L’articolazione del ginocchio – Lesioni del menisco

Malattia Espressione dell’AnimA

Con l’articolazione del ginocchio affrontiamo il tema dell’umiltà.
Inginocchiarsi e genuflettersi sono gesti che esprimono sottomissione.

Con questo atteggiamento ci si presenta ai dignitari ecclesiastici e in passato era così che si stava davanti ai re. Colpisce il fatto che gli uomini moderni tendano in misura sempre minore a piegare le ginocchia.

Jeans, Moda, Si È Rotto, Moderno, Stile, Ginocchio

A parte che nella chiesa cattolica, sono poche le occasioni per farlo e anche lì sono stati operati cambiamenti notevoli

secondo il nuovo «regolamento» è concesso stare in piedi anche nei momenti in cui prima ci si doveva inginocchiare.

Invece di inginocchiarsi umilmente al cospetto dell’Onnipotente, oggi ci si confronta con Lui. Umiltà e sottomissione non sono più di moda.

Ginocchio, Nastratura, Massaggio, Spalla, Umano, Relax

La persona sempre in piedi, che non si inginocchia mai, è diventata un’ideale, ognuno è il sovrano di se stesso.

Anche lavori come pulire e strofinare, che in passato costringevano a stare in ginocchio, sono oggi meccanizzati quel tanto che basta da non doversi più inginocchiare.

Non deve quindi meravigliare che i disturbi al ginocchio, soprattutto sotto forma di problemi al menisco, si manifestino in modo più significativo.

Risultati immagini per menisco dolore

La causa principale delle lesioni al menisco è uno sforzo eccessivo.

I due menischi, formati da cartilagine, permettono anche i movimenti rotatori, necessari soprattutto alla flessione interna del ginocchio, che rappresenta una sorta di articolazione cerniera. Nella forma somigliano uno a una mezzaluna, l’altro a una luna piena.

Chiedo Scusa, Mi Scusi, Rana, Dolce, Carino, Divertente

A causa della loro funzione appartengono certamente al polo femminile. In caso di lesione si spezzano, stretti tra l’articolazione superiore e quella inferiore.

La terapia adatta è simile a quella applicata per l’ernia del disco e consiste nell’asportazione del tessuto distrutto, troppo debole per sopportare il carico cui era sottoposto.

Pregare, Mani, Grato, Grati, Apprezzamento, Gratitudine

In seguito i soggetti cercano spesso di continuare a sostenere pesi eccessivi anche senza i cuscinetti ammortizzatori.

Il sintomo rivela alle persone la loro hybris (greco = orgoglio).

Essi dovrebbero riconoscere i propri limiti e constatare che l’impulso al movimento e la prestazione richiesta al loro corpo sono eccessivi in rapporto alle capacità.

Risultati immagini per ginocchio

Se ignorano i dolorosi segnali di allarme, i temi della modestia e dell’umiltà confinati nell’ombra si ripresenteranno nelle ginocchia, a ciò predestinate.

Invece di un’umiltà liberamente scelta, costoro vivono solo una modestia forzata cui sono obbligati a causa della loro limitata mobilità e un’umiltà che deriva dal dolore.

Arthrocalman, Artrosi, Ginocchio

Chi non riduce volontariamente la propria esagerata mobilità esteriore, viene costretto a farlo dai propri menischi.

È allora necessario diventare sinceri e ammettere onestamente quali prestazioni sono veramente necessarie. Certamente è lecito sospettare che gli sportivi più accaniti utilizzino la loro mobilità esteriore per compensare la propria immobilità interiore.

Preghiere, Inginocchiarsi, Donna, Strada, Religioso

Invece di preoccuparsi di effettuare internamente un certo movimento di rotazione e di cercare di acquisire un punto di vista alternativo, si girano e si voltano esternamente fino al momento in cui il loro menisco si strappa.

In questo senso il danno al ginocchio costringe anche interiormente un corrispondente atteggiamento di immobilità. È necessario ricorrere al riposo forzato per ritrovare l’armonia.

Chiedo Scusa, Proposta Di Matrimonio, Mi Scusi, Rana

Per essere esteriormente grandi, è indispensabile disporre di una certa mobilità interiore e anche di una buona dose di modestia, che non accetterà mai di ottenere a forza quello che non rientra nell’ambito delle proprie possibilità o dei propri compiti.

Se si ricerca la causa di un incidente occorso nella pratica sportiva, si trova una situazione in cui l’immobilità spirituale deve essere bilanciata da eccessive prestazioni fisiche.
Immagine correlata
Se il calciatore avesse affrontato la palla o l’avversario in modo più intelligente, non avrebbe avuto bisogno di farsi male.

In genere si tratta di situazioni in cui i soggetti hanno anche «giocato» interiormente con un sentimento teso al punto da lacerarsi.

Nelle rotazioni consapevoli, eseguite col piacere del movimento, non ci si procura alcuna lesione: per ottenere questo, è sempre necessaria una certa elasticità interiore.

Boo, Lo Swindon Town, Calcio, Dolore, Lesioni

Domande

1. Quale ruolo svolge la modestia nella mia vita?
2. Mi inchino di fronte alle necessità o mi faccio piegare dal destino?
3. C’è una persona o un tema che mi chiede di essere umile?
4. Se sono costretto a portare un carico eccessivo, cerco di trarmi d’impaccio?
5. Tendo a piegarmi fisicamente?
6. Dove sono arrivato agli estremi e mi faccio mettere in ginocchio solo da una «forza più alta»?
7. Come potrei, oltre alla disponibilità a piegarmi esteriormente, imparare a inchinarmi anche interiormente?
8. La mia mobilità esteriore deriva dalla calma o nasce dall’ambizione e dall’ansia?
9. Dove mi spinge il destino?
10. Verso cosa deve indirizzarsi il mio sguardo?

(Dott. Rudiger Dahlke)

Via Piave, 22, 61032 Fano PU, Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *