Psicofarmaci e Bambini

Il dottor Spock «fino a oltre i tre anni sapeva parlare pochissimo e quel poco lo diceva con esasperante lentezza». Anche Martin Buber imparò a parlare solo a tre anni. Uno degli insegnanti di James Thurber «disse a sua madre che probabilmente il bambino era sordo».

 bambini, dislessia, autisimo

Dislessia, ritardo cronico, distraibilità, iperattività sono sintomi della «sindrome da deficit dell’attenzione»: e sa Dio quanta pazienza ci vuole. Del resto, in quale altro modo si può contenere e snidare l’altra faccia di questo «deficit»?

Spesso i bambini così classificati, e anche gli adulti, sono quelli con intelligenza superiore alla media, inclini a perdersi in fantasticherie e con un’anima così sensibile e aperta che l’«Io» non riesce a starle dietro e il suo comportamento risulta disorganizzato. E allora, ale!, una bella cura di Ritalin, Prozac, Xanax: e funziona, naturalmente per il 50% o a livello sintomatico.

dieta depurativa

Ma il fatto che le pillole combattano il deficit non vuol dire che la causa ne sia confermata o che se ne sveli il significato. Le stampelle funzionano, ma non spiegano la mia gamba rotta. Come mai questo disturbo è tanto diffuso oggi? Su che cosa l’anima non vuole rivolgere l’attenzione, e che cosa starà facendo il daimon, visto che non sta leggendo, non sta parlando, non sta dando prestazioni rispondenti alle aspettative?

disbiosi

In questi casi bisogna ripartire a ritroso, rieducando l’ambiente, l’alimentazione, il Microbioma, per poi rieducare il linguaggio, sviluppare la sua creatività e scoprire anche il genio intrinseco nel bambino, che sta facendo i “capricci”.

James Hillman

Disbiosi intestinale e parassitosi

Come il paguro e l’attinia vivono in perfetta simbiosi

aiutandosi l’un l’altro (il paguro porta in giro l’attinia che ne approfitta per trovare cibo, mentre l’attinia offre al paguro la difesa dei propri tentacoli urticanti), così succede per il rapporto di simbiosi tra gli animali pluricellulari (dagli insetti ai mammiferi) e vari ceppi di batteri, detti per l’appunto batteri “simbionti”:

l’animale ospita i batteri che si trovano al sicuro in una “casa” che corrisponde al corpo dell’animale, ed i batteri in cambio aiutano a digerire ed assimilare il cibo, e persino a fornire alcune sostanze nutritive (nel caso dell’uomo si tratta di vitamine del gruppo B, vitamina K e alcuni aminoacidi).

Disbiosi intestinale e parassitosi

Nell’uomo queste popolazioni di batteri popolano le varie mucose del corpo, la mucosa dell’intestino (la più estesa e quindi anche la più popolata dai batteri), quella della bocca e della cavità faringea, delle tonsille, delle orecchie, dei polmoni , del tratto uro-genitale (e quindi anche della vagina), della pelle. Scrive il dottor Massimo Caporossi, su un articolo sulla disbiosi intestinale :

Tutte le superfici del corpo dalla pelle al tratto genito-urinario, alla cavità orale, all’apparato respiratorio, all’orecchio e, soprattutto, all’apparato gastrointestinale, sono colonizzati da batteri. L’intestino, in quantità progressive dallo stomaco al colon-retto, ne contiene circa il 70% del totale, suddiviso in più di 500 specie, costituendo così il microbiota.

Se qualcuno volesse una eventuale conferma cito l’articolo A brave new world: the lung microbiota in an era of change (“Un mondo nuovo: il microbiota dei polmoni in un’era di cambiamento”) che spiega come con le nuove tecniche di individuazione dei microbi (indipendenti dalla loro coltura) sta permettendo di fare sempre maggiori e più dettagliate scoperte sul microbiota delle varie zone del corpo umano;

Disbiosi intestinale e parassitosi

la presenza di una particolare comunità microbica sulla mucosa polmonare è ormai un dato assodato. Anche lo stomaco, che prima si pensava fosse un organo praticamente sterile, adesso viene studiato sotto il profilo del suo particolare microbioma, come mostra l’articolo Gastric Microbiota .

In realtà nel nostro organismo il rapporto tra il numero di cellule che contengono il nostro DNA (e che quindi possiamo considerare dal punto di vista genetico prettamente umane) ed il numero di cellule dei microbi simbionti è di uno a dieci, sebbene poi questi esseri unicellulari che noi ospitiamo sono molto più piccoli delle nostre cellule umane;

candida-intestinale

il rapporto in peso tra le due componenti di conseguenza è invertito, e per ogni chilogrammo di microbi simbionti ci sono circa 20 chili di cellule umane. Il repertorio genetico di questi microbi (detto microbioma) è circa 100 volte maggiore di quello dell’uomo che li ospita; in particolare nell’intestino umano ci sono circa 1000 differenti specie batteriche.

Così come per analizzare il comportamento e le abitudini del paguro legato con l’attinia non è possibile considerarli l’uno isolato dall’altro ma occorre considerare la loro unione simbiotica, così a ben vedere anche il nostro corpo umano dovrebbe essere studiato come quel super-organismo simbiotico rappresentato dall’interazione tra le nostre cellule e quelle del nostro microbioma .

Da notare che differenze genetiche e/o ambientali possono influire sulla particolare composizione di questo super-organismo, vedi per esempio la differenza tra la comunità microbica vaginale delle donne sane caucasiche e quella delle donne nere .

È importante notare che la complessa ecologia di questa interrelazione tra microbi e corpo umano è oggetto di studi piuttosto recenti, che anno dopo anno svelano sempre maggiori segreti di questo super-organismo e permettono una comprensione più approfondita dei meccanismi che permettono di mantenere una buona salute e di quelli che portano alla malattia. Alcune informazioni erano già state ottenute con mezzi più rudimentali agli inizi del 1900,

e molti medici avevano attribuito alla cosiddetta “tossiemia” e alle “endotossine” (tossine che vengono dall’interno dell’organismo stesso) la causa di molte se non tutte le malattie, facendo loro la massima del medico greco Ippocrate (“tutte le malattie hanno orgine nell’intestino”)

Verdure, Cestino Di Verdure, Vendemmia, Giardino

ma purtroppo alcuni medici avevano pensato di “risolvere” il problema alla radice in una maniera a dir poco cruenta, ovvero togliendo tonsille e denti in maniera indiscriminata e asportando persino chirurgicamente parti del colon (in un’epoca in cui non erano ancora disponibili farmaci per la prevenzione delle infezioni chirurgiche con tutte le drammatiche conseguenze del caso, decessi compresi).

Fu anche a causa di questo insensato accanimento chirurgico che venne gettato via, come si suol dire, il bambino assieme all’acqua sporca, e per circa 60 anni la ricerca medica si dedicò ad indagare sugli effetti intestinali di certe patologie piuttosto che sulla causa intestinale delle stesse malattie, confondendo sostanzialmente la causa e l’effetto.

Adesso invece la mole di ricerche scientifiche che si accumula sullo squilibrio del microbiota intestinale (l’insieme dei microrganismi contenuti nel nostro intestino) e del microbiota di altri organi e tessuti mostra fin troppo spesso non solo la correlazione tra patologia e squilibrio del microbiota,

ma dimostra anche in maniera incontrovertibile che correggendo lo squilibrio intestinale (ad esempio con la somministrazione di fermenti lattici, cibi fermentati, in poche parole di probiotici) si osservano notevoli miglioramenti delle condizioni di salute dei pazienti.

Pancia, Cuore, Amore, Ragazza, Relax, Rilassarsi

Se qualcuno ha voglia approfondire la questione del microbiota umano e del rapporto simbiotico tra microrganismi ed essere umano può leggere l’articolo Composition of the adult digestive tract bacterial microbiome based on seven mouth surfaces, tonsils, throat and stool samples (“Composizione del microbioma batterico del tratto digestivo dell’adulto basato su sette superfici della bocca, tonsille, gola e campioni di feci”) ,

ma soprattutto il libro Metagenomics of the human body (“Metagenomica del corpo umano”), un libro con contributi di vari studiosi, edito dalla dottoressa Karen E. Nelson per la Springer . A pagina VII, nella premessa al libro scritta da Jane L. Peterson e Susan Garges, leggiamo che:

Stomaco, Salute, Dieta, Dessert, Mangiare, Pancia

Relman e Falkow (2001), quasi contemporaneamente, hanno lanciato l’idea di un “secondo progetto genoma umano” che “faccia un’inventario completo dei geni microbici dei quattro più importanti siti di colonizzazione nel corpo umano: bocca, intestina, vagina e pelle.”

Interessante è anche l’articolo è Role of intestinal bacteria in nutrient metabolism (“Il ruolo dei batteri intestinali nel metabolismo dei nutrienti”) che argomenta come la proliferazione dei batteri benefici e di quelli patogeni dipenda dalla dieta, e mostra come i batteri benefici aiutano a digerire ed a produrre vitamine e aminoacidi.

Verdure, Carota, Cibo, Sano, Dieta, Verde, Nutrizione

Una mancanza dei normali batteri simbionti può essere causata dall’assunzione di molti tipi di farmaci (antibiotici, antidolorifici, antinfiammatori, anticoncezionali, cortisonici, neurolettici chemioterapici), stress, mancanza di allattamento,

parto cesareo (l’intestino del feto è praticamente sterile, senza alcun microrganismo, e in condizioni normali inizia ad essere popolato da quei microrganismo che incontra nel canale del parto) e per finire anche dalla nascita da una madre con una carenza di questi batteri benefici (dovuta a sua volta ad una delle cause summenzionate).

Corpo, Donna, Pancia, Dolore, Filo Spinato, Tatuaggio

Riguardo all’azione negativa dello stress sui batteri benefici vedi l’articolo Investigating the role of perceived stress on bacterial flora activity and salivary cortisol secretion: a possible mechanism underlying susceptibility to illness che mostra come gli alunni sotto stress per gli esami mostrano una riduzione di acido lattico (prodotto dai batteri benefici) nelle feci.

Sull’effetto degli antibiotici vedi per esempio lo studio scientifico Prospective study of the impact of large spectrum antibiotics on the human gut (“Studio prospettico dell’impatto degli antibiotici a largo spettro sull’intestino umano”) che mostra come gli antibiotici causino infezioni da lieviti come la Candida albicans, e l’Amoxicillina-clavulonato causi un maggiore aumento di tali patogeni.

Sauna, Relax, Sauna In Legno, Benessere, Godetevi

Anche l’articolo Incomplete recovery and individualized responses of the human distal gut microbiota to repeated antibiotic perturbation mostra che la microflora intestinale, dopo due cicli di ciproflaxina, in alcuni casi non ritorna allo stato pre-esistente ma mantiene una parziale alterazione che si è sviluppata nel corso del trattamento .

Sull’effetto negativo dei chemioterapici nei confronti dei microrganismi benefici dell’intestino vedi l’articolo Chemotherapy-driven dysbiosis in the intestinal microbiome (“Disbiosi del microbioma intestinale causata dalla chemioterapia”) nel quale leggiamo due cose interessanti, la prima delle quali è che

La chemioterapia causa diversi effetti collaterali, e la mucosite gastrointestinale è uno dei più frequenti. Gli attuali modelli di mucosite gastrointestinale non tengono generalmente conto del ruolo del microbioma intestinale. E la seconda che Il nostro studio identifica un grave squilibrio composizionale e funzionale nella comunità microbica dell’intestino, associato alla mucosite gastrointestinale indotta dalla chemioterapia.

Ma è difficile tenere il conto di quali e quanti farmaci hanno un effetto negativo sull’ecosistema dei microrganismi che vivono in simbiosi con l’uomo; per esempio l’articolo Tumor necrosis factor inhibition and invasive fungal infections (“Inibitori del Tumor Becrosi Factor e infezioni fungine invasive”)

mostra l’assunzione di un farmaco piuttosto recente (un inibitore della citochina TNF, utilizzato per gestire i sintomi dell’artrite reumatoide e di altre malattie autoimmuni) è associata al’aumento di varie infezioni opportunistiche per esempio di Candida albicans e Aspergiullus fumigatus (un fungo molto pericoloso per la salute dell’uomo ).

Il microbiota intestinale contiene di regola oltre ai batteri benefici anche modeste quantità di batteri potenzialmente nocivi, che sono però limitatate dalla presenza dei batteri simbionti.

Questi ultimi infatti rendono l’ambiente della mucosa sfavorevole alla proliferazione dei batteri patogeni, costituendo quindi una prima linea di difesa da molte infezioni; essi producono sostanze simili agli antibiotici che tengono a bada i microbi patogeni, e rendono acido l’ambiente della parete intestinale impedendone ancora di più la proliferazione.

riduzione calorie

Quanto detto a riguardo del microbiota intestinale vale sostanzialmente anche per gli altri gruppi di microrganismi che troviamo in altri organi e tessuti del corpo; anche se la composizione di ogni specifico microbiota è differente, l’elemento fondamentale alla base della condizione di salute di è il giusto l’equilibrio tra i vari tipi di microrganismi:

all’equilibrio i batteri “amici” (o simbionti) sono molti e tengono a bada quelli patogeni, i quali a volte nelle piccole quantità in cui sono presenti possono anche svolgere una funzione utile all’interno dell’ecosistema complesso della mucosa.

Libro, Vecchio, Nubi, Albero, Uccelli, Banca, Rush

Ma quando i fattori summenzionati sconvolgono l’equilibrio della microflora i batteri patogeni proliferano in maniera indiscriminata; in particolare nell’intestino gli organismi unicellulari della Candida Albicans, quando sfuggono al controllo del sistema immunitario e aumentano di numero, possono aggregarsi e integrarsi in una forma pluricellulare con ramificazioni

(come le ife dei funghi pluricellulari, dal momento che la Candida è lievito, ovvero un particolare tipo di fungo) che penetrano addirittura nella mucosa intestinale e ne forano la parete contribuendo a causare la cosiddetta “sindrome dell’intestino poroso” (ma anche altri patogeni e parassiti posso essere concausa di tale problema).

Bibliografia e Testo Completo 
http://scienzamarcia.altervista.org/pilastri.doc

Caduta dei Capelli

Malattie Espressione dell’Anima

Ogni volta che queste antenne così significative, questi gioielli, questi simboli di forza, libertà e vitalità ci abbandonano, bisogna rivolgere il pensiero a tutto ciò di cui abbiamo finora parlato. Ci sono poi altre situazioni altamente simboliche legate ai capelli. Se è stata ignorata la necessità di una muta psicologica e spirituale, l’organismo è costretto a una incarnazione idonea a supplire a tale mancanza.
caduta capelli
 
Poiché i capelli sono un’appendice della cute, si potrebbe pensare in questo contesto anche al simbolismo della muta, specialmente quando la caduta dei capelli avvie¬ne per desquamazione. Il serpente abbandona la propria pelle quando è pronto per una pelle nuova.
 

Si pone quindi la domanda: Ho trascurato di cambiare la mia vecchia pelle e di farmene crescere una nuova?

Risultati immagini per caduta capelli femminileEspressioni come «perdere i capelli», «lasciarci le penne» o «sentirsi spennato» alludono al fatto che si è dovuto pagare, o fare un sacrificio, cedendo qualcosa a cui non si è rinunciato volentieri. Non ne siamo usciti indenni, ma siamo stati spennati e abbiamo fatto brutte figure. E anche qui sorge una domanda: dove e quando ho trascurato di pagare, di fare cioè il sacrificio necessario?
 
L’apprendimento, che si cela dietro la perdita dei capelli, consiste di conseguenza nell’abbandonare consapevolmente tutto ciò che è vecchio e che è stato superato dal tempo per fare posto al nuovo.
 
alopecia areata
 
È essenziale compiere consapevolmente questo passo per sollevare il corpo dalla necessità di svolgere lui stesso questo compito. Inoltre tutto ciò sta ad indicare che la nuova crescita è insufficiente.
 
Una caduta totale di capelli e peli invita a separarsi definitivamente dai vecchi temi ormai superati, partendo letteralmente dalle radici (dei capelli).
Bella, Donna, Capelli, Biondo, Capelli Lunghi, Ritratto
 
L’altra possibilità consiste nell’ammettere l’avvenuta perdita di libertà accettandola. Anche in questo caso il corpo smetterà di presentare ogni mattina la stessa cosa sul guanciale. Chi capisce che la libertà consiste nel fare spontaneamente e consapevolmente quello che deve esser fatto, non deve temerne i simboli.
 
Tutto ciò è di particolare importanza quando si tratta di perdite inevitabili di libertà, come accade ad esempio quando si diventa adulti. I pazienti che già durante l’adolescenza perdono i capelli, evidenziano una insufficiente accettazione del ruolo di adulti.
 
Risultati immagini per caduta capelli
 
In tal modo la calvizie precoce mostra una doppia faccia: da un lato i soggetti in questione appaiono esteriormente precocemente «invecchiati», poiché la calvizie è certamente un segno di anni «più maturi», dall’altro possiamo attribuire a tale fenomeno un significato simbolico, ricordando che esso è tipico anche dei neonati, specialmente se viene a formarsi, al posto dei capelli, una peluria delicata.

L’espressione «calvo come il sederino di un marmocchio» esprime questo duplice aspetto. La soluzione va ricercata ancora una volta nella maturazione psicologica e spirituale quando la pelata è ormai un fatto. Non è mai troppo tardi per abbandonare i sotterfugi dell’infanzia per riscoprire la propria natura infantile a livelli più alti.

Donna, Asciugatura Dei Capelli, Ragazza, Femminile
 
Altri periodi tipici in cui si registra una perdita dei capelli sono quelli poco prima del matrimonio, prima di essere assunti stabilmente o di ottenere un lavoro impiegatizio e così via.
Qui è necessario riflettere sulle stesse cose: non è la rinuncia consapevole alla libertà e all’indipendenza a mettere in pericolo la chioma virile, ma l’inconsapevolezza talora crescente e il tentativo di non pagare nulla per i vantaggi in questione. Chi diviene impiegato per scelta e passione e rinuncia volentieri alla sua libertà per raggiungere questo scopo, può stare tranquillo per i suoi capelli.
 
Ritratto, Donna, Ragazza, Bello, Biondo, Testa Rossa
 
È invece seriamente minacciato chi si sente artista e fa sogni di gloria, e che a causa della propria non confessata angoscia esistenziale accetta di fare l’impiegato. Per questo passo falso dovrà pagare, o meglio dovrà lasciarci simbolicamente le penne.
Cambiamenti nella crescita dei capelli durante la gravidanza e dopo il parto mettono in luce lo stesso tema da un altro punto di vista.
 
Molte donne presentano nel periodo di gravidanza una chioma più fluente e più vitale; in alcune però questa manifestazione si blocca subito dopo il parto. L’aspetto del sacrificio è particolarmente evidente nella nascita.
 
Immagine correlata
 
Per donare la vita ad un bambino, la donna deve separarsi da lui e nel far questo la donna rinuncia a qualcosa di se stessa. Proprio nelle donne che hanno problemi col ruolo materno e col suo aspetto sacrificale, la caduta dei capelli dopo il parto avviene in misura più consistente.
 
Da un lato esse trasferiscono il sacrificio non accettato liberamente sulla testa, dall’altro vivono a livello di corpo anche l’aspetto del cambiamento che dopo la nascita del bambino avrebbe dovuto coinvolgere la loro vita.
Affetto, Barba, Splendidi Fiori, Ragazzo
 
Quando i capelli cadono a ciuffi, cioè nella cosiddetta alopecia areata, ci troviamo ancora una volta di fronte alla stessa tematica, riferita in questo caso a un ambito più limitato. Il compito consiste nello scoprire questo spazio limitato, nello staccarsi dalle strutture che ancora sopravvivono e nel far subentrare al loro posto impulsi nuovi.
Un caso particolare è quello della caduta dei capelli dell’uomo in una zona particolare che ricorda la tonsura dei monaci. Potrebbe trattarsi di un avvicinamento all’archetipo del frate, che con l’aiuto della tonsura praticata nel punto del chakra più alto sottolinea l’apertura verso dimensioni superiori?

Uomo, Maschio, Modello, Persona, Giovane, Persone

È forse un invito ad emulare il monaco e a separarsi tendenzialmente dal mondo esterno, per aprirsi maggiormente ai mondi superiori?

Lo stesso vale per la fronte stempiata, che conferisce un volto da pensatore ed enfatizza così l’aspetto filosofico della persona. Anche in questo caso è lecito chiedersi se qualcosa che è stato trascurato dal punto di vista psicologico e spirituale si esprima a livello corporeo, o se sia la fronte alta a contrassegnare il pensatore.
 
Taglio Di Capelli, Barber, Acconciatura
 
Domande:
1. Mi punisco per qualcosa o mi faccio punire?
2. Offro i miei capelli, simbolo della mia forza e della mia dignità, per espiare? Se sì, a che scopo?
3. Ho dimenticato di pagare per la libertà, la forza e la dignità di cui ho goduto?
4. Dove mi sono bloccato con idee di libertà immature e infantili?
5. Ho trascurato di abbandonare vecchie e superate strutture di forza?
6. Ho voluto salvare troppo a lungo strutture superate di dignità e apparenza?
7. Conservando le vecchie strutture, ho perso senza accorgermene la vera libertà, la forza autentica e la giusta dignità?
8. Dove ho trascurato di far germogliare nuovi impulsi e nuove forze della vita?
Doc. Thorwald Dethlefsen – Rudiger Dalke
 
 

Percorso di AnimA

Anime che sono passate per la valle degli sforzi e delle complicazioni, ma poi sono risorte con nuove lezioni di vita.

Anime che hanno navigato le profondità della pigrizia e della sofferenza, veleggiato sull’oceano delle paure, ma anche del coraggio. Anime forti, anime docili.

AnimA arcobaleno

Anime che si sono perse nel labirinto degli ostacoli, sono rimaste intrappolate in avvolgenti ragnatele e incatenate nella prigione delle loro paure, ma che hanno saputo trovare il cammino verso casa. Anime coraggiose.

Anime sensibili, delicate e ispiratrici.

Perché una buona parte della loro forza è costituita dalla sensibilità dei loro sguardi, dalla delicatezza dei loro atti, e dalla profondità della loro interiorità.

anima a specchio

Anime che hanno trasformato le loro ferite aperte in cicatrici, ora segni di tutti gli eventi vissuti e superati, delle battaglie a cui hanno partecipato, crescendo e camminando a testa alta.

Con la forza di volontà, tutto è possibile.

L’arte di vivere non sta nell’eliminare i problemi, bensì nel crescere nonostante questi. Queste ferite, oggi cicatrici, brillano in quanto testimoni della capacità che queste anime hanno impiegato per trasformare le situazioni difficili e dolorose in grandi successi.

Non esiste cicatrice che non contenga bellezza.

Cadono Le Foglie, Acqua, Natura, Foglie, Colorato

Nelle cicatrici sono sotterrate storie personali, dolori, paure, speranze interrotte … Come dice lo scrittore e cantante Marwan, le cicatrici sono le cuciture della memoria, quei punti imperfetti che curano le ferite, ma che ci fanno anche male, il segno che ci permette di non dimenticare mai quelle lesioni nonostante il tempo.

Le cicatrici fanno parte dell’armatura delle anime forti; il coraggio e la resilienza sono lo scudo; l’amore e la bontà sono l’antidoto per curare le ferite.

Uomo, Pioggia, Pioggia Neve, Da Solo, Sigaretta

Dalla sofferenza nascono le anime più forti. Anime pazienti, anime persistenti, che hanno cercato il sorriso dopo ogni lacrima, l’alternativa ad ogni problema, l’opportunità in ogni crisi.

Anime giganti, nonostante siano quasi invisibili.

Perché la loro grandezza sta nella capacità di recuperarsi, qualità grandiosa, ma allo stesso tempo invisibile. Anime eroiche che sono riuscite a vedere la luce nelle tenebre, l’arcobaleno nella tempesta.

Anime che, quando hanno capito di non poter cambiare le persone, le circostanze o le cose, hanno deciso di cambiare il loro atteggiamento per affrontare la sofferenza.

Autunno, Viale, Via, Foglie, Albero, Natura, Forest

Anime perspicaci. Anime che, lungo la loro traiettoria, hanno incontrato sé stesse, hanno scelto di conoscersi e di essere la loro migliore compagnia. Anime profonde.

Anime maestre

da loro si possono imparare importanti lezioni e si può parlare a proposito dell’abisso delle difficoltà. Queste anime fanno nascere in noi la volontà di superarci e continuare a lottare, perché con loro, i ricordi dolorosi si trasformano in un dono per aiutare gli altri.

Anime apprendiste

Pier, Molo, Ocean, Mare, Acqua, Modo, Prospettiva

Usano tutte le cose brutte della vita come supporto per crescere e progredire, per evolversi nonostante le tormente. Hanno scoperto l’abilità di reinterpretare le diverse prospettive.

Anime ricolme di bellezza, con magiche sfumature. 


Aquila D'Oro, Eagle, D'Oro, Natura, Uccello, Selvatici

Anime disposte ad aiutarci quando ne abbiamo bisogno, perché nessuno come loro sa quanto intenso può diventare un sentimento. 
Anime intelligenti.

Dalla sofferenza nascono le anime più forti. Oggi sono grato finalmente dopo ferite ed uragani di ogni genere di poter riunire in me ciò che siamo da sempre.

Fonte: lamenteemeravigliosa.it fisicaquantistica.it modificato Francesco Ciani

Il Codice dell’AnimA

Oggi, dire che l’età e il sesso sembrano ininfluenti contrasta con le idee della nostra cultura. Eppure, il sospetto di attrazione puramente fisica, nasconde il segreto della sorgente dell’occhio percettivo. Perché esso è l’occhio del cuore. Qualcosa si smuove nel cuore, aprendolo alla percezione dell’immagine racchiusa nel cuore dell’altro.

Ragazza, Letto, Capelli, Camera Da Letto, Relax

Oggi quasi non riusciamo più a credere a queste relazioni basate sull’affetto del cuore. Abbiamo imparato a vedere le cose con l’occhio dei genitali. Non sappiamo immaginare rapporti basati sull’immaginazione. Per la nostra cultura, il desiderio deve per forza essere inconsciamente sessuale, le relazioni accoppiamenti, le confessioni sincere, sotto sotto, ma dettate da manipolazioni seduttive.

Nell’attrazione reciproca, in tutte le coppie che hanno sperimentano il proprio vero Sè, si scaturiva da una visione condivisa; si erano innamorate di una fantasia “mentore”. Io divento un mentore quando la mia immaginazione sa innamorarsi della fantasia di un altro.

Bellezza, Donna, Ritratto, Faccia, Capelli, Femminilità

Una componente erotica è necessaria, così come è sempre stata fondamentale nell’insegnamento da Socrate in poi, come lo è ancor oggi, anche se oggi o è eliminata dall’apprendimento attraverso il computer oppure è guardata esclusivamente con l’occhio genitale e vista come violenza, seduzione, molestia o bisogno di qualche impersonale ormone. L’occhio genitale non rivela ciò che va cercando l’AnimA.

Proviamo a esaminare, per esempio, le rubriche degli annunci personali. Superata la descrizione sociologica – conformazione fisica, colore della pelle, abitudini sessuali, professione, età, stato civile, ecco che incomincia a emergere la Verità dell’Immaginazione.

Giovane Ragazza, Rose, Donna, Mentire, Signora, Ragazza

Lunghe passeggiate, cucina, umorismo, ballo, coccole e parlare, parlare; e poi le preferenze musicali, i progetti per le vacanze, i gusti e, soprattutto, i sogni. Cerchiamo qualcuno che accompagni l’AnimA, non un compagno di letto. Un annuncio personale rivela «la sacralità degli affetti del Cuore». Un annuncio personale è un sogno romantico.

Vedere è credere, credere in ciò che si vede, e questo fatto conferisce immediatamente il dono della fede alla persona o alla cosa che riceve lo sguardo. Il dono della vista è superiore ai doni dell’introspezione. Perché tale vista è come una “benedizione”: trasforma.


Gambe, Finestra, Auto, Strada Sterrata, Relax, Donna

La terapia promuove la grande illusione dell’introspezione. Predica e pratica la cecità di Edipo. Edipo si interrogava su chi fosse veramente, come se si potesse trovare l’AnimA, il nostro vero essere, con la riflessione che si autointerroga.

La superstizione terapeutica poggia su un’altra falsa credenza: l’idea che l’AnimA sia celata alla vista, nascosta, sotterrata nell’infanzia, rimossa, dimenticata e dunque possa essere redenta soltanto con l’introspezione attiva nello specchio della mente. Ma gli specchi dicono solo mezze verità. La faccia che ti vedi allo specchio misura la metà delle dimensioni della tua faccia vera, è solamente la metà di quella che presenti e che gli altri vedono.

Ragazza, Bellezza, Favole, Fantasia, Femminile, Capelli

La ricerca terapeutica del vero essere sarebbe forse più efficace se seguisse scrupolosamente la massima posta, non a caso, esiste la forma passiva: percipi, «essere percepiti». Noi siamo fenomeni offerti alla vista. «Essere» è in primo luogo essere visibili. Il lasciarci passivamente vedere apre una possibilità di benedizione. Perciò noi cerchiamo amanti e mentori e amici, affinché possiamo essere visti, ed essere vivi.

Ma non tutto di noi è da subito visibile e lo troviamo in zone riservate e ombre invisibili. Si manifestano nelle reticenze, nelle circonlocuzioni e negli eufemismi, negli occhi ombrosi, distolti, nei lapsus, nei gesti esitanti, nei ripensamenti, nelle omissioni. Non c’è niente di ovvio in una faccia e niente di semplice in una superficie.

Ragazza, A Piedi, Teddy Bear, Bambino, Femminile

Il mentore (una mente consapevole9 percepisce le pieghe di una complessità, quelle curve dentro/fuori, sotto/ sopra dell’implicito che sono la verità dell’immaginazione in ogni sua forma, per cui possiamo ben definire l’immagine: il come globale del presentarsi di una cosa. Eccomi, sono qui, proprio davanti ai tuoi occhi. Riesci a leggermi?

Parliamo sociologichese, non la lingua dell’AnimA. Per leggere un’espressione occorre un numero di parole pazzesco. «La maggior parte della gente non sa “dire” come è la persona che ha davanti, ma l’essere incapaci di “dire” non implica che non si sia capaci di vedere» scrive il filosofo José Ortega y Gasset.

Bambino, Teddy Bear, Ascolta, Giocattolo, Teddy, Orso

Per vedere l’AnimA occorre avere occhio per le immagini, occhio per lo spettacolo, e avere il linguaggio per dire ciò che vediamo. I nostri fallimenti in amore, nelle amicizie, in famiglia spesso sono riconducibili a fallimenti della percezione immaginativa. Quando non guardiamo con l’occhio del cuore, allora sì l’amore è cieco, perché in quei casi non sappiamo vedere l’altro come portatore di una Coscienza di verità immaginativa.

Può esserci il sentimento, ma non la vista; e come la vista si appanna, così si appannano la simpatia e l’interesse. Ci sentiamo soltanto irritati, e ricorriamo a concetti diagnostici e tipologici della mente creando casino su casino dettati solo dalla mente quando il gioco x la tua Coscienza è finito da un pezzo.. basterebbe essere sinceri da subito e riconoscerlo..

Cuore, Herzchen, Amore, Romanticismo, Fortuna

Ma tuo marito non ha «un complesso materno»; piagnucola, ha aspettative, spesso è come paralizzato. Tua moglie non è «in preda all’Animus»; è perentoria, discute usando la logica, non si vuole dare per vinta. Il chi tuo marito o tua moglie sono, coincide con il come essi sono, non con ciò che le tipologie e le categorie dicono che essi sono.

Alcune forme di terapia cercano di correggere la miopia immaginativa incoraggiando l’«empatia» e la «identificazione controtransferale sintonica». E promuovono anche lo psicodramma e i giochi di ruolo per aiutare i pazienti a vedere in trasparenza certe concezioni tipologiche e ad arrivare al cuore dell’altro.

Coppia, Autunno, Sera Sole, Natura, Umano, Amore, Uomo

Mettiti nei panni di tuo marito, di tua moglie, di tuo figlio. Immagina quello che provano, come sarebbe essere loro. Immagina! Forse, se guardi meglio con l’immaginazione, riuscirai a scoprire un cuore di verità nel loro comportamento. La percezione immaginativa richiede grande pazienza.

Come dicevano gli alchimisti dei loro complicati, frustranti esperimenti: «Nella tua pazienza è la tua AnimA». Come reggere altrimenti l’incomprensibile comportamento dell’altro, quella stranezza, quella lentezza?

Mani, Amore, Coppia, Insieme, Dita, Persone, Umano

Il fisico atomico Edward Teller imparò a parlare solo dopo i tre anni, tanto che si pensava fosse ritardato. «Poi, un giorno, Edward incominciò a parlare, con frasi complete, non singole parole, come se si fosse risparmiato la fatica in attesa di avere qualcosa da dire».

Il codice dell’AnimA James Hillman

Irsutismo

Malattia Linguaggio dell’AnimA


La comparsa su un corpo femminile di una peluria irta e tipicamente maschile è sicuramente causa di profonda sofferenza per una donna. Fin troppo chiaramente questo sintomo sta ad indicare che gli aspetti maschili sono stati respinti nell’ombra e da lì tentano di riemergere nella superficie del corpo.

Rasatura, Rasoio, Lametta, Macchina, Il Rasoio, Taglio
 
La situazione ormonale, con questa prevalenza di elementi maschili, rispecchia il fenomeno più di quanto possa spiegarlo. Le donne che hanno questo problema vivono e scoprono sulla loro pelle la loro inconscia pretesa virile. Certamente è compito di ogni donna scoprire e sviluppare il proprio polo maschile, quello che Jung chiama animus.
 
Questo però dovrebbe avvenire a livello di coscienza, non di corpo. Questa tematica si presenta in modo particolare durante la menopausa e pertanto tale periodo è predestinato alla manifestazione della virilità corporea se ciò non è avvenuto sul piano dello spirito e dell’anima.

Risultati immagini per irsutismo femminile
 
La rivelazione delle energie maschili attraverso la crescita della barba, spiega l’esigenza inconscia di esprimere la propria forza di volontà e la propria capacità di imporsi. Molta peluria sul corpo rivela componenti animalesche: chi lamenta la comparsa di tali sintomi, vive troppo poco la propria componente animalesca maschile e questa si trova costretta ad esprimersi nel corpo.

Chihuahua, Cane, Pet, Piccoli, Carino, Chiwawa, Gara
 
Se, come accade di frequente negli uomini, non c’è sofferenza, allora l’aspetto esteriore rispecchia perfettamente l’interiorità. La forma estrema, non limitata al polo femminile sarebbe il cosiddetto «uomo-lupo», in cui la componente animale diviene predominante. Quando, parlando di qualcuno, lo paragoniamo a un cane, intendiamo dire che è caduto proprio in basso.

Con riferimento alla gerarchia dell’evoluzione, tutto ciò vale anche per l’uomo-lupo, che viene confrontato con un passato animalesco. Se nell’irsutismo prevalgono i peli del pube, viene sottolineata la tendenza fallica aggressiva in campo sessuale. Quasi sempre i segni virili (dal lat. vir = uomo), che si esprimono con la crescita di peli vanno nella stessa direzione.

Immagine correlata
La gente capisce immediatamente che quella donna è un «tipo difficile», una persona cioè con la quale non si può trattare facilmente e con la quale non vorremmo avere niente a che fare. Il sintomo esige che anche lei se ne renda conto.

Quello che bisogna imparare non è la lotta contro l’elemento maschile, ma al contrario la sua realizzazione nella propria vita. Invece di accentuare il mento facendosi crescere la barba, bisognerebbe aiutare la propria volontà ed esprimersi.

Risultati immagini per depilazione
 
Invece di difendersi chiudendosi in una spessa pelliccia, sarebbe molto meglio cercare protezione in senso figurato attraverso la conquista del rispetto.

Invece di una manifestazione maschile esteriore, deve venire alla luce una radiazione profonda di forza e potenza.

Immagine correlata
 
Invece di nascondersi agli occhi del mondo in quanto essere villoso, bisognerebbe far sapere a tutto il mondo che la donna non indietreggia di fronte a nulla, che eventualmente sa mostrare i denti ed essere anche molto pungente (dal lat. hirsutus = pungente).

Questo compito non viene però accettato facilmente. Peraltro quello maschile è uno dei due poli della realtà, e non c’è assolutamente la possibilità di estirparlo con una pinzetta: l’unica chance che abbiamo è di conciliarci con esso.
 
Doc. Thorwald Dethlefsen – Rudiger Dalke
 
 

Le olive e l’olio d’oliva

Le olive sono un miracolo della natura e, anche se si tende a darle per scontate, meritano una particolare attenzione.

100 grammi di olio d’oliva contengono 100 grammi di grassi: monoinsaturi (77 grammi), polinsaturi (8,4 grammi) e saturi (13,5 grammi). Le olive sono uno spuntino squisito e saziante, saporito e appagante, e sono ottime da aggiungere alle insalate.

Olio D'Oliva, Olio, Alimentari, Caraffa, Mediterraneo

Mangiare olive è una maniera sana di aggiungere grassi alla tua dieta.

Le olive, l’olio d’oliva e i composti che contengono sono stati associati ai seguenti benefici per la salute:

Sono una fucina di antiossidanti. Le olive ne contengono quantità elevate, tra cui fenoli (idrossitirosolo, tirosolo), polifenoli (oleuropeina glucoside) e l’oleuropeina, che si trova solo nelle olive.

Olive, Olivier, Olio, Frutta, Mercato

È stato dimostrato che le olive hanno un potere antiossidante più forte della vitamina E.

Proteggono il cuore. Il grasso principale contenuto nell’olio d’oliva è l’acido oleico, un grasso monoinsaturo che riduce il rischio di malattie cardiache perché abbassa il colesterolo LDL e la pressione sanguigna.

Inoltre l’oleuropeina, un antiossidante contenuto nelle olive, riduce l’ossidazione del colesterolo LDL nel corpo e può abbassare i marcatori dello stress ossidativo. Contrastano i tumori. Le proprietà antiossidanti e antinfiammatorie delle olive, oltre ai composti antitumorali che contengono, le rendono particolarmente preziose per la prevenzione del cancro.

Olio, Olive, Oliva, Vendemmia, Foglie, Frutta

Si è scoperto, per esempio, che i composti contenuti nelle olive e nell’olio d’oliva attivano il gene soppressore del tumore e il gene apoptotico, che induce la morte programmata delle cellule. (9) Contrastano l’invecchiamento. Si è scoperto che il tirosolo, un fenolo contenuto nell’olio extravergine d’oliva, aumenta la durata della vita e la resistenza allo stress negli ascaridi. (10)

L’oleuropeina, l’idrossitirosolo (un altro antiossidante) e lo squalene delle olive aiutano anche a proteggere la pelle dai raggi ultravioletti (UV); l’oleuropeina in particolare esercita un effetto protettivo e un’azione antiossidante diretta sulla pelle. (11)

Proteggono la salute delle ossa. Da alcune ricerche condotte su diverse specie è emerso che il consumo di olive e olio d’oliva previene la perdita di massa ossea

Olio D'Oliva, Pomodori, Basilico, Mangiare

nell’osteoporosi legata all’età. Uno studio condotto su 127 uomini anziani ha rilevato che la dieta mediterranea arricchita dal consumo di olio d’oliva per due anni era associata a un aumento delle proteine che formano la massa ossea, il che suggerisce che le olive potrebbero avere un effetto protettivo sulle ossa. (12)

Inoltre si è scoperto che negli esseri umani i composti fenolici dell’olio extravergine d’oliva stimolano la proliferazione degli osteoblasti (13) (le cellule che formano le ossa). Per cucinare, invece, la scelta migliore non è l’olio d’oliva ma l’olio di cocco, perché è l’unico olio sufficientemente stabile per resistere ai danni indotti dal calore.

Bruschetta, Pane, Baguette, Pomodori, Basilico

L’olio extravergine d’oliva è ottimo se usato a crudo ma è sconsigliato sottoporlo ad alte temperature che ne degradano la struttura molecolare e generano radicali liberi.

Ma è importante tenere presente che la cottura ad alte temperature danneggia qualunque olio, anche l’olio di cocco. Personalmente, per friggere uso una piastra a induzione che mi consente di tenere la temperatura sotto i 40 °C, anche se di solito cucino a 60-65 °C.

Olio D'Oliva, Centrifuga, Produzione, Verde, Fresco

9 M. Notarnicola et al., “Effects of Olive Oil Polyphenols on Fatty Acid Synthase Gene Expression and Activity in Human Colorectal Cancer Cells,” Genes & Nutrition, 6, n. 1 (2011): 63–69, DOI: 10.1007/s12263-010-0177-7.
10 A. Cañuelo et al., “Tyrosol, a Main Phenol Present in Extra Virgin Olive Oil, Increases Lifespan and Stress Resistance in Caenorhabditis Elegans,” Mechanisms of Ageing and Development, 133, n. 8 (2012): 563–74, DOI:10.1016/j.mad.2012.07.004.
11 A. H. Rahmani, A. S. Albutti, S. M. Aly, “Therapeutics Role of Olive Fruits/Oil in the Prevention of Diseases via Modulation of Anti-Oxidant, Anti-Tumour and Genetic Activity,” International Journal of Clinical and Experimental Medicine, 7, n. 4 (2014): 799–808, PMID: 24955148.
12 J. M. Fernández-Real et al., “A Mediterranean Diet Enriched with Olive Oil Is Associated with Higher Serum Total Osteocalcin Levels in Elderly Men at High Cardiovascular Risk,” The Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, 97, n. 10 (2012): 3792–98, DOI: 10.1210/jc.2012-2221. 257
13 O. García-Martínez et al., “Phenolic Compounds in Extra Virgin Olive Oil Stimulate Human Osteoblastic Cell Proliferation,” PLoS ONE, 11, n. 3 (2016): e0150045, DOI:10.1371/journal.pone.0150045.

Dr. Joseph Mercola “Trasforma il grasso in energia”

Tecniche per la Guarigione & Comprensione

Raccogli la frutta


La raccolta della frutta è una delle forme di meditazione più potenti. È un gesto sacro che esprime rispetto e gratitudine verso la Madre Terra per il miracolo del cibo (si chiama Fitoalimurgia).

raccogliere frutta

Anche se la fai un’unica volta nella vita, puoi rivivere l’esperienza ripetutamente, solo con il pensiero, per attivare la guarigione del corpo. Ogni singolo frutto che sta ancora sull’albero è un cibo vivente che è connesso, tramite le radici dell’albero, all’acqua vitale nelle profondità del suolo.

Ha con sè tutta un’esperienza dal microclima a come meglio a supportato batteri e virus, ti aggiorna e informa il tuo sistema immunitario.
Se vai in un frutteto dove ciascuno raccoglie la sua mela, per esempio, quando tocchi la mela sull’albero le tue cellule risuonano all’unisono con la natura radicata del frutto e un senso di pace si diffonde attraverso il tuo corpo.

raccogliere la frutta

Per di più, compiendo i gesti del raccolto, quando ti allunghi e ti disponi per raggiungere i frutti, e ti pieghi o ti chini per raccoglierli, assumi spontaneamente pose salutari: questi stiramenti naturali sostituiscono qualunque esercizio ginnico ideato dall’uomo.

La gioia nel tuo cuore e nella tua Anima diventa tutt’uno con la posizione fisica della raccolta, rendendola straordinariamente terapeutica. Raccogliendo frutti di bosco, o anche fiori selvatici, ottieni lo stesso effetto benefico.

raccogliere frutta

Fin dagli albori del genere umano, la raccolta dei frutti di bosco è stata una celebrazione dell’abbondanza. Quando seguiamo questa tradizione millenaria, quella antica celebrazione della vita si riaccende nella nostra Anima e favorisce la guarigione.

Quando raccogli fragole, more, lamponi, mele o pesche, medita su tutti i mesi di sviluppo che hanno portato a questo momento. Prima la pianta ha avuto origine in forma di seme o trapianto radicale, poi è cresciuta fino a produrre dei frutti.

Mirtilli, Vendemmia, Raccogliere, Frutti Di Bosco

Nel momento in cui ha raggiunto la maturità, non ha cominciato a dare frutti ogni mese dell’anno, ha invece sviluppato un ritmo stagionale.

Immagina l’albero o l’arbusto o la vigna nel suo stato dormiente, quando sembra che non accada nulla; poi visualizza le foglie che spuntano di nuovo, le gemme, i coltivatori che se ne prendono cura, i fiori che sbocciano e gli insetti impollinatori che si posano.

Ciliegie, Ciotola, Frutta, Delizioso, Rosso, Dolce

La nostra vita è scandita da cicli stagionali molto simili. Quando ti focalizzi sui ritmi della natura, attivi la fiducia nella tua Anima e senti che tutto il tuo impegno per vivere all’insegna del bene darà i suoi frutti.

Luna

Accettazione e Identificazione del Problema, Ghiandola: Gonadi, Emozione: Sensibilità, Metallo: Argento, Perla

Il termine Luna deriva dal latino e ha pertanto lo stesso significato di Selene, Chandra, il nome era usato in Alchimia per indicare l’Argento e per la capacità di riflettere la luce sul nostro pianeta.

Via Lattea, Universo, Persona, Stelle, Cerca, Cielo

Astro che cresce, decresce e scompare, quando è piena, è Selene o la grande Madre che viene ingravidata, l’Uovo cosmico primordiale dal quale prende origine l’universo è Lilith o Ecate il lato oscuro della luna, la sua faccia nascosta, e rappresenta il nascosto della femminilità, il buio totale nel quale sprofondiamo  nella notte  senza lumi, gli spazi oscuri e misteriosi dell’ignoto, dell’inconscio, tra i suoi incubi e pericoli. è infine la luna nuova “Artemide” la lune che risorge, questo esterno  ritorno alle sue forme iniziali, questa periodicità senza fine definiscono la Luna l’astro dei ritmi vitali. Essa controlla tutti i piani cosmici, retti dalla legge del divenire ciclico: acque, pioggia, vegetazione, fertilità.

Via Lattea, Stelle, Notte, Cielo, Panorama, Deserto

Per questo riguarda la fisiologia del corpo umano, la Luna rappresenta l’orologio biologico terrestre, la legge della ciclicità,  la Luna governa: il cervello, le energie psichiche, lo stomaco e l’utero, la luce crepuscolare, la notte ma anche i ritmi circadiani e circamensili, con i cicli produttivi femminili e gli ormoni relativi, fisiologicamente i liquidi corporei, il sistema linfatico, l’ereditarietà materna, la quiete sessuale, il nutrimento materno, la gestazione, il feto, l’allattamento, la nutrizione, l’accudimento della prole.

Governa l’occhio destro per la donna e il sinistro per l’uomo; come elemento l’argento la Luna influenza la mente umana e i sentimenti. Astrologicamente rappresenta il contatto emotivo col mondo e corrisponde alla propria infanzia, ricettività, sensibile e dispersiva.

Arte Digitale, Opere D'Arte, Luna, Mistero, Panorama

Nel tema natale rappresenta la donna, la madre, la figlia, la moglie, la femminilità (nella donna) o il modo di considerare la donna e i complessi edipici, superati o no (nell’uomo). Assieme a Mercurio è indispensabile all’intelligenza. Regola il sonno e i sogni, sopratutto quelli ricorrenti. 

In analogia con la mutevolezza delle sue fasi quando è in squilibrio, è da porre in relazione a comportamenti dominanti dall’incostanza e dalla suggestionabilità, derivanti da una fragile identità della persona che vive in balia del proprio ambito emotivo, anche una mentalità rigida sopratutto verso se stessa con tendenza a reprimere i propri bisogni.

Luna Piena, Luna, Completo, Notte, Cielo, Buio, Spazio

Può mostrare shock fisici, emozionali e mentali recenti o di vecchia data. Quando  invece è in equilibrio manifesta le sue qualità donando adattabilità e sensibilità, intensità di sentimenti, intuizione, preveggenza, fascino segreto indipendentemente dalla bellezza fisica; garantisce anche temperanza e continuità a tutti i processi sia fisici che psichici.

La Luna, con il Sole, costituisce un pacemaker naturale delle funzioni vitali degli esseri viventi. Luce e oscurità, giorno e notte definiscono il nostro tempo oggettivo e determinano i cicli naturali del nostro organi­smo. La natura ciclica della maggior parte delle funzioni organiche è ormai accertata; basti pensare alla riproduzione e all’alimentazione, alla secrezione degli ormoni, al rinnovamento cellulare, e così via.

Amore, Coppia, Romanticismo, San Valentino

La Luna con le sue fasi guida i nostri cicli terrestri, è soprattutto legata alla cicli­cità femminile, fisiologica e psicologica; lo stesso ciclo mestruale di ventotto giorni deriva dalla memoria razziale: in epoche remote la don­na primitiva era così legata e sottoposta agli influssi lunari che si presu­me il suo ciclo fosse lo stesso del periodo sinodico della Luna, ossia 29 giorni, 12 ore, 44 minuti.

Il ciclo ovarico femminile è sottoposto a fasi e l’ovulazione si suppone coincida con il momento in cui la Terra subi­sce la maggior attrazione gravitazionale, cioè con la Luna nuova o pie­na (il momento in cui Terra, Luna e Sole si trovano allineati).

Arte Digitale, Opere D'Arte, Insieme, Coppia, Beach

Quel momento conosciuto nell’antichità come particolarmente determinante nella vita quotidiana, è stato associato al maggior numero di nascite, al momento in cui si verificano più decessi, e a quello in cui i malati di mente subiscono tali perturbazioni da incorrere in crisi paranoiche.

Luna: sesso

Coppia, Facendo Fuori, Giovane, Persone, Donna, Uomo

Se il Sole costituisce una forza generativa e stimolante per la sessualità, la Luna, al contrario, è associata alla quiete sessuale. Durante la notte, in assenza di luce solare, la ghiandola pineale (il terzo occhio degli anfibi) che è un organo fotorecettore, secerne un ormone che mantiene in stato di calma le gonadi di entrambi i sessi . La luna esprime dunque quiete riproduttiva.

Luna madre

Figlio, Madre, Famiglia, Mamma, Bolle, Bolle Di Sapone

Il simbolismo della Luna è legato alla maternità, all’accudimento della prole, alla gestazione del feto, al feto stesso, il quale passivo (come l’astro della notte che riceve la luce dal Sole) riceve vita e nutrimento dalla madre nel suo grembo protettivo.

Luna liquidi

Vino, Vetro, White, Uva, Bevande, Alcool, Barile

L’attrazione gravitazionale causata dalla massa lunare agisce soprattut­to sui liquidi terrestri e su quelli del corpo (il 60% circa del nostro cor­po è formato di acqua).

L’acqua è una molecola che, per restare stabile, ha necessità di basse temperature; con il calore solare (oltre i 30/40°) essa diventa instabile. La Luna governa tutti i liquidi del corpo: il liquido cefalorachidiano, quello linfatico, l’endolinfa del labirinto membranoso dell’orecchio in­terno, quello del plasma sanguigno, i liquidi oculari (umor acqueo), il liquido pleurico, quello extracellulare.

Luna digestione

Pancia, Cuore, Amore, Ragazza, Relax, Rilassarsi

Il processo fondamentale della digestione è l’idrolisi, ossia la scissione delle molecole effettuata con l’intervento dell’acqua e promossa da una serie di enzimi catalizzatori (idrolasi) come le maltasi e le lipasi.

Luna Notte

Cane, Lupo, Yelp, Luna, Albero, Notte, Cielo Stellato

La Luna è connessa al riposo, al buio, al sonno, alla rigenerazione e al­la ricostruzione delle risorse biologiche, all’azzeramento delle informa­zioni irrilevanti (purificazione) per favorire la vita da svegli. Stimoli notturni ‘endogeni’ favoriscono la formazione della corteccia associati­va e la genesi delle sinapsi durante l’infanzia.

Luna Tempo

Beach, Foglia, Verde, Natura, Estate, Tropicale, Sabbia

La cadenza del tempo, i ritmi circadiani e ultradiani dipendono dal rap­porto solilunare. La Luna come fattore ciclico e fasico è relativa ai nostri sistemi vitali, specialmente quelli femminili. L’utero, per esempio, è sottoposto a fasi: fase proliferativa, fase secretoria, fase mestruale  (l’edema ciclico mensile accompagnato da imbibizione del tessuti cui e  sottoposto il tessuto endometrioso).

Dal punto di vista patologico la Luna e associata all’edema ciclico degli organi genitali femminili e con i fenomeni patologici della sfera  psichica.

La tradizione associa la Luna all’argento (a). In omeopatia i soggetti trattabili con sali d’argento sono assimilabili l’archetipo  “lunare” perché sono caratterizzati da sbalzi d’umore, impazienza, golosità, disturbi gastrici.

Mitologia:

Donna, Sirena, Fantasia, Mitologia, Sirene, Oceano

Il significato del nome Perla non è noto; forse deriva da un tipo di mollusco (Iat. Perna), oppure è derivato da “sphaerula” che in latino significa piccola sfera. Sono considerate tra le gemme più pregiate. L’uomo le usa come ornamento da 6000 anni. Ad essa non è legata nessuna leggenda mitologica.

Disarmonia:

Il soggetto ha una mentalità rigida; reprime i propri bisogni, è molto duro con se stesso. Mostra una serie di shock fisici, emozionali e mentali di vecchia data o recenti. Prova risentimenti e amarezza.

Armonia:

La Tintura Spagyrica di Perla produce sogni lucidi Migliora le capacità (inconsce) del soggetto, facendolo così diventare più intuitivo.

Intensifica i sentimenti, facilita il ricordo dei sogni e mitiga il temperamento lunatico. Permette all’individuo di accettare più facilmente i propri aspetti irrazionali.

Rimedi : Cattivo rapporto con la Madre : ArgenVin, Ansioso o Lunatico: ArgenVin + SerenVin, Ansia da mal di stomaco, ArgentVin + Sedavin, Ciclo Mestruale: Doloroso irregolare, ArgentVin + Dismenovin + Multimagnesio

Infertilità da stress: in coppia: DMG Gold, + ArgentVin + Fervin + (DismenoVin x lei), DMG Gold, + ArgentVin + Fervin + ProstVin (x Lui), Persone poco “brillante” comunicazione rallentata … ArgentVin + HermesVin + DMG Gold, Ipersudorazione: ArgentVin + FitoMater Salvia off.

Tuttavia non sei solo

Tecniche per la Guarigione & Comprensione

La tua vita è un percorso obbligato in cui hai scelto per comprendere aspetti di cui sei il protagonista. Puoi scegliere una nuova direzione. Puoi cambiare gli eventi. Per dirlo in altri termini: quando la nostra Anima arriva sulla Terra

Animale, Primate, Scimmia, Noia, Scimpanzé, Ritratto

per propria scelta nel divenire Uno (integrazione del Sé) possiamo decidere di interpretare un certo ruolo e non allontanarci mai dal Copione …

oppure possiamo usare il nostro libero arbitrio per scrivere la nostra parte. Non tutto è già scritto. In realtà, tutto deve ancora accadere, contemporaneamente sussistono molte infinite possibilità …

Abbiamo tutti la possibilità di uscire dallo stampo. Possiamo determinare il nostro destino. La Tua AnimA è qui per guidarci nei nostri processi decisionali, per sfruttare al meglio il nostro libero arbitrio. È qui per intercettare i problemi comprenderli, scemarli e offrirci delle opportunità.

Cuore, Amore, Dolore, Emozioni, Emozione, Solitudine

Sei qui (è il termine più adatto) perché non si possiede o si acquisisce AnimA, lo si è ANIMA

per aiutarci a crescere, a cambiare e a gestire gli eventi che la vita porta sul nostro cammino. Sei qui per aiutarti a vedere la luce a ricordare che Sei Luce, guidarti e tirarti fuori dall’oscurità dalla quale, per esperienza si comprenderà per differenza che Sei Altro.

Cuore, Carta, Pastelli, Figura, Giorno Di San Valentino

Comunque tu voglia visualizzare o immaginare la tua parte “Spirituale” o come desideri chiamarla è indifferente, solo noi diamo un etichetta alle cose; siamo esseri luminosi o altre creature straordinarie che appartengono alla tua visione interiore.

La tua AnimA


ha lo scopo di soddisfare, comprendere, ogni aspetto della dualità, comprendere ogni nostro pensiero e desiderio, di aiutarci essenzialmente a svolgere il grande lavoro di riunire parti di Sé, parti della stessa coscienza in noi, sia che si tratti di guarire il nostro corpo da una malattia, ritrovarci con la nostra AnimA o aiutare altre persone bisognose.

Cuore, Herzchen, Amore, Romanticismo, Fortuna

Lo fa da millenni. Ecco il segreto: chiediti qual è il modo giusto di chiedere, per Essere ciò che Sei, aperto e collaboratore di te stesso.

Francesco Ciani Personal Experience