Boswellia Titolata

14,90 IVA Inclusa

7 disponibili

Descrizione

ESTRATTO TITOLATO AL 65% IN ACIDI BOSWELLICI

Non contiene conservanti, coloranti, aromi ed edulcoranti di sintesi. La boswellia contrasta gli stati di tensione localizzati e favorisce la funzionalità articolare. Inoltre, risulta utile per promuovere la funzionalità del sistema digerente.

BOSWELLIA (Boswellia serrata). Attività principali: anti-infiammatoria.

Boswellia Sacra, Oman, Incenso

Impiego terapeutico: stati infiammatori associati ad asma; artrite, artrosi, artrite reumatoide, colite, ecc.. La gommo-oleoresina di Boswellia serrata fa parte della Farmacopea indiana e cinese e viene consigliata per curare processi infiammatori a carico dell’apparato muscolo – scheletrico, delle vie respiratorie (azione antiasmatica), affezioni cutanee (psoriasi, dermatiti), ecc.

Gli acidi boswellici presenti nel fitocomplesso agirebbero su citochine e leucotrieni manifestando in tal modo proprietà antiflogistiche utili per trattare non solo i dolori artrosici ma anche patologie auto-immuni come l’artrite reumatoide, la malattia di Crohn e la colite ulcerosa.

Mirra, Pianta Medicinale, Commiphora Myrrha, Sano

Studi condotti hanno evidenziato infatti che acidi boswellici sono, in vitro, inibitori specifici della 5-lipossigenasi, quindi della sintesi dei leucotrieni e che un estratto arricchito in acidi boswellici frena in vitro (cavia) la produzione di citochine proflogogene.

È stato pubblicato uno studio condotto in doppio cieco controllato riguardante soggetti sofferenti di artrosi al ginocchio: l’estratto di Boswellia si è dimostrato significativamente più efficace del placebo nel ridurre il dolore, migliorare la mobilità del ginocchio e nell’aumentare la distanza di marcia. Manifesta, inoltre, proprietà broncodilatatrici utili per alleviare gli stati asmatici. Boswellia serrata.

Donna, Corpo, Dolore, Pigiama, Malessere, Riposo

Azione: antinfiammatoria, analgesica, sedativa – anticonvulsionante, epatoprotettiva ed inibente la sintesi del colesterolo, diuretica, stomachica, carminativa, astringente, espettorante, emmenagoga, innunomodulante, antimicrobica…

Per uso interno ha numerose applicazioni: affezioni bronco-polmonari (espettorante), alitosi, obesità, diabete, dispepsia, emorroidi… Le ricerche moderne hanno confermato le proprietà antinfiammatorie antiedemigene e antalgiche della Boswellia… Verosimilmente, l’attività antinfiammatoria è dovuta alla riduzione della migrazione leucocitaria, conseguente all’inibizione della biosintesi dei leucotrieni

Umano, Vomitare, Conati Di Vomito, Lentiggini

In modelli sperimentali infiammatori negli animali, la somministrazione di Boswellia riduce alcuni indici sierici di infiammazione e l’escrezione urinaria di metaboliti del tessuto connettivo. Quest’ultimo dato porterebbe a supporre che i principi attivi siano in grado di promuovere la maturazione o di rallentare il catabolismo del collagene

Nelle affezioni infiammatorie dell’apparato locomotore (artriti specifiche, artrite reumatoide, ecc.), l’estratto di Boswellia riduce significativamente il dolore, l’edema, migliorando la funzionalità e l’irrorazione sanguigna della zona affetta. É una droga utile soprattutto nei trattamenti cronici e mostra la sua efficacia se somministrata con costanza… Si è dimostrata efficace nel migliorare il quadro clinico e istologico di pazienti affetti da colite ulcerosa di II e III grado.

Medico, Medicinale, Salute, Stetoscopio

E’ stato rilevato un miglioramento dei sintomi e in tempi ridotti, rispetto alla sola fisioterapia, in caso di tendinite d’Achille e di epicondilite. In associazione all’acido α-lipoico, la boswellia ha dimostrato un miglioramento nelle cervicobrachialgie e lombosciatalgie rispetto al gruppo controllo.

La boswellia ha dimostrato queste azioni: inibizione della sintesi dei leucotrieni per azione specifica sulla 5lipossigenasi, NF-kB, PGE2,TNF-α, IL1, IL2, IL4, IL6 e IFN-γ; sollievo dai dolori articolari (artrite, artrosi); contrasto delle infiammazioni cutanee (psoriasi, eczemi) e delle mucose (colite ulcerosa, asma, Crohn); contrasto della neurodegenerazione e della leaky gut syndrome.

Donna, Picco, Vertice, Nuvole, Mare Di Nuvole, Rocce

Una combinazione sinergica di curcuma, boswellia e acido α-lipoico offre i migliori risultati nelle neuropatie in genere, ma l’effetto massimo si ottiene assumendola in associazione allacetilcarnitina, alle vitamine del gruppo B, L-carnosina e zenzero.

Modalità d’uso: Si consiglia l’assunzione di 2 pastiglie una o due volte al giorno durante i pasti (da 2 a 4 pastiglie al giorno).

Richiudere accuratamente dopo l’utilizzo.

DOSI: 60 pastiglie da 500 mg (30 dosi da 2 pastiglie)

Prodotto adatto ai vegani.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Boswellia Titolata”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare…