Categoria Asse Intestino cervello

Donna, Asia, Outdoor, Vietnamita, Thailandia, Seduta

O si capisce che questa è la via migliore per cercare di “rieducare” o scemare patologie allergiche o autoimmuni,

o si continua a fare il gioco di chi vuole mantenere lo status quo, riempiendo di farmaci ogni cliente/paziente sine die.

Tutti abbiamo almeno una possibilità di comprendere il significa nascosto del nostro malessere, comprenderlo e rieducarlo,

per divenire più forti, consapevoli e la salute sarà la nostra estensione per conferma

Cocco

L’acqua di cocco fornisce al sangue un apporto vitale di glucosio e Sali minerali, come il potassio e il sodio, fondamentali per la produzione dei neurotrasmettitori chimici: se mancano i neurotrasmettitori chimici che ci servono, possono subentrare insonnia, apnea notturna neurologica e altri disturbi del sonno.
Read More

Aloe Vera 

Il suo effetto antinfiammatorio ricostituisce l’appendice e l’ileo, una porzione importante del tratto intestinale perché è qui che si produce la vitamina B12 quando l’apparato digerente funziona a dovere. Ma non è tutto: nel risanare l’ileo, l’aloe vera fornisce una forma altamente biodisponibile di vitamina B12, aumentando la produzione di questa sostanza.
Read More

Unghia di gatto 

È poi formidabile per combattere i virus: la ricerca medica un giorno scoprirà un gruppo di antivirali adattogeni e si renderà conto che l’unghia di gatto è uno dei più potenti. Quest’erba è uno strumento eccezionale per contrastare PANDAS (disturbi neuropsichiatrici infantili di origine autoimmune associati alle infezioni da streptococco), SLA, infezioni da streptococco alla gola, sclerosi multipla, dolori di natura misteriosa e molto altro.
Read More

Latte e formaggio di mandorla

Con lo yogurt che con il kefir si otterrà anche del siero (la parte liquida del risultato finale della nostra fermentazione). Si tratta di un prodotto anch’esso ricco di probiotici che non va assolutamente scartato. Il siero può essere bevuto così com’è o aggiunto alle spremute di frutta fatte in casa; una parte lo si può tenere da parte e riutilizzarlo per una nuova fermentazione (a tale scopo si può anche tenere una parte dello yogurt o del kefir ottenuto).
Read More

× Sono qui per aiutarti