Il grande inganno

La maggior parte dei medici hanno piena fiducia nelle terapie che prescrivono

e a nessuno dei propri pazienti dicono “guardate che stiamo utilizzando su di voi tecniche sperimentali, che allo stato attuali possono risultare più dannose che benefiche”.

Comporre, Donna, Fantasia, Faccia, Bellezza, Mistico, malattie, farmaci

Ma la triste realtà è che chi assume farmaci o si sottopone a terapie chirugiche, molto spesso fa da cavia umana, senza averne ovviamente coscienza, senza avere mai firmato un modulo di consenso informato.

Quando i danni della medicina allopatica (basata sui farmaci di sintesi) vengono messi a nudo, il sistema sanitario si difende dicendo che si tratta degli inevitabili errori che commette qualsiasi scienza sperimentale, ma che i nuovi ritrovati, i nuovi farmaci, i nuovi vaccini, i nuovi protocolli chirurgici, sono (a differenza di quelli vecchi) sicuri e affidabili.

Sfondo, Carta Da Parati, Cranio, farmaci, azione tossica, tossiemia

Ma in realtà se i vecchi farmaci e le vecchie terapie erano stati sperimentati per decenni sulla pelle delle persone, e quindi se ne conoscevano perfettamente i possibili effetti tossici, di quelli nuovi ben poco si sa, anche perché vengono approvati dopo una sperimentazione su cavie animali che, per quanto possano essere vagamamente simili all’uomo, presentano sempre delle notevoli differenze, anche solo per il corredo enzimatico che differisce da una specie all’altra.

Basti pensare al fatto che le cavie non tollerano gli integratori di vitamina C mentre gli esseri umani spesso ne traggono grande beneficio.

Veleno, Bottiglia, Medicina, Vecchio, Simbolo, Medico

Se uno stesso farmaco da effetti differenti da persona a persona, tanto che in qualcuno causa gravi effetti collaterali ed in altri no, cosa può significare una sperimentazione “positiva” su un gruppo di sventurati animali?

In realtà servono sempre delle sperimentazioni successive su ristretti campioni di esseri umani, e quindi si finisce sempre e comunque per fare da cavie umane. Ma anche quando la sperimentazione su cavie umane fornisce (almeno sulla carta) risultati positivi, non per questo possiamo stare sicuri, e per due buoni motivi.

Di Spessore, Sovrappeso, Obesità , Peso, Deformi

Il primo è che il campione di persone sottoposte all’esperimento potrebbe essere troppo esiguo per potere riscontrare tutti i possibili effetti avversi, mentre il secondo è che molti degli effetti collaterali potrebbero essere nascosti al pubblico da manovre fraudolente delle aziende produttrici le quali, ovviamente, hanno qualche difficoltà ad ammettere tutti i possibili effetti avversi del proprio prodotto.

La riprova di quanto affermato ce la fornisce una recente sentenza sui danni da vaccini, che ha portato alla condanna definitiva del Ministero della sanità a versare un risarcimento nei confronti dei genitori di un bambino divenuto autistico in seguito alla somministrazione del vaccino esavalente.

Nell’articolo del quotidiano Repubblica titolato Il Tribunale

Ospizio, Cura, Paziente, Anziani, Vecchio

“Bimbo autistico per colpa del vaccino” leggiamo non solo che il Ministero non fa appello e che la sentenza è quindi definitiva (evidentemente non c’era speranza di ribaltare, in seguito ad un ricorso, una sentenza solidamente fondata), ma anche che nella sentenza del medico legale si fa riferimento a:

“un poderoso documento riservato della GlaxoSmithKline” sui “cosiddetti side effects del vaccino Infanrix Hexa Sk emersi nel corso della sperimentazione clinica pre-autorizzazione o successivamente, fra l’ottobre 2009 e lo stesso mese 2011”.

Donna, Persona, Desktop, Lavoro, Aria, Africa, Africana, malattie croniche

In particolare – come scrive il perito – ci sarebbero “cinque casi di autismo segnalati durante i trial, ma rimasti unlisted, ossia omessi dall’elenco degli effetti avversi sottoposto alle autorità sanitarie per l’autorizzazione al commercio”.

Del resto anche nel migliore dei casi succede fin troppo spesso che, dopo diversi anni di utilizzo, anche dei nuovi farmaci si scoprono nuovi “effetti collaterali” devastanti, magari un poco differenti da quelli dei farmaci vecchi ed il balletto ricomincia.

Ma perché il balletto ricomincia?

Donna, Disperata, Triste, Pianto, Grido, Depressione, consapevolezza

Semplice, perché i brevetti scadono, e una volta scaduto il brevetto di un farmaco la sua commercializzazione diventa ben poco redditizia.

Ecco il vero motivo per la continua ricerca di nuovi farmaci, per la continua richiesta di donazioni per la ricerca su questa o quella malattia, o come si suole dire per la “lotta alle malattie”; si chiedono contributi ai cittadini per fare soldi con le loro malattie.

La ricerca di nuovi farmaci per altro avviene per lo più tramite studi basati sulla vivisezione, sulla tortura sistematica di innocenti cavie animali, studi che, come appena rimarcato, spesso non forniscono informazioni valide anche per la specie umana.

Virus, Microscopio, Infezione, Malattia, Morte, Medico

Basti ricordare la storia del talidomide, farmaco approvato anche per l’uso in gravidanza dopo sperimentazione su cavie animali , che però nell’uomo ha prodotto migliaia di bambini focomelici (con le mani o con i piedi direttamente attaccati al tronco) .

Come esempio particolarmente valido ricordiamo brevemente la storia dei vaccini antipolio: siamo già al terzo tipo di vaccino dopo che i primi due sono stati ritirati a causa dei loro (a volte tragici) “effetti collaterali”.

Ovviamente il vaccino attuale viene considerato “sicuro ed affidabile”, né più né meno di come venivano considerati “sicuri ed affidabili” dal sistema sanitario quei due tipi di vaccini che sono stati poi abbandonati.

Medicine, Malattia, Dottore, Donna, Magra, Guarire

Se e quando le statistiche sui suoi effetti negativi si accumuleranno e non sarà più possibile nascondere gli effetti collaterali di tale vaccino, verrà forse anch’esso ritirato dal commercio (solo dopo che le sue scorte saranno esaurite, non si possono certo danneggiare le multinazionali del farmaco) non prima che un nuovo vaccino “sicuro e affidabile” verrà messo in commercio.

Così il balletto ricomincia daccapo (e non si perdono nemmeno i soldi a causa della scadenza dei brevetti).

Come si costruisce un simile apparato di menzogne?

Triste, Depresso, Depressione, Tristezza, Giovane

Semplice, si fa pensare alla gente che la medicina ufficiale vada avanti con un rigore scientifico che semplicemente non c’è (come abbiamo appena visto) e poi ci si ostina a chiedere la verifica sperimentale di tutti quei procedimenti non ortodossi, di tutte quelle terapie non farmacologiche che danno tanto fastidio ai profitti delle multinazionali; ma nel frattempo gran parte delle terapie ufficiali vengono utilizzate seppure non siano mai state correttamente testate.

È quello che è successo con le vaccinazioni: nessun gruppo di controllo è mai stato utilizzato per verificarne l’utilità, si sono sempre fatte punto e basta, e si afferma che siano utili e sicure non perché è stato effettuato un qualche controllo scientifico, ma per un dogma della fede.

Depressione, Salute Mentale, Tristezza, Mentale, Salute

Per comprendere fino a che punto siamo stati ingannati chiunque può leggere, oltre al presente documento, i libri del dottor Mendelson, del dottor Tilden, del dottor Moerman, della dottoressa Kousmine, della dottoressa Campbell-McBride, del dottor Chopra, di Linus Pauling, di Jean Valnet, tutte persone che hanno saputo fare un percorso che li ha portati a liberarsi dal peso del pregiudizio installato dal sistema dominante.

Visualizzazione Finestra, Seduta, In Casa, Ragazza

Il percorso per liberarsi dal pregiudizio è lungo, lo so perché l’ho vissuto in prima persona, e non è facile, ma dobbiamo piano piano aprire le nostre menti per non essere schiavi, nel corpo oltre che nell’anima, delle logiche di profitto dei potenti della terra.

Pubblicazioni: http://scienzamarcia.altervista.org/pilastri.doc