proprietà aperitive e digestive, combatte l’inappetenza e allevia le flatulenze, ha le stesse proprietà dei semi di anice e di finocchio.

Fiore, Nigella, Blu, Pianta Da Giardino Bauer

L’olio essenziale ha attività deprimente il SNC determinando rilassamento muscolare e effetto analgesico.

Proprietà in MicroDosi di Olio Essenziale

  • Efficacissimo contro tutti i disturbi della digestione, soprattutto se accompagnati da fastidi e dolori (colite, rigurgiti, aerofagia … ).
  • È anti costipante.
  • È utile contro l’asma o la respirazione «affannosa».
  • Carminativo, stimolante, tonico e stimolante digestivo
  • Antinfiammatorio
  • -Antalgico (dolore calma)
  • -Calmante, sedativo nervoso, rilassante
  • Antispasmodico

Pane, Pane Di Grano, Pagnotta Di Pane, Pagnotta

Indicazioni :  Dispepsia, aerofagia, epigastralgie, aerocolite

Colite spastica e infiammatoria colite, – Stitichezza flatulenza, – Ansia insonnia,

Asma e bronchite asmatiforme – Ipertiroidismo – Parotite

Reumatismi artrite, dolori osteo-articolari – Epatite

Occhio, Iris, Cerca, Focus, Verde, Da Vicino, Macro

Uso esterno:

Per i disturbi del sonno: poche gocce massaggiate sul plesso solare.

Altri usi:  1 o 2 gocce per gustare i crauti, o il cuculo prima di servire e piatti più orientali.

Sinergie :  al 5% in un rilassante sinergia composta di agrumi, per facilitare il sonno.

Attenzione: Evitare uso esterno o usare su pelle sensibile o allergenica (originariamente da irritazione della pelle).

Controindicazioni

Damigelle In Verde, Fiore, Fiori, Blu, Hahnenfußgewächs

È un olio essenziale importante, ma da utilizzare ogni tanto: solo uno specialista in aromaterapia può prescriverne un uso prolungato .

Consigli: Come molti oli essenziali digestivi (basilico, dragoncello), può essere utilizzato in cucina nelle insalate mescolandolo all’olio di oliva.

Angelica Pianta Officinale & O.E.

E’ inconfondibile per i suoi grandi ombrelli ed i suoi fiori circondati da sciami d’api.

(Angelica archangelica), famiglia Apiaceae.

Note Bibliografiche:

Giardino Angelica, Sedano Selvatico, Impianto, Fiore

Note Bibliografiche

Ancora oggi nei paesi nordici l’angelica viene consumata come verdura. L’angelica rivitalizza tutto l’organismo, aumenta la resistenza fisica e psichica, combatte crampi e flaccidità e previene la depressione.

Acqua, Drink, Detox, Acqua Disintossicazione, Limone

Nel medioevo l’angelica era conosciuta come medicamento “guarisci tutto” poichè molte malattie hanno la loro origine nella psiche.

L’angelica calma, rilassa, armonizza e riequilibra. E’ pertanto molto adatta in caso di stress che causa disturbi gastrici ed intestinali.

Olio Da Bagno, Olio, Lavanda, Olio Profumato, Etereo

L’angelica ha però anche proprietà eccitanti ed il momento dell’assunzione è quindi d’importanza fondamentale: con il pasto stimola la digestione; dopo il pasto è stimolante, prima di dormire ha azione rilassante.

L’angelica costituisce un buon trattamento nei casi di digestione difficile (aerofagia, gonfiori, flatulenza), spasmi digestivi nervosi, mal di pancia (colite), angoscia, emotività, insonnia e nervosismo.

Durante la gravidanza evitare le dosi elevate poiché la pianta stimola l’utero. I diabetici dovrebbero assumerne solo piccole dosi.

Azione Terapeutiche sia come Olio Essenziale in MicroDosi che Tintura Madre Spagyrica:

  • Gastrite atonica, con riduzione dei succhi gastrici, acidosi e dispepsia.
  • Potente sedativo nervoso
  • Rilassante, calmante
  • Eupeptico, carminativo

Olio In Acqua, Sospensione, Liquido, Astratto, Macro

  • Colite, dismenorrea, turbe psicosomatiche.
  • Anticoagulante
  • Purificante del sangue, stimola il sistema linfatico, stimolante ghiandolare, diuretico, favorisce la traspirazione
  • Anoressia, mancanza di appetito.
  • Dolori cronici dell’ apparato gastrointestinale, gastralgia.

Ragazza, Lavanda, Addormentato, Felicità, Purple, Fiori

  • Debolezza fisica e psichica, carenza dello stato immunitario.
  • Vaginite da Candida, Herpes genitale e Papilloma virus.
  • Debolezza cardiaca, disturbi circolatori alle estremità.
  • Ipofollicolinismo, mancanza di estrogeni.
  • Antispasmodica, carminativa, digestiva.
  • Amaro – aromatica, stimolante l’appetito.
  • Stimolante immunitario (produzione interferone).
  • Antibatterica, antifungina, antivirale.
  • Facilita la produzione di sangue.Sedativa delle surrenali.
  • Azione estrogenica.Miorilassante, sedativa.

Primavera, Albero, Fiori, Prato, Tronco D'Albero

FOGLIE: pleurite e bronchite, applicate come compresse; dispepsia flatulenta.

RADICE: bronchite associata con deficienza vascolare, catarro, catarro respiratorio, asma d’origine psicosomatica, dispepsia flatulenta, anoressia nervosa, malattie reumatiche, disturbi vascolari periferici.

Sinergismi frequenti

Foglie: Camomilla romana per i disturbi digestivi.

Radici: Farfara nel catarro bronchiale.

Camomilla romana nell’anoressia e dispepsia.

Avvertenze e controindicazioni

I preparati di Angelica danno buoni risultati nell’anoressia mentale.

Note

L’E.S.C.O.P. sconsiglia l’uso di tutta la parte aerea in ragione della presenza di furocumarine. Le foglie possono tuttavia essere usate per farne compresse per infiammazioni pettorali